Artdreamguide.com
Newsletter del 14 Novembre 2002
sommario
La Newsletter del 29 Ottobre accennava all'attrattiva che alcuni tipi di mostre esercitano sul grande pubblico. Per fare un esempio, quelle dedicate agli impressionisti. Soprattutto, metteva in risalto i sacrifici in termini di code e di sovraffollamento che comporta la loro visita. In alternativa, veniva proposta "Fautrier e l'Informale", una mostra un po' fuori dagli schemi comuni, ma senz'altro molto bella.
Per bilanciare, questa volta proponiamo un avvenimento completamente negli schemi. Uno di quegli appuntamenti di cui tutti parlano, al quale non si può mancare. Manco a dirlo, sono di scena proprio gli impressionisti, e in particolare uno dei personaggi più affascinanti della sua orbita: Vincent van Gogh.
Di van Gogh si è detto tutto. Spesso vengono dette cose che hanno poco a che vedere con il suo lavoro. Perciò traiamo spunto dalla mostra per dare qualche informazione sulla figura dell'artista, per presentare alcuni dei suoi principali capolavori e per far conoscere il museo di Amsterdam a lui dedicato.

Ma come già è stato detto, non esistono solo gli Impressionisti. Sono moltissimi gli eventi relativi all'arte moderna, alle fiere d'arte e alle ricerche artistiche più sperimentali. Spazio, allora, agli Espressionisti in mostra a Roma, ad Artissima di scena a Torino, e per finire, a Studio Azzurro, che ha da poco completato il proprio sito web e che presenta, a Napoli e Milano, alcune installazioni recenti.
Per gli appassionati d'arte di tutto il mondo gli impressionisti esercitano un effetto calamita. Basta nominarli e l'attenzione si desta.
Per gli italiani, poi, l'effetto è amplificato. Bisogna capirli, poveretti. Nei loro musei gli impressionisti proprio non ci sono, o quasi.
Così, è sufficiente mettere assieme qualche opera di seconda scelta di Monet e Renoir, aggiungerne qualche altra di media qualità per dare un po' di sapore, e il successo è assicurato.
Non è così a Treviso! Lì si fa veramente sul serio.
Da pochi giorni, infatti, alla Casa dei Carraresi è aperta la mostra "L'impressionismo e l'età di van Gogh". Attraverso numerose opere di ottima qualità vengono ripercorse le vicende salienti dell'impressionismo, dagli esordi al suo epilogo. Gli artisti: Manet, Monet, Renoir, Pissarro, Sisley, Degas, Cézanne, Gauguin, Rodin, e altri ancora.
Chiude in bellezza una sezione dedicata alla figura di Vincent van Gogh", un tributo che costituisce quasi una mostra a sé.
Il pubblico ha risposto prontamente all'invito. Tutti in coda per vedere l'impressionismo, quindi. Ma una volta tanto ne vale proprio la pena...

Su Artdreamguide puoi trovare una presentazione della mostra.
Vincent van Gogh è probabilmente la figura più suggestiva di tutta la storia dell'arte. Tutti lo conoscono. Tutti lo amano. Piccoli e grandi. Colti e ignoranti. Ricchi e poveri.
Piace di lui lo spirito ingenuo e tumultuoso. Attira il carattere introverso, ma pieno di voglia di comunicare. Affascinano le sue tele rutilanti di colori, vero specchio del suo animo travagliato. E poi commuove il triste destino che lo stroncò a soli 37 anni. Va da sé che tutte queste cose conterebbero poco se van Gogh non fosse stato un grande dell'arte.
In vita, van Gogh fu sostanzialmente un isolato. Giunto a Parigi, entrò in contatto con gli impressionisti e ne rimase influenzato. Ma se ne allontanò quasi subito, per elaborare la sua pittura così personale e caratteristica. Dopo la morte, poco alla volta, divenne uno dei personaggi di riferimento per le nuove generazioni di artisti. Decisivo fu il suo contributo al superamento dell'impressionismo, che servì a gettare le basi per la genesi dell'arte moderna.

Su Artdreamguide puoi trovare un profilo di Vincent van Gogh, con la vita, l'attività artistica, i musei e le opere.
I Girasoli, la Notte stellata, la Camera di van Gogh, la Casa gialla, il Campo di grano con i corvi. Dove trovare le immagini di queste e altre opere di Vincent van Gogh?
Dove si possono confrontare le diverse versioni di uno stesso soggetto: come I mangiatori di patate, Uliveto, Campo di grano con cipresso?
Dove seguire il percorso artistico di van Gogh attraverso le immagini delle sue opere?

Semplice. Basta andare alla sezione di Artdreamguide dedicata alle Opere di Vincent van Gogh.
A far notizia sui giornali sono spesso le quotazioni astronomiche dei capolavori di Vincent van Gogh, gli oggetti d'arte in assoluto più cari: i Girasoli, gli Iris, il Ritratto del Dottor Gachet. Purtroppo, ai suoi tempi le cose andavano ben diversamente.
Vincent in vita non riuscì a vendere nemmeno un quadro. Alla sua morte le tele e i disegni rimasero al fratello Theo, e da questo si tramandarono ai discendenti, senza grandi vendite. Solo attorno al 1910 i collezionisti cominciarono ad interessarsi al suo lavoro. Questo spiega come mai un gruppo considerevole di opere di van Gogh sia rimasto nelle mani di un unico discendente.
Nel 1962 l'intera collezione venne acquistata dallo Stato Olandese, che creò il Van Gogh Museum di Amsterdam. Oggi il museo offre la più completa panoramica al mondo del lavoro di Vincent van Gogh.

Per conoscerlo più in dettaglio, visita la pagina di Artdreamguide con la presentazione del Van Gogh Museum.
Van Gogh non ha goduto di grande fortuna in vita. Ma al suo lavoro si sono ispirati vari artisti e movimenti. Tra essi figurano senz'altro gli Espressionisti.
L'Espressionismo non fu un movimento organico vero e proprio. Fu, semmai, un ambito nel quale convivevano gruppi, movimenti, figure artistiche isolate, caratterizzati da sfumature, intonazioni diverse.
Un rilievo particolare spetta all'Espressionismo tedesco. Ad esso facevano capo movimenti come "Die Brücke", "Blauer Reiter", e grandi personaggi come Oskar Kokoschka, Max Beckmann, Georg Grosz, Otto Dix.
All'Espressionismo nei suoi principali aspetti è dedicata una grande mostra al Complesso del Vittoriano in Roma.

Su Artdreamguide puoi trovare un'ampia descrizione della mostra.
Si apre a Torino la 9ª edizione di Artissima, una delle più importanti fiere di arte contemporanea internazionale. Si svolge nei vasti spazi di Torino Esposizioni.
Nel gran pullulare di fiere d'arte italiane Artissima occupa da sempre un posto particolare. È, infatti, quella più spiccatamente "contemporanea". È, cioè, la fiera con il più alto tasso di arte attuale, rispetto all'arte "moderna classica", più consolidata. Per questo, è uno degli appuntamenti preferiti da parte di critici, collezionisti e appassionati di arte giovane.
Fanno da contorno alla fiera vera e propria alcune iniziative incentrate su giovani artisti, nuove gallerie e tecniche artistiche innovative.

Puoi trovare informazioni più dettagliate su Artissima nell'apposita pagina di presentazione in Artdreamguide.
Studio Azzurro è un collettivo sorto nel 1982 ad opera di Fabio Cirifino, Paolo Rosa e Leonardo Sangiorgi. Il gruppo è piuttosto noto nel mondo per le sue video-installazioni.
Il suo interesse consiste particolarmente nella realizzazione di ambientazioni, in cui il visitatore ha modo di interagire, modificando l'ambiente stesso. Lo spirito che le anima è quello di consentire all'essere umano di entrare in relazione con l'elemento tecnologico in maniera naturale.
Alcuni esempi di queste ambientazioni sono i 5 "paesaggi instabili", che compongono la mostra "Meditazioni Mediterraneo", allestita in questi giorni a Napoli, presso Castel Sant'Elmo (fino al 18/11). Altro esempio è Tamburi a Sud, videoinstallazione interattiva visibile allo Spazio Oberdan di Milano, nell'ambito della mostra "Techne 02" (fino al 23/02/03). Si muove sulla stessa linea anche il loro sito Web, messo in rete proprio in questi giorni.
È un sito realizzato con la tecnologia "Flash". Quindi presenta testi, immagini, ma soprattutto suono, animazione e interattività. Tutto viene però trattato nel tipico stile di Studio Azzurro: possibilità di intervenire, lentezza, spazio alla riflessione e il senso del tempo che scorre.

Per conoscere il lavoro di Studio Azzurro,
visita il sito www.studioazzurro.com.
Con Genialloyd puoi risparmiare sull'assicurazione Auto!
Scopri quanto è comodo e conveniente assicurarsi su internet.
Se non hai avuto incidenti negli ultimi anni puoi risparmiare senza rinunciare all' esperienza e alla qualità di una società Ras.

Entra sul sito www.genialloyd.it e chiedi un preventivo anonimo e senza impegno. Se lo troverai conveniente potrai bloccare il prezzo per due mesi o, se vorrai, potrai procedere immediatamente all'acquisto.

Se preferisci usare il telefono, puoi chiamare il nostro Servizio Nuovi Clienti al numero verde 800-999.999

E dopo l'acquisto? Nessun problema! tutta la documentazione necessaria ti verra' consegnata direttamente a casa in pochi giorni e senza alcuna spesa aggiuntiva e avrai un numero verde sempre a tua disposizione.

Genialloyd, fai un preventivo.
I shop therefore I am. È il titolo di un fotomontaggio di Barbara Kruger del 1987, il testimonial perfetto per "Shopping", la mostra aperta alla Schirn Kunsthalle di Francoforte fino all'1 dicembre 2002. L'ironia sul consumismo e il rituale dell'acquisto hanno avuto grande fortuna nel mondo dell'arte contagiando più di un artista, da Duchamp ai surrealisti, dagli esponenti della Pop Art a Jeff Koons, da Damien Hirst a Sylvie Fleury, Maurizio Cattelan ecc.
Vizio o piacere, lo shopping non risparmia nessuno. Tra poco è Natale. E anche noi saremo contagiati dalla frenesia degli acquisti...

- Il 16 novembre, 94 opere d'arte ispirate al tema dell'albero saranno messe all'asta al Centro Congressi della Regione Piemonte. Scopo della vendita è quello di finanziare la realizzazione di alcuni parchi gioco al Sud, dove la Mafia è più presente. Il progetto si propone di porre un freno al disagio dei giovani e dare loro nuove speranze. Il primo parco sarà realizzato a Casal del Principe, nel Casertano. Tra gli artisti in asta: Chessa, Casorati, Paladino, Pistoletto e Altan.

- Il "Giovane dai capelli rossi" (1919) di Amedeo Modigliani ha superato gli otto milioni e mezzo di Euro all'asta newyorkese di Sothebys' del 5 Novembre. La tela faceva parte della collezione di Bob Guccione, l'editore di "Penthouse". Della stessa raccolta facevano parte anche lavori di Picasso e Léger, che invece hanno di poco superato la stima minima.
note
Per iscriverti, vai alla pagina di iscrizione

Se hai problemi o suggerimenti, scrivici