Kunstmuseum Bonn, Bonn

Collezioni

Sala del Kunstmuseum Bonn, con opere di Anselm Kiefer

Sala del Kunstmuseum Bonn, con opere di Anselm Kiefer

La collezione del Kunstmuseum Bonn si è formata in prevalenza nel dopoguerra.
Le opere sono state pervenute attraverso donazioni e acquisti compiuti dall'amministrazione cittadina e dal Land Nordrhein-Westfale. Un contributo sostanziale è dovuto, inoltre, a importanti collezioni private concesse in deposito a lungo termine. Prima fra tutte la collezione Grothe, famosa per la folta schiera di capolavori di grandi artisti tedeschi degli anni '60 e '70.

Il campo d'interesse appare focalizzato sull'arte tedesca dal primo '900 a oggi. Ma non è esclusivo. Infatti, l'ambizione è allargarsi a documentare quelle tendenze e personalità dell'arte internazionale collegate con i settori di maggior forza del museo.
La sezione del primo '900 risulta tutto sommato ridotta e circoscritta all'ambito renano. Predominano, quindi, i protagonisti del Rheinischer Expressionismus (espressionismo renano). Numerose le opere di August Macke, Helmut Macke, Heinrich Campendonck e Hans Thuar. Compaiono anche le figure minori, come F.M. Jansen, E.M. Engert, P.A. Seehaus, Hans Nauen, Franz Seiwert, Max Ernst. Unico personaggio non tedesco è, per il momento, Robert Delaunay.
In alcune sale sono esposte opere di astrattismo e pittura informale tedesca del dopoguerra. Si possono ricordare qui le tele di Ernst Wilhelm Nay, Willi Baumeister, Joseph Fassbender, Hans Hartung, Hann Trier, Emil Schumacher, Fred Thieler, Peter Brüning e Bernhard Schulze.
Tra le tendenze del dopoguerra sono presenti anche le correnti ottico-cinetiche, come il gruppo "Zero".

La sezione più spettacolare ed emozionante del Kunstmuseum Bonn è, però, costituita dalla collezione di arte contemporanea tedesca. Qui predominano, infatti, opere di grandi formati. Inoltre, tutti gli artisti principali sono rappresentati da nuclei consistenti di più opere, che in molti casi hanno consentito di allestire intere sale dedicate a un singolo artista. Delle vere e proprie mostre personali nel museo!.
Tra gli artisti meglio rappresentati figurano: Georg Baselitz, Bernd und Hilla Becher, Joseph Beuys, Günter Förg, Gotthard Graubner, Rebecca Horn, Anselm Kiefer, Imi Knoebel, Markus Lüpert, Reinhard Mucha, Blinky Palermo, A.R. Penck, Sigmar Polke, Gerhard Richter, Ulrich Rückriem, Reiner Ruthenbeckz. In particolare, sono veramente impressionanti le sale dedicate a Georg Baselitz (con l'enorme ciclo Strassenbild), Gotthard Graubner (con l'enorme ciclo Assisi-Zyklus), Anselm Kiefer, Gerhard Richter e Sigmar Polke.

Spazi appositi sono dedicati alla collezione di grafica e di video d'artista.