News: notizie di arte moderna e contemporanea

Il Salone del Mobile sta per compiere 50 anni ma non li dimostra affatto

Salone Internazionale del Mobile
12 aprile - 17 aprile 2011

Polo Fieristico di Rho - Pero
Strada Statale del Sempione 28, Rho (MI)
Orari: 9:30-18:30. I Saloni del Mobile sono aperti al pubblico generico soltanto il 17 aprile; il SaloneSatellite è sempre aperto a tutti

Fuori Salone
12 aprile - 17 aprile 2011

Diversi spazi, Milano

(ARCHIVIO 2011) Il Salone del Mobile di Milano, che è la più importante manifestazione internazionale dedicata all'arredamento e al design, sta per compiere 50 anni ma non li dimostra affatto. Si avvicina, infatti, al giorno del suo compleanno, che cadrà il prossimo settembre, più vivace e vitale che mai, carica di entusiasmo e di buoni propositi per il futuro. E ha tutte le ragioni per esserlo. La sua storia, infatti, è ricchissima di successi e soddisfazioni, che trovano conferma in un continuo incremento degli espositori, che nel 1961 erano 328 e l'anno scorso sono stati più di 2.500, e soprattutto dei visitatori, che un tempo erano 12.100 e nell'ultima edizione sono stati quasi 300.000. Un risultato eccellente, che gli organizzatori non vedono certo come un traguardo, ma come il punto di partenza verso nuovi progetti e nuovi record. Al centro di tutti gli eventi, che si terranno in Fiera e in giro per la città dal 12 al 17 aprile, è stata messa, infatti, l'innovazione anche se non mancherà uno sguardo al passato per ricordare i designer e gli imprenditori che hanno contribuito al successo di questa manifestazione unica al mondo, capace di trasformare il capoluogo lombardo in un'immensa vetrina di prodotti e oggetti particolari da vedere, toccare, provare. In un'esperienza indimenticabile, che unisce l'utile al dilettevole, il piacere al lavoro. I Saloni della Fiera (Salone del Mobile, Salone del Complemento d'Arredo, Euroluce, Salone Ufficio e SaloneSatellite), che sono quasi sempre riservati agli operatori, rappresentano, infatti, una piccola parte di quello che la città è in grado di offrire a chi ha voglia di mettersi in gioco passando da uno showroom all'altro, da un museo all'altro per visitare mostre o partecipare a convegni, cocktail e presentazioni. Anche questa edizione della manifestazione è affiancata, infatti, da numerosi eventi collaterali, che hanno un forte valore culturale e invitano a guardare la città e l'industria del design con occhi nuovi.

Uno dei più importanti è "Principia", la mostra che Denis Santachiara ha allestito nella suggestiva cornice di Piazza del Duomo per raccontare il legame che è sempre esistito tra arte e scienza e che ora sta coinvolgendo le nuove tecnologie. Molti sono, infatti, gli artisti contemporanei che utilizzano nuovi strumenti e nuovi media.
Altre iniziative interessanti si tengono al Triennale Design Museum, che dedica la sua quarta edizione alle "Fabbriche dei sogni", a Villa Necchi Campiglio, che ospita la mostra "La mano del grafico", in Piazza San Fedele, che riscopre le sue origini celtiche con "CuoreBosco", una sofisticata ed emozionante installazione multimediale, fatta di luci, immagini e suoni, e in Via Monte Napoleone, che è stata trasformata in un "museo a cielo aperto", dove si possono ammirare le opere di alcuni giovani designer internazionali.

Per ricordare i grandi protagonisti del design italiano del dopoguerra (i fratelli Castiglioni, Magistretti, Menghi, Sottsass, Viganò, Zanuso) e gli imprenditori che hanno dato loro fiducia consentendo la realizzazione dei loro progetti, la Fondazione Giannino Bassetti ha promosso la produzione di uno spettacolo teatrale intelligente, ironico e ben orchestrato, Mani grandi, senza fine, scritto e interpretato da Laura Curino, che è andato in scena al Teatro Studio Expo l'11 e il 12 febbraio e speriamo venga ripresentato nei giorni del Salone. In esso si ritrovano, infatti, quelle voci, quelle teste, quelle mani eccezionali, alle quali si devono molti oggetti che hanno accompagnato, e accompagnano, le nostre vite, le nostre storie, la storia di Milano e dell'industria del design.

Per conoscere in dettaglio i programmi della manifestazione, si possono consultare le guide distribuite gratuitamente negli spazi aderenti all'iniziativa, oppure guardare i siti del Cosmit e del Fuori Salone.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate