New York. Spot-light New York

Gli artisti a New York

Edificio di artisti e gallerie a ChelseaSi parla di una tendenza mondiale all'urbanizzazione. Dal punto di vista degli artisti, New York negli ultimi 50 anni è stata una calamita potentissima. Da un lato, la vicinanza ai centri nevralgici della critica d'arte e del mercato hanno sempre alimentato aspettative e ambizioni. Dall'altro, un fitto e variegato sottobosco di amicizie, alleanze, sistemazioni precarie, attività per sbarcare il lunario, hanno accolto i nuovi arrivati, nell'attesa speranzosa del "grande salto".
Attualmente è piuttosto difficile stabilire quanti siano coloro, artisti professionisti o aspiranti tali, che la abitano.
A differenza di altre metropoli, gli artisti hanno sempre svolto un ruolo importante nel tessuto culturale e sociale di New York. Basti pensare alla loro funzione di teste di ponte nella valorizzazione di nuovi quartieri. È grazie agli artisti e alla loro disperata ricerca di spazi a prezzi convenienti dove vivere e lavorare, che sono iniziate le colonizzazioni delle aree degradate del Greenwich Village, di Soho, di Chelsea e, più recentemente, di Williamsburg, seguite dall'arrivo delle gallerie d'arte, e a seguire, di altre attività commerciali di lusso...
Ancora oggi, a Chelsea, ci si imbatte in grandi palazzi, suddivisi in modo tale da ricavare atelier per artisti, nei quali sono spesso allestite mostre personali. Molto difficile stabilire il confine tra attività auto-espositiva e attività di galleria d'arte. Di fatto, tra gli elenchi degli inquilini non si trovano solo nomi di artisti, ma anche di vere e proprie gallerie d'arte, che del resto stanno prendendo completamente il sopravvento.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate