Museo Morandi, Bologna

Edificio

Una veduta di Palazzo d'Accursio, sede del Museo Morandi di Bologna

Una veduta di Palazzo d'Accursio, sede del Museo Morandi di Bologna

Dal 1993 il Museo Morandi di Bologna ha sede al secondo piano di Palazzo d'Accursio. Il palazzo si trova in posizione centralissima. Chiude infatti il lato Ovest di Piazza Maggiore.

Il grande edificio è costituito da due corpi. Quello a sinistra si presenta a portico, con archi ogivali e piccole finestre gotiche. Quello a destra appare più compatto, interrotto da bifore gotiche con ornamenti in terracotta. Una torre sormonta sul fianco il corpo di sinistra. Al centro, la facciata è caratterizzata dal grande portale, disegnato da Galeazzo Alessi (1555), sulla cui balconata appoggia una statua di Gregorio XIIIº in bronzo. Poco sopra, sulla sinistra, è collocata una terracotta di Nicolò dell'Arca.
Dal portone si accede al cortile interno, porticato su tre lati, realizzato tra il 1425 ed il 1508. Ad un angolo del cortile si diparte uno scalone, attribuito a Bramante, mediante il quale si accede ai piani superiori ed al museo.

Il Museo Morandi è situato al secondo piano del complesso. Occupa 15 stanze, appositamente riadattate dall'architetto Roberto Scannavini.
Il percorso si snoda attraverso alcuni ambienti più ampi, dove sono esposte le opere su tela. Verso uno stretto corridoio si affacciano alcune sale più raccolte, dove sono custoditi i disegni, gli acquerelli e le incisioni. Il parquet del pavimento, i soffitti bassi e la discreta illuminazione contribuiscono a restituire quell'intimità, che tanto giova alle opere di Giorgio Morandi.

Oltre a ospitare la collezione Morandi, il museo conserva una ricostruzione dello studio dell'artista con arredi, oggetti e suppellettili originali.
Altri spazi sono destinati alla sua biblioteca, composta da più di 400 volumi, la sua raccolta personale d'arte antica e una "Stanza della memoria", dove sono conservate anche alcune acqueforti con ritratti di familiari.