News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2009:  notizie sui musei

  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2009, hanno erogato fondi destinati ai beni culturali e allo spettacolo

    In base a quanto disposto dall'art. 38 della Legge 342/2000 e dai decreti ministeriali che lo hanno seguito, il 31 gennaio 2010 è l'ultimo giorno che le imprese (individuali e non) hanno a disposizione per comunicare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio e il personale - Servizio III – Via del Collegio Romano 27 - 00186 Roma ) e, per via telematica, al Sistema informativo dell'Agenzia delle entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze, le erogazioni liberli effettuate nel 2009 a favore dello Stato, delle Regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e di associazioni legalmente riconosciute per lo svolgimento dei loro compiti istituzionali e per la realizzazione di programmi nei settori dei beni culturali e dello spettacolo. Nella comunicazione devono essere indicati i fondi messi a disposizione, le proprie generalità, comprensive dei dati fiscali, i soggetti che hanno beneficiato delle elargizioni. Una dichiarazione analoga deve essere effettuata anche dai beneficiari delle erogazioni, che, oltre a segnalare le proprie generalità e le somme ricevute, devono indicare anche le finalità o attività per le quali hanno ottenuto i fondi, ovvero la loro corrispondenza alle attività istituzionali allegando copia dell'atto costitutivo o dello Statuto. Maggiori informazioni e i moduli si possono trovare sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

  • Il MiBAC aderisce alla giornata ONU per i diritti dei disabili

    Il 3 dicembre si celebra la "Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità", voluta dall'ONU per promuovere i diritti e il benessere delle persone disabili e, come negli anni passati, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di aprire gratuitamente i monumenti e i musei statali alle persone diversamente abili e di organizzare iniziative particolari, che rendano più semplice l'accesso e la fruizione. La manifestazione, che ha luogo un giorno all'anno, ma dovrebbe essere valida tutto l'anno, come recita lo slogan ideato dal MiBAC, è accompagnata da una giornata di studi, che ha per titolo "Museo accessibile? Esperienze in Toscana". Questo momento di incontro e confronto, che si terrà a Firenze, presso l'Auditorium dell'Archivio di Stato, oltre a fare il punto della situazione e a sensibilizzare il personale del Ministero su queste tematiche, ha infatti tra i suoi obiettivi anche la creazione di un gruppo di lavoro, che possa svolgere funzioni di indirizzo per tutti i luoghi che necessitano di adeguamenti e per le strutture ancora da inaugurare. Per avere maggiori informazioni sul programma del convegno, si può guardare il sito www.toscana.beniculturali.it.

  • Vercelli, Venezia, New York. Si consolida l'accordo tra la città piemontese e la Fondazione Guggenheim

    Sono passati tre anni da quando la Regione Piemonte e il Comune di Vercelli hanno stretto un accordo con la Collezione Peggy Guggenheim per la realizzazione di mostre allo Spazio Arca. Il successo del progetto, testimoniato dal riscontro di pubblico di esposizioni come "Peggy Guggenheim e l'immaginario surreale" o "Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana", ha spinto i contraenti a protrarre il connubio per un altro triennio, che avrà come protagoniste sia l'arte moderna che quella contemporanea. Per questo, si è deciso di coinvolgere nel progetto anche il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, che ha una collezione davvero straordinaria. La prossima mostra, aperta dal 20 febbraio al 31 maggio 2010, sarà dedicata alle avanguardie dell'astrattismo, di cui Peggy e Solomon Guggenheim hanno saputo riconoscere l'importanza e il valore.

  • Conservare video d'arte non è così facile. Videomuseum vi spiega perché

    Grazie all'abbassamento dei costi di realizzazione, alla diffusione dei processi di digitalizzazione e all'uso di tecnologie più accessibili, molti sono gli artisti che, negli ultimi anni, hanno deciso di dedicarsi alla realizzazione di video d'arte. L'acquisto e la conservazione di queste opere, le cui prime prove risalgono agli anni Sessanta, quando i supporti e i materiali erano diversi, porta inevitabilmente con sé un ripensamento dei tradizionali metodi di conservazione e programmazione espositiva. L'obsolescenza delle tecnologie di riproduzione e di visione è, infatti, rapidissima e questo crea grandissimi problemi ai conservatori, ai restauratori e ai direttore dei musei. Per far fronte alla situazione, la Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia ha deciso di proporre, il 25 e il 26 novembre 2009, due giornate di incontro sui video d'arte, durante le quali curatori, storici, ricercatori e operatori professionali si confronteranno sulle pratiche in corso e le tematiche di maggior gravità. Ampio spazio verrà dedicato inoltre all'uso dei media nella comunicazione per l'arte e per il museo. "Videomuseum", che fa parte del calendario di Contemporary Arts Torino, sarà ospitato a Milano, nella Sala Azzurra di Palazzo Litta, in Corso Magenta 24. I lavori cominceranno alle ore 10. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.lombardia.beniculturali.it/.

  • Il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello organizza una giornata dedicata all'editoria fotografica

    Il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo possiede una biblioteca ricchissima di cataloghi, libri e riviste di fotografia, formatasi grazie ad acquisti, donazioni e scambi. Per valorizzare e promuovere questo patrimonio ha deciso di organizzare, il 28 novembre prossimo, un'esposizione di fotolibri rari e da collezione. La manifestazione, che prenderà il via alle ore 11 nella Sala dei Paesaggi e nelle Sale delle Quadrerie, consentirà anche l'acquisto e lo scambio di volumi. All'iniziativa hanno aderito, infatti, alcuni importanti librai e collezionisti del settore, italiani e stranieri (If libri, LibriPrometeo.com, Agorà di Torino, Procope libri, a+m bookstore, MiCamera Bookstore, Amterdam Dirk Bakker, Silvana Editoriale), che metteranno in vendita libri di pregio. La mostra/mercato sarà affiancata, alle ore 16, da un incontro con "Martin Parr e il suo mondo di libri", durante il quale si avrà la possibilità di conoscere uno dei più famosi e originali fotografi inglesi contemporanei, autore di ironici e provocatori lavori di documentazione sociale. A partire dagli anni '70 la sua attenzione ha cominciato, infatti, a focalizzarsi sul ceto medio mettendo in luce le abitudini, gli usi, lo spreco e il cattivo gusto di questa classe sociale. La presenza di Parr, che ha pubblicato diversi libri ed è anche collezionista, offrirà lo spunto per un dibattito di approfondimento sull'editoria fotografica. L'ingresso è libero.

  • Milano ospita il Convegno Europeo dei Musei d'Impresa

    Il 13 e il 14 novembre prossimi, si terrà a Milano la seconda edizione del Convegno Europeo dei Musei d'Impresa, al quale parteciperanno i curatori e i direttori di alcuni tra le più importanti istituzioni di questo tipo. La manifestazione, che sarà ospitata venerdì presso la sede di Assolombarda, in Via Pantano 9, e sabato a Palazzo Isimbardi, in Via Vivaio 1, fa parte delle iniziative portate avanti in occasione della VIII edizione della Settimana della Cultura d'Impresa, che ha lo scopo di sottolinere l'impegno con cui le aziende conservano, valorizzano e comunicano il loro patrimonio storico, che è fatto di prodotti, ma anche di saperi. Oltre a Milano, saranno coinvolte anche altre città italiane, dove avranno luogo incontri, dibattiti, rassegne cinematografiche, workshop, laboratori creativi e visite guidate. Le proposte sono davvero tante, ma su tutte spicca quella del Museo Kartell di Noviglio, che il 14 novembre, alle 13:30, festeggia i 60 anni dell'azienda con un bel brunch (Info: 02-90012269). Per conoscere i programmi del convegno e le iniziative che sono state organizzate in giro per l'Italia, si può guardare il sito www.museimpresa.com.

  • I musei italiani si confrontano sulla crisi economica e sul loro ruolo

    La crisi economica e i cambiamenti che i musei sono costretti ad affrontare per cercare di mantenere il proprio pubblico e attrarne di nuovo senza perdere la loro funzione culturale, didattica e conservativa sono, assieme alla valutazione della necessità di una gestione partecipata, pubblico privata, che permetta la sopravvivenza di queste istituzioni, sicuramente non lucrative, alcuni degli argomenti attorno a cui si confronteranno gli operatori del settore, che hanno deciso di partecipare alla V Conferenza Nazionale dei Musei d'Italia, organizzata da ICOM Italia. La manifestazione, che avrà luogo il 9 novembre prossimo, dalle 10 alle 17, presso il Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61), a Milano, sarà affiancata, il 10 novembre, dalla seconda edizione di "Museitalia", il Forum Nazionale di museografia e museotecnica, che prevede diversi momenti di incontro, confronto e aggiornamento. Numerosi sono, infatti, i seminari a numero chiuso, volti ad approfondire argomenti di attualità e interesse, che riguardano la costituzione di un nuovo museo, la realizzazione di una mostra, l'attività didattica, l'uso della narrazione per la mediazione del patrimonio culturale, le innovazioni tecnologiche, le sponsorizzazioni, le tecniche di comunicazione, l'analisi dei visitatori ecc. Per avere maggiori informazioni sui programmi, si può guardare il sito www.museitalia.it.

  • Per conoscere l'arte contemporanea una giornata non basta, ma è meglio di niente

    Il 3 ottobre ritorna la "Giornata del Contemporaneo", che l'AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) ha deciso di istituire per far capire a tutti quanto l'arte sia importante per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese. La manifestazione, che negli anni ha visto crescere il numero degli aderenti, festeggia la V edizione coinvolgendo 1000 istituzioni, sia pubbliche che private, che hanno deciso di offrire gratuitamente al pubblico mostre, incontri, convegni, laboratori. Come in passato, anche quest'anno esiste un testimonial d'eccezione, Luigi Ontani, il cui compito è quello di creare l'immagine guida dell'evento. Per conoscere tutte le proposte di questa giornata straordinaria all'insegna dell'arte, ma anche della solidarietà, si può consultare il sito dell'Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani. L'AMACI, infatti, intende sensibilizzare la popolazione nei confronti della ricerca medica-sanitaria e del lavoro dell'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

  • L'Italia partecipa, coi suoi tesori, alle "Giornate Europee del Patrimonio"

    Il 26 e il 27 settembre prossimi tornano le "Giornate Europee del Patrimonio" (GEP), ideate nel 1991 dal Consiglio d'Europa per sensibilizzare gli Stati membri al dialogo e alla conoscenza reciproca. Il nostro Paese partecipa all'iniziativa con un nuovo progetto, intitolato "Italia tesoro d'Europa", che prevede l'entrata gratuita a musei, gallerie, librerie, archivi, monumenti e aree archeologiche dello Stato. Molte sono comunque le istituzioni pubbliche e private che ogni anno decidono di aderire a questa manifestazione arricchendola di ulteriori mostre ed eventi. Per sapere quali sono e cosa propongono, si può consultare il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

  • Aspettando Documenta 13

    Il 18 e il 19 settembre prossimi, il Castello di Rivoli (TO), che è uno dei più prestigiosi musei d'arte contemporanei italiani, aprirà le porte a critici, storici dell'arte, artisti e teorici della cultura, per discutere sul ruolo e sull'avvenire di una delle più importanti rassegne d'arte internazionale, Documenta di Kassel. Secondo Carolyn Christov Bakargiev, che sarà la curatrice dell'edizione del 2012 ed è direttore artistico del museo di Rivoli, infatti, "ogni progetto culturale che si muove verso il futuro deve fondarsi su uno sguardo all'indietro". A ripercorrere le tappe di questa fortunata manifestazione quinquennale, ideata nel 1955 da Arnold Bode, saranno i direttori artistici di tutte le edizioni di Documenta (Manfred Schneckenburger, Rudi Fuchs, Jan Hoet, Catherine David, Okwui Enwezor). Mancheranno purtroppo il fondatore, morto nel 1977, e Harald Szeemann, scomparso nel 2005, che saranno sostituiti da Heiner Georgsdorf, Walter Grasskamp e Jean Christophe-Ammann. Per partecipare all'iniziativa, occorre registrarsi. I posti, infatti, sono limitati. Per informazioni, si può telefonare al numero 011-9565270. Per iscriversi, si può andare sul sito del museo.

  • Disegnare è importante. La Guild of St George e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ci insegnano perché

    Il progetto "The Campaign for Drawing" (Campagna per il disegno) è nato in Gran Bretagna nel 2000 allo scopo di spingere le persone di ogni età a disegnare. Secondo la Guild of St George, che lo ha ideato, infatti, il disegno, ha un potenziale enorme. Aiuta a vedere, pensare, inventare, comunicare. Ora questa iniziativa, che tutti gli anni coinvolge istituzioni, scuole e musei inglesi in quello che viene definito "The Big Draw", sbarca anche in Italia, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Via Modane 16 Torino), che il 13 settembre, dalle 15 alle 19, offrirà gratuitamente ai visitatori la possibilità di dar sfogo alla propria creatività e inventiva. Per informazioni, si può telefonare al numero 011-3797631. Per saperne di più sulla "Campagna per il disegno", si può guardare il sito www.campaignfordrawing.org/.

  • Nei musei manca la sorveglianza e rubare, a volte, diventa davvero facile

    La fortuna aiuta gli audaci, ma spesso anche i malfattori. Alcuni dei furti d'arte più clamorosi sono stati eseguiti infatti a museo aperto. Sembra sia successo così anche all'Hôtel Salé di Parigi, dove, in un momento imprecisato tra l'8 e il 9 giugno, giorno della scoperta, è stato rubato un Album di disegni di Pablo Picasso, contenente 33 lavori dell'artista spagnolo. Realizzati tra il 1917 e il 1924 e valutati intorno agli 8 milioni di Euro, erano conservati all'interno di una bacheca priva di sistema d'allarme. Ritrovarli sarà difficile, ma l'evento ha fatto tornare alla ribalta il problema della sicurezza nei musei. Queste istituzioni, infatti, il più delle volte, non sono attrezzate come dovrebbero per proteggere i tesori che ospitano.

  • Milano e la scultura contemporanea

    Ieri, 11 giugno 2009, si è tenuta la premiazione del concorso Scultura nella città, che ha impegnato artisti più e meno giovani nella progettazione di opere inedite, pensate appositamente per alcuni luoghi di Milano. Le proposte pervenute sono state tantissime e di genere disparato. Tra queste, ne sono state selezionate alcune, che sono state esposte al Museo della Permanente affinché il pubblico potesse prenderne visione e votare la preferita. Un compito tutt'altro che semplice. Infatti, anche se alcune di esse sono sicuramente belle e ben congegnate, altre sono piuttosto brutte e molte, benché interessanti, mal si inseriscono nel luogo considerato. E questo fa capire quanto sia difficile ideare una scultura tenendo conto del contesto in cui verrà collocata. La giuria, composta da Giulio Gallera, Arnaldo Pomodoro, Elisabetta Longari, Francesco Poli, Matteo Poli, Maurizio Cadeo e Alberto Veca, recentemente scomparso, ha deciso di premiare le opere di Mario Staccioli, che è uno dei migliori scultori italiani contemporanei, e di Marco Chiesa, che concorreva nella sezione giovani. Il pubblico ha optato invece per la proposta di Nada Pivetta. Altre menzioni sono andate a Gabriella Benedini e Ho-Jin Jung. Non hanno vinto nulla, ma sembra che stiamo ottenendo un grande successo tra i milanesi Mattia Bosco e il Gruppo Esterni, autori di un progetto di "Scultura diffusa". A noi spiace non sia stata premiata Chiara Pellegrini, che aveva pensato a uno stormo di falene in volo sul laghetto del Parco Sempione. La mostra resta aperta fino al 14 giugno. Quindi, chi vuole, può ancora andare a vederla.

  • Alla riscossa di Milano per riconquistare e amare questa città

    Vivere e scoprire la città in modo allegro e divertente impegnandosi in un gioco a squadre. Questo è il concetto che sta alla base di "allariscossa", una nuova iniziativa del Fai (Fondo per l'Ambiente Italiano), che è stata realizzata in collaborazione col Comune di Milano, Esterni e il Gruppo Telecom Italia. L'invito è rivolto a tutti, amici, famiglie, studenti, turisti, italiani e stranieri ecc., ma all'interno delle squadre, che possono essere formate da 2 a 5 persone, ci deve essere almeno un maggiorenne. Il gioco infatti si svolge parzialmente di notte. E questo aggiunge un ulteriore elemento di fascino e avventura alla competizione, che coinvolge, oltre agli spazi cittadini, anche molti luoghi d'arte e cultura. L'appuntamento è fissato per sabato 6 giugno, alle 19, in Piazza Cadorna, dove si terrà una grande festa di lancio, ma la competizione vera e propria prenderà il via a mezzanotte e si concluderà, una volta superate le prove, che spesso sono bizzarre e curiose, il 7 giugno, alle 19, a Villa Necchi Campiglio, dove avverrà la premiazione. Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa di "assalto ambientale" e conoscere i luoghi dove ci si può iscrivere (il costo è di 15 Euro a squadra), si può consultare il sito www.allariscossa.it. Chi non abita in zona o non ha la possibilità di partecipare al gioco, può iscriversi gratuitamente a un'altra competizione on line e risolvere quiz ed enigmi, che riguardano il patrimonio storico, artistico e culturale di tutta l'Italia, senza muoversi da casa.

  • Il Pritzker Prize prende la via della Svizzera

    Il 29 maggio scorso si è tenuta la premiazione del Pritzker Prize, uno dei più prestigiosi premi per architetti. A sorpresa è stato proclamato vincitore lo svizzero Peter Zumthor, che si è sempre tenuto lontano dalle "luci della ribalta" e non fa certo parte di quelle che vengono chiamate "archistar". Quello che ha spinto la giuria a fare il suo nome è stato il fatto che Zumthor è solito realizzare "architetture rispettose del sito, della cultura locale e della storia", progetti che sono una combinazione di rigore e precisione, ma anche di poesia e suggestione. Tra le opere più importanti di questo architetto, che lo scorso anno ha vinto anche il Praemium Imperiale giapponese, si possono ricordare la Saint Benedict Chapel di Sumvitg, la Kunsthaus di Bregenz, i Bagni Termali di Vals, il Kolumba Museum di Colonia.

  • La "mano dell'architetto" soccorre Villa Necchi Campiglio

    Villa Necchi Campiglio è una splendida casa museo nel cuore di Milano, progettata negli anni '30 da Piero Portaluppi. Oggi è affidata alle cure del FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), che si è occupato della sua ristrutturazione e, l'anno scorso, l'ha aperta al pubblico. Gestirla comunque non è semplice e i soldi necessari sono davvero tanti. È per questo che Francesca Serrazanetti e Matteo Schubert di alterstudio partners si sono fatti promotori di un'iniziativa, che ha coinvolto 110 architetti di fama internazionale, ognuno dei quali ha donato uno o più schizzi autografi. È nata così una mostra a ingresso gratuito, che consente di vedere, in 3 diversi spazi espositivi (Villa Necchi Campiglio, Triennale Bovisa, sede di "Abitare"), 400 disegni, diversi per tecnica, formato, colore. Molti di loro verranno messi all'asta il 14 maggio, alle 18:30 in Via Mozart 14. Tutti comunque sono in vendita e chiunque può fare la sua offerta scaricando il modulo di interesse dal Sito del FAI. Il ricavato verrà usato a favore di Villa Necchi Campiglio.

  • Di notte il museo è ancora più affascinante, perché non visitarlo?

    La "Notte dei Musei", ideata nel 2005 dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese per avvicinare un pubblico più ampio all'arte e alla cultura, ha preso piede in diversi paesi d'Europa e anche in Italia. Il 16 maggio, infatti, i nostri musei statali saranno aperti gratuitamente a tutti oltre il tradizionale orario di chiusura. In alcuni spazi, inoltre, il percorso espositivo sarà arricchito da eventi, concerti, letture ecc. Per maggiori informazioni sulle iniziative, si può guardare il sito www.nuitdesmusees.culture.fr/.

  • Tra due mesi Vedova avrà il suo museo

    Il 3 giugno prossimo, sarà inagurato a Venezia il tanto sospirato museo dedicato a Emilio Vedova, uno dei più importanti artisti italiani del dopoguerra, nato nel 1919 e scomparso nel 2006. Voluto dalla Fondazione creata dall'artista e realizzato da Renzo Piano, sarà uno spazio innovativo e particolare, basato su un sofisticato sistema robotico. Le opere, infatti, anziché essere esposte alle pareti, arriveranno davanti agli spettatori come apparizioni. A trasportarle ci penserà un braccio meccanico in movimento, che le mostrerà a rotazione, in gruppi di 10. Una messinscena che ricalca il modo in cui Vedova era solito mostrare i suoi lavori a chi lo andava a trovare. Lo spazio dedicato a Vedova troverà posto in uno dei Magazzini del Sale, alle Zattere, che l'artista utilizzava come studio e aveva indicato come possibile sede del suo museo.

  • Lucca diventa contemporanea

    Mentre Roma e Milano, che dovrebbero essere di esempio, parlano parlano ma impiegano un sacco di anni prima di realizzare qualcosa, le cittadine di provincia sembrano molto più attive e propositive. Tra poco aprirà, infatti, in Toscana il LuCCA, che, come indica l'acronimo, è il Lucca Center of Contemporary Art. Il nuovo spazio, che ha trovato posto nel centro storico, a Palazzo Boccella (Via della Fratta 36), è disposto su 5 piani e, oltre alle sale espositive, avrà a disposizione una caffetteria, un bookshop, una sala video e un salottino dove parlare e discutere d'arte. L'inaugurazione, prevista per il 9 maggio prossimo, sarà dedicata al Gruppo Origine, fondato nel 1951 da alcuni tra i più noti artisti italiani del dopoguerra, Alberto Burri, Ettore Colla, Giuseppe Capogrossi e Mario Ballocco, che vogliono prendere le distanze sia dalla pittura figurativa che dall'astrattismo accademico e geometrico. In mostra ci saranno anche opere di Dorazio, Perilli, Nigro, Prampolini e Soldati, che, come i precedenti, si sono occupati di arte astratta. Per avere maggiori informazioni, si può guardare il sito www.luccamuseum.com.

  • La Biennale di Lione ha un nuovo commissario artistico

    Sarà il critico e curatore cinese Hou Hanru, che ha già svolto prestigiosi incarichi internazionali e collabora col San Francisco Art Institutes, a occuparsi della X edizione della Biennale di Lione, che si terrà dal 16 settembre 2009 al 3 gennaio 2010. La decisione è stata presa in tutta fretta dopo che Catherine David ha deciso di rinunciare all'incarico. Il titolo scelto per la manifestazione è "Le spectacle du quotidien". Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.biennale-de-lyon.org.

  • L'impegno artistico di Unicredit si estende alla Romania

    Unicredit Banca, che da anni professa il suo interesse per l'arte acquistando opere, realizzando mostre e sponsorizzando musei ed eventi artistici, il 19 febbraio scorso ha aperto un centro per l'arte contemporanea in Romania, uno dei paesi dove svolge la sua attività. Il Pavilion Unicredit ha sede a Bucharest, in Piata Victoriei 1, ed è frutto della collaborazione tra il "Pavilion Magazine", la Bucharest Biennale e la Unicredit Tiriac Bank. Tra i compiti del nuovo centro, che si occuperà anche di ricerca e promozione di nuovi talenti, figurano la realizzazione di un archivio e l'organizzazione di mostre, incontri, convegni e programmi educativi. La direzione del Pavilion è stata affidata a Razvan Ion. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.pavilionunicredit.ro/en/.

  • 5 x mille all'arte e alla cultura

    Il pagamento delle tasse si avvicina e, come ogni anno, si deve cominciare a preparare la dichiarazione dei redditi. Durante la compilazione del modulo, i contribuenti possono decidere di destinare il 5 x mille dell'IRPEF ad associazioni di volontariato, onlus, fondazioni ecc., che si occupano di problemi sociali, ricerca scientifica, attività sportive e cultura. Chi vuole dare il proprio sostegno agli enti che si interessano di tutela del patrimonio culturale o di promozione dell'arte e della cultura, deve mettere una firma nel riquadro specifico, inserito nel Modello Unico PF, nel Modello 730, oppure nella scheda allegata al CUD, e scrivere, nello spazio sottostante, il codice fiscale dell'associazione prescelta, che deve comunque essere inserita in un elenco particolare, stilato dall'Agenzia delle Entrate. Si può inserire un solo nominativo. Devolvere il 5 x mille non rappresenta comunque un'alternativa al conferimento dell'8 x mille alla Chiesa, ad altre religioni o allo Stato. Si può fare sia l'uno che l'altro. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito dell'Agenzia delle Entrate.

  • Continuano gli avvicendamenti nei musei

    La Galleria Civica di Trento ha un nuovo direttore. Si tratta di Andrea Viliani, che nel 2005 ha vinto il Premio Bonaldi come miglior curatore under 30 e, in seguito, ha lavorato al Castello di Rivoli (TO) e al Mambo di Bologna. Danilo Eccher, che all'inizio del 2009 era stato indicato come presidente della Fondazione della Galleria di Trento, ha ricevuto invece un altro incarico, quello di direttore della GAM di Torino. Prenderà quindi il posto che Pier Giovanni Castagnoli ha portato avanti con successo e professionalità per tanti anni. Ancora non si sa chi sostituirà Corinne Diserens, allontanata dal Museion di Bolzano per motivi di ordine finanziario ma forse anche per aver esposto la rana crocifissa di Kippenberger.

  • Twister, gioco di squadra per i musei lombardi

    In Lombardia ci sono diversi musei che si occupano di arte contemporanea. In genere lavorano da soli, seguendo le linee guida dettate dalla loro missione. Questa volta però 10 di loro hanno deciso di fare sistema e di affrontare un progetto condiviso, Twister, volto alla commissione, produzione e acquisizione di interventi artistici da inserire all'interno o all'esterno delle loro istituzioni museali...

  • dettagli
  • Ai single piace l'arte contemporanea?

    Meetic è uno dei più frequentati siti di "incontri on line" e ogni anno propone ai propri iscritti un sondaggio, che ha lo scopo di capire quali siano i loro gusti e i loro interessi. L'ultima inchiesta, realizzata in collaborazione con lo Spazio Tadini e la psicologa Melina Scalise, ha preso in considerazione l'arte contemporanea...

  • dettagli
  • Terni punta sul contemporaneo

    Il 28 marzo scorso, è stato inaugurato a Terni il CAOS (Centro per le Arti Opificio Siri), uno spazio multidisciplinare, che è frutto della trasformazione di una vecchia fabbrica chimica della città in luogo di produzione ed esposizione artistica in senso lato. In questo complesso architettonico di Via Lungonera Savoia, che ha una superficie di 6.000 metri quadri, si terranno, infatti, esposizioni temporanee e laboratori creativi e troveranno posto la Pinacoteca Orneore Metelli, che oggi è ospitata a Palazzo Gazzoli, il Museo Archeologico, un teatro da 300 posti e un cafè bookshop. Il CAOS ha iniziato l'attività con "Map Games: Dynamics of Change", una mostra di artisti internazionali, che invita a riflettere sulle dinamiche di cambiamento delle città. La rassegna, già presentata a Birmingham e Beijing, resterà aperta fino al 10 maggio 2009.

  • Grazia Neri lascia il suo archivio a Villa Ghirlanda

    Il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, ospitato a Villa Ghirlanda, festeggia i 5 anni di attività con una splendida notizia. Grazia Neri, una delle più importanti agenzie fotografiche italiane, ha deciso, infatti, di lasciare in deposito a quest'istituzione il suo archivio analogico. Una raccolta straordinaria, che documenta 40 anni di cronaca e storia italiana e internazionale. Il nuovo fondo, di cui non si conoscono esattamente i numeri, arricchisce e quasi raddoppia la dotazione del museo, che ospita già altre 30 collezioni fotografiche. Questo creerà sicuramente degli inconvenienti di tipo organizzativo e finanziario, ma l'amministrazione comunale sembra intenzionata a risolvere qualche problema, tra cui quello degli spazi. Il trasferimento della Biblioteca potrebbe liberare, infatti, alcune sale della Villa consentendo di ampliare la superficie museale. Come tutte le altre opere presenti all'interno di questo centro, che svolge un'importante funzione di ricerca, didattica e sperimentazione, anche le fotografie dell'Archivio Grazia Neri saranno accessibili al pubblico e agli studiosi. La prima occasione di ammirarne una selezione si presenterà il 17 maggio, quando il Museo di Villa Ghirlanda inaugurerà la mostra "Nuove Acquisizioni 2004-2009".

  • La cultura è di tutti: partecipa anche tu

    L'anno scorso, la "Settimana della Cultura", ideata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per promuovere lo straordinario patrimonio artistico italiano, si è tenuta in marzo. Quest'anno cambierà mese, ma la formula resterà praticamente la stessa. Infatti, dal 18 al 26 aprile 2009, tutti avranno la possibilità di accedere gratuitamente a musei, monumenti e siti archeologici statali. La manifestazione, dedicata a chi ama l'arte e cultura, ma anche a chi vorrebbe saperne di più, è accompagnata da numerosi eventi collaterali, tra cui mostre, convegni, laboratori, visite guidate, concerti, proiezioni cinematografiche e spettacoli teatrali, realizzati in altri spazi, pubblici e privati. Alcuni a pagamento, altri a ingresso libero. Per avere maggiori informazioni su questa iniziativa, che è giunta ormai alla XI edizione e riscuote ogni anno un grande successo di pubblico, si può guardare il sito del Ministero, dove è disponibile una ricerca per regione, aggiornata in tempo reale.

  • Settis lascia, arriva Carandini

    Le polemiche con il Ministro Sandro Bondi riguardo la nomina di Mario Resca e la tutela del patrimonio hanno spinto Salvatore Settis a lasciare il Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Al suo posto è stato nominato l'archeologo Andrea Carandini, che è uno stimato professore dell'Universitagrave; la Sapienza di Roma.

  • XVII Giornata FAI di Primavera

    Il tempo si fa più mite e il FAI, che da anni si dà da fare per la salvaguardia e la difesa dell'arte e della natura del nostro paese, ne approfitta per riproporre uno degli appuntamenti più seguiti e attesi dai suoi simpatizzanti. Parliamo, ovviamente, delle "giornate di primavera", che si terranno sabato 28 marzo e domenica 29 marzo 2009...

  • dettagli
  • Per quattro giorni Ferrara diventa capitale del restauro

    Dal 25 al 28 marzo si terrà a Ferrara, presso il Centro fieristico, la XVI edizione del "Salone dell'Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali", un appuntamento imperdibile per chi opera in questo settore. Molti saranno, infatti, gli incontri, le conferenze e i momenti di aggiornamento, tesi a far conoscere le ultime novità tecnologiche e gli interventi che sono stati realizzati in Italia e all'estero. Uno dei temi più dibattuti, che sarà oggetto di un convegno il 25 marzo (Sala Schifanoia, ore 14.30-18.30), sarà "l'innovazione per un restauro sostenibile". Si vuole capire, infatti, quale sia il valore dei nuovi strumenti diagnostici e se i prodotti utilizzati nel corso dei restauri siano compatibili con la tutela dell'ambiente. Altri spunti di riflessione riguarderanno il restauro del contemporaneo, il rapporto tra restauro, architettura e ambiente, il restauro dei grandi capolavori d'arte, gli interventi di conservazione preventiva, la professione del restauratore, i programmi di ricerca, il volontariato in ambito culturale. Per avere maggiori informazioni sull'iniziativa, si può guardare il sito dedicato alla manifestazione.

  • Torna "La donna nell'arte"

    Le donne sono state una fonte d'ispirazione inesauribile per pittori, musicisti, scultori, scrittori ecc. Molte di loro, inoltre, hanno dimostrato di avere un grande talento artistico. Per questo, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di ricordare l'8 marzo offrendo al pubblico femminile l'ingresso gratuito a biblioteche, archivi, musei, monumenti e siti archeologici statali. Maggiori informazioni su questa iniziativa, che è accompagnata da concerti, mostre e dibattiti, che si propongono di far conoscere la produzione artistica delle donne, si possono trovare sul sito del Ministero.

  • L'Hangar Bicocca diventa fondazione di partecipazione

    Milano ha ufficialmente una nuova fondazione culturale, quella dell'Hangar Bicocca. La Pirelli RE, proprietaria degli spazi di Viale Sarca, che, a partire dal 2004, hanno ospitato importanti eventi d'arte contemporanea, ha deciso, infatti, di trovare dei nuovi soci e di dare vita a un ente no profit di diritto privato, aperto alla partecipazione di altri soggetti...

  • dettagli
  • Innamorati dell'arte

    Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali festeggia il 14 febbraio, San Valentino, offrendo alle coppie di innamorati un biglietto omaggio per visitare musei, monumenti e siti archeologici statali d'Italia. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.beniculturali.it.

  • Ma che bel castello... Si può passeggiare, vedere mostre,
    guardare il panorama e anche mangiare

    Definiti i progetti per la Grande Brera, Milano si appresta a risistemare un altro dei suoi gioielli, il Castello Sforzesco, che, grazie agli aiuti della Fondazione Cariplo, diventerà un museo molto più accogliente e funzionale...

  • dettagli
  • Villa Manin da Bonami a Goldin

    Terminato l'incarico a Brescia e sfumato quello a Verona, Marco Goldin si consola con Villa Manin, che, fino a poco tempo fa, era un centro d'arte contemporanea affidato a Francesco Bonami. In base all'accordo stipulato con la Regione, Linea d'Ombra, che è la sua società, dovrà preparare, da qui al 2011, quattro mostre che facciano risaltare i talenti locali e il ruolo di ponte che il Friuli Venezia Giulia ha sempre giocato verso l'Europa orientale. L'"avventura" di Passariano avrà inizio il 21 marzo con un'antologica su Giuseppe Zigaina, che durerà fino al 30 agosto. Seguirà, dal 26 settembre al 7 marzo 2010, la mostra "L'età di Courbet e Monet", che racconterà la diffusione del Realismo e dell'Impressionismo nell'Europa centrale e orientale. Poi sarà la volta di tre importanti artisti friulani, Afro, Dino e Mirko Basaldella, ai quali sarà dedicata un'ampia rassegna, che resterà aperta dal 27 marzo al 29 agosto 2010. Il ciclo espositivo si concluderà con la mostra "Da Böcklin a Klimt a Schiele. Dal Simbolismo alla Secessione tra Monaco e Vienna", che si terrà tra il 25 settembre 2010 e il 6 marzo 2011. A queste rassegne di grande richiamo, dovrebbero essere affiancate delle mostre di giovani artisti, ma per poterle realizzare si dovranno prima restaurare gli spazi dell'Esedra di Levante. Villa Manin, infatti, non è molto grande e si dovranno fare molte modifiche perché possa ospitare le folle di visitatori che Goldin è sempre stato in grado di richiamare. Un altro problema, che dovrà essere risolto è quello dei trasporti. Infatti questo bellissimo palazzo di Passariano, dove ha abitato l'ultimo Doge di Venezia, non è ben collegato dai mezzi pubblici.

  • Corot lascia il Louvre per Verona e si fa accompagnare da precursori e seguaci

    Mentre a Verona si continua a discutere sul destino di Palazzo Forti, che la giunta scaligera, presieduta da Flavio Tosi, è decisa a vendere nonostante sia la sede della Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea, qualcosa si è mosso sul "fronte francese". Dopo aver estromesso Marco Goldin, che era stato il promotore dell'iniziativa, il Comune è riuscito infatti a firmare col Louvre un importante accordo culturale, che porterà al Palazzo della Gran Guardia mostre di qualità. La prima rassegna, che prenderà il via il 27 novembre prossimo sarà dedicata a Corot. Pensata appositamente per Verona, racconterà il ruolo che questo pittore ha svolto nel favorire il passaggio dalla tradizione classica alle avanguardie del '900. Oltre alle opere di Corot, si potranno ammirare quelle di alcuni grandi protagonisti del XX secolo, come Cézanne, Matisse, Picasso, Braque, Kandinsky ecc.

  • Aspettando la Biennale

    Mancano ancora alcuni mesi all'inaugurazione della 53 edizione della Biennale, diretta da Daniel Birnbaum, che verrà aperta al pubblico il 7 giugno 2009, ma da Venezia cominciano ad arrivare notizie e informazioni, che hanno a che fare con la manifestazione e la città. Vediamo cosa sta succedendo...

  • dettagli
  • 1809-1909. Brera festeggia il suo bicentenario

    In attesa che comincino i lavori di realizzazione della Grande Brera, che dovrebbero dar lustro a questo museo milanese trasformandolo in un luogo efficiente e moderno, dotato dei servizi e degli spazi necessari, la Pinacoteca festeggia il bicentenario con una serie di iniziative, che si propongono di far risaltare i suoi più rinomati capolavori...

  • dettagli
  • Dopo quattro anni di studi e lavoro, la Provincia di Milano
    inaugura la Casa delle Culture del Mondo

    Anche se spesso fa finta di non saperlo, Milano è ormai diventata una città multietnica e deve accettare questa realtà aprendosi ad altre tradizioni e culture. Per favorire il dialogo tra i milanesi e le persone che si sono trasferite qui sognando un'esistenza più decorosa, la Provincia di Milano ha deciso di aprire la Casa delle Culture del Mondo...

  • dettagli
  • Milano mette in campo grandi progetti sul contemporaneo

    Milano si prepara all'Expo e all'apertura del futuro Museo d'Arte Contemporanea mettendo in cantiere un programma di ampio respiro, aperto da una serie di conferenze realizzate in collaborazione con Acacia, l'Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana. Gli incontri, introdotti da Germano Celant, Angela Vettese, Carolyn Christov-Bakargiev e Massimiliano Gioni, si terranno tra il 13 e il 17 febbraio al PAC di Via Palestro e avranno sempre lo stesso tema, "Che cos'è l'arte contemporanea?"...

  • dettagli
  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2008, hanno erogato fondi destinati ai beni culturali e allo spettacolo

    Il 31 gennaio 2009 è l'ultimo giorno che le imprese (individuali e non) hanno a disposizione per comunicare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione generale per il bilancio e la programmazione economica, la promozione, la qualità e la standardizzazione delle procedure- Servizio II – Via del Collegio Romano, 27 - 00186 Roma) e, per via telematica, al Sistema informativo dell'Agenzia delle entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze, le erogazioni effettuate nel 2008 per favorire la realizzazione di iniziative culturali ex art. 38 della Legge 342/2000 e successivi decreti ministeriali. Nella comunicazione devono essere indicati i fondi messi a disposizione, le proprie generalità, comprensive dei dati fiscali, i soggetti che hanno beneficiato delle elargizioni. Una dichiarazione analoga deve essere effettuata anche dai beneficiari delle erogazioni, che, oltre a segnalare le proprie generalità e le somme ricevute, devono indicare anche le finalità o attività per le quali hanno ottenuto i fondi ovvero la loro corrispondenza alle attività istituzionali allegando copia dell'atto costitutivo o dello Statuto. Maggiori informazioni e i moduli si possono trovare sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali.