Germania: musei in Germania

Introduzione sui musei della Germania:
centri espositivi e istituzioni private

Scorcio dell'edificio della Kunst- und Ausstellungshalle der BRD a Bonn

Scorcio dell'edificio della Kunst- und Ausstellungshalle der BRD a Bonn

Nei musei tedeschi il confronto con l'arte contemporanea è consuetudine già dai tempi di Hugo von Tschudi.
Oggi più che mai le istituzioni museali si misurano con l'attualità sia attraverso i programmi espositivi, che con la politica di acquisizioni stessa. Emblematico il caso del Museum für Moderne Kunst di Francoforte. Le mostre personali che organizza ruotano attorno a un'opera principale di un autore contemporaneo, destinata alle collezioni del museo stesso.

La presenza dei musei non ha però impedito la crescita di un'infinità di spazi espositivi, pubblici e privati senza fine di lucro.
Nelle città le amministrazioni comunali adibiscono spazi appositi per l'allestimento di esposizioni temporanee. Vengono spesso denominati Kunsthalle, sale d'arte (da non confondere con "Kunstverein"). Il termine, peraltro, non è esclusivo. In effetti, "Kunsthalle" si chiamano anche alcuni musei veri e propri, per giunta importantissimi: la Hamburger Kunsthalle di Amburgo, la Kunsthalle di Bielefeld, la Kunsthalle Bremen a Brema, la Staatliche Kunsthalle di Karlsruhe e la Kunsthalle Mannheim.
Dal punto di vista organizzativo, le Kunsthalle appaiono simili ai musei, per quanto più snelle. Un'eccezione è data dalla gigantesca Kunst- und Ausstellungshalle der BRD di Bonn, finanziata dal governo federale. Tutte le altre dipendono perlopiù dalle amministrazioni cittadine. Sono sotto la guida di un direttore, scelto dall'amministrazione locale, affiancato talora da aiuti-curatori con mansioni scientifiche e organizzative. Sul piano dei programmi, si può avere una notevole varietà. Le più grandi (ad es. quelle di Bonn, Colonia e Francoforte) possono ospitare mostre relative ad epoche o campi molto differenti. Più frequentemente però si concentrano sull'arte moderna e contemporanea, o solo sull'arte contemporanea.

Nelle località minori, dove spesso mancano musei, le sedi espositive pubbliche sono la principale risorsa culturale locale. Vengono talora chiamate Städtische Galerie, che in altri casi può anche essere sinonimo di "museo di pittura". Generalmente si trovano dislocate o nel municipio(Rathaus), o in un edificio di interesse storico.
Nel corso dell'ultimo decennio si è notevolmente ampliato il numero delle iniziative private. Tralasciando i Kunstvereine, un numero impressionante di spazi espositivi è stato ricavato nelle sedi centrali o nelle agenzie di banche e istituti assicurativi, soprattutto da parte della Dresdner e della Deutsche Bank. Molto noto il caso della Kunsthalle der Hypo-Kulturstiftung a Monaco, dovuta alla Hypo-Bank.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate