Berlino (Berlin). Spot-light Berlino

Gli artisti a Berlino

Tacheles Haus, nel 1993Da circa 200 anni Berlino è stato il principale "covo" di artisti della Germania. Mentre la vita, a Monaco, sembrava procedere senza grandi soprassalti, l'ambiente artistico berlinese di fine '800 era attraversato da forti tensioni. Dai contrasti scaturisce la famosa Sezession, in contrapposizione con l'ambiente accademico ufficiale. Da allora, il mondo dell'arte di Berlino appare come un enorme sistema di galassie, che si toccano solo in parte.
La Berlino dell'epoca di Weimar è un complesso laboratorio di idee, correnti, movimenti, gruppi, che vede schierate tutte le componenti del cosiddetto "sistema dell'arte" (critica, galleristi, collezionisti, editoria, ecc.), di cui il nazismo fece un gigantesco falò.

Nel corso del dopoguerra, la particolare situazione di Berlino Ovest sfavorisce, da un lato, gli investimenti produttivi, ma nel contempo crea le condizioni ideali per la vita di giovani artisti, intellettuali e uomini di cultura. Dagli anni '60 alla caduta del muro Berlino Ovest, vista dal di fuori, appare uno strano mix di anziani, turchi, artisti e alternativi. In questa giungla si formano nuovi gruppi e tendenze, nascono gallerie autogestite, si sviluppano iniziative di ogni tipo. Epicentro della boheme berlinese sono i quartieri di Schöneberg e Kreuzberg. Mentre gli ambienti più altolocati (a partire dai famosi Paris-Bar e Café Einstein) si trovano nei pressi di Kurfürstendamm.
Con la caduta del muro, a prendere vigore sono le energie culturali della ex-Berlino Est. Anche qui sbocciano nuovi gruppi, nuove gallerie, spazi autogestiti, riviste, iniziative espositive, che hanno come fulcri il quartiere di Prenzlauerberg, e soprattutto l'area attorno a Oranienburger Straße. Qui, ad esempio, prende vita l'esperienza autogestita di Tacheles Haus.

Il cambio di pelle degli ultimi anni ha prodotto numerosi effetti anche sulla vita artistica berlinese. Al momento, i luoghi interessanti sono più o meno gli stessi di prima, sia pur con uno graduale spostamento ad Est. Come evolverà tutto ciò? Difficile dirlo. Di fatto Berlino non è più "la" città degli artisti, ma rimane il centro più importante della Germania, e uno dei principali al mondo.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate