News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2011:  notizie sui musei

  • Arte e musica per una notte diversa e più ricca

    Il 19 novembre torna "Musei in Musica" e molti spazi espositivi statali e comunali italiani restano aperti gratuitamente dalle 20 all'1 di notte dando vita a un evento straordinario, che ha il suo punto di forza nella contaminazione tra le arti. Per sapere quali sono le istituzioni che hanno deciso di partecipare all'iniziativa, si può guardare in www.beniculturali.it. Una delle città più coinvolte è Roma, dove sono previsti davvero tanti eventi.

  • Qual è il futuro della fotografia ?

    Il 5 novembre prossimo si terrà, a Milano (Palazzo Lombardia, Piazza Città di Lombardia), un convegno molto interessante, intitolato "10 domande per operare nel campo della fotografia", nel corso del quale verranno affrontati argomenti di grande attualità, come il futuro dell'industria della fotografia, il copyright, la realizzazione di mostre, la produzione di libri fotografici, il collezionismo, il fundraising ecc. Per conoscere tutti i dettagli di questa giornata, che è promossa dalla Rete per la Valorizzazione della Fotografia, che è uno spazio di confronto e aggiornamento tra realtà che operano in questo settore, potete guardare www.retefotografia.it.

  • Mostre con lo sconto e pacchetti speciali

    Per favorire i visitatori in questo momento di crisi, la Triennale di Milano ha predisposto un biglietto unico, che consente di vedere, a 10 Euro, ben tre mostre: "Arte Povera 1967-2011", "O'Clock" e "Le fabbriche dei sogni". Il biglietto però deve essere utilizzato nello stesso giorno. Qualcosa in più ha fatto Marco Goldin che, per invogliare il pubblico a vedere la mostra "Van Gogh e il viaggio di Gauguin, che aprirà il 12 novembre al Palazzo Ducale di Genova, ha predisposto un pacchetto speciale, che comprende mostra + pranzo + citytour in pulman a 18/27 Euro a seconda della categoria a cui si appartiene (scuole, studenti universitari, minorenni, anziani ecc.) e del ristorante dove si vuole andare.

  • Rubati in Svizzera, ritrovati a Belgrado

    Sono stati ritrovati a Belgrado, nell'appartamento di un uomo d'affari serbo, i due dipinti di Picasso di proprietà dello Sprengel Museum di Hannover (Verre et pichet, 1944, e Tête de cheval, 1962), rubati nel febbraio 2008 mentre erano esposti al Centro culturale di Pfäffikon, un comune del Canton Zurigo. Il museo ha avviato le pratiche per il loro rientro in Germania.

  • La Cineteca di Milano trova casa alla Manifattura Tabacchi

    Dopo anni di peripezie la Fondazione Cineteca Italiana ha finalmente trovato casa. Il 6 novembre prossimo, infatti, sarà inaugurato, a Milano, il MIC, Museo Interattivo del Cinema, che sarà ospitato nell'Ex Manifattura Tabacchi di Viale Fulvio Testi 121. Gli spazi non sono molto ampi, ma questo non è un problema dato che gran parte delle attività didattiche e formative di questa istituzione, che ha una profonda vocazione educativa, saranno effettuate tramite postazioni interattive, che permetteranno di conoscere la storia e il mestiere del cinema in modo ludico e divertente. Per conoscere gli orari di visita e i programmi del nuovo museo, che avrà anche una sala cinematografica, si può guardare il sito http://mic.cinetecamilano.it/.

  • Milano ha un nuovo polo museale, quello delle Gallerie d'Italia

    Il 3 novembre, Milano farà festa per l'inaugurazione delle Gallerie di Piazza Scala, che adesso si chiamano Gallerie d'Italia. Quel giorno, infatti, il nuovo polo museale di Intesa San Paolo e Fondazione Cariplo aprirà al pubblico la prima parte della sua collezione, quella che va dal Neoclassicismo al Futurismo, con una serie di eventi che, dalle 20:30 all'1 di notte, coinvolgeranno tutta la piazza, compresa La Scala e Palazzo Marino. Per sapere cosa si può fare, si può andare in www.gallerieditalia.com.

  • Tornano le "Giornate Europee del Patrimonio"

    Il 24 e il 25 settembre prossimi tornano le "Giornate Europee del Patrimonio" (GEP), che il Consiglio d'Europa ha istituito per favorire il dialogo e lo scambio culturale tra i paesi membri, e l'Italia partecipa a questo momento di festa aprendo gratuitamente al pubblico i suoi "tesori": musei, gallerie, librerie, archivi, monumenti e aree archeologiche dello Stato. Le proposte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali non esauriscono comunque l'offerta culturale. A esse vanno aggiunte, infatti, le iniziative portate avanti da tutte quelle istituzioni pubbliche e private che, anche quest'anno, hanno deciso di aderire alla manifestazione. Per decidere dove andare, si può guardare il sito del MiBAC, dove è possibile vedere cosa è stato organizzato nelle singole regioni.

  • A Milano "Musei Aperti" anche di sera

    Per assecondare le esigenze di chi lavora e, durante la settimana, non può visitare mostre e musei, la Fondazione Rotary Club Milano per Milano e Unicredit hanno deciso di riproporre anche quest'anno, dal 20 al 22 settembre, "Musei Aperti alla Città", che offre a tutti l'ingresso gratuito, dalle 18 alle 22, in alcuni tra i più prestigiosi spazi espositivi milanesi: Museo del Novecento, Museo Diocesano, Museo Bagatti Valsecchi, Museo Poldi Pezzoli, Pinacoteca Ambrosiana e Galleria d'Arte Moderna. Per evitare che si formino delle code troppo lunghe o non si riescano a vedere bene le opere, ogni museo sarà aperto in un giorno diverso. Per sapere quale, potete consultare la nostra agenda.

  • Volete diventare curatori di mostre ed eventi? Il XAC vi spiega come si fa

    Sta per partire, presso la Galleria A+A di Venezia, il 18 Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee organizzato dal XAC, che ha lo scopo di preparare figure professionali globali, capaci di gestire le risorse artistiche e culturali di un territorio in maniera innovativa e affrontare tutti gli aspetti dell'organizzazione di mostre ed eventi. Se siete interessati e volete saperne di più, potete guardare il sito del XAC. Le iscrizioni terminano il 20 ottobre.

  • Il sistema espositivo romano riunisce le forze

    19 istituzioni culturali romane, pubbliche e private, tra cui figurano MAXXI, MACRO, GNAM, Chiostro del Bramante e Scuderie del Quirinale, hanno deciso di fare rete, armonizzare la programmazione e promuovere congiuntamente le proprie attività. Per ora hanno in comune soltanto il logo, "RomAexhibit", ma presto arriveranno un sito internet, un servizio navetta per collegare le sedi espositive e un biglietto integrato a prezzo di favore.

  • Milano ricorda il solstizio d'estate

    Per festeggiare l'arrivo dell'estate, che cade il 21 giugno, le gallerie di Brera hanno deciso di posticipare l'orario di apertura fino alle 23. Un'altra iniziativa interessante è quella proposta dalla Galleria d'Arte Moderna, che propone, alle 20, un concerto all'aperto con musiche di Mozart e Brahms. L'ingresso è libero, ma è meglio prenotare telefonando al 3351257347.

  • Un sabato diverso per i musei di Roma

    Per rendere l'estate ancora più piacevole, tutti i sabati, dal 25 giugno al 3 settembre, gli spazi museali di Roma resteranno aperti al pubblico fino all'1 di notte. L'offerta è resa ancora più allettante dal fatto che, in alcune istituzioni, i visitatori potranno assistere anche a degli spettacoli, realizzati in collaborazione con "Roma in scena". Per conoscere tutti i dettagli dell'iniziativa, si può guardare il sito www.museincomuneroma.it.

  • Grazie a Intesa San Paolo e Fondazione Cariplo, Milano avrà presto uno straordinario polo museale

    Il 22 giugno scorso è stato presentato, a Milano, il progetto di un nuovo polo museale, che troverà spazio in pieno centro, tra Piazza Scala e Via Manzoni, coinvolgendo 4 edifici storici: Palazzo Anguissola, Palazzo Canonica, Palazzo Brentani e Palazzo Beltrami. La decisione di dare vita a questo importante centro culturale, dotato di tutti i servizi necessari a uno spazio museale efficiente e moderno, è stata presa da Intesa San Paolo, che ha coinvolto nel suo progetto anche la Fondazione Cariplo...

  • dettagli
  • Non c'è pace per Brera

    Dopo l'incontro del luglio scorso tra il sindaco Moratti e i ministri Bondi, Gelmini e La Russa, che aveva sancito l'avvio del progetto della "Grande Brera", pare che tutto sia nuovamente in forse. Mancano, infatti, i fondi necessari alla sistemazione della Pinacoteca e alla realizzazione di Brera 2, la nuova Accademia. Una cifra, che il Commissario straordinario Mario Resca valuta intorno ai 150 milioni di Euro. Per far partire i lavori e sperare di completare l'opera entro il 2015 ci vorrebbero subito 20/30 milioni di Euro, ma finora lo Stato, a cui fa capo la Pinacoteca, ha fatto orecchie da mercante. In attesa che ci ripensi e capisca l'importanza dell'ampliamento di questo museo in vista dell'Expo, non resta che sperare in un aiuto del Comune o di qualche mecenate.

  • L'arte libera la notte veneziana

    Anche Venezia ha deciso di cimentarsi nella sua prima "notte bianca", che, il 18 giugno, coinvolgerà i principali luoghi d'arte della città. Tra questi, figura anche la Collezione Peggy Guggenheim, che festeggia l'evento offrendo a tutti l'ingresso gratuito al museo e alla mostra "Ileana Sonnabend. Un ritratto italiano" dalle 18 alle 24. Per sapere qualcosa di più su questa manifestazione, si può guardare il sito http://virgo.unive.it/artnightvenezia/.

  • Scoprire Milano giocando

    Scoprire Milano, i suoi luoghi d'arte e cultura, le sue tradizioni, divertendosi in compagnia è quello che propongono il FAI ed Esterni, che hanno deciso di organizzare, il 18 e il 19 giugno, un'avvincente gara a squadre, che dura ben 19 ore, notte compresa. Per conoscere tutti i dettagli di questo originalissimo gioco d'assalto ambientale, che si chiama "Alla Riscossa", si può guardare il sito www.allariscossa.it.

  • Firenze resta alzata tutta la notte "per amore del contemporaneo"

    L'11 giugno Firenze torna a essere Regina del Contemporaneo. Dalle 19 alle 24 e oltre, la città offre, infatti, a turisti e abitanti l'opportunità di assistere a miriadi di manifestazioni, tra cui concerti, spettacoli, installazioni, mostre, conferenze. Tra gli eventi speciali, va segnalata la possibilità di vedere gratuitamente, dalle 14 alle 02, For the Love of God, la contestatissima opera di Damien Hirst, esposta a Palazzo Vecchio. Per conoscere tutti i dettagli di questa "Maratona del Contemporaneo", si può guardare il sito http://news.comune.fi.it/cultura.

  • La "Giornata Internazionale dei Musei". Una data fatta apposta per ricordare...

    Il 18 maggio è la data che l'ICOM (International Council of Museums) ha scelto per festeggiare la "Giornata Internazionale dei Musei". Un'iniziativa che risale al 1977, ma, con gli anni, ha acquisito sempre maggiore importanza coinvolgendo quasi 30.000 musei in 100 paesi del mondo. Per conoscere tutti gli eventi che sono stati programmati in Italia per questa edizione della manifestazione, che è dedicata al rapporto tra "Musei e Memoria" e sembra fatta apposta per ricordare i 150 anni dell'Unità, si può guardare il sito dell'ICOM.

  • La Bocconi apre al pubblico la sua galleria per 3 giorni di festa

    Cancellare il debito pubblico sarebbe davvero una gran cosa, ma un po' improbabile. Soprattutto di questi tempi. Se l'economia e la finanza hanno fallito, l'operazione è riuscita però a un artista, Emilio Isgrò, che dopo aver cancellato i "Fratelli d'Italia" e la "Costituzione", ha deciso di nascondere frasi e parole di alcuni testi di Luigi Einaudi e Quintino Sella, che affrontano questo argomento. L'opera sarà presentata al pubblico il 16 maggio, alle 16:30, alla Bag, Bocconi Art Gallery di Milano (Via Sarfatti 25), che l'ha ricevuta in dono da Andrea Manzitti e Cristina Jucker. L'iniziativa fa parte di una manifestazione più ampia, che impegnerà la galleria in 3 giorni di apertura straordinaria all'insegna di arte e musica per festeggiare l'arrivo di nuove opere e nuovi artisti. Per saperne di più, si può guardare il sito www.unibocconi.it.

  • Chiude una delle più importanti gallerie di Basilea, quella di Ernst Beyeler

    La Galleria Beyeler di Basilea, da cui sono passati dipinti e sculture dei più importanti artisti del '900, personaggi del calibro di Picasso, Braque, Léger, Klee, Kandinsky, Mondrian, Miró, Giacometti, Dubuffet, Bacon, Rothko e Lichtenstein, è in procinto di chiudere. Saranno, infatti, rispettate le ultime volontà del suo proprietario, il collezionista svizzero Ernst Beyeler, morto il 25 febbraio dello scorso anno, che ha deciso di mettere in vendita le opere per garantire la sopravvivenza della sua Fondazione di Riehen, inaugurata nel 1997 e ospitata in uno splendido edificio, progettato da Renzo Piano. Le opere della galleria saranno messe all'asta il 21 e il 22 giugno da Christie's, a Londra e, data la provenienza, susciteranno sicuramente grande interesse.

  • Nella "Notte dei Musei" Milano dà il via a un nuovo progetto, volto ad avvicinare i giovani all'arte

    A partire dal 14 maggio, che è la "Notte dei Musei", i minori di 25 anni entreranno gratis nei musei civici milanesi. L'iniziativa è stata presa dall'Assessorato alla Cultura del Comune per favorire la partecipazione dei giovani alla vita culturale della città. Per sapere qualcosa di più su questa decisione e scoprire cosa offre Milano in questo giorno, si può guardare il sito del Comune. Per avere un'idea di cosa si può fare nelle altre città d'Italia, si può consultare il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Una delle città più propositive comunque è senz'altro Bergamo, che ha deciso di dedicare un'intera giornata all'arte con visite guidate nei luoghi più significativi del suo territorio. Per conoscere tutti i programmi di questa "artdate", si può guardare in www.theblank.it.

  • È stato presentato ufficialmente il progetto definitivo del Museo d'Arte Contemporanea di Milano

    Il 28 aprile scorso, è stato presentato a Milano, il progetto definitivo del Museo d'Arte Contemporanea che verrà costruito nel cuore di City Life, il nuovo complesso edilizio che sta sorgendo dove un tempo si trovavano i padiglioni della Fiera Campionaria. L'edificio, che è firmato dall'architetto americano Daniel Libeskind, avrebbe dovuto essere quasi terminato, invece, se tutto andrà bene, lo sarà soltanto nel 2013...

  • dettagli
  • Un altro Klimt ritorna al legittimo proprietario

    Litzlberg on the Atterseet (1915), un dipinto di Gustav Klimt, che durante la guerra era stato confiscato dai nazisti e, in seguito, era entrato a far parte delle collezioni del Museum der Moderne di Salisburgo, sarà presto restituito al legittimo proprietario, Georges Jorisch. Questo anziano signore, che vive in Canada, infatti, è l'unico erede di Amalie Redlich, un'ebrea austriaca che, nel 1941, venne deportata e uccisa in un campo di concentramento polacco. Il dipinto, il cui valore è stimato intorno ai 27 milioni di dollari, non è l'unica opera di Klimt che viene restituita agli eredi degli ebrei uccisi dai nazisti. La stessa sorte è capitata, infatti, anche al Ritratto di Adele Bloch-Bauer I, uno dei quadri simbolo della Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, che, nel 2006, dopo una lunga battaglia legale, è stato riconsegnato, insieme ad altri 4 dipinti dello stesso artista, a Maria Altmann, erede dei Bloch-Bauer. Queste restituzioni sono il frutto di una legge del 1998, che ha costretto l'Austria a privarsi di quasi 10.000 opere, depredate dai nazisti.

  • Martellate contro un'opera di Serrano

    Il 10 aprile scorso, quattro ragazzi fra i 18 e i 25 anni hanno preso a martellate l'Immersion Piss Christ dell'artista americano Andres Serrano, una foto che mostra un Crocifisso immerso nell'urina. L'opera, che era esposta alla Collection Lambert di Avignone, è stata realizzata nel 1987 ed è stata criticata più volte. Nel 2006 è stata presentata anche a Milano, al PAC, ma non ci è sembrata affatto scandalosa o irriverente. Il fatto comunque riporta alla ribalta l'annoso problema della censura, che spesso procura più vantaggi che danni a chi ne è colpito. La provocazione, infatti, ma non è questo il caso, il più delle volte serve soltanto a garantirsi una facile pubblicità.

  • Il Museo Riso apre una sede a Milano

    Il 6 aprile scorso, è stato aperto a Milano, presso i Frigoriferi Milanesi di Via Piranesi 10, un ufficio distaccato del Museo Riso di Palermo, che è il più importante museo d'arte contemporanea della Sicilia e coinvolge nelle sue attività anche altri centri come Siracusa, Catania, Castel di Tusa e Gibellina. Il nuovo spazio, che sarà aperto al pubblico e organizzerà mostre, incontri ed eventi, accoglierà al suo interno l'Archivio S.A.C.S. (Sportello per l'Arte Contemporanea Siciliana), che conserva materiale documentario su più di 70 artisti siciliani e si occupa della loro promozione in Italia e all'estero. La Galleria S.A.C.S. è stata inaugurata con la mostra "Archive Fever", curata da Giovanni Iovane, che propone i lavori di 15 artisti presenti all'interno dell'Archivio. Per maggiori informazioni, si può telefonare al numero 02-73956317.

  • Goldin non bada a spese per Gauguin

    Uno dei dipinti più celebri di Gauguin, Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?, che l'artista ha dipinto a Tahiti nel 1897, sarà il pezzo forte della mostra "Van Gogh e il viaggio di Gauguin", che Marco Goldin inaugurerà a Genova il prossimo novembre. Il Museum of Fine Arts di Boston gli ha, infatti, concesso il prestito di questo dipinto straordinario, che raramente lascia gli spazi museali. Il prezzo da pagare sarà ovviamente altissimo. L'opera, infatti, dovrà essere assicurata per una cifra astronomica!

  • WOW, che bella trovata!

    Dopo la poesia, anche il fumetto trova casa a Milano. Il 2 aprile, infatti, sarà inaugurato, "WOW", il nuovo spazio dedicato ai comics. Il museo, che è ospitato nella vecchia fabbrica della Motta di Viale Campania 12 e dispone di una superficie di oltre 1.000 metri quadrati, è dotato di aree espositive, biblioteca, sala lettura, caffetteria, connessione a Internet senza fili. L'idea che sta alla base di questo spazio, che sarà gestito dalla Fondazione Franco Fossati, è infatti, quella di dar vita a un luogo vivace e accogliente, dove è possibile vedere mostre, consultare libri, partecipare a incontri, seminari formativi, proiezioni di film e concerti, scambiare informazioni e conoscere persone che nutrono lo stesso interesse per questo mondo fantastico. La mostra inaugurale si intitola "Editori coraggiosi. Milano e il fumetto". Un omaggio a questa città, ai suoi imprenditori e ai suoi fantastici disegnatori. "WOW" è aperto dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 15 alle 20. L'ingresso è libero fino all'8 maggio, poi diventerà a pagamento. Il 2, il 3, il 9 e il 10 aprile sono previste manifestazioni particolari, ancora da definire. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.museowow.it.

  • Martedì sera tutti al museo. Offre il Ministero

    Dal 29 marzo, e per tutto il 2011, i principali musei d'arte statali saranno aperti al pubblico gratuitamente l'ultimo martedì del mese, dalle 19 alle 23. Per avere maggiori informazioni su quest'iniziativa, che è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per avvicinare un pubblico sempre più vasto al nostro straordinario patrimonio culturale, si può guardare il sito del MiBAC, dove sono indicati tutti i luoghi coinvolti nei "martedì in arte".

  • Annullate le "Giornate Nazionali per la Cultura e lo Spettacolo"

    A seguito della disponibilità dimostrata dal Consiglio dei Ministri, che ha annunciato la sua intenzione di devolvere 149 milioni al FUS (Fondo unico per lo spettacolo) e destinare altri fondi alla conservazione dei Beni culturali (80 milioni) e agli Istituti culturali (7 milioni), sono state sospese le giornate di protesta dei lavoratori dello spettacolo e della cultura, che avrebbero dovuto tenersi dal 26 al 28 marzo.

  • Per un aprile all'insegna della cultura e dell'arte

    Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di riproporre anche quest'anno la "Settimana della Cultura", che ha il compito di promuovere il nostro straordinario patrimonio artistico. Grazie a questa manifestazione, che si terrà dal 9 al 17 aprile 2011, si potranno, infatti, visitare liberamente musei, monumenti, archivi, biblioteche e siti archeologici statali. Oltre all'ingresso gratuito, ci saranno comunque anche altre opportunità, tra cui quella di partecipare ad altri eventi collaterali, tra cui mostre, convegni, laboratori, visite guidate e concerti, realizzati in questi e in altri spazi, pubblici e privati, che hanno deciso di aderire, piò o meno gratuitamente, a questa iniziativa. Tra le proposte più interessanti, si segnalano quelle del FAI, che, il 13 aprile, ha deciso di offrire l'ingresso gratuito ad alcuni dei suoi gioielli: il Castello di Masino a Caravino (TO), Villa Panza (VA), l'Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (GE), il Parco di Villa Gregoriana a Tivoli (RM), il Giardino della Kolymberta (AG). Un altro partner importante è Legambiente, che, il 9 aprile, propone una visita guidata nell'area paesaggistico-archeologica di Tuvixeddu, e, il 16 aprile, organizza un viaggio in treno da Cagliari a Isili. Per avere un'idea di tutto quello che si può fare, si può guardare il sito del Ministero, dove è possibile impostare una ricerca su base regionale.

  • Contro i tagli e il "divieto di cultura"

    I tagli alla cultura stanno mettendo in ginocchio miriadi di istituzioni. Per dire no a questa situazione, che rischia di far saltare molti enti, progetti e posti di lavoro, Federculture, AGIS, ANCI, UPI, Conferenza delle Regioni e FAI hanno organizzato le "Giornate Nazionali per la Cultura e lo Spettacolo", che prevedono la realizzazione di scioperi e proteste in tutto il paese tra il 26 e il 28 marzo. La mobilitazione si concluderà lunedì 28 al Teatro Regio di Torino con un incontro pubblico di denuncia e proposta che ha lo scopo di mettere la parola fine a questo "divieto di cultura", che potrebbe avere conseguenze molto gravi. Continuando su questa strada, infatti, si rischia di rendere più difficile, se non impossibile, la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, di disperdere saperi, conoscenze e professionalità acquisite, di porre un freno alla produzione artistica, che è già piuttosto penalizzata, e di inaridire l'offerta culturale delle città. Per avere maggiori informazioni sulla manifestazione, che è accompagnata dall'annullamento della "Giornata Mondiale del Teatro", che si sarebbe dovuta celebrare il 27, si può guardare il sito di Federculture.

  • Alda Merini trova una nuova casa vicino ai Navigli

    Come promesso nel 2010, in occasione dell'inaugurazione della mostra "Alda Merini Mimmo Rotella. Milano. Ultimo atto d'amore", oggi, 21 marzo, primo giorno di primavera e anniversario di nascita della Merini, l'Assessore alla Cultura, Massimiliano Finazzer Flory, inaugurerà il museo dedicato a questa importantissima poetessa milanese. Il luogo prescelto è l'ex Tabaccheria di Via Magolfa 32, che si trova vicino ai Navigli tanto amati da questa "piccola ape furibonda", che ha vissuto ogni momento della sua vita con grande passione, senza curarsi del dolore e della sofferenza che il destino le ha riservato. Il museo, oltre a ospitare memorie, libri e oggetti che sono appartenuti alla Merini, diventerà una vera e propria "casa della poesia", dove si terranno incontri, reading letterari e laboratori. Il desiderio di chi l'ha voluto e di tutti coloro che amano la poesia è che questo spazio possa attrarre tanti giovani, affascinati dalla magia delle parole e dei versi di Alda e di tanti altri autori. La prima iniziativa, dedicata agli under 35, si intitola "Poesie della Tabaccheria", e si terrà tra il 29 marzo e il 31 maggio. Maggiori informazioni saranno presto inserite sul sito degli organizzatori.

  • La cultura si colora di bianco, rosso e verde

    Siete pronti per la "Notte tricolore"? Questa sera (16 marzo), in tutta Italia si festeggia il 150 anniversario dell'Unità e molti musei e spazi pubblici e privati sono aperti al pubblico gratuitamente o con ingresso ridotto. Un elenco approssimativo dei luoghi che hanno deciso di aderire alla manifestazione, che, in molti casi, si protrae fino a domani, lo trovate su sito www.italiaunita150.it. Altre iniziative le potete leggere sull'"agenda" di Artdreamguide. Mostre, incontri, concerti e spettacoli si susseguiranno, infatti, per tutto il corso dell'anno per ricordare a tutti questo importante momento della nostra storia.

  • Arte e Musica

    I coniugi Boschi amavano l'arte e anche la musica. Per questo, nella loro casa milanese di Via Giorgio Jan 15, aperta al pubblico nel 2003, oltre a opere straordinarie, realizzate da artisti come Casorati, Sironi, De Chirico, Campigli, Fontana, Crippa, Vedova, Turcato, Manzoni, Martini, avevano anche un pianoforte. Questo strumento ha offerto lo spunto per la realizzazione di un'iniziativa, totalmente gratuita, che consente ai visitatori di ammirare la collezione e ascoltare anche un concerto. I prossimi appuntamenti sono previsti per il 16 marzo e il 13 aprile dalle ore 15 alle 18. Chi vuole partecipare, si deve prenotare telefonando ai numeri 02-20240568 e 02-8526820.

  • XIX Giornata FAI di Primavera

    Grazie al FAI (Fondo Ambiente Italiano) e alla sua "Giornata di Primavera", sabato 26 e domenica 27 marzo, verranno aperti al pubblico centinaia e centinaia di luoghi particolari, generalmente inaccessibili. A queste proposte, dedicate a chi vuole conoscere il patrimonio artistico del nostro paese, si affiancheranno passeggiate, escursioni in bicicletta e a piedi, pensate per chi preferisce stare all'aria aperta. Come nelle scorse edizioni, verrà riproposto inoltre il progetto "Arte. Un ponte tra culture", che prevede visite guidate per gli stranieri in 36 città italiane. Per avere maggiori informazioni su questa manifestazione, che coinvolge tutte le regioni d'Italia e prevede un contributo libero a sostegno delle iniziative del FAI, si può guardare il sito www.giornatafai.it.

  • Da Peggy un esempio di amore per l'Italia

    Per festeggiare il 17 marzo, anniversario dell'Unità d'Italia, la Collezione Peggy Guggenheim ha deciso di offrire l'ingresso gratuito a tutti i cittadini italiani. Un omaggio che, per certi versi, si riconnette alla storia di chi ha dato vita a questa straordinaria raccolta d'arte. Peggy Guggenheim, infatti, dopo aver viaggiato e vissuto in diversi paesi del mondo, ha scelto di trasferirsi stabilmente in Italia, stregata da Venezia e dalla sua laguna. Ed è qui che ha deciso di aprire il suo museo condividendo con tutti i suoi capolavori.

  • Forse il Re avrà il suo museo

    Qualche anno fa, e precisamente nel 2007, la Triennale di Milano ha dedicato una bellissima mostra a Giorgio Armani e alle sue splendide creazioni. La rassegna, curata da Germano Celant, ha avuto un successo così straordinario che si è subito pensato alla possibilità di dar vita a un museo. Poi tutto è caduto nel dimenticatoio. A rispolverare il progetto ci ha pensato l'Assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory che, in occasione della serata conclusiva della Milano Fashion Week, ha dichiarato di aver avviato dei contatti con Re Giorgio, che si è mostrato molto disponibile. Se tutto andrà come previsto, quindi, Milano avrà prestissimo, forse già in settembre, un secondo museo della moda, dedicato a quello che è sicuramente uno dei più grandi stilisti italiani e del mondo.

  • Il MiBAC festeggia la Giornata internazionale della Donna

    Visto il ruolo che le donne rivestono all'interno della società contemporanea e l'importanza che hanno, e hanno avuto, come artiste e modelle, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di festeggiare l'8 marzo organizzando mostre ed eventi che ruotano attorno a queste tematiche e offrendo al pubblico femminile l'ingresso gratuito a biblioteche, archivi, musei, monumenti e siti archeologici statali. Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa, che in genere viene condivisa anche da altri spazi pubblici e privati, si può visitare il sito del Ministero, che contiene un elenco dei luoghi coinvolti nella manifestazione.

  • A San Valentino niente è più dolce dell'arte

    L'amore, in tutte le sue declinazioni, è sempre stato uno spunto inesauribile di ispirazione per gli artisti di tutti i tempi, che ne hanno raccontato gioie e dolori con opere straordinarie. Per questo, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di festeggiare gli innamorati offrendo alle persone che si vogliono bene un biglietto omaggio per visitare musei, monumenti e siti archeologici statali il 12 e 13 febbraio. Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa, che anticipa di qualche giorno San Valentino, per ovviare alla chiusura di molti luoghi d'arte, si può guardare il sito www.beniculturali.it.

  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2010, hanno erogato fondi destinati ai beni culturali e allo spettacolo

    Entro il 31 dicembre 2011, le imprese che, nel 2010, hanno elargito fondi per la realizzazione di progetti nei settori dei beni culturali e dello spettacolo, devono ricordarsi di comunicare all'Agenzia delle Entrate le erogazioni effettuate. Così facendo, potranno, infatti, ottenere i benefici fiscali indicati dall'art. 38 della Legge 342/2000 e dai successivi decreti ministeriali. Lo stesso termine vale anche per i beneficiari, che devono inviare un'apposita comunicazione al Ministero per i Beni e le Attività culturali...

  • dettagli
  • Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali augura buon compleanno ai cittadini italiani e dell'Unione Europea

    Passare la festa di compleanno al museo nutrendosi d'arte e bellezza può essere un'idea originale, che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di rendere ancor più piacevole. Il primo gennaio 2011 è partito, infatti, il progetto "L'Arte ti fa gli auguri", che regala un ingresso omaggio nei luoghi di cultura statali ai cittadini italiani e dell'Unione Europea nel giorno del loro compleanno o, se questo coincide con un giorno di chiusura, nel giorno successivo. Chi ha già diritto a questa agevolazione, può ottenere invece l'ingresso omaggio per un accompagnatore. Per ricevere questo regalo si deve mostrare la carta d'identità in biglietteria. Per avere maggiori informazioni sui luoghi di cultura statali e sulle agevolazioni per l'ingresso, si può guardare il sito del Ministero.

  • L'arte del presente è "l'anima del futuro". Per questo, va nutrita e protetta

    Alla luce dei tagli alla cultura previsti dalla Finanziaria 2011, che renderanno la vita difficile, se non impossibile, a molti musei e istituzioni culturali italiane, l'AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) ha deciso di promuovere una campagna di sensibilizzazione a sostegno dell'arte contemporanea e ha chiesto a 11 artisti italiani di fama internazionale di realizzare dei manifesti ad hoc...

  • dettagli
  • Il "New York Times" premia Mendini e il Triennale Design Museum

    Il Triennale Design Museum di Milano, inaugurato nel dicembre del 2007, ha ottenuto recentemente un importante riconoscimento. Il "New York Times" del 26 dicembre scorso, infatti, ha definito "Quali cose siamo", che è la rassegna in corso fino al 27 febbraio 2011, miglior mostra di design del 2010. Il merito va, ovviamente, ad Alessandro Mendini, che ha curato questa esposizione ponendo l'accento sulle "storie che scaturiscono dai singoli oggetti", sulle relazioni e i rimandi che si creano quando vengono posti uno accanto all'altro. Una visione di tipo antropologico, che può provocare perplessità; e spiazzamenti, ma è capace di incuriosire, sorprendere, far riflettere ed emozionare.