Collezione Peggy Guggenheim, Venezia

Collezioni
Cubismo, Futurismo, Astrattismo nella collezione di Peggy Guggenheim

Raymond Duchamp-Villon, "Cheval", 1914 (fusione anni '30)

Raymond Duchamp-Villon
Cheval, 1914 (fusione anni '30)

Nella collezioni di Peggy Guggenheim sono presenti quasi tutti i maggiori autori di inizio secolo. Tra le opere esposte figurano molti grandi capolavori.
Nell'ambito del cubismo troviamo Pablo Picasso (Il poeta del 1911, Lo studio del 1928 e Sulla spiaggia del 1937), Georges Braque (Il clarinetto del 1912), Fernand Léger (Uomini in città del 1919), Juan Gris (Bottiglia di rum e giornale del 1914), Marcel Duchamp (Nudo, giovane triste in treno del 1911-1912). Inoltre, opere importanti di Louis Marcoussis, Albert Gleizes, Jean Metzinger, Amédée Ozenfant e dei principali scultori: Henri Laurens, Jacques Lipchitz, Alexander Archipenko, Raymond Duchamp-Villon.
Relativamente al futurismo troviamo Umberto Boccioni (Dinamismo di un cavallo in corsa + case del 1914-1915), Giacomo Balla (Velocità astratta+rumore del 1913-1914) e Gino Severini (Mare=ballerina del 1914).
Le diverse correnti dell'arte astratta sono documentate da quadri stupendi di Robert Delaunay, Wassily Kandinsky (Paesaggio con macchie rosse II del 1913, e Croce bianca del 1922), Paul Klee, El Lissitzky, Kasimir Malevich, Antoine Pevsner, Naum Gabo, Piet Mondrian (Il mare del 1914 e Composizione del 1938-1939), Theo van Doesburg (Composizione in grigio del 1919) e Georges Vantongerloo.

Le principali sezioni sulla collezione di Peggy Guggenheim