Museum of Modern Art (MoMA), New York

Collezioni: Dipartimento di grafica e libri illustrati

Paul Gauguin, "Auti Te Pape", 1894, xilografia, Museum of Modern Art, New York

Paul Gauguin, Auti Te Pape, 1894, xilografia

Il Dipartimento di grafica e libri illustrati del Museum of Modern Art è nato solo nel 1969. Ma già in precedenza era stata avvertita l'urgenza di destinare uno spazio apposito alla grafica. Sin dagli anni della fondazione (1929), Abby Aldrich Rockefeller intraprese l'acquisto sistematico di stampe di grandi artisti dell'800 e '900, con lo scopo di trasferirle in seguito al museo. Ciò avvenne nel 1940: si trattava di quasi 1600 pezzi! In suo onore, nel 1949 venne istituita la Abby Aldrich Rockefeller Print Room, uno spazio destinato specificamente alla grafica.

Il dipartimento di grafica oggi comprende oltre 40.000 opere in svariate tecniche: incisioni, litografie, xilografie, serigrafie, stampe offset, monotipi, multipli, ecc.
Prime a entrare in collezione furono le stampe di artisti tedeschi: Beckmann, Grosz, Feininger, Pechstein. La collezione ingrossò rapidamente, includendo esemplari di tutti gli autori di maggior spicco nel campo della grafica: di Henri de Toulouse-Lautrec, Edouard Vuillard, James Ensor, Edvard Munch, Ernst Ludwig Kirchner, Erich Heckel, Karl Schmidt-Rottluff, Emil Nolde, Wassily Kandinsky, Paul Klee, Henri Matisse, Georges Braque, Pablo Picasso, Marc Chagall, Georges Rouault, Joan Miró, Max Ernst, Giorgio Morandi, Josef Albers, Jean Dubuffet, Jackson Pollock, Sam Francis, Robert Motherwell, Richard Diebenkorn.
La straordinaria perizia tecnica raggiunta dagli artisti americani del dopoguerra, soprattutto in ambito Pop Art, è testimoniato da fondi eccezionali di tutti i principali autori: Jasper Johns, Robert Rauschenberg, Cy Twombly, Frank Stella, Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Jim Dine, Claes Oldenburg, James Rosenquist, Robert Indiana, Tom Wesselmann, Wayne Thiebaud, Edward Ruscha, David Hockney, Ellsworth Kelly, Louise Nevelson, Sol LeWitt, Bruce Nauman, Chuck Close, ecc. La creazione di questi nuclei è stata spesso possibile grazie a contatti diretti con i principali stampatori e editori: Universal Limited Art Editions (ULAE), Gemini G.E.L., Crown Point Press, Tyler Graphics, Multiples, Petersburg Press, ecc.

Le sezioni principali delle collezioni