Canada

Introduzione sul Canada:
musei, centri espositivi, gallerie

Alla sera le luci delle gallerie private nel distretto di Yorkville, a Toronto

Alla sera le luci delle gallerie private nel distretto di Yorkville, a Toronto

La relativa giovinezza del Canada rappresenta, forse, un elemento positivo dal punto di vista dell'arte moderna e contemporanea.
Non avendo di sé granché da presentare relativamente al passato non rimane che consolarsi con il presente, sembrano volerci dire le istituzioni culturali canadesi (testimonianze delle popolazioni indiane a parte). La presenza di istituzioni museali ed espositive che si occupano di arte contemporanea è in effetti un elemento che colpisce in prima istanza. Questo dato va di pari passo con il netto predominio dell'arte canadese, soprattutto riferita alle istituzioni situate nei centri minori. Ciò è evidentemente una conseguenza dell'impegno rivolto dal versante pubblico verso la promozione della creatività e della cultura canadese cui si è fatto cenno.

Altro elemento che traspare è il grande attaccamento nei confronti della propria identità da parte delle istituzioni che operano nelle regioni a prevalenza francofona.
Per spiegarlo bisogna tenere conto che il bilinguismo in Canada è più di facciata che di fatto. Soffocati dalla strabordante invadenza del Canada di lingua inglese, agli abitanti del Québec non rimane altro da fare che attaccarsi con le unghie e i denti alla propria tradizione "québecois". Corollario di questo atteggiamento è il sostegno agguerrito a coloro che con la forza dell'ingegno possono dire qualcosa di originale in ambito culturale francofono.
È un fatto che molti dei musei e centri espositivi più importanti, una buona fetta delle gallerie d'arte canadesi, riviste ecc. si trovino in Québec.

Una sala della National Gallery of Canada a Ottawa

Una sala della National Gallery of Canada a Ottawa

Un ulteriore elemento che caratterizza il mondo dell'arte contemporanea in Canada è il sostanziale accentramento delle attività culturali attorno ai due centri maggiori, Toronto e Montréal.
Dalla realtà del bilinguismo sembra cioé trarre spunto quella del bipolarismo. Queste due città, assieme, concentrano la stragrande maggioranza delle gallerie private e dei musei. Fatta eccezione per le grandi raccolte nazionali di Ottawa, le maggiori istituzioni museali del paese si trovano proprio a Montréal e Toronto: il Musée des Beaux-Arts de Montréal, il Musée d'Art Contemporain de Montréal e la Art Gallery of Ontario di Toronto.

Altre pagine relative al Canada