Sondaggi: i sondaggi di Artdreamguide

Visite guidate: a cosa servono?

Visita guidata all'Art Institute di Chicago: davanti al capolavoro di Georges SeuratLa visita di un museo o di una mostra d'arte può essere una straordinaria occasione di svago e di arricchimento.
Alcune persone considerano la visita un fatto privato. Su quello che vanno a vedere già sanno tutto, o quasi. O, magari, non ne sanno un granché. Ma per loro è bello girare in completa autonomia, soffermandosi dinnanzi a quello che colpisce la loro attenzione.
Altre persone, invece, preferiscono approfittare di tutte le opportunità di approfondimento che la visita può offrire. Per questo usano le audio-guide, o si aggregano a qualche gruppo e partecipano con piacere alle visite guidate.

Il numero di coloro che gradiscono visitare i musei e le mostre d'arte sfruttando le visite guidate è in consistente aumento. Se un tempo riguardava soprattutto persone aitanti, ma magari un po' attempate, oggi coinvolge sempre più i giovani.
Le ragioni di questo fenomeno sono svariate. La scuola che non prepara abbastanza. L'esigenza di stimoli un po' più elevati dei soliti programmi televisivi. La possibilità di fare domande. Il desiderio di scambiare chiacchiere con altre persone.

Comunque stiano le cose, quello che conta è il giudizio che danno sulle visite guidate coloro che con le visite guidate hanno avuto, o pensano di avere, a che fare. In particolare, sarebbe utile capire a cosa servono.
Il sondaggio presenta alcune alternative tra cui scegliere quella che più si avvicina al proprio pensiero.