Musée d'Art Contemporain de Montréal, Montreal

Attività espositiva

Lo spostamento del Musée d'Art Contemporain de Montréal nei pressi della Place des Arts, avvenuto nel 1992, ha contribuito ad accrescere notevolmente il numero dei suoi visitatori. Questo ha coinciso con un forte impulso all'attività espositiva. Spazi appositi sono costantemente impegnati da mostre temporanee.
Nel corso degli ultimi anni vi sono state tenute importanti mostre di gruppo a tema, come "Pour la suite du monde", che ha inaugurato le nuove sale nel 1992. Mostre personali sono state dedicate ad Andres Serrano (1994) e Gary Hill (1998). Panoramiche "nazionali", come "British Now" (1988) o "Blickpunkte" (1989), sono servite a documentare la scena artistica contemporanea di paesi stranieri, come Gran Bretagna e Germania. Manifestazioni speciali contribuiscono poi a dare spazio agli artisti più giovani o ad aspetti particolari e poco conosciuti di artisti famosi.
Il taglio dell'attività è spiccatamente internazionale, ma evidentemente molto spazio viene dedicato alla produzione artistica del Québec. In questo campo spicca la personale di Guido Molinari (1995).

Il vasto panorama di attività del Musée d'Art Contemporain de Montréal è completato da performances, programmazioni di filmati, cicli di conferenze ed incontri.