Yale University Art Gallery, New Haven (CT)

Winslow Homer, "A Game of Croquet", 1866, Yale University Art Gallery, New Haven (CT)

Winslow Homer, A Game of Croquet, 1866,
Yale University Art Gallery, New Haven (CT)

La Yale University Art Gallery di New Haven (CT) è il museo d'arte dell'Università di Yale, una delle più gloriose università d'America. Assieme allo Yale Center for British Art e al Peabody Museum, costituisce uno dei maggiori complessi culturali americani.

La Yale University Art Gallery si trova al margine Sud dell'area universitaria, alle spalle dell'Old Campus, la parte più antica di tutto il centro universitario. La attorniano gli edifici in stile georgiano e neogotico dell'università. Quasi dirimpetto sorge il Center for British Art.
La sede è costituita da due edifici affiancati e continuanti l'uno nell'altro. Il primo risale al 1928. È opera dell'architetto Egerton Swartwout e ricalca le forme di un palazzo gotico di Viterbo, in Italia. Il secondo è del 1953, ed rappresenta la prima importante realizzazione nella carriera del famoso architetto Louis I. Kahn.

La Yale University Art Gallery di New Haven è il più antico museo universitario d'America.
È originato nel 1832 dalla donazione allo Yale College di 100 opere da parte dell'artista americano John Trumbull. In anni successivi ha beneficiato di donazioni in denaro e in opere, soprattutto da parte di ex-studenti.
Con un autentico colpo di genio, nel 1871 Yale acquistò (ad un prezzo ridicolo per l'epoca) la stupenda collezione d'arte medievale e rinascimentale di James Jackson Jarves, pioniere nella valorizzazione di un periodo della storia dell'arte tenuto in scarsa considerazione fin quasi alle soglie del nuovo secolo.
Nel corso del '900 nuove donazioni hanno ampliato la sezione di pittura antica, ma hanno dato vita anche a nuove sezioni.

Oggi la Yale University Art Gallery è un museo d'arte a carattere enciclopedico. Enciclopedico, nel senso che contiene oggetti e sculture dell'antichità (egizie, greco-romane e precolombiane), arte orientale (islamica, indiana, cinese e giapponese), arte africana e dell'oceania, arti figurative e decorative europee, arte americana, arte moderna e contemporanea.
Proprio le belle collezioni di arte europea, antica e moderna, e di arte americana rappresentano il vanto maggiore della galleria.
Nel 1903 la donazione della collezione di Stephen C. Clark creò l'ossatura della bella collezione di impressionismo e post-impressionismo, dove accanto a tele di Jean-François Millet, Camille Corot, Gustave Courbet, Edouard Manet, Edgar Degas e di artisti Nabis, spicca il famosissimo Café de Nuit (1888) di Vincent van Gogh. La donazione a Yale nel 1941 della collezione d'arte della storica Société Anonyme, creata da Katherine Dreyer con la consulenza di Marcel Duchamp, arricchì in maniera considerevole la sezione di arte moderna, che oggi allinea opere di Henri Matisse, Pablo Picasso (Coquillages sur un piano, First Steps), Fernand Léger, Raymond Duchamp-Villon, Wassily Kandinsky, Paul Klee, Piet Mondrian, Marcel Duchamp, Max Ernst, Yves Tanguy, René Magritte, Salvador Dalí, Matta Echaurren, Alberto Giacometti, ma soprattutto il famoso The Grinder Kazimir Malevich. Un intero corridoio, denominato Albers Corridor, è interamente dedicato all'esposizione a rotazione del ricchissimo fondo di opere (oltre 70 dipinti e 110 disegni) del grande artista astratto Josef Albers.
Alla fine degli anni '70 la donazione della collezione di Katharine Ordway ha aggiunto opere d'arte moderna e soprattutto del dopoguerra, tra cui tele di Arshile Gorky (The Betrothal del 1947), Willem de Kooning, Mark Rothko, Jackson Pollock e Frank Stella.
Tutto il terzo piano dell'ala nuova è dedicato all'arte americana. Qui è concentrata la collezione Garvan assieme ad opere di altri donatori. Vi figurano autentici capolavori, di autori come Frederick Edwin Church, Thomas Cole, Thomas Eakins (il famoso John Biglin in Single Scull del 1874), Winslow Homer, Frederic Remington, Georgia O'Keeffe e Edward Hopper (con due delle sue opere tarde più note). Naturalmente, alle opere di John Trumbull è dedicata tutta un'area apposita.

La Yale University Art Gallery allestisce mostre temporanee di arte antica e arte moderna in spazi appositamente destinati.
Meritano di essere ricordate alcune grandi sculture collocate in vari punti del museo. Nel cortile interno è sistemato il massiccio Stacks di Richard Serra (1990). All'esterno invece è sistemata Laying Woman di Henry Moore. Più distante, nel cortile all'ingresso della Beinicke Library of Rare Books and Manuscripts, è installato un grande giardino di Isamu Noguchi.

Informazioni generali

Tipologia:
museo di antichità e arti decorative, arte antica, arte moderna e arte contemporanea
Titolare:
Yale University
Direttore:
Jock Reynolds
Indirizzo:
1111 Chapel Str., New Haven, CT 06520-8271
P.O. Box 208271, New Haven, CT 06520-8271
Telefono:
203-4320600
Apertura:
mar-sab 10-17, gio 10-18 (set-giu), dom 13-18
Servizi:
visite guidate, attività didattica, caffetteria, museum-shop
Vincent van Gogh, "Café de Nuit", 1888, Yale University Art Gallery, New Haven (CT

Vincent van Gogh, Café de Nuit, 1888
Yale University Art Gallery, New Haven (CT)