News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2010:  avvenimenti principali

  • L'incredibile vicenda delle opere di Picasso, portate alla luce da un elettricista

    Ha davvero dell'incredibile la vicenda raccontata da Pierre Le Guennec, un elettricista francese che, intorno al 1970, ha lavorato per Pablo Picasso installando alcuni impianti d'allarme nelle case di Cannes, Vauvenargues e Mougins. Secondo quanto ha raccontato a Claude Picasso, che è il figlio dell'artista e di Françoise Gilot, il pittore gli avrebbe regalato, infatti, diverse opere, 271 per la precisione. Un vero e proprio patrimonio, che qualcuno ha stimato intorno ai 60 milioni di Euro...

  • dettagli
  • Milano in festa per l'inaugurazione del Museo del Novecento

    Nel 2006, quando il Comune ha deciso di dare inizio ai lavori di risistemazione dell'Arengario, si pensava che il Museo del Novecento potesse essere inaugurato nel 2009, l'anno in cui Milano avrebbe ricordato il centenario del Futurismo, ma, come spesso accade quando si ha a che fare con un progetto impegnativo, c'è voluto un po' più di tempo. Ora comunque sembra che tutto sia a posto e che la data indicata, 6 dicembre 2010, sia quella definitiva. L'inaugurazione di questo nuovo spazio, ricchissimo di capolavori, che testimoniano la bravura degli artisti italiani del secolo scorso, sarà accompagnata da una lunga serie di spettacoli ed eventi. Padrino della manifestazione sarà il critico d'arte Gillo Dorfles, milanese d'adozione, che, coi suoi 100 anni, è un po' il simbolo del '900...

  • dettagli
  • 12 novembre. I musei serrano le porte per protestare contro i tagli imposti dal Governo

    Le istituzioni culturali italiane, sempre più a corto di fondi, hanno deciso di chiudere le porte al pubblico il 12 novembre prossimo per protestare contro i tagli imposti dal Governo, che rendono praticamente impossibile portare avanti qualsiasi tipo di programmazione. Secondo la Legge 122/2010, infatti, non possono spendere più del 20% di quello che hanno speso lo scorso anno per la realizzazione di mostre o altre attività culturali. Nonostante condivida le ragioni di questa protesta, sostenuta da Federculture, dall'ANCI e dal FAI, Massimiliano Finazzer Flory, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, ha optato per una soluzione diversa, che non danneggia, ma premia i visitatori, le vere vittime di questa crisi. Per tutta la giornata, infatti, i musei civici resteranno aperti gratuitamente (anche se le mostre continueranno a essere a pagamento). A Palazzo Reale, si terrà, inoltre, un incontro, nel corso del quale si cercheranno di individuare le soluzioni più idonee a trovare finanziamenti alternativi.

  • Grande successo per le opere di Boldini, Tadema e Modigliani

    È un periodo decisamente fortunato per Giovanni Boldini (1842-1931), uno dei più straordinari e originali ritrattisti del suo tempo. Dopo il successo del Ritratto di Madame de Florian, che, il 28 settembre scorso, è passato in asta da Drouot Richelieu per 2.108.000 Euro, ecco ora un altro record, che arriva fresco fresco da New York. Il Ritratto di Giovinetta Errazuriz (1892), messo in vendita da Sotheby's il 4 novembre scorso è stato aggiudicato, infatti, per 6.578.500 dollari (4,6 milioni di Euro). Un risultato stupefacente dato che l'opera era stimata tra i 1.000.000 e 1.500.000 dollari. Non è stata comunque questa l'unica sorpresa di questa asta, dedicata all'arte europea del XIX secolo, che ha visto toccare i 35,6 milioni di dollari per una tela di Lawrence Alma Tadema (1836-1912), Il ritrovamento di Mosè, stimata tra i 3 e i 5 milioni di dollari. Un altro record è stato raggiunto in occasione della vendita di opere d'arte impressionista e moderna, che si è tenuta, sempre da Sotheby's, il 2 novembre. Il Nu assis sur un divane (La Belle Romaine) di Modigliani ha raggiunto, infatti, i 68,9 milioni di dollari (49,1 milione di Euro). Un risultato che conferma il grande interesse per questo autore e polverizza i record precedenti, quello della Testa di donna, venduta a Parigi, da Christie's, il 14 giugno scorso, per 43,185 milioni di Euro, e quello del Ritratto di Jeanne Hébuterne (1919), comprato in asta da Sotheby's, a New York, nel 2004, per 31,3 milioni di dollari.

  • La Sagrada Familia di Barcellona diventa basilica

    Il 7 novembre scorso, la Sagrada Familia di Barcellona, una delle opere più importanti dell'architetto catalano Antoni Gaudí, è stata aperta al culto come basilica minore. La cerimonia è stata presenziata da Papa Benedetto XVI, che ha preso spunto da questo luogo per ribadire il pensiero della Chiesa sulla famiglia...

  • dettagli
  • FORMA vi svela tutti i segreti di fotografia e video

    Partecipare a tavole rotonde, seminari, workshop e incontri con gli autori, vedere mostre e filmati, conoscere prodotti innovativi e di qualità, far visionare i propri portfolio. Questo, e molto altro, è quello che si può fare da FORMA (Piazza Tito Lucrezio Caro 1, Milano) tra il 24 e il 28 novembre 2010, nei giorni dedicati alla "Settimana Canon della Fotografia", un'iniziativa davvero unica, che attira ogni anno un gran numero di appassionati di fotografia e video, desiderosi di scambiarsi pareri, pensieri, esperienze e informazioni. Per conoscere tutti i dettagli di questa manifestazione, che è gratuita e prevede la registrazione solo per la lettura portfolio, si può guardare il sito Fotografica 10, dove sono indicati gli orari e le sedi di tutti gli appuntamenti. Gli incontri e le mostre, infatti, non si tengono soltanto in Piazza Tito Lucrezio Caro 1, ma anche in altri due spazi (Istituto Tecnico Industriale Statale G. Feltrinelli, Piazza Tito Lucrezio Caro 8; Spazio Custodi, Viale Custodi 6), che hanno messo a disposizione i loro locali per accogliere tutti i visitatori.

  • Bello, giusto ed efficace. Così dovrebbe essere il rapporto tra imprese e istituzioni culturali

    La crisi, che ha colpito tutti i settori, ma soprattutto il mondo della cultura e quello imprenditoriale, ha reso quanto mai necessaria l'adozione di nuove strategie, più adatte al momento che stiamo vivendo. Art For Business, che dal 2007 si occupa del rapporto tra arte e imprese, ha deciso di dar vita a tre giorni di discussione e confronto per capire se sia possbile trasformare le organizzazioni attraverso le arti...

  • dettagli
  • Grazie a Start e alla Filarmonica della Scala la musica entra nelle gallerie d'arte contemporanea

    L'8 novembre prossimo si aprirà la nuova, attesissima, stagione della Filarmonica della Scala, una compagnia indipendente, fondata da Claudio Abbado nel 1982, che si è sempre distinta per la qualità delle proposte. Pochi sanno però che questa orchestra straordinaria, che ha instaurato rapporti di collaborazione con i maggiori direttori della scena internazionale e ha tenuto concerti in sedi di grande prestigio, è molto impegnata anche nel sociale e, in particolare, nella diffusione della musica presso le nuove generazioni. Per questo, oltre ad aprire alle scuole le prove di tutti i concerti, ha deciso di dare vita anche ad attività specifiche per i bambini, che si terranno lungo il corso dell'anno al Teatro Elfo Puccini di Milano. Un'altra iniziativa interessante, volta a portare la musica fuori dai contesti tradizionali, è quella che sarà realizzata tra giugno e luglio 2011 in alcune gallerie d'arte contemporanea della città, che ospiteranno concerti di musica classica e brani scritti negli ultimi anni. Il progetto, che è stato chiamato "Coincidenze" in ricordo di Alighiero Boetti, è stato possibile grazie alla collaborazione di START, l'associazione no profit che raggruppa le principali gallerie del capoluogo lombardo. Per avere maggiori informazioni sugli appuntamenti, che si terranno alle 18:30 e si concluderanno con un aperitivo, si può guardare il sito www.startmilano.com. Si dovrà aspettare però l'inizio del 2011, quando saranno resi noti i programmi.

  • La Spagna a Milano

    La Spagna è da sempre nel cuore degli italiani, che amano trascorrere le loro vacanze alla scoperta delle bellezze artistiche e naturalistiche di questo Paese bellissimo e affascinante, ricco di tradizioni e attrattive. Per conoscere più da vicino quello che la Spagna ha da offrire, dal 27 settembre al 9 ottobre, ci si può recare in uno degli Infopoint che l'Ufficio del Turismo Spagnolo ha allestito in 4 diversi luoghi di Milano (Piazza Cordusio, Largo La Foppa, Colonne di San Lorenzo, Via Canova). Per sapere quali sono le iniziative correlate alla manifestazione o raccontare le proprie esperienze di viaggio in questa terra straordinaria, si può andare invece sul sito www.spagnaamilano.it. Un primo assaggio della creatività spagnola, si può avere visitando la mostra "Salvador Dalí. Il sogno si avvicina", allestita a Palazzo Reale dal 22 settembre 2010 al 30 gennaio 2011.

  • Per amare l'arte contemporanea si deve conoscerla. L'AMACI ce ne offre l'opportunità

    Visto il successo della scorsa edizione, che è riuscita a coinvolgere più di 130.000 visitatori, l'AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) ha deciso di riproporre anche quest'anno la "Giornata del Contemporaneo", nata per far capire a tutti quanto l'arte, e, soprattutto, quella di oggi, sia importante per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro paese. La manifestazione, che si svolgerà in tutta Italia il 9 ottobre prossimo, coinvolgerà più di 1.000 istituzioni, pubbliche e private, che hanno deciso di garantire ai visitatori l'ingresso gratuito a musei, mostre, incontri, convegni, laboratori ecc. Come in passato, anche quest'anno è stato scelto un testimonial d'eccezione, Stefano Arienti, che ha firmato l'immagine guida dell'evento, un'Italia fragile, costituita da centinaia di piccoli pezzi di vetro ricomposti. Chiara allusione a un presente dominato dall'incertezza e dalla precarietà. Per conoscere tutte le proposte di questa giornata straordinaria, si può consultare il sito dell'Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani, che permette di selezionare gli eventi per regione e provincia.

  • Un "Invito a Palazzo" per ammirare i tesori delle banche

    Sabato 2 ottobre, dalle 10 alle 19, 54 banche aderenti all'ABI (Associazione Bancaria Italiana) apriranno al pubblico i loro palazzi più belli permettendo a tutti di ammirare splendidi edifici e collezioni straordinarie. Per sapere dove si trovano le sedi bancarie che hanno deciso di aderire all'iniziativa, si può contattare l'Ufficio Stampa ABI (tel. 06-6767864) o consultare il sito dell'Associazione.

  • Tornano le "Giornate Europee del Patrimonio"

    Il 25 e il 26 settembre prossimi tornano le "Giornate Europee del Patrimonio" (GEP), che il Consiglio d'Europa ha ideato nel 1991 per favorire il dialogo e lo scambio culturale tra i paesi membri. L'Italia partecipa all'iniziativa aprendo al pubblico gratuitamente musei, gallerie, librerie, archivi, monumenti e aree archeologiche dello Stato. Alle proposte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, vanno aggiunti inoltre gli eventi organizzati da istituzioni pubbliche e private che, dimostrando grande attenzione nei confronti di queste tematiche, hanno deciso di aderire alla manifestazione. Per decidere dove andare, si può consultare il sito del MiBAC, dove è possibile vedere cosa è stato organizzato nelle singole regioni.

  • Arriva a Milano il Festival della Rete

    La Rete rappresenta per tutti una grande opportunità, ma, per sfruttarla al meglio, bisogna sapere come funziona. Ecco perché, Milano ha deciso di ospitare la "Social Media Week", una manifestazione innnovativa, che si tiene contemporaneamente in 5 diverse città del mondo (le altre sono Bogotà, Buenos Aires, Los Angeles, Mexico City) e aiuta persone, aziende e istituzioni a conoscere le possibilità offerte da Internet e dai Social Media. Per avere un'idea di tutti gli eventi di questa iniziativa, che coinvolge diversi spazi di Milano dal 20 al 24 settembre, si può guardare il sito del Comune, che presenta gli eventi giorno per giorno.

  • START Milano. Un weekend diverso, in giro per gallerie

    Dal 17 al 19 settembre, le gallerie milanesi che fanno parte dell'Associazione START rimarranno aperte dopo la chiusura per offrire al pubblico tre giorni di immersione totale nell'arte contemporanea internazionale. La manifestazione sarà accompagnata da un convegno, intitolato "Materia Contemporanea. Indagine sul restauro e la conservazione nell'arte del XXI secolo", che si terrà sabato 18 settembre, dalle 10 alle 13:30, presso la Fondazione delle Stelline, in Corso Magenta 61. Un'altra iniziativa è prevista per domenica. Presso l'Auditorium del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Via San Vittore 21 (ore 15 e 17) verrà proiettato, infatti, il film "Herb & Dorothy" di Megumi Sasaki, che racconta la storia di una coppia di collezionisti, che, nonostante gli scarsi mezzi, sono riusciti a mettere insieme un'importante raccolta d'arte contemporanea. La sera si concluderà invece all'Istituto Svizzero di Via Vecchio Politecnico 3, dove sarà ospitato lo Startmilano Party 2010 (ore 21). Per conoscere in dettaglio tutti programmi di questa manifestazione, che riscuote ogni anno un successo crescente, si può guardare il sito www.startmilano.com/. Per facilitare i visitatori e permettere loro di vedere il maggior numero di mostre, è stato siglato un accordo con Bike Mi che garantirà l'uso delle biciclette e una guida a chi si prenoterà per tempo scrivendo a startmi@gmail.com.

  • Roma amica dei disabili

    Il Comune di Roma ha deciso di varare un piano per favorire i turisti disabili e tutti coloro che hanno difficoltà motorie o visive. Tra le nuove misure, che saranno operative entro la fine dell'anno, figurano un servizio di autobus attrezzati, che porteranno i visitatori fino all'ingresso dei principali musei e luoghi d'arte, e la realizzazione di guide e card turistiche in braille. Novità in vista anche per chi è ciliaco o soffre di gravi allergie. Sul sito www.turismoroma.it, si potrà, infatti, trovare l'elenco dei punti di ristoro adatti a chi ha problemi o intolleranze alimentari.

  • A Ravello c'è un bellissimo Auditorium, ma nessuno lo usa

    Il 29 gennaio scorso è stato aperto al pubblico l'Auditorium di Ravello, progettato da Oscar Niemeyer, uno degli architetti più importanti del '900. La festa di inaugurazione non è stata seguita però da nessun'altra manifestazione visto che il Comune e la Fondazione Ravello hanno cominciato a disputarsi la gestione di questo edificio. Per evitare che la situazione si protragga ulteriormente, danneggiando il turismo e l'economia locale, i direttori dei maggiori festival italiani e numerosi personaggi del mondo della cultura e dell'arte, tra cui Salvatore Accardo, Uto Ughi, Lucio Dalla, Renzo Arbore, Pappi Corsicato, Achille Bonito Oliva, Oliviero Toscani e tanti altri, hanno inviato un appello ai rappresentanti della Regione Campania, della Provincia di Salerno e del Comune chiedendo che l'Auditorium venga affidato alla Fondazione, che da anni si occupa del Festival di Ravello e di altre importanti iniziative. Per saperne di più, si dovrà aspettare la loro risposta.

  • I Musei Vaticani dedicano una sala a Matisse

    Anche se pochi lo sanno, i Musei Vaticani hanno anche una sezione di arte moderna e contemporanea, che conserva opere di autori come Gauguin, Chagall, Léger, Nolde, Fontana, Bacon ecc. Per valorizzare questa parte della collezione e dare ulteriore slancio a quella spinta verso il contemporaneo che Monsignor Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, sta portando avanti con grande passione, a fine anno sarà aperta una sala dedicata a Matisse, dove troveranno posto i bozzetti che l'artista ha disegnato in vista della realizzazione delle vetrate, del crocefisso, dei dipinti murari e della Via Crucis della Cappella del Rosario di Vence, inaugurata nel 1951 dopo 4 anni di intenso lavoro. Tutte queste opere, cui vanno aggiunti i disegni dei paramenti sacerdotali, sono arrivate ai Musei Vaticani nel 1980 grazie alla generosità di Pierre Matisse, figlio dell'artista.

  • Proteggi il tuo "luogo del cuore"!

    Tutti abbiamo nel cuore un luogo più caro di altri, a cui sono legati momenti importanti della nostra vita. Possono essere posti speciali, famosi per la loro storia e la loro bellezza, ma anche luoghi quasi sconosciuti, la cui scomparsa o rovina ci farebbe comunque soffrire. Per evitare che questo accada, il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) ha deciso di riproporre anche quest'anno il progetto "I luoghi del cuore" attraverso cui ciascuno di noi può indicare il paese, palazzo, monumento, parco che ama di più e cercare di salvarlo dal degrado. La segnalazione può essere fatta compilando l'apposita cartolina nelle Filiali di Banca Intesa Sanpaolo, nelle delegazioni del FAI e nei beni affidati alle sue cure, oppure attraverso il sito www.iluoghidelcuore.it. Per dare il proprio contributo alla salvaguardia del patrimonio storico, artistico e naturale italiano, c'è tempo fino al 30 settembre.

  • Zaha Hadid e il MAXXI puntano allo Stirling Prize

    Il MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma, progettato dall'architetto anglo-iracheno Zaha Hadid, è uno dei 6 finalisti dello Stirling Prize, assegnato ogni anno dal Royal Institute of British Architects. A contendersi il premio, che è stato istituito nel 1996 ed è molto prestigioso, oltre a due scuole e un edificio polifunzionale, ci sono altri due musei, il Neues Museum di Berlino di David Chipperfield e Julian Harrap e l'Hashmolean Museum di Oxford di Rick Mather Architect. Per conoscere il vincitore, che avrà l'onore della vittoria, ma anche 20.000 sterline, bisognerà aspettare il 2 ottobre.

  • Il PAC ricorda la strage di Via Palestro

    Il 27 luglio 1993, alle 23:14, un'autobomba esplose davanti al Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano danneggiando l'edificio e uccidendo cinque persone. Da allora, sono passati 17 anni e l'Assessorato alla Cultura ha deciso di ricordare quella triste vicenda con una cerimonia, che si terrà nello stesso giorno di luglio alle ore 10. Lo spazio espositivo, che ospita la mostra "Zhang Huan. Ashman", sarà comunque aperto al pubblico tutta la giornata con ingresso ridotto (4 Euro) e orario prolungato. La chiusura è stata posticipata, infatti, alle 23:30. Per l'occasione, anche il catalogo, edito da 24 ORE Cultura - Gruppo 24 Ore, potrà essere acquistato con lo sconto del 10%. A tutti i visitatori verrà donato inoltre il racconto PAC domestico, scritto da Gianni Biondillo, che parla proprio di quel feroce attentato di natura mafiosa.

  • Artdream S.r.l., la società che produce www.artdreamguide.com, compie 10 anni

    Il 21 luglio 2000, quattro giovani milanesi con la passione per l'arte e per la cultura, Carlo Perini, Barbara Ferradini, Ubaldo Ubaldi e Massimo Conte, decisero di trasformare quello che fino ad allora era stato soltanto un hobby in qualcosa di più strutturato e professionale. Misero quindi insieme le loro forze e decisero di scommettere sul web creando Artdream S.r.l. Il suo strumento principale è stato fin dall'inizio www.artdreamguide.com, un portale dedicato all'arte moderna e contemporanea, che, col tempo, ha subito diverse trasformazioni per seguire l'evoluzione del settore e rispondere alle aspettative e agli interessi degli utenti...

  • dettagli
  • La Grande Brera, da sogno a realtà

    C'è voluto davvero tanto tempo, ma lunedì 19 luglio, avrà finalmente fine la querelle, che, per 38 anni, ha visto fronteggiarsi la Pinacoteca di Brera e l'Accademia. Le firme del sindaco Moratti, dei ministri Bondi, Gelmini e La Russa e del commissario straordinario Resca, che si incontreranno a Palazzo Marino alle 16, suggelleranno, infatti, l'accordo che prevede il trasferimento definitivo dell'Accademia nell'Ex Caserma di Via Mascheroni, dove è riuscita a ottenere spazi molto più ampi (20.000 mq al posto di 8.000) di quanto preventivato in passato. Sarà quindi possibile partire con i lavori di ristrutturazione del palazzo di Via Brera 28, che sarà risistemato sulla base del progetto dell'architetto Mario Bellini, che ha vinto il concorso bandito nel 2009. L'Accademia, comunque, non abbandonerà del tutto la sede storica. Conserverà, infatti, in loco, circa 2.000 mq. I lavori di ampliamento della Pinacoteca dovrebbero partire nel 2011 in modo da essere completati per l'Expo. Resta l'incognita dei fondi. Servono, infatti, 54 milioni di Euro per la "Grande Brera" e 30 milioni di Euro per quella che viene chiamata "Brera 2". Gli Amici di Brera hanno cominciato ad attivarsi in favore della Pinacoteca, ma chi vuole farsi avanti è il benvenuto.

  • Dopo il Pritzker Prize, Koolhas vince anche il Leone d'Oro

    La XII Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, che sarà diretta da Kazuyo Sejima, aprirà soltanto il 29 agosto, ma già ora si sa a chi verrà assegnato il Leone d'oro alla carriera. Il CDA della Biennale ha deciso, infatti, di consegnarlo all'architetto olandese Rem Koolhas, che, nel 2000, ha già ricevuto un'altra importantissima onorificenza del settore, il Pritzker Prize. A suggerire il suo nome è stata proprio la Sejima, che ha motivato la sua scelta dicendo che Koolhas è riuscito ad ampliare "le possibilità dell'architettura creando edifici che stimolano l'interazione tra le persone". Le opere di questo straordinario architetto, che, nel 1975, insieme a Elia e Zoe Zenghelis e Madelon Vriesendorp, ha fondato l'OMA (Office for Metropolitan Architecture), sono presenti in molti paesi del mondo, tra cui l'Olanda (Netherlands Dance Theatre de L'Aia, Kunsthal di Rotterdam), la Francia (Grand Palais di Lille), il Giappone (Nexus Housing di Fukuoka), la Corea (Prada Transformer Project) e l'America (Seattle Public Library). Koolhas, che sta progettando anche la nuova sede milanese della Fondazione Prada, non sarà l'unico a ottenere un premio. Il CDA della Biennale ha deciso, infatti, di assegnare uno speciale Leone d'oro alla memoria all'architetto giapponese Kazuo Shinohara, scomparso nel 2006. A lui si deve, infatti, la creazione della "scuola di Shinohara", che ha avuto grande influenza sul lavoro di Toyo Ito, Kazunari Sakamoto e Itsuko Hasegawa.

  • Per Turner vale la pena spendere un po' di più

    Un dipinto di William Turner, Modern Rome - Campo Vaccino, passato in asta da Sotheby's a Londra il 7 luglio scorso, è stato venduto al Getty Museum per la stratosferica cifra di 35,7 milioni di Euro superando di molto la base d'asta, che era stata fissata tra i 12 e i 18 milioni di Euro. Se questo è successo, un motivo c'è. Questo paesaggio romano, che Turner ha dipinto nel 1839, si trova, infatti, in ottimo stato di conservazione e può vantare una provenienza di tutto rispetto. Faceva parte, infatti, della collezione dei discendenti del V Duca di Rosebery, che l'aveva acquistato nel 1878 durante la luna di miele con Hannah Rothschild. Il precedente record di questo artista, che è sicuramente il più rappresentativo pittore inglese dell'800, risale all'aprile 2006, quando un'altra sua opera, Giudecca. La Donna della Salute and San Giorgio, messa in vendita da Christie's, a New York, ha raggiunto i 24 milioni di Euro (35,856,000 di dollari).

  • Forma, l'attivissimo Centro Internazionale di Fotografia di Milano, compie 5 anni

    Mentre le ultime notizie danno per spacciato il Museo di Fotografia, che avrebbe dovuto trovar posto in Zona Tortona, un altro spazio milanese dedicato a questo genere artistico sembra più attivo che mai, tanto è vero che, il 15 luglio prossimo, ha deciso di ricordare con una grande festa in terrazza i primi 5 anni di vita. Parliamo ovviamente di Forma, che, dal 2005 a oggi, ha saputo proporsi come il punto di riferimento fondamentale per quanti amano la fotografia, vogliono conoscerla meglio e imparare i trucchi del mestiere. Questo centro, che Fondazione Corriere della Sera, Contrasto e ATM hanno aperto cinque anni fa, e che da qualche mese ha assunto lo statuto di Fondazione, infatti, non è soltanto uno spazio espositivo, ma anche un importante polo formativo, dove si tengono incontri con artisti e fotografi, letture di portfolio, presentazioni di libri, dibattiti e corsi didattici di alto livello. Le sue iniziative comunque non si fermano certo qui. Nei prossimi anni la Fondazione Forma ha, infatti, in programma di ampliare la collezione, creare un fondo sulla fotografia italiana d'autore, aprire una biblioteca, realizzare nuovi percorsi educativi per avvicinare un pubblico sempre più vasto al mondo della fotografia. Visto l'impegno e i tempi che corrono, non ci resta che augurarle buon compleanno e lunga vita.

  • La Milanesiana e i suoi paradossi

    Il taglio dei finanziamenti alla cultura non è riuscito a fermare la Milanesiana di Elisabetta Sgarbi, che ritorna anche quest'anno, dal 5 al 19 luglio, col suo ricco programma di proiezioni cinematografiche, concerti, performance, letture, discussioni e dibattiti. Il tema, indubbiamente affascinante, è quello de "I Paradossi", che vengono analizzati da diversi punti di vista (scrittura, identità, normalità, passione, tempo, natura, vita, donne, povertà). Molti sono, infatti, gli ospiti di questa interessantissima manifestazione, che è riuscita a coinvolgere personaggi di grande spessore e cultura, come Wole Soyinka, Salman Rushdie, Tahar Ben Jelloun, Hanif Kureishi, Jane Campion, Umberto Eco, Marco Ghezzi, Luciano Emmer, Luigi Ghirri, Arnaldo Pomodoro ecc. Quattro gli appuntamenti d'arte, dedicati a Cesare Inzerillo, Mario Dondero, Franco Battiato (Cartiere Vannucci, Via Vannucci 16) e al marchio dell'ENI, il mitico "Cane a sei zampe" (Fondazione Corriere della Sera, Sala Buzzati, Via Balzan 3). Gli incontri, alcuni gratuiti, altri a pagamento, si tengono in diverse sedi e orari e, da quest'anno, anche in tram per coinvolgere nell'iniziativa anche i luoghi meno frequentati della città. Per decidere dove andare e cosa vedere, si posono consultare le pagine che la Provincia di Milano ha deciso di dedicare a questo evento.

  • Ma che bel regalo, Mr Saatchi!

    Il pubblicitario inglese Charles Saatchi, cui si deve la fortuna di molti artisti contemporanei, tra cui Damien Hirst, Chris Ofili, Tracey Emin ecc., che sono i principali esponenti di quella che, negli anni '90, è stata definita Young British Art (YBA), ha deciso di lasciare 200 opere della sua collezione allo Stato. Un regalo che viene stimato intorno ai 25 milioni di sterline. Perché tutto questo sia possibile, la galleria di King's Road, che Saatchi ha aperto soltanto due anni fa, verrà trasformata in un museo pubblico, il Museum of Contemporary Art London, che sarà completamente autofinanziato e a ingresso gratuito. Per sapere qualcosa di più di questo personaggio, che è nato a Bagdad nel 1943 e si definisce un "alcolizzato dell'arte", si può leggere la sua autobiografia, My Name Is Charles Saatchi And I Am An Artoholic, appena pubblicata da Phaidon.

  • L'Austria perde uno dei suoi maggiori collezionisti

    Il 29 giugno scorso è morto a Vienna, il dottor Rudolf Leopold, uno dei più importanti collezionisti internazionali. Nato nel 1925, aveva cominciato a mettere insieme la sua strepitosa raccolta d'arte moderna nel 1953. Uno dei suoi artisti preferiti era Egon Schiele, che aveva cominciato a comprare quando il mercato non si occupava ancora di lui. Anzi, preferiva evitare questo artista discusso e scandaloso, che nel corso della sua vita era stato accusato di pedofilia e aveva provato la vergogna del carcere. Di Schiele, Leopold possedeva davvero moltissime opere, alcune delle quali sono state esposte recentemente in una bella mostra al Palazzo Reale di Milano, ma non era l'unico artista che lo interessava. Nella sua collezione figuravano, infatti, anche i lavori di altri protagonisti della scena artistica viennese di inizio '900, come Klimt, Kokoschka, Gerstl, Moser, Moll ecc. Dopo aver raccolto più di 5.400 pezzi, tra cui dipinti, disegni, stampe, mobili, vetri, gioielli ecc., nel 1994 Leopold decise di cedere il 70 % delle opere allo Stato. Furono poste così le basi di quella fondazione, che si sarebbe dovuta occupare della costruzione di un edificio adatto a ospitare la collezione. Il Leopold Museum, situato all'interno del MuseumsQuartier di Vienna, è stato aperto al pubblico nel 2001 ed è uno dei più visitati della capitale austriaca.

  • L'Hangar Bicocca si rinnova ma continua a interessarsi della vulnerabilità umana

    Dopo un periodo di chiusura forzata, che è stato necessario per portare avanti alcuni lavori di ristrutturazione e adeguamento degli spazi, l'Hangar Bicocca ha riaperto in grande stile il 24 giugno presentando locali molto più confortevoli e attrezzati. La ripresa dell'attività è stata festeggiata con l'inaugurazione delle opere di 5 artisti, Christian Boltanski, Carlos Casas, Fausto Melotti, Stefano Boccalini e Anselm Kiefer, un autore che si può considerare "di casa". Nel 2004, infatti, ha proposto qui i Sette Palazzi Celesti, una straordinaria installazione che non è mai stata smontata...

  • dettagli
  • In asta capolavori di "arte degenerata" e non

    Uno dei maggiori delitti nei confronti della cultura e dell'arte è quello che è stato commesso dai nazisti con l'operazione "Entartete Kunst", che, tra altre cose, prevedeva l'allontanamento delle opere degli artisti più innovativi dai musei pubblici. Nel dopoguerra, questi lavori e quelli che erano stati confiscati agli ebrei, cominciarono a saltare fuori e, da più parti, venne richiesta la restituzione ai legittimi proprietari o ai loro eredi, che, il più delle volte, rientrati in possesso di quei capolavori, decidevano di venderli all'asta. Qualcosa di simile è capitato anche ad alcune opere che facevano parte della collezione del gallerista parigino Ambroise Vollard, che saranno messe all'asta a Londra, da Sotheby's, il 22 giugno, ma anche Christie's ha preparato un bel catalogo...

  • dettagli
  • Testa da record per Modì

    Non sono molte le sculture di Modigliani in circolazione, e soprattutto quelle autentiche. Anche se Amedeo aveva una spiccata predilezione per questo genere artistico, al quale si era avvicinato nel 1909 grazie all'amicizia con Brancusi, il suo stato di salute lo aveva obbligato, infatti, a dedicarsi ad altro e quindi, a partire dal 1914, aveva smesso di realizzare opere di questo tipo. Ecco spiegato il motivo per cui la Testa di donna, che Modigliani ha scolpito tra il 1910 e il 1912 ha un grandissimo valore, che l'asta parigina di Christie's del 14 giugno scorso non ha fatto altro che rimarcare. L'opera, messa in vendita dagli eredi di Gaston Lévy, creatore della catena di supermercati Monoprix, ha raggiunto, infatti, la cifra record di 43,185 milioni di Euro, una somma che supera abbondantemente quella riscossa nel 2004 per un dipinto dell'artista, il Ritratto di Jeanne Hébuterne (1919), comprato in asta da Sotheby's a New York per 31,3 milioni di dollari.

  • AmaMi agevola i turisti che vogliono visitare Milano

    Anche Milano avrà presto una "carta del turista", che, per 48 ore, permetterà di utilizzare i mezzi ATM (Tram, Bus, Filobus, Metropolitana fino a Rho) ed entrare gratuitamente in 17 musei, tra cui Brera, il Castello, il Museo della Scienza e della Tecnologia, il Museo di Storia Naturale, il Planetario, l'Acquario, il Museo Archeologico, Palazzo Morando, la GAM, la Casa Museo Boschi di Stefano, il Museo Studio Francesco Messina ecc. Restano a pagamento il Cenacolo, la Triennale, il Museo della Scala, l'Ambrosiana e il Poldi Pezzoli, anche se, in alcuni di essi, si potranno ottenere degli sconti. La carta, che funzionerà per due anni anche da bancomat, ma potrà essere ricaricata una sola volta con un massimale di 150 Euro, si chiamerà "AmaMi" e si potrà acquistare da luglio negli ATM Point di Cadorna, Duomo, Garibaldi e presso alcune filiali di Banca Intesa San Paolo. Per averla, si dovranno sborsare 25 Euro. Quindi sarà bene decidere anticipatamente cosa si ha intenzione di vedere e quanto tempo si ha a disposizione. Non bisogna inoltre dimenticare che molti musei inclusi nella lista sono già gratuiti. Così è, per esempio, per la GAM, la Casa Museo Boschi di Stefano, il Museo Studio Francesco Messina e l'Acquario. Diverso è invece il caso dei Musei del Castello, che sono a ingresso libero il venerdì pomeriggio dalle 14 alle 17:30. Per maggiori informazioni su questo strumento, che si propone di "migliorare la fruibilità di Milano e promuovere le eccellenze della città", si può consultare il sito del Comune. Alle agevolazioni previste finora, ne saranno presto aggiunte altre per rendere Milano sempre più accogliente.

  • Scoprire Milano giocando

    Per conoscere una città ci sono tanti modi. Si può leggere un libro, guardare un documentario, navigare in Internet, seguire degli itinerari, partecipare a visite guidate ecc. Uno dei modi più originali resta comunque quello proposto dal FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), che, come lo scorso anno, propone "allariscossa", un gioco a squadre (da 2 a 5 persone) che dura ben 17 ore, notte compresa, e costringe gli iscritti a girovagare qua e là per Milano alla ricerca di indizi, informazioni, luoghi d'arte e cultura. Per arrivare primi e vincere i premi in palio si devono superare, infatti, diverse prove, basate su quiz ed enigmi che riguardano la città, la sua storia, i suoi abitanti. La manifestazione, che è realizzata in collaborazione con Esterni e Telecom Italia, prenderà il via sabato 12 giugno, alle 19, in Piazza Cadorna, dove si terrà una grande festa d'inaugurazione, ma la competizione vera e propria partirà a mezzanotte e si concluderà il 13 giugno, alle 19, a Villa Necchi Campiglio, dove avverrà la premiazione. Oltre che a Milano, si può giocare anche a Palermo (partenza da Piazza Verdi) e Perugia (partenza da Piazza della Repubblica). Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa di "assalto ambientale" e conoscere i luoghi dove ci si può iscrivere (il costo è di 15 Euro a squadra), si può consultare il sito www.allariscossa.it.

  • 5 x mille all'arte e alla cultura

    Il pagamento delle tasse si avvicina e, come ogni anno, si deve cominciare a preparare la dichiarazione dei redditi. Durante la compilazione del modulo, i contribuenti possono decidere di destinare il 5 x mille dell'IRPEF ad associazioni di volontariato, onlus, fondazioni ecc., che si occupano di problemi sociali, ricerca scientifica, universitaria o sanitaria, attività sportive e cultura. Chi vuole dare il proprio sostegno agli enti che si interessano di tutela del patrimonio culturale o di promozione dell'arte e della cultura, deve mettere una firma nel riquadro specifico, inserito nel Modello Unico PF, nel Modello 730, oppure nella scheda allegata al CUD, e scrivere, nello spazio sottostante, il codice fiscale dell'associazione prescelta, che deve comunque essere iscritta in un elenco particolare, che l'Agenzia delle Entrate dovrebbe pubblicare sul suo sito entro il 25 maggio. Nel caso in cui il beneficiario sia il Comune di residenza del dichiarante è sufficiente la firma. Si può inserire un solo nominativo. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito dell'Agenzia delle Entrate. Ricordiamo comunque che devolvere il 5 x mille non rappresenta un'alternativa al conferimento dell'8 x mille alla Chiesa, ad altre religioni o allo Stato. Si può fare sia l'uno che l'altro.

  • Dopo Panza di Biumo scompare un altro grande collezionista, Paolo Consolandi

    Il 10 maggio scorso ci ha lasciato un altro grande collezionista, il notaio milanese Paolo Consolandi, che, negli anni '50, volendo comprendere meglio il mondo in cui viveva, ha deciso di avvicinarsi all'arte contemporanea e, assieme alla moglie Franca, ha iniziato a comprare le prime opere. La passione però gli ha preso la mano e, di acquisto in acquisto, lo ha portato a dar vita a una raccolta straordinaria, molto apprezzata dagli esperti d'arte di tutto il mondo. Membro di Acacia, l'Associazione Amici Arte Contemporanea, che ha tra i suoi scopi la diffusione e la promozione dell'arte contemporanea italiana e l'acquisto di opere da destinare al futuro museo di Milano, Consolandi non ha mai esitato a prestare pezzi della sua collezione per importanti eventi espositivi. L'ultimo, in ordine di tempo, quello che vede protagonista la sua prestigiosa raccolta di libri d'artista, che si può ammirare a Palazzo Reale fino al 10 giugno 2010. La chiusura, infatti, è stata posticipata per rendere omaggio a questo generoso e instancabile uomo di cultura, che, nonostante avesse abbondantemente superato gli ottant'anni, non ha mai smesso di seguire l'evoluzione dell'arte e ha sempre mostrato grande interesse per i giovani artisti.

  • Lia Rumma cambia sede e pensa in grande

    Lia Rumma, una delle più importanti galleriste italiane, che vanta nella sua scuderia artisti come Marina Abramovic, Anselm Kiefer, William Kentridge, Joseph Kosuth, Ilya Kabakov, Andreas Gursky, Gary Hill, Enrico Castellani, Gino De Dominicis, Mimmo Jodice, Vanessa Beecroft ecc., è attiva a Milano dal 1999, ma ora ha deciso di aprire un nuovo spazio, molto più ampio e attrezzato di quello di Via Solferino 44, dove comunque è riuscita a ospitare mostre di grande qualità e bellezza. L'inaugurazione della nuova sede, che occupa un intero palazzo ed è situata in Via Stilicone 19, non molto distante dalla Fabbrica del Vapore, dove si trovano già diverse associazioni artistiche, si terrà il 15 maggio 2010 con una mostra di Ettore Spalletti. Oltre che nel capoluogo lombardo, Lia Rumma è attiva anche a Napoli, da dove è partita la sua avventura nel mondo dell'arte. La sua prima galleria, nata nel 1971, infatti, è stata aperta proprio qui, poco dopo la morte del marito Marcello, con il quale aveva condiviso l'amore per l'arte e un forte interesse collezionistico. Per il prossimo anno, quando festeggerà i 40 anni di attività, Lia Rumma ha deciso di farsi anche un altro regalo: l'uscita di un libro, curato da Carolyn Christov-Bakargiev, Carlos Basualdo e Gabriele Guercio, che racconti la sua vita, i suoi incontri, i suoi successi nel mondo dell'arte.

  • Pomodoro che va, Pomodoro, che viene

    Dal 2006, il Grande disco, una delle più belle sculture di Arnaldo Pomodoro, impreziosisce l'area antistante il Teatro Strehler. Prima però si trovava in Piazza Meda, da dove è stata rimossa per consentire la realizzazione di un parcheggio interrato, che ha richiesto più tempo del previsto. Ora che i lavori sono terminati, tornerà dov'era prima, ma, per fortuna, il suo posto sarà preso da un'altra statua di Pomodoro. L'artista, che da qualche anno ha aperto in città una prestigiosa fondazione, ha deciso, infatti, di rispondere all'appello di Sergio Escobar, direttore dello Strehler, e di offrire in comodato d'uso gratuito al Comune un'altra sua creazione, una Torre a spirale di quasi sei metri, che presto svetterà di fronte al teatro. Avere due statue in centro città non è da tutti, ma, in realtà, le opere di Pomodoro esposte a Milano sono molte di più. Tante sono, infatti, le banche, le aziende e le istituzioni che hanno acquistato le sue sculture. Per avere un'idea di quante erano nel 2008, si può guardare il sito della Fondazione Pomodoro, che segnala dove si trovano le opere dell'artista.

  • Picasso di nuovo re delle aste

    Il quadro Nude, Green, Leaves and Bust, che Pablo Picasso ha dipinto nel 1932, ha riportato l'artista spagnolo ai vertici del mercato. L'opera, che raffigura una delle sue amanti, Marie-Therese Walter, è stata pagata, infatti, circa 106 milioni di dollari (81 milioni di Euro). A metterla in vendita negli spazi newyorchesi di Christie's il 4 maggio scorso sono stati gli eredi della Signora Sidney F. Brody, vedova di un importante collezionista di Los Angeles. Nulla si sa invece dell'acquirente, che ha preferito rimanere anonimo. Il precedente record di Picasso risale al 2004, quando il suo Garçon à la pipe, messo in vendita da Sotheby's a New York, è stato aggiudicato per 93 milioni di dollari. Con il risultato di ieri l'artista spagnolo si riappropria del titolo di leader del mercato che Alberto Giacometti gli ha strappato il 3 febbraio scorso, quando la sua scultura, l'Homme qui marche I (1960-61), passata in asta da Sotheby's a Londra, è stata acquistata per 74,2 milioni di Euro.

  • È morto Giuseppe Panza di Biumo, uno dei più importanti collezionisti italiani

    Dopo Claudia Gian Ferrari, scomparsa il 23 gennaio scorso, il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), ha perso un altro dei suoi benefattori, il conte Giuseppe Panza di Biumo, che, nel 1996, ha donato alla Fondazione Villa Menafoglio Litta Panza, una bellissima casa museo, situata a Biumo Superiore (VA), e diverse opere di arte africana, precolombiana e contemporanea...

  • dettagli
  • Trasformare un'antica cascina in un luogo polifunzionale, dedicato all'agricoltura, all'alimentazione, all'ospitalità e alla cultura. Questo lo scopo del Consorzio Cuccagna

    Da qualche anno, il Consorzio Cuccagna, costituito da sette associazioni no profit, è impegnato in un progetto molto ambizioso, che ha lo scopo di recuperare una delle più antiche cascine pubbliche milanesi, la Cascina Cuccagna di Via Muratori, per trasformarla in un centro polifunzionale a disposizione della città. I lavori di risistemazione degli spazi sono cominciati alla fine del 2008 e alcune iniziative sono già in corso, ma per completare il restauro servono ancora altri fondi...

  • dettagli
  • Dopo la Hadid, anche Kazuyo Sejima si aggiudica il Pritzker Prize

    Dopo la nomina a direttore della prossima Biennale di Architettura di Venezia, la giapponese Kazuyo Sejima, si aggiudica anche il Pritzker Prize, che, nel suo settore, ha lo stesso valore del Nobel. Prima di lei, solo un'altra donna, Zaha Hadid, era riuscita in questa impresa. Il prestigioso premio, che dal 1978 a oggi è stato vinto da celebri architetti, come Philip Johnson, James Stirling, Ieoh Ming Pei, Richard Meier, Frank O' Gehry, Kenzo Tange, Oscar Niemeyer, Aldo Rossi, Alvaro Siza, Fumihiko Maki, Tadao Ando, Rafael Moneo, Renzo Piano, Norman Foster, Rem Koolhaas, Herzog & De Meuron, Richard Rogers, Jean Nouvel, Peter Zumthor ecc., sarà conferito ex equo anche a Ryue Nishizawa, col quale Sejima ha dato vita, nel 1995, allo Studio Sanaa, che ha realizzato progetti molto interessanti in Giappone (O-Museum di Nagano, 21st Century Museum of Contemporary Art a Kanazawa, Showroom Prada Isetan di Tokyo), Germania, Inghilterra (Serpentine Gallery Pavilion), Spagna (Glass Pavilion del Museo d'Arte di Toledo, ampliamento dell'Istituto d'Arte Moderna di Valenza), Francia, Olanda (Teatro Municipale di Almere), Svizzera (Quartier generale della Novartis di Basilea, Rolex Learning Center di Losanna) e Stati Uniti. La premiazione, che avviene ogni anno in un luogo diverso, si terrà il 17 maggio a New York, all'interno del Centro di Immigrazione di Ellis Island.

  • Gallarate tiene a battesimo un nuovo museo, dedicato all'arte moderna e contemporanea

    Il 19 marzo 2010 è stato inaugurato il nuovo Museo d'arte moderna e contemporanea di Gallarate, che ha preso il posto della storica GAM e, come succede ormai sempre più spesso, ha anche un suo acronimo, MAGa, più divertente e semplice da ricordare. A dirigerlo è stata chiamata Emma Zanella, figlia di Silvio, che è stato l'ideatore del Premio di Pittura Città di Gallarate, punto di partenza di questa straordinaria avventura nel segno dell'arte e della cultura...

  • dettagli
  • Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali apre i luoghi d'arte statali a chi ama l'arte e cultura

    Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di riproporre anche quest'anno la "Settimana della Cultura", che ha il compito di promuovere lo straordinario patrimonio artistico italiano. La manifestazione, che è giunta ormai alla XII edizione, si terrà dal 16 al 25 aprile 2010 e permetterà a tutti di accedere gratuitamente a musei, monumenti, archivi, biblioteche e siti archeologici statali. Molti sono comunque anche gli eventi collaterali, tra cui mostre, convegni, laboratori, visite guidate e concerti, realizzati in altri spazi, pubblici e privati, che hanno deciso di aderire all'iniziativa. Per avere maggiori informazioni su tutte le proposte, si può guardare il sito del Ministero, dove è disponibile una ricerca per regione, aggiornata in tempo reale.

  • XVIII Giornata FAI di Primavera

    Anche se la temperatura è ancora piuttosto fredda, la gente comincia ad avere voglia di uscire e vedere cose nuove. Di questo desiderio primaverile si fa interprete ancora una volta il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), che ha deciso di riproporre anche nel 2010 uno degli appuntamenti più seguiti e attesi dai suoi simpatizzanti e da chi ha a cuore il patrimonio artistico, naturalistico e paesaggistico italiano: le "giornate di primavera", che si terranno sabato 27 marzo e domenica 28 marzo 2010...

  • dettagli
  • Apre a Milano il Museo della Moda

    Milano Moda Donna si è chiusa il 2 marzo con un'importante inaugurazione, quella dell'attesissimo Museo del Costume, della Moda e dell'Immagine, che ha trovato ospitalità all'interno di Palazzo Morando Attendolo Bolognini, un edificio nobiliare di inizio Settecento, situato in Via Sant'Andrea 6, a due passi da Via Montenapoleone e dai più eleganti negozi della città...

  • dettagli
  • Ernst Beyeler, una vita per l'arte

    Il 25 febbraio scorso è morto a Riehen, dove viveva, uno dei più importanti protagonisti dell'arte del '900, il gallerista e collezionista svizzero Ernst Beyeler. Nato a Basilea nel 1921, da più di 60 anni si occupava d'arte, comprando, vendendo e tenendo per sé le opere da cui non riusciva a separarsi. Le stesse che ora si possono ammirare nello splendido edificio di Renzo Piano che, dal 1997, ospita la Fondation Beyeler...

  • dettagli
  • Il MiBAC festeggia la Giornata internazionale della Donna

    Vista l'importanza che le donne hanno avuto come modelle, muse e artiste, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di festeggiare il loro contributo al mondo dell'arte offrendo al pubblico femminile l'ingresso gratuito a biblioteche, archivi, musei, monumenti e siti archeologici statali il 6 e il 7 marzo. L'8 marzo, festa della donna, cade, infatti, di lunedì quando molte istituzioni sono chiuse. Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa, che viene condivisa anche da molti altri spazi pubblici e privati, si può guardare il sito del Ministero, che contiene un elenco aggiornato in tempo reale dei luoghi coinvolti nella manifestazione.

  • Come il mitico sovrano, da cui prende il nome, Remida trasforma gli oggetti di scarto in preziose risorse creative

    Il 14 febbraio scorso, è stato inaugurato a Milano, presso la Triennale Bovisa di Via Lambruschini 31, un centro per il riuso creativo, al quale hanno dato un contributo importante la Provincia, il Politecnico ed EuroMilano. Il nuovo spazio, gestito da MUBA, fa diretto riferimento all'esperienza di Remida, un progetto culturale dell'Istituzione Scuole e Nidi d'Infanzia di Reggio Emilia, che ha già fatto proseliti in diverse località italiane e straniere...

  • dettagli
  • Asta record per Giacometti

    Umberto Boccioni non è l'unico artista del '900 ad aver avuto l'onore di essere ricordato sulle monete del suo paese. Infatti, se l'immagine delle Forme uniche della continuità nello spazio fa mostra di sé sui 20 centesimi di Euro emessi dallo Stato italiano, ben altra figura fa Alberto Giacometti, al quale la Svizzera ha dedicato una banconota ben più cospicua, quella da 100 franchi. Le sue opere comunque valgono molto di più ed è di questi giorni la notizia che una sua scultura in bronzo alta 183 cm, l'Homme qui marche I, del 1960-61, presentata in asta da Sotheby's a Londra il 3 febbraio scorso, ha raggiunto la mirabolante cifra di 65 milioni di sterline (74,2 milioni di Euro circa). Un vero record, che diventa ancora più incredibile se si considera che la base d'asta si aggirava tra i 12 e i 18 milioni di sterline.

  • Milano riaccende l'interesse per il Futurismo

    Milano, che lo scorso anno ha ospitato importanti mostre e iniziative sul Futurismo, torna a occuparsi di questo movimento straordinario e innovativo, che è intervenuto in diversi campi della vita e dell'arte, con un convegno di tre giorni, che si aprirà il 4 febbraio a Palazzo Reale. La manifestazione, che si concluderà il 6 febbraio, vedrà alternarsi nella Sala delle Colonne i maggiori esperti italiani e internazionali che parleranno dell'importanza che il Futurismo ha avuto all'interno della storia culturale, artistica e sociale del '900. Saranno quindi presi in considerazione i rapporti e gli scambi che questa avanguardia ha avuto col Dadaismo e il Surrealismo e l'Espressionismo e le novità che ha introdotto nei suoi molteplici ambiti di intervento: arte, architettura, teatro, cinema, poesia, letteratura, musica ecc. Al convegno sarà abbinata una mostra documentaria, che permetterà di vedere i più importanti manifesti futuristi, i libri pubblicati dalle Edizioni Futuriste di "Poesia", lettere, cartoline, fotografie, riviste e cataloghi. L'esposizione, curata da Luigi Sansone, resterà aperta fino al 21 febbraio 2010.

  • La Fondazione Cariplo diventa adulta, ma continua a pensare agli altri

    Il 26 febbraio prossimo, la Fondazione Cariplo, che dal 1991 a oggi ha erogato circa 2 miliardi di Euro in operazioni filantropiche di diverso tipo, si interrogherà sulla sua storia e sul futuro che la attende con una giornata di riflessione e di festa alla quale parteciperanno Guliano Amato, fautore della legge istitutrice delle fondazioni bancarie, Andrea Olivero, rappresentante del Forum Terzo Settore, Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, Ottorino Beltrami e Roberto Mazzotta, che sono stati presidenti della Cariplo, e il "padrone di casa" Giuseppe Guzzetti. L'evento, che si intitola "18 anni, giovane e impegnata. Come eravamo, come saremo", si terrà alle ore 10:30 presso il Centro Congressi di via Romagnosi 8, a Milano. È partita intanto la campagna di presentazione dei nuovi bandi, che prevedono lo stanziamento di circa 200 milioni di Euro a favore degli enti non profit attivi nel settore dell'ambiente, dell'arte e della cultura, della ricerca scientifica, dei servizi alla persona. La Fondazione, infatti, ha deciso di non farsi intimidire dalla crisi e di lasciare inalterati i fondi che annualmente mette a disposizione della collettività. Per conoscere i dettagli e le modalità dei bandi 2010, si può guardare il sito www.fondazionecariplo.it.

  • Il Ministero premia gli innamorati

    Mancano pochi giorni a San Valentino e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di festeggiare la ricorrenza offrendo alle persone che si vogliono bene un biglietto omaggio per visitare musei, monumenti e siti archeologici statali. Per avere maggiori informazioni sull'iniziativa, che quest'anno avrà la durata di due giorni (13 e 14 febbraio), si può guardare il sito www.beniculturali.it.

  • Rob Sherwood vince il Premio Euromobil

    L'artista inglese Rob Sherwood, presentato dalla Federica Schiavo Gallery, è il vincitore della IV edizione del Premio Euromobil under 30, ideato nel 2007 dai Fratelli Lucchetta, che sono i titolari di un'importante impresa italiana, attiva nel settore della produzione di sistemi e complementi di arredo. Il lavoro di Sherwood, selezionato in un gruppo di 40 opere, tutte rigorosamente esposte alla Fiera di Bologna, è stato premiato per l'originalità della ricerca, che, come hanno scritto i giurati, è "capace di sovraporre una modularità geometrica di origine astratta a superfici evocatrici di atmosfere pittoriche più tradizionali" donando al dipinto una suggestiva profondità e una luminosità misteriosa.

  • Niemeyer lascia un segno leggero e curvilineo sulla costiera amalfitana

    Nonostante le contestazioni, le denunce e i ricorsi degli ambientalisti, che hanno fatto slittare di circa 10 anni la realizzazione del progetto, il 29 gennaio scorso è stato finalmente aperto al pubblico l'Auditorium di Ravello, una delle più affascinanti e suggestive cittadine della Costiera Amalfitana. L'autore è uno degli architetti più importanti del '900, il brasiliano Oscar Niemeyer, che ha ormai raggiunto la veneranda età di 102 anni, ma non ha mai smesso di progettare palazzi e musei. La nuova struttura, che porterà il suo nome, ha la leggerezza e la flessuosità di un foglio di carta ondulato, in parte sospeso sul vuoto, e guarda verso il mare. Non ostacola però la contemplazione del paesaggio, che si può ammirare abbastanza agevolmente sia dal piazzale di ingresso che dall'ampia vetrata di accesso. L'Auditorium, che ha una capacità di 400 posti e sarà attivo tutto l'anno incrementando l'offerta culturale e l'occupazione locale, è stato inaugurato con tre giorni di iniziative ed eventi, che hanno portato sul palco l'orchestra e il coro del teatro San Carlo di Napoli, Nicola Alesini, Salvatore Accardo, Lucio Dalla e altri importanti personaggi del mondo dello musica e dello spettacolo.

  • Nonostante la crisi, non manca la voglia di partire

    Non passa giorno senza che in Italia ci si interroghi su cosa fare per potenziare il turismo, che, nonostante la crisi, resta pur sempre una delle voci più rilevanti dell'economia italiana. Uno degli strumenti più importanti che gli operatori del settore hanno a disposizione per capire cosa si prospetta per il 2010, far conoscere le proprie proposte e stringere contatti di lavoro è sicuramente la BIT, la Borsa Internazionale del Turismo...

  • dettagli
  • Claudia Gian Ferrari ci ha lasciato

    Il 23 gennaio scorso si è spenta a Milano una delle più importanti galleriste e collezioniste italiane, Claudia Gian Ferrari, che ha avuto un ruolo di primo piano nella promozione dell'arte moderna e contemporanea del nostro paese. Malata da tempo, non aveva perso la forza di combattere e lavorare. Tanto è vero che aveva continuato a organizzare mostre, valorizzare gli artisti della galleria, curare archivi e cataloghi. Non avendo figli, aveva deciso di donare parte della sua collezione al Fondo per l'Ambiente Italiano e al MAXXI e, nel 2008, aveva cominciato a operare in tal senso prestando al FAI una quarantina di opere per rendere ancora più bella Villa Necchi Campiglio, una delle più interessanti case museo di Milano, progettata dal Portaluppi. L'11 febbraio 2010, alle 18, avrebbe dovuto essere alla Fondazione Pomodoro per un "Ctalk" con Angela Vettese". Anche se non sarà presente, si parlerà comunque di lei e del suo amore per l'arte del Novecento.

  • Nuovi e prestigiosi incarichi per Vittorio Sgarbi

    Il Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi, ha nominato il critico d'arte Vittorio Sgarbi, attuale sindaco di Salemi, curatore del Padiglione Italia della prossima edizione della Biennale di Venezia, che si terrà nel 2011. Questo incarico, di grande prestigio, non è comunque il solo. Bondi gli ha chiesto, infatti, di diventare anche supervisore agli acquisti del MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma, che dovrebbe essere inaugurato alla fine di maggio. Le due cariche hanno lasciato abbastanza esterefatti quanti si occupano di arte contemporanea. I gusti di Sgarbi sono, infatti, ben lontani da quello che normalmente viene proposto nelle fiere o nelle gallerie di tendenza. Tra gli artisti che probabilmente proporrà a Venezia, figurano, infatti, Luigi Serafini, Fabrizio Clerici, Alberto Sughi, Riccardo Tommasi Ferroni, Domenico Gnoli, Carlo Guarienti, Filippo Martinez, Pietro Annigoni ecc. Quello che è certo è che non ci saranno i protagonisti dell'Arte Povera, che Sgarbi considera passati ormai di moda, come le donne belle quando invecchiano.

  • Milano si riappropria dei "Bagni Misteriosi" di De Chirico

    I Bagni Misteriosi di De Chirico sono ospitati all'interno del Parco Sempione dal 1973. Il passare del tempo e delle stagioni li ha profondamente danneggiati, ma un attento lavoro di restauro li ha riportati a disposizione del pubblico...

  • dettagli
  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2009, hanno erogato fondi destinati ai beni culturali e allo spettacolo

    In base a quanto disposto dall'art. 38 della Legge 342/2000 e dai decreti ministeriali che lo hanno seguito, il 31 gennaio 2010 è l'ultimo giorno che le imprese (individuali e non) hanno a disposizione per comunicare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio e il personale - Servizio III Via del Collegio Romano 27 - 00186 Roma ) e, per via telematica, al Sistema informativo dell'Agenzia delle entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze, le erogazioni liberli effettuate nel 2009 a favore dello Stato, delle Regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e di associazioni legalmente riconosciute per lo svolgimento dei loro compiti istituzionali e per la realizzazione di programmi nei settori dei beni culturali e dello spettacolo. Nella comunicazione devono essere indicati i fondi messi a disposizione, le proprie generalità, comprensive dei dati fiscali, i soggetti che hanno beneficiato delle elargizioni. Una dichiarazione analoga deve essere effettuata anche dai beneficiari delle erogazioni, che, oltre a segnalare le proprie generalità e le somme ricevute, devono indicare anche le finalità o attività per le quali hanno ottenuto i fondi, ovvero la loro corrispondenza alle attività istituzionali allegando copia dell'atto costitutivo o dello Statuto. Maggiori informazioni e i moduli si possono trovare sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

  • Qualche delucidazione sul "droit de suit"

    Come abbiamo già segnalato in un precedente articolo del 2005, il "droit de suit" (diritto di seguito) prevede, in caso di vendita di un'opera d'arte in asta o tramite intermediari, una maggiorazione del prezzo per compensare gli artisti o i loro eredi dell'incremento di valore che l'opera ha registrato col passar del tempo. Molti autori però non sanno neppure di cosa si tratti e rischiano di perdere ciò che spetta loro per legge...

  • dettagli
  • Cataloghi ragionati in preparazione

    Nel campo dell'arte moderna e contemporanea non sono affatto rare le falsificazioni. Uno dei sistemi per capire se l'opera di un artista è autentica è quello di consultare il catalogo ragionato che lo riguarda. Se non esiste ancora, magari lo stanno preparando...

  • dettagli