Museum Ludwig, Colonia (Köln)

Edificio

Le masse del Museum Ludwig di Colonia, digradanti verso il Reno

Le masse del Museum Ludwig di Colonia, digradanti verso il Reno

Il Museum Ludwig di Colonia è ospitato in un vasto complesso, definito "Neubau", situato proprio all'ombra dell'immensa mole del Duomo. L'edificio, disegnato degli architetti Peter Busmann e Godfrid Haberer, è costato oltre 270 milioni di marchi. L'inaugurazione è avvenuta nel Settembre 1986.
La sua realizzazione doveva rientrare nel progetto di soddisfare molteplici esigenze di carattere culturale, mirando nel contempo a ridisegnare il centro cittadino, sconvolto dalla guerra e spesso ricostruito in maniera approssimativa.

Il complesso sorge su uno spazio che dalla Domplatz declina in direzione del Reno, lambendo l'abside del Duomo e la stazione ferroviaria. Dal fiume la sua massa irregolare, divisa in due corpi disuguali, è ben riconoscibile per il rivestimento esterno metallico (zinco) e per la caratteristica foggia, che ricorda i fabbricati industriali.
Suggestivo è il suo modo di inserirsi nello spazio circostante. Le propaggini digradanti, che si adattano all'andamento scosceso del terreno, movimentano l'organismo. Mentre il tetto, a diversi livelli e chiuso da sheds paralleli, intreccia un rapporto ritmico con le arcate ed i pinnacoli del Duomo.
L'interno è organizzato su sei livelli, e ciò grazie anche al suo notevole sviluppo sottoterra. Nei livelli trovano spazio numerose attività. Innanzitutto, le due istituzioni museali: il Museum Ludwig e l'Agfa-Foto-Historama. Quindi, attività di supporto alla vita dei musei: ambienti per mostre temporanee, una biblioteca, una sala per conferenze, sale di lettura, ambienti per attività diverse (pedagogiche, restauro e conservazione, depositi), una libreria, un ristorante. Infine, completamente sotterranea, la Philarmonie: la sala per concerti di musica sinfonica.

I tre musei dispongono di ingresso comune e risultano intercomunicanti tra loro.
Dal foyer d'ingresso ampi scaloni consentono di accedere ai piani superiori e a quelli inferiori. Le sale al primo livello superiore sono di medie dimensioni. Quelle al secondo livello sono più ampie e sovrastate dal soffitto lamellare a sheds, da cui piove la luce naturale. Nelle sale più ampie trovano posto i nuclei più importanti della collezione e le opere di grande formato. Il primo piano sotterraneo ospita parte della Pop Art e opere degli anni '70 e '80.
L'interno delle sale è quello tipico, con ampie pareti bianche, illuminate da faretti incassati nel soffitto. La soluzione si adatta abbastanza bene all'arte moderna e contemporanea.
Al piano terra trovano spazio alcuni servizi, il ristorante e la fornitissima libreria.

Particolare della sommità del Museum Ludwig di Colonia

Particolare della sommità del Museum Ludwig di Colonia