MART - Palazzo delle Albere, Trento

Edificio

La facciata di Palazzo delle Albere a Trento

La facciata di Palazzo delle Albere a Trento

Palazzo delle Albere è una delle sedi in cui si articola il MART, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto.

Palazzo delle Albere deve il suo nome al doppio filare di pioppi che in origine portava all'ingresso dell'edificio.
Non si sa con esattezza quando fu costruito: probabilmente tra il 1539 e il 1567. Ma è certo che fu realizzato dall'ingegnere Francesco Chiaramella da Gandino per Gaudenzio Madruzzo.
Si presenta sotto forma di una massa compatta, a pianta quadrata, con quattro torri angolari. L'aspetto può ricordare lontanamente quello di un castello.
L'interno è disposto su tre piani. Due di questi conservano affreschi di pregio, come il ciclo dei Mesi e i cicli dedicati alle Arti liberali, alle Virtù cardinali e alle Virtù teologali.
Distrutto da un incendio nel 1796, l'edificio fu restaurato tra il 1833 e il 1834, e ancora una volta nel 1867. Negli anni seguenti fu utilizzato come cascina e cadde in rovina. Nel 1969 è stato acquistato dalla Provincia, che ha dato il via a una definitiva opera di ristrutturazione, completata nel 1978.

L'attuale sistemazione segue un criterio di funzionalità.
Al pianterreno si trovano la biglietteria, il guardaroba, la caffetteria, il museum-shop, le sale per laboratori didattici e conferenze. Al primo piano sono dislocati gli uffici e alcune sale espositive. L'ultimo piano è interamente dedicato all'attività espositiva.