Musée du Petit-Palais, Parigi (Paris)

L'edificio del Musée du Petit-Palais di Parigi

L'edificio del Musée du Petit-Palais di Parigi

Il Musée du Petit-Palais di Parigi è il museo della città di Parigi dedicato alle antichità, e all'arte europea dal Medioevo alla fine dell'800.
Viene spesso trascurato dal visitatore, offuscato com'è dalla fama dei grandi musei nazionali: il Musée du Louvre e il Musée d'Orsay. Presenta invece una bella collezione di arte francese dell'800, dove spiccano persino alcuni famosi capolavori. Basta pensare a Les Demoiselles des bords de la Seine di Gustave Courbet.

Cuore della collezione del Musée du Petit-Palais è costituita dal nucleo di pittura francese dell'800 e primo '900.
La documentazione dell'800 inizia con alcune opere di Théodore Géricault, Eugène Delacroix, associate a quelle di autori di ambito accademico e storicistico: ad es. il gruppo di tele di Jean-Baptiste Carpeaux. Il naturalismo ed il realismo della metà del secolo è ben rappresentato dalle opere di J.B.C. Corot, Jean François Millet, Gustave Courbet, Honoré Daumier e Constantin Guys, uno dei punti forti del museo.
Piuttosto completa la panoramica sull'impressionismo e gli sviluppi successivi. Comprende opere di Edouard Manet, Edgar Degas, Claude Monet, Alfred Sisley, Pierre Auguste Renoir, Camille Pissarro, Berthe Morisot, Armand Guillaumin, Adolphe Monticelli, Paul Cézanne, Paul Gauguin, Henri de Toulouse-Lautrec. Varie opere di Odilon Redon, Gustave Moreau, Pierre Puvis de Chavannes, Henry Brokman e Eugéne Carrière rappresentano il simbolismo. Notevoli anche le opere dei "Nabis": Pierre Bonnard, Edouard Vuillard, Sérusier, Denis, Aristide Maillol.
In questo contesto assume un particolare significato la panoramica sulla produzione artistica ufficiale del tempo, quella più apprezzata negli ambienti borghesi e aristocratici. È il caso delle opere di Thomas Couture, William Bouguereau, Legros, Henri-Félix Philippotteaux. Capitolo veramente interessante dal punto di vista documentario è quello costituito dai "pompiers", spesso cancellati dai musei di tutto il mondo.
Un discorso a parte riguarda le vaste composizioni di Gustave Doré, veramente impressionanti e suggestive.

La collezione del Musée du Petit-Palais proviene da acquisti compiuti nel corso dell'800 e del '900 dall'amministrazione comunale, e da importanti donazioni. Tra queste spiccano le donazioni dei fratelli Eugène e Auguste Dutuit (1902) e di Edward Tuck (1930).
Sede del museo è il monumentale edificio del Petit Palais, da cui deriva il nome. La struttura venne costruita da Charles Girault in occasione dell'Esposizione universale del 1900.
L'edificio è costituito da due corpi trapezoidali saldati tra loro e sormontati al centro da una cupola in vetro. Una tipica espressione dell'eclettismo di fine secolo! Esternamente si caratterizza per la fisionomia ibrida, che tenta di riecheggiare le forme del rinascimento italiano.

Informazioni generali

Tipologia:
museo di antichità, di pittura e arti decorative dal Medioevo all'800
Titolare:
città di Parigi
Indirizzo:
Av. Winston-Churchill, 75008 Paris
Telefono:
0140055678
Fax:
0142652460
Apertura:
chiuso per lavori di ristrutturazione
Servizi:
visite guidate, attività pedagogica, bookstore
Gustave Courbet, "Les Demoiselles des bords de la Seine", 1856

Gustave Courbet, Les Demoiselles des bords de la Seine, 1856