Museum Folkwang, Essen

Karl Ernst Osthaus e il Museum Folkwang di Hagen

Il Museum Folkwang di Hagen venne creato nel 1902 dal collezionista-mecenate Karl Ernst Osthaus.

Osthaus si appassionò molto presto all'arte francese dell'800. Conobbe Cézanne, divenne cliente abituale di Vollard. Sotto l'impulso di Hans Purrmann (l'artista tedesco seguace di Matisse, allora residente a Parigi) si aprì a tutti i principali movimenti del primo '900 in Europa.
La passione di Osthaus per le tendenze più innovative lo portò persino a farsi progettare da Henry van de Velde la decorazione interna dell'edificio museale.

Il nome "Folkwang" intendeva alludere alla funzione pedagogica-formativa in favore della gente comune, che stava alla base della sua concezione.
Il museo riunì in breve tempo più di 700 opere, tra dipinti, sculture, acquarelli, disegni e stampe. Venne inoltre affiancato dalla Folkwang-Schule, prestigiosa scuola d'arte privata cui collaborarono in tempi diversi van de Velde, Nolde, Rohlfs, Schlemmer e molti altri.
Lo sviluppo del grande progetto s'interruppe alla morte di Osthaus, nel 1921. Trovandosi in difficoltà finaziarie, gli eredi furono costretti a vendere le collezioni del museo. L'edificio e quel che restava venne in seguito spazzato via dal nazismo e dalla guerra.