New York. Spot-light New York

Gallerie private e mercato dell'arte a New York

Galleria d'arte a ChelseaA New York si è sviluppato un impressionante sistema di gallerie d'arte. Di gran lunga il maggiore al mondo. L'enorme ragnatela comprende ogni tipologia di spazio commerciale: gallerie d'arte moderna classica, spazi d'arte contemporanea, studi di mercanti e "art dealers", gallerie no-profit, gallerie autogestite, atelier di artisti periodicamente trasformati in spazi espositivi.
Alcune consuetudini del "sistema" dell'arte sono partite proprio da qui e hanno fatto tendenza nel resto del mondo. Ad esempio, il concentrarsi delle gallerie d'arte in quartieri o distretti particolari.
Tralasciando i minori, a New York se ne contano ben 4 principali:

  • Uno corrisponde grosso modo alla 57th Street, all'intersezione con 5th Avenue, e comprende le gallerie più tradizionali, consolidate e rivolte al moderno-classico.
  • Un secondo, con caratteristiche simili, è imperniato attorno a Madison Avenue, nell'intervallo tra la 63rd e la 81st Street.
  • Superfamoso è il quartiere di SoHo, con le sue centinaia di gallerie, sparse nel quadrangolo compreso tra Broadway, West Broadway, Houston Street e Canal Street, che spaziano dall'arte moderna classica a quella più sperimentale.
  • Ma è sul quartiere di Chelsea, che da oltre 5 anni si è puntata la luce dei riflettori. In un'area dismessa, compresa tra Tenth e Eleventh Avenue, e tra 20th e 27th Street, sono nate nuove gallerie come funghi, e molte si sono trasferite da SoHo.

Un'altra caratteristica delle gallerie newyorkesi è quella di riunirsi in grande numero all'interno di uno stesso edificio. Sono i cosiddetti "edifici multi-gallerie", già presenti sulla 57th Street, ma divenuti tipici soprattutto di SoHo. Ed ora anche di Chelsea.
Anche se non del tutto estranea ad altre città (Parigi ad es.), da New York è partita alla fine degli anni '40 (Betty Parsons) l'usanza di esporre le opere in gallerie interamente bianche. Con la colonizzazione di SoHo il fenomeno ha assunto nuovi connotati. Le gallerie d'arte contemporanea hanno cominciato a occupare ex-magazzini e vecchi laboratori, e a ristrutturarli. Maggior spazio e funzionalità, al servizio delle opere più voluminose ed impegnative, a costi inferiori! Sono i vantaggi dei cosiddetti "loft", oggi tanto di moda.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate