Berlino (Berlin). Spot-light Berlino

Opere d'arte in spazi pubblici a Berlino

Henry Moore, "Archer", vicinanze della Neue NationalgalerieCome tutte le maggiori città tedesche, anche Berlino ha vissuto la disgrazia dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Nel contesto della generale opera di ricostruzione anche qui si è cercato di riqualificare la fisionomia urbana attraverso la realizzazione di grandi opere d'arte in spazi pubblici. Tra la fine degli anni '70 e gli anni '80, ad esempio, venne promosso l'ambizioso progetto dello Skulpturenboulevard, che portò alla realizzazione di diverse grandi opere scultoree da parte di famosi autori tedeschi e internazionali.
Un nuovo, gigantesco impulso alla realizzazione di opere d'arte in spazi pubblici è venuto dai numerosi progetti che stanno modificando il volto della città. La ristrutturazione del Bundestag, le opere di edificazione e ricostruzione di Potsdamerplatz, Friedrichstraße e Alexanderplatz, sono divenute grandi palestre per la combinazione di architettura e opere d'arte. Tutti i grandi nomi dell'arte tedesca e molti grandi dell'arte internazionale hanno messo la loro firma: Joseph Beuys, Christian Boltanski, Jenny Holzer, Anselm Kiefer, Sigmar Polke, Gerhard Richter, Katharina Sieverding, Günther Uecker, ecc.
Di enorme importanza sono anche le sculture disposte attorno all'edificio della Neue Nationalgalerie: Alexander Calder, Henry Moore, Ulrich Rückriem, Richard Serra, e molti altri.
Un ingrediente assolutamente esclusivo di Berlino, dal punto di vista dell'arte come elemento decorativo, è costituito dalle numerose pitture murali, che spiccano sulle facciate di molti edifici, soprattutto nel quartiere di Kreuzberg. Sono il frutto di un progetto globale, volto a qualificare l'impatto visivo di edifici e aree piuttosto scadenti. Basta girare per le strade del quartiere e vederne a decine.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate