News: notizie di arte moderna e contemporanea

Una Borsa grande come il mondo a disposizione di turisti e operatori

Bit 2011 Borsa Internazionale del Turismo
17 febbraio - 20 febbraio 2010
Polo Fieristico di Rho-Pero (MI)
Strada Statale del Sempione 28, Rho

(ARCHIVIO 2011) Anche se spesso ci sentiamo dire il contrario, la crisi non è certo passata, tanto è vero che gli italiani si trovano quotidianamente a fare i conti con le ristrettezze economiche. Risparmiano un po' su tutto, ma cercano comunque di salvare le vacanze, che rappresentano un momento di svago e di distacco dalle preoccupazioni di tutti i giorni. Secondo l'Italian Market Overview, che ha monitorato il potenziale del mercato turistico italiano del 2009, il nostro paese si posiziona, infatti, al sesto posto nella classifica mondiale per capacità di spesa.

In cima ai desideri dei "viaggiatori" c'è sempre la vacanza balneare all'insegna di "relax, beach and sun". Le mete preferite sono la Grecia, Cuba, il Brasile, il Messico, l'Egitto e il Marocco, anche se le recenti vicende politiche faranno sicuramente sentire i loro effetti sui paesi più turbolenti del Mediterraneo.
Altre destinazioni che suscitano grande interesse sono l'Oceano Indiano e le mete tropicali, Mauritius, Maldive e Seychelles in testa. E poi l'Indonesia, il Giappone, l'India, l'Australia, il Canada, gli Stati Uniti, e, in Europa, la Francia, la Spagna, la Germania, l'Inghilterra e la Repubblica Ceca. Non si devono, infatti, dimenticare le città d'arte, che esercitano sempre un grande fascino e consentono soggiorni brevi e di qualità.

La scelta comunque non è mai casuale o avventata. Il viaggiatore di oggi, infatti, prima di acquistare qualsiasi pacchetto, più o meno tradizionale, si informa attentamente e valuta tutte le opportunità. Del resto, ha tutti i mezzi per farlo. Internet, infatti, gli consente di confrontare agevolmente prezzi e soluzioni e di prenotare direttamente voli e soggiorni senza perder tempo e senza uscire di casa.
Un'altra soluzione è quella di visitare la Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, che permette di conoscere le diverse offerte e, soprattuto, le novità di questo settore che è in continuo e rapido mutamento.

La manifestazione, che si tiene al Polo Fieristico di Rho-Pero dal 17 al 20 febbraio (per il pubblico solo il 19 e il 20) ed è suddivisa in sezioni tematiche (Italy, The World, Tourism Collection, alle quali si deve aggiungere Bit Technology, lo spazio dedicato alle tecnologie applicate al turismo), è accompagnata da un ricco programma di eventi, novità e workshop per gli addetti ai lavori. Oltre a essere utilissima per il pubblico, che può farsi un'idea pressoché completa delle possibili mete turistiche e decidere in anticipo come passare le proprie vacanze, è, estremamente importante anche per gli operatori, che, grazie a essa, possono capire dove sta andando il mercato, far conoscere le proprie proposte e massimizzare le proprie opportunità di business. Grazie alle "sessioni educational", programmate all'interno dell'area Tourism Collection, possono inoltre ampliare le proprie competenze e trovare risposte immediate su temi specifici, legati alla loro professione.

Uno degli appuntamenti più interessanti per gli operatori è sicuramente il Bit Buy Italy (19/20 febbraio), incentrato sul prodotto Italia, che continua a esercitare il suo fascino non solo per i viaggi di piacere, che rappresentano di gran lunga la fetta più larga del mercato, ma anche per quelli di lavoro, che mostrano un certo incremento in regioni come Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia Romagna e Trentino Aldo Adige.
A scegliere il nostro Paese e il nostro stile di vita sono soprattuto i turisti europei (70%), ma cominciano a farsi vedere viaggiatori che arrivano dal Brasile, dall'India, dagli Emirati Arabi, dalla Cina e dalla Russia, tanto è vero che molti sono i buyer provenienti da queste aree del mondo.
Milano, con un esercito di 3,5 milioni di visitatori all'anno, si posiziona al 15 posto nella classifica mondiale relativa al turismo congressuale e d'affari, ma sta cominciando a crescere anche come città d'arte grazie all'incremento dell'offerta culturale e all'apertura di nuovi musei e spazi espositivi.

Un altro workshop che può risultare di grande uilità per gli operatori è il Bit Buy Club, che si tiene in Fiera il 18 febbraio. Pare, infatti, che uno dei segmenti di mercato in maggior crescita sia quello relativo al turismo sociale e associativo, che, tra l'altro, ha il vantaggio di non essere legato a stagioni particolari.
Altri settori che non sembrano aver risentito della crisi sono quelli legati ai viaggi di nozze, che hanno tratto vantaggio dall'inserimento di questa voce nelle liste dei regali, alle attività sportive, alla montagna. La vacanza in alta quota ha smesso, infatti, di essere associata soltanto allo sci e al trekking e si è aperta a nuove possibilità, tra cui le passeggiate con le ciaspole, il trail running, il canyoning, il boulder, e, per i più pigri, le sedute benessere, la gastronomia, lo shopping. Comincia inoltre a suscitare grande interesse il "turismo del gioco".

La novità più importante di questa edizione della manifestazione è però sicuramente il "Fuori Bit", che, rifacendosi alla tradizione ormai consolidata del "Fuori Salone", propone tutta una serie di iniziative gastronomiche, artistiche, folkloristiche e musicali, che animano giorno e notte le vie della città invitando i passanti a confrontarsi con le culture, le tradizioni e i linguaggi provenienti da tutto il mondo.

Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione e sugli eventi in programma, si può guardare il sito della Bit e del Fuori Bit.

Chi vuole, può anche partecipare al concorso "Travel Addicted", che è frutto della collaborazione tra la Bit e il portale Travelpeople.it. Per giocare, si devono seguire le prescrizioni indicate sul sito www.bit.fieramilano.it. È comunque necessario preregistrarsi o comprare il biglietto online.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate