News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2006:  avvenimenti principali

  • Un "grido" d'allarme per il capolavoro di Munch

    Il Grido di Edvard Munch, trafugato dal Munch Museet di Oslo nell'agosto del 2004 e ritrovato misteriosamente dopo due anni, è stato sottoposto ad accertamenti per valutare il suo stato di salute. I risultati sono oltremodo scoraggianti. Pare, infatti, che il capolavoro dell'artista norvegese sia stato irreparabilmente danneggiato dall'umidità. Sembra invece in condizioni migliori un'altra opera di Munch, La Madonna, rubata nella stessa occasione.

  • L'Archivio della Scuola Romana trova posto a Villa Torlonia

    Il 22 dicembre scorso, è stato riaperto a Roma il Casino Nobile di Villa Torlonia, uno splendido palazzo neoclassico sulla Via Nomentana, che fu anche dimora dal Duce. Sarà la sede del cosiddetto "Museo della Villa", dove si potranno ammirare, sculture, affreschi e mosaici, realizzati tra il 1835 e il 1840 da artisti come Thorvaldsen, Podesti, Trojetti ecc, e anche un bunker sotterraneo. Le attrattive di quello che sta diventando un vero e proprio polo museale non finiscono qui. In un'altra parte della Villa, il Casino dei Principi, troverà posto, infatti, l'Archivio della Scuola Romana, messo insieme a partire dal 1983 da Miriam Mafai, Maurizio Fagiolo dell'Arco, Antonello Trombadori, Alberto Ziveri e Netta Vespignani. Col suo ricco patrimonio di libri, riviste, diari, fotografie e documenti permetterà di conoscere più da vicino la vita artistica e culturale romana tra le due guerre. Tanto più che, grazie alla generosità di molti artisti e dei loro eredi, e ad alcuni depositi in comodato, può contare su una bella collezione di opere d'arte. Si possono così vedere disegni, dipinti e sculture di autori come Mario Mafai, Fausto Pirandello, Antonietta Raphäel, Scipione, Francesco Trombadori, Pericle Fazzini, Carlo Socrate, Roberto Melli, Antonio Donghi, Ferruccio Ferrazzi ecc.

  • Attenti al quadro!

    Grazie all'operazione "Canale", condotta da Polizia e Carabinieri col coordinamento della Procura di Rovigo, è stata scoperta e bloccata un'intensa attività di contraffazione di dipinti, disegni e grafiche di opere d'arte contemporanea. I lavori falsificati, che venivano commercializzati attraverso gallerie d'arte, privati e televendite, sono quelli di artisti importanti come Schifano, Guttuso, De Chirico, Picasso, Dalí, ma anche di autori minori. Tra gli indagati sembra ci sia un gallerista del Nord-Est.

  • Non si spegne il ricordo di Nassirya

    Tre anni fa, 17 militari italiani morirono durante un attentato a Nassirya, in Iraq, assieme a due civili. I loro funerali furono celebrati a Roma, nella Basilica di San Paolo fuori le Mura, e poco dopo venne indetto un concorso per la realizzazione di un monumento commemorativo. A vincerlo è stato lo scultore Giuseppe Spagnulo, che, col suo gruppo, darà vita a una foresta composta da 19 blocchi d'acciaio. L'opera, che sarà collocata nel Parco Schuster, nelle vicinanze della chiesa dove i soldati hanno ricevuto l'ultimo saluto, dovrebbe essere pronta per la fine del 2007.

  • Rimini, divertente d'estate, interessante d'inverno

    Continuano le proposte della rassegna "Rimini, il mare d'inverno", che intende lanciare questa località balneare come meta culturale per tutte le stagioni. L'ospite di quest'anno è Michelangelo Pistoletto, che ha realizzato un'installazione site-specific per la Spiaggia del Grand Hotel Rimini. Il titolo dell'opera, che gioca con le parole, è "Amare. Come altri lavori dell'artista, anche questa è una lastra specchiante. Lunga circa venti metri e alta quattro, è rivolta verso la città e chiunque ci si può specchiare e riflettere, sul senso dell'arte e sulla propria identità. Si potrà vedere fino al 18 febbraio 2007.

  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2006, hanno erogato fondi per l'arte e lo spettacolo

    Mercoledì 31 gennaio 2007 è l'ultimo giorno che le imprese (individuali e non) hanno a disposizione per comunicare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Dipartimento per la Ricerca, l'innovazione e l'organizzazione, Direzione Generale per gli Affari Generali, il Bilancio, le Risorse umane e la Formazione, Servizio I, Affari Generali, Bilancio e Programmazione - Via del Collegio Romano, 27 - 00186 Roma) e, per via telematica, al Sistema informativo dell'Agenzia delle entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze, le erogazioni liberali effettuate nel 2006 per favorire la realizzazione di iniziative culturali ex art. 38 della Legge 342/2000 e successivi decreti ministeriali. Nella comunicazione vanno indicati l'ammontare delle erogazioni effettuate, le proprie generalità, comprensive dei dati fiscali, i soggetti che hanno beneficiato delle elargizioni. Una dichiarazione analoga deve essere effettuata anche dai beneficiari delle erogazioni, che, oltre a segnalare le proprie generalità e le somme ricevute, devono indicare anche le finalità o attività per le quali hanno ottenuto i fondi ovvero la loro corrispondenza alle attività istituzionali allegando copia dell'atto costitutivo o dello Statuto. Maggiori informazioni e i moduli si possono trovare sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

  • La Triennale apre uno spazio espositivo alla Bovisa

    Per anni si è parlato della Bovisa come sede del Museo del Presente. Sfumato il progetto comunale, a rivitalizzare questo vecchio quartiere industriale ci ha pensato la Triennale...

  • dettagli
  • ArteQ Summit: la tecnologia al servizio della cultura

    I videogiochi, Internet, la TV on demand, l'I-Pod e i telefonini di nuova generazione stanno cambiando il nostro modo di vivere, conoscere e scambiare informazioni. Questo vale per le cose più stupide e banali, ma anche nel campo della cultura e dei servizi museali, dato che il pubblico non si accontenta più dei tradizionali sistemi di divulgazione del sapere e preferisce utilizzare i più innovativi strumenti tecnologici. Per conoscere tutte le opportunità che la scienza mette a disposizione della cultura, si può partecipare al convegno "ArteQ Summit", che si terrà il 19 dicembre prossimo alla Mediateca di Santa Teresa, in Via Moscova 28 a Milano. Si parlerà di prodotti multimediali, visite virtuali, guide interattive, etichette elettroniche, tecnologie on line, on site, mobile, wi-fi ecc. L'incontro inizia alle 14. Info: 02-8739781.

  • Zaha Hadid sbarca in Sardegna

    L'architetto anglo-iracheno Zaha Hadid, già coinvolta nel progetto del MAXXI di Roma, ha ricevuto un altro incarico di prestigio, quello per la realizzazione del Betile, il Museo Nuragico e dell'Arte Contemporanea di Cagliari, che sarà costruito sul lungomare del borgo di Sant'Elia. I lavori di costruzione del nuovo centro, che costerà intorno ai 50 milioni di Euro e potrà contare su una superficie di 12.000 mq tra spazi espositivi, biblioteca, centro congressi, uffici e aree di servizio, inizieranno nel 2008.

  • Le Marche, una regione piccola, ma ricca di creatività

    Nel corso del '900, le Marche hanno tenuto a battesimo numerosi artisti di talento, come Osvaldo Licini, Scipione, Pericle Fazzini, Corrado Cagli, Gino De Dominicis, Arnaldo Pomodoro, Giuseppe Uncini, Eliseo Mattiacci, Enzo Cucchi ecc. Alcuni sono nati qui, altri hanno scelto di viverci. Dal 23 novembre 2006 al 13 febbraio 2007, una selezione delle loro opere (dipinti, sculture e incisioni) sarà esposta all'Accademia dell'Arte Russa di Mosca nell'ambito della mostra "L'Arte italiana del XX secolo attraverso i grandi marchigiani". Voluta dalla Regione e dal Comune di Ancona, rappresenta un omaggio a questi autori, che hanno dato slancio e vigore alla cultura italiana.

  • Bilotti non c'è più

    Il 17 novembre scorso, è morto a New York l'industriale Carlo Bilotti. Grande appassionato d'arte e collezionista di gran fiuto, 6 mesi fa aveva donato parte delle sue opere, soprattutto dipinti di Giorgio de Chirico, al Comune di Roma, che aveva deciso di metterle a disposizione del pubblico all'Aranciera di Villa Borghese, attuale Museo Bilotti. Ad avvantaggiarsi della sua generosità è stata anche Cosenza, la sua città natale, che ha ricevuto in dono altre opere.

  • Casiraghi tra Roma e Torino

    Era da tempo che Roberto Casiraghi, direttore di Artissima, diceva di voler portare a Roma una fiera del contemporaneo. La sua idea non è piaciuta però alle istituzioni che fanno parte della Fondazione Torino Musei, proprietaria del marchio, che prima lo hanno invitato a scegliere tra l'una e l'altra sede e poi lo hanno costretto a rassegnare le dimissioni. Non si sa ancora chi prenderà il suo posto.

  • La Galerie Belvedere perde un altro capolavoro

    L'Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, che qualche tempo fa è stata costretta a restituire 5 dipinti di Gustav Klimt a Maria Altmann, nipote di Adele Bloch Bauer, ha dovuto soccombere anche alle richieste avanzate da Marina Fistulari Mahler, erede di Alma Mahler, moglie del celebre compositore. Una sentenza dell'8 novembre scorso, infatti, ha ribaltato quanto deciso nel 1999, e l'ha obbligata a rendere agli eredi anche Paesaggio lunare, un dipinto che il pittore norvegese Edvard Munch aveva realizzato nel 1902. L'opera, dal 1916 di proprietà dei Mahler, era stata prestata alla Galerie Belvedere nel 1937, e non era più stata restituita alla famiglia. L'anno successivo, infatti, il museo l'aveva acquistata dal pittore filonazista Carl Moll, patrigno di Alma. La donna però non ne sapeva niente. Aveva, infatti, lasciato il paese per seguire il terzo marito, che era di religione ebraica.

  • Apre a Firenze il Museo Nazionale della Fotografia

    Il 28 ottobre 2006 è stato inaugurato a Firenze il Museo Nazionale di Storia della Fotografia. A volerlo sono stati il Comune, l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze e la Fondazione Alinari, senza la quale non si sarebbe potuto fare nulla. Alla base di tutto, infatti, ci sono le collezioni di questa straordinaria azienda italiana...

  • dettagli
  • A Matera, la città dei sassi, è nato un museo dedicato alla scultura del '900

    Il 14 ottobre scorso è stato inaugurato, a Matera, il MUSMA, un museo dedicato alla scultura contemporanea. Ospitato nel seicentesco Palazzo Pomarici, può contare su una bella collezione, che è il frutto di donazioni effettuate da artisti e collezionisti, italiani e stranieri...

  • dettagli
  • Un asilo d'artista è tutta un'altra cosa

    Da oggi l'asilo nido "Il Giardino dei monelli" è un po' più bello e accogliente. La decorazione dei pavimenti è stata affidata infatti all'artista milanese Gabriele Poli, che ha creato dei nuovi spazi di luce e colore...

  • dettagli
  • Le luci e le ombre della vita secondo William Kentridge

    Dopo Paladino, Adami, Paolini e Kiefer, anche William Kentridge è stato "scritturato" dal Teatro San Carlo di Napoli, che da anni affida le scenografie dei suoi spettacoli ad artisti di calibro internazionale. Kentridge si cimenterà col Flauto magico (1791) di Mozart, un'opera sulla quale ha già lavorato nel 2005 per il Teatro La Monnaie di Bruxelles. L'artista sudafricano, che ha preso spunto dalle scene disegnate da Karl Friedrick Schinkel per la rappresentazione berlinese del 1815, ha deciso di ambientare le peripezie di Tamino e Papageno e il conflitto tra la Regina della Notte e il sacerdote Sarastro nell'800. L'originalità del suo progetto è legata all'uso di animazioni e proiezioni cinematografiche basate sui suoi disegni a matita, che producono effetti molto suggestivi e spettacolari.

  • Il Fai e i suoi "amici" raccontano storie e aneddoti delle città d'arte italiane

    Per finanziare le sue attività, il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) ha deciso di riproporre, anche quest'anno, l'iniziativa "Dietro le quinte della città". La data fissata per la manifestazione è il 26 novembre, ma alcuni incontri si tengono anche il 25 e il 28...

  • dettagli
  • Christie's sempre più in alto

    È andata ben oltre le aspettative l'asta newyorchese di Christie's dell'8 novembre scorso. L'incasso totale è stato, infatti, di oltre 490 milioni di dollari, 140 in più del previsto. Un risultato eccezionale anche perché questa cifra non contempla la vendita del Ritratto di Angel Fernández de Soto (1903) di Picasso, che è stato ritirato prima dell'asta con un provvedimento giudiziario. Il prezzo più alto l'ha spuntato il Ritratto di Adele Bloch-Bauer II (1912) di Klimt, che ha raggiunto 87,9 milioni di dollari ponendosi molto oltre la stima, fissata tra i 40 e i 60 milioni. Non sono andati male neppure gli altri dipinti dell'artista austriaco, tutti di proprietà di Maria Altman: Bosco di Betulle (1903) ha raggiunto la cifra di 40,3 milioni di dollari, Albero di mele I (1911 o 1912) ha superato i 33 milioni di dollari e Case a Unterach sull'Attersee (1916) si è assestato sui 31,3 milioni di dollari. Interessanti anche i prezzi di Strassenszene, Berlin (1913) di Kirchner, che ha realizzato 38 milioni di dollari circa (stima 18-25 milioni di dollari), e de L'homme à la hâche (1891) di Gauguin, che è stato acquistato per 40,3 milioni di dollari circa (stima tra i 33 e i 45 milioni di dollari). Si tratta, infatti, per entrambi gli artisti di un nuovo record d'asta.

  • Marcella Beccaria assegna il Premio Illy Present Future

    La VI edizione del Premio Illy Present Future è stato vinta dall'artista spagnolo Sergio Prego, che è stato preferito ad altri 13 giovani emergenti, invitati a esporre ad Artissima 2006 da Katerina Gregos (artistic director, Argos Centre for Art and Media, Bruxelles) e Agustín Pérez Rubio (chief curator, MUSAC Museo de Arte Contemporáneo Castilla y Léon). A fare il suo nome è stata Marcella Beccaria, curatrice del Castello di Rivoli, che aveva l'onere e l'onore della scelta. Prego, che alla fiera di Torino ha esposto l'installazione 10° to 0°, ispirata al film Solaris di Andrei Tarkovskij, riceverà un premio di 10.000 Euro e avrà l'opportunità di proporre un progetto per la illy collection.

  • Milano e Torino incontrano l'Arte e la promuovono

    I vincitori del Premio Artegiovane 2006 "Milano e Torino incontrano... l'Arte", ideato dall'Associazione Artegiovane in collaborazione con le Camere di Commercio di Milano e Torino, è stato vinto da Ettore Favini e Massimo Grimaldi, che, come gli altri artisti invitati a partecipare, hanno lavorato sull'idea di "innovazione". Le loro opere saranno collocate nel Palazzo Affari ai Giureconsulti, sede di rappresentanza della Camera di Commercio di Milano, e nell'area Falchera di Torino, ma anche gli altri concorrenti avranno modo di farsi conoscere. Tutti i bozzetti e i progetti saranno, infatti, esposti nello stand che la Camera di Commercio di Milano allestirà, il marzo prossimo, al MiArt. Il Premio Artegiovane fa parte del progetto pluriennale Art SynToMi, che le Camere di Commercio di Torino e Milano hanno creato nel 2004 per favorire la nascita di un nuovo asse dell'Arte Contemporanea.

  • Il Rockefeller Center ospita un'asta eccezionale

    Si preannuncia come una delle aste più interessanti degli ultimi anni, quella che si terrà nella sede newyorchese di Christie's l'8 novembre prossimo. Molti dei pezzi in vendita, infatti, hanno dietro di sé delle storie davvero intriganti...

  • dettagli
  • Un'associazione per tutelare l'opera di Mario Sironi

    Il 6 novembre scorso, è nata a Milano l'Associazione Mario Sironi, volta a promuovere e tutelare la figura e l'opera di questo grande artista italiano del '900, a lungo penalizzato per la sua vicinanza al fascismo. A presiedere quest'istituzione, che ha sede in Via Corridoni 41, è stata chiamata la gallerista e storica dell'arte Claudia Gian Ferrari, che ha curato diverse mostre e scritti su Sironi. Ad aiutarla in questo compito, tutt'altro che facile, data la presenza sul mercato di numerosi falsi, sarà Andrea Sironi, nipote dell'artista. Oltre all'autenticazione delle opere effettivamente realizzate da Sironi, l'associazione si occuperà dell'archiviazione e catalogazione dei suoi lavori. Per festeggiare l'inaugurazione, la sede ospita, fino al 30 novembre, una mostra di dipinti e disegni di Sironi.

  • Ora il più caro è Pollock

    Jackson Pollock, uno dei principali esponenti dell'Action Painting americana, ha sbaragliato ogni record, superando i risultati raggiunti da Picasso (93 milioni di dollari per Garçon à la pipe, 1905; 139 milioni di dollari per Le Rêve, 1939, vendita poi annullata) e Klimt (135 milioni di dollari per Ritratto di Adele Bloch-Bauer I, 1907). Uno dei suoi dripping, intitolato Number 5, 1948, è stato venduto, infatti, per 140 milioni di dollari. Ad aggiudicarsi la cifra è stato il produttore cinematografico hollywoodiano Davide Geffen, che possiede una straordinaria collezione di arte americana contemporanea. Secondo il "New York Times", l'acquirente sarebbe David Martinez, un miliardario messicano appassionato di arte astratta americana.

  • Milano ricorda chi ha fatto grande la città

    Il 2 novembre scorso, giorno della commemorazione dei defunti, Milano ha reso omaggio ai suoi eroi, quelli degni di figurare nel Famedio del Cimitero Monumentale. Sono personaggi che si sono distinti in campo, medico, scientifico, sociale, sportivo, imprenditoriale e della cultura. Tra i nomi dei 13 cittadini illustri, ci sono quelli di architetti, come Lodovico Barbiano di Belgioioso, Achille Castiglioni, Vico Magistretti, Gabriele Mucchi, e di artisti, come Mario Merz e Luciano Minguzzi. Rappresentano quasi la metà. Riconoscerlo, potrebbe essere il punto di partenza per il rilancio delle arti in città.

  • Ascolta l'arte alla radio

    Il Palazzo delle Papesse di Siena, da sempre attento alle espressioni della cultura contemporanea, ha deciso di ampliare il suo campo d'azione all'esperienza radiofonica rivolgendosi a tutti, esperti d'arte e profani. Radio Papesse si occuperà di arte, letteratura e musica, segnalerà appuntamenti ed eventi, farà parlare gli artisti, darà spazio a interviste e momenti di libera creatività. Lo scopo è quello di dar voce ai progetti organizzati dal centro e, al tempo stesso, attivare una rete di iniziative territoriali a sostegno delle arti contemporanee. Per ascoltarla, si deve andare in Internet. Radio Papesse, infatti, è una webradio, attiva, 24 ore su 24, su un sito dedicato, www.radiopapesse.org. Presente ad "Artissima" con un proprio stand, seguirà, tutti gli eventi e gli incontri in programma e intervisterà giornalisti, artisti, curatori e personalità del mondo dell'arte rendendo le informazoni immediatamente disponibili.

  • Si terrà in Trentino Alto Adige la VII edizione di Manifesta

    La Fondazione Internazionale di Manifesta (IFM), che ha sede ad Amsterdam, ha deciso quale sarà la location della VII edizione della Biennale Europea d'Arte Contemporanea, un evento di rilievo internazionale che si tiene ogni 2 anni in una località diversa. Per la prima volta dalla sua creazione, la Manifesta del 2008 non sarà ospitata in un centro urbano ben definito, ma in diverse località del Trentino e dell'Alto Adige, due zone di transito e di confine tra diversi paesi. Tra i luoghi proposti, ma ancora da definire, ci sarebbero il forte di Fortezza, l'ex-Alumix e le Officine Fs a Bolzano, le ex-caserme a Trento sud, la centrale idroelettrica di Fies. La scelta effettuata dall'IFM premia l'attenzione che il Trentino e il MART hanno dimostrato in questi anni nei confronti dell'arte contemporanea e che l'inaugurazione del nuovo edificio del Museion di Bolzano, prevista per il 2008, dovrebbe contribuire a incrementare. Le scorse edizioni di Manifesta si sono tenute a Rotterdam (1996), Lussemburgo, (1998), Lubiana (2000), Francoforte (2002) e San Sebastian (2004). Quella del 2006 a Nicosia, infatti, è stata cancellata.

  • È scomparso Pontus Hulten, uno dei più geniali direttori museali e critici d'arte contemporanea

    A pochi giorni di distanza dalla morte di Emilio Vedova, è scomparso un altro protagonista del panorama artistico internazionale, il critico svedese Pontus Hulten, un uomo dotato di innumerevoli talenti. A lui e alla sua dote di ricercatore e divulgatore, si devono, infatti, mostre memorabili e la scoperta di molti artisti, ma anche il decollo e lo sviluppo di alcuni dei principali musei europei, come il Moderna Museet di Stoccolma e il Centre Georges Pompidou di Parigi. Ad accomunarlo a Vedova, oltre alla testardaggine, era l'amore per Venezia, dove entrambi hanno passato tanti anni. Hulten, infatti, tra gli anni Ottanta e Novanta, è stato direttore di Palazzo Grassi contribuendo al successo di questo spazio espositivo. La città lagunare lo ha ricordato recentemente con una mostra a Palazzo Franchetti, che parlava di lui attraverso le opere della sua collezione. Tra queste, inutile dirlo, c'era anche un lavoro di Vedova.

  • Mancheranno all'arte la libertà, la coerenza e l'impegno di Vedova

    Il 25 ottobre scorso, è morto a Venezia, dove era nato nel 1919, Emilio Vedova, uno dei principali artisti italiani del dopoguerra, grande protagonista dell'Informale europeo. La sua pittura, caratterizzata dall'irruenza del gesto e dalla densità della materia, traeva origine da un forte impegno politico e sociale, quello che lo aveva portato a militare nella Resistenza, in movimenti artistici come "Corrente" o il "Fronte Nuovo delle Arti" e ad essere tra i firmatari del Manifesto "Oltre Guernica" del 1946. Negli anni '60, abbandonata la struttura del quadro, si aprì all'ambiente dando vita ai Plurimi, che avevano lo scopo di provocare "una simultaneità di presenze, di sentimenti". Invitato a molte Biennali di Venezia, ottenne il Gran Premio per la Pittura nel 1960 e il Leone d'Oro nel 1997. L'anno successivo il Castello di Rivoli gli dedicò una grande mostra. La speranza è che ora Venezia, la sua città, si decida a dedicargli un museo.

  • Nicole Kidman porta al cinema Diane Arbus

    Dopo tanti altri artisti, anche la fotografa americana Diane Arbus (1923-1971) è entrata a far parte del mondo del cinema. A interpretarla sul grande schermo in Fur è l'attrice australiana Nicole Kidman, diretta da Steven Shainberg. Il film, a metà strada tra biografia e invenzione, racconta la sua ribellione all'ambiente borghese in cui è nata per seguire l'uomo di cui è innamorata e la vocazione artistica. Due interessi che convergono in quella passione per il misterioso mondo dei "freaks", che ha documentato in straordinarie foto di travestiti, nani, giganti, prostitute, malati mentali ecc.

  • Una sbadataggine davvero costosa

    È costata cara la distrazione del miliardario americano Steve Wynn. Mentre gesticolava animatamente ha infatti colpito un quadro di Picasso, Le Rêve (1932), procurandogli un bello squarcio. Il dipinto, che fino a poco prima era di sua proprietà, era stato, infatti, appena venduto al collezionista Steven Cohen per la stratosferica cifra di 139 milioni di dollari. Molto più di quanto gli era costato 10 anni fa, quando aveva sborsato all'incirca 48 milioni di dollari, e anche del prezzo pagato per un altro famoso quadro dell'artista spagnolo. Parliamo ovviamente del Garçon à la pipe (Le jeune apprenti), che, nel 2004, venne aggiudicato all'asta newyorchese di Sotheby's per 93 milioni di dollari. Inutile dire che la transazione è stata annullata. Il dipinto comunque sarà restaurato.

  • Italian Sales da record

    Il 16 ottobre scorso si è consumata a Londra una nuova tappa del duello tra Christie's e Sotheby's per il dominio del mercato internazionale delle aste. L'occasione, davvero ghiotta, era quella delle "Italian Sales", l'appuntamento autunnale con l'arte italiana del XX secolo, che, dal 2000, è diventato uno dei loro principali terreni di lotta. Molti i record d'artista, segno di un interesse crescente per l'arte italiana...

  • dettagli
  • Tra i due litiganti, il terzo gode

    Dopo mesi di incertezza, l'Ermitage Museum di San Pietroburgo ha finalmente deciso quale sarà la sua sede italiana, la quinta nel mondo dopo Amsterdam, Las Vegas, Londra e Kazan. Scartate Mantova e Verona, ha scelto di trasferire parte delle sue attività e il nuovo centro di studi a Ferrara. Per questa città, che sta impegnandosi molto nel campo della cultura e dell'arte, si tratta di un'ottima opportunità. La "filiale" del prestigioso museo russo troverà posto al Castello Estense.

  • Al Centro Congressi Cariplo di Milano si parla di filantropia e mecenatismo

    Il 6 maggio scorso, la Fondazione Cariplo ha festeggiato il XV anniversario con un convegno su "La moderna filantropia", che ha fatto il punto sul suo impegno pluriennale in iniziative legate al sociale, alla cultura, alla ricerca scientifica e alle tematiche ambientali nel territorio lombardo. Il 19 e il 20 ottobre prossimi ha in programma altri due appuntamenti sul tema. Il titolo è unico - "Dare un futuro alle opportunità" - ma, i relatori si confronteranno, il primo giorno, sulle migliori esperienze internazionali in campo filantropico, e, il secondo, sul ruolo e sulle prospettive della filantropia comunitaria. Ovviamente, c'è posto anche per chi ha scelto di intervenire nel settore artistico e, infatti, il 19 ottobre, alle 16:30, è previsto l'intervento di Francesco Merloni della Fondazione Aristide Merloni di Fabriano sul tema "La filantropia a sostegno dell'arte". Gli incontri si tengono al Centro Congressi Fondazione Cariplo di Via Romagnosi 6, a Milano. Per informazioni su iscrizioni e programmi, si può telefonare al n. 02-62391.

  • Il Denver Art Museum raddoppia

    Il 7 ottobre scorso è stato inaugurato a Denver il Frederic C. Hamilton Building, l'edificio progettato dall'architetto polacco Daniel Libeskind per far fronte ai problemi di ampliamento del Denver Art Museum. La realizzazione di questa spettacolare architettura in vetro e titanio, che, coi suoi spigoli, richiama le Montagne Rocciose e i cristalli di roccia, è durata tre anni ed è costata 90,5 milioni di dollari. Grazie all'intervento di Libeskind, il museo potrà disporre di nuovi spazi per le mostre temporanee e per l'esposizione della collezione permanente, che è davvero stratosferica. Oltre 60.000 pezzi, che spaziano dall'arte precolombiana a quella africana, da quella oceanica a quella indiana, dall'arte coloniale spagnola all'arte moderna e contemporanea. Libeskind, che è diventato famoso per la realizzazione del Jewish Museum di Berlino, inaugurato nel 2001, è stato uno degli architetti chiamati a presentare un progetto per il rifacimento dell'area di Ground Zero a New York.

  • Continua il duello tra Pinault e Arnault

    I due magnati francesi del lusso, François Pinault e Bernard Arnault, sono di nuovo sul piede di guerra. E se Pinault, spazientito dalle lungaggini burocratiche, ha deciso di rinunciare alla creazione del suo museo sull'Île Seguin di Parigi e di portare la sua collezione a Venezia, Arnault sta approfittando della situazione per dare vita a un museo al Bois de Boulogne, che sembra avere l'avvallo delle istituzioni. Per realizzare l'edificio che ospiterà la Fondazione Luis Vitton per la Creazione, la ricca collezione d'arte moderna e contemporanea del gruppo Lvmh, mostre temporanee e un centro di ricerca e documentazione, ha ingaggiato Frank O. Gehry, il più famoso degli architetti museali contemporanei, che ha progettato per lui una grande "nuvola" di vetro. Il museo, che dovrebbe essere pronto per il 2010, ha un costo stimato intorno ai 100 milioni di Euro.

  • Il mondo dell'arte si trasferisce ad Abu Dhabi

    La nuova mecca dell'arte si chiama Abu Dhabi. Gli Emirati Arabi hanno, infatti, in programma di trasformare l'isola di Saadyiat in un gigantesco centro espositivo. Il primo architetto coinvolto nell'iniziativa è stato Frank O. Gehry, autore del celebre museo di Bilbao, che dovrà creare qui una succursale della Fondazione Guggenheim. La sua idea, già in fase di elaborazione, è quella di dare vita a un edificio che coniughi le linee tipiche dei suoi musei con quelle dell'architettura islamica. Altri contatti sono in atto col Louvre, per la cui filiale è stato scomodato un altro nome famoso, quello di Jean Nouvel, che ha appena portato a termine il museo parigino del Quai Branly. Il forte interesse degli sceicchi per l'arte non è sfuggito a Christie's, che ha già tenuto qui una fortunata asta di arte contemporanea, e sta generando fibrillazione anche in molti galleristi, che stanno pensando di aprire delle sedi negli Emirati. In un contesto così effervescente non poteva certo mancare una fiera dell'arte e, infatti, nel marzo 2007, Dubai terrà a battesimo la prima. Dato il livello degli investitori, il modello di riferimento non poteva essere altro che la regina di questo tipo di manifestazioni: la svizzera ed esclusiva Art Basel, che si è data un tocco glamour inventando la fiera di Miami Beach.

  • Christie's Italia sposta a Milano la direzione generale

    La casa d'asta Christie's è nata a Londra nel 1766. Poi si è diffusa a macchia d'olio nelle principali sedi del mercato dell'arte. In Italia è presente dal 1958, con spazi a Roma e Milano. Quest'anno, la direzione generale è stata spostata nel capoluogo lombardo, in Via dei Bossi 4, anche se le sedute d'asta e le esposizioni si tengono nello splendido scenario di Palazzo Clerici, un prestigioso edificio settecentesco, che può vantare un salone affrescato da Giovanbattista Tiepolo. La decisione di dare a Milano un ruolo di primo piano risponde al desiderio della casa d'asta di concentrarsi su prodotti di grande prestigio e soprattutto sull'arte moderna e contemporanea, che in città ha largo seguito. Nella sede lombarda, oltre ai pezzi che saranno venduti qui, si potranno ammirare le opere che saranno messe all'incanto in altri Paesi del mondo. Il primo "assaggio" si è avuto il 28 settembre con l'esposizione di una selezione di opere che saranno poste in vendita a Londra nell'attesissima "Italian Sale" del 16 ottobre prossimo. Tra i pezzi forti, Fontana, Burri, De Chirico, Manzoni, Boetti ecc.

  • Seconda edizione della "Giornata del Contemporaneo"

    L'AMACI, Associazione Musei d'Arte Contemporanei Italiani, ha deciso di riproporre anche nel 2006 la "Giornata del Contemporaneo", nata per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza dell'arte contemporanea come fattore di sviluppo dell'identità culturale e dell'innovazione sociale ed economica. Il 14 ottobre, i 23 musei aderenti all'AMACI e altri 400 enti e istituzioni - associazioni, fondazioni, gallerie, centri culturali e accademie - apriranno gratuitamente i propri spazi al pubblico e verranno organizzati convegni, incontri e mostre. A partire da questa edizione, l'iniziativa sarà affiancata da un'immagine guida, ideata ogni volta da un artista italiano diverso. Per quest'anno è stato scelto Michelangelo Pistoletto. Per sapere quali sono le istituzioni che aderiscono alla manifestazione, si può vedere il sito dell'AMACI.

  • Fai un salto in stazione! L'arte ti aspetta

    Grazie alla collaborazione di Trenitalia, Antonio Maria Pivetta ha potuto realizzare una mostra davvero singolare, non tanto per gli artisti, che sono alcuni tra i più rappresentativi dell'arte figurativa italiana del '900, ma per la location: un treno speciale che raggiungerà 28 diverse città della Penisola, a partire da Torino Porta Nuova. I lavori di Baj, Boetti, Campigli, Carrà, Cascella, Casorati, Chia, Cucchi, De Chirico, De Pisis, Fiume, Fontana, Funi, Guttuso, Ligabue, Mondino, Morandi, Morlotti, Paladino, Pascali, Rotella, Schifano, Sironi, e tanti altri artisti viaggeranno su 6 carrozze appositamente allestite e toccheranno ogni giorno le stazioni di una località diversa, dove potranno essere visti gratuitamente dalle 8:30 alle 19:30. La manifestazione, intitolata "Il Treno dell'arte - Museo per un giorno", comincerà l'1 ottobre e si concluderà il 31 ottobre alla stazione di Porta Garibaldi a Milano. Le opere, molte delle quali inedite, sono state realizzate a partire dal 1946 e provengono da collezioni private. Per maggiori informazioni, si può guardare il sito www.trenodellarte.it.

  • Si arricchisce la collezione del Museo di Capodimonte

    Avevano esposto al Museo di Capodimonte nel 1988 e nel 1997, ma le loro opere non erano mai entrate in collezione. Ora, In ascolto (stanza dello spettatore) di Giulio Paolini, Mare Nostrum e Hero und Leander di Anselm Kiefer, arrivano qui come deposito a lungo termine di alcuni privati collezionisti napoletani aggiungendosi alle opere di Joseph Beuys, Alberto Burri, Luciano Fabro, Alexander Kosuth, Jannis Kounellis, Eliseo Mattiacci, Mario Merz, Hermann Nitsch, Michelangelo Pistoletto, Andy Warhol e tanti altri. Kiefer e Paolini, come altri artisti di rilievo internazionale, hanno lavorato anche per il Teatro San Carlo realizzando delle scenografie. Il primo, nel 2003, per l'Elektra di Richard Strauss; il secondo, nel 2005, per la Valchiria di Wagner. In città sono rappresentati da due gallerista di punta, Lia Rumma e Alfonso Artiaco. Le loro opere, tutte del 2005, saranno esposte a partire dal prossimo 5 ottobre.

  • Fatevi tentare da un "Invito a Palazzo"

    Sabato 7 ottobre, dalle 9 alle 19, le banche italiane aderenti all'ABI (Associazione Bancaria Italiana), da anni impegnate in favore dell'arte e della cultura, apriranno i loro palazzi consentendo al pubblico di ammirare gratuitamente 110 splendidi edifici e le loro collezioni di arredi, oggetti e opere d'arte. Le visite guidate si tengono sia in italiano che in inglese. Per avere informazioni sulle sedi bancarie che aderiscono all'iniziativa, si può contattare l'Ufficio Stampa ABI (tel. 06-6767302) oppure consultare il sito dell'Associazione.

  • È scomparso Vico Magistretti, uno dei grandi nomi del design italiano

    Il 19 settembre scorso, è morto a Milano, dove era nato, l'architetto e designer Vico Magistretti. Aveva 85 anni. Vincitore di numerosi premi, tra cui la Medaglia d'Oro della Triennale (1951) e il Compasso d'Oro (1967, 1979, 1995), è stato uno dei fondatori dell'ADI (Associazione per il Disegno Industriale) e ha realizzato oggetti che sono entrati nella storia del design italiano e in prestigiosi musei internazionali, come il MoMA di New York. Tra i suoi pezzi forti, l'80 % dei quali ancora in produzione, si ricordano la sedia Carimate (1960), emblema della "Swinging London", la lampada Eclisse (1967), la libreria Nuvola rossa (1977), il tavolo Vidun (1987), la sedia Silver (1989). Alla sua attività di architetto si devono i progetti del Quartiere Milano San Felice (1967) e il Centro Cassa di Risparmio di Parma (1985). Tra i suoi principi ispiratori c'era un detto inglese: "Look at usual fence with unusual eye", guarda alle cose quotidiane, con occhio attento, perché dietro c'è sempre qualcosa da scoprire, da tenere a mente e utilizzare. Quel qualcosa in più che una persona normale non vede, ma che non sfugge all'occhio del designer...

  • START apre le porte delle galleria milanesi anche nel week-end

    Tra il 22 e il 24 settembre, grazie all'Associazione Start, che raggruppa una trentina di gallerie d'arte milanesi, il capoluogo lombardo vivrà tre giorni di immersione totale nell'arte contemporanea internazionale. Per conoscere appuntamenti e programmi, si può guardare il sito www.start-mi.net.

  • Parte a novembre il Corso di Perfezionamento per Responsabile di Progetti Culturali della Fondazione Fitzcarraldo

    Sta per partire l'XI edizione del "Corso di Perfezionamento per Responsabile di Progetti Culturali", organizzato dalla Fondazione Fitzcarraldo. Un corso innovativo, di respiro internazionale, che può vantare docenti del calibro di Lucio Argano, Fabrizio Grifasi, Peppino Ortoleva, Michele Trimarchi, Francesco Florian, Julian Marland e ha lo scopo di formare e aggiornare gli operatori culturali sulle migliori pratiche di sviluppo dei progetti nell'ambito dello spettacolo, della valorizzazione territoriale integrata, dei beni culturali, delle arti visive, dei nuovi media, delle industrie culturali e della comunicazione e della mediazione interculturale. Il percorso didattico, focalizzato sulla realizzazione del progetto artistico-culturale presentato da ogni singolo partecipante, prevede lezioni in aula, visite di studio, interviste agli artisti e ai direttori di strutture culturali pubbliche e private, laboratori tematici di approfondimento su temi specifici della progettazione culturale. Il corso inizia a fine novembre, ma la scadenza per la richiesta delle 12 borse di studio a favore degli operatori piemontesi e italiani è fissata all'8 ottobre prossimo. Chi fosse interessato, può contattare la Fondazione Fitzcarraldo (Tel. 011-5683365) o guardare il sito www.fitzcarraldo.it.

  • L'Arte italiana ha bisogno di te!
    Contribuisci alla raccolta fondi per i beni culturali

    Dal 23 settembre all'1 ottobre ritornano le "Giornate di raccolta fondi a favore dei beni culturali", create nel 2004 per coinvolgere gli italiani nel restauro di opere e monumenti e sensibilizzarli nei confronti del proprio patrimonio artistico...

  • dettagli
  • Da tempo Milano vuole il suo museo, ora forse l'avrà

    Nel 1895 gli Scapigliati lombardi brontolavano perché a Milano mancava un Museo d'arte contemporanea. Nel 1933, a lamentarsi furono Depero, Marinetti e Prampolini. Da allora, nonostante le richieste e le promesse, le cose non sono cambiate di molto. Ora però sembra che qualcosa si stia muovendo e che Milano avrà finalmente il tanto sospirato Museo del Novecento...

  • dettagli
  • XVIII edizione del Praemium imperiale

    La Japan Art Association ha reso noti i vincitori del Praemium imperiale 2006, dedicato a chi ha dato un contributo importante all'arte e alla cultura internazionali. Nelle scorse edizioni sono stati premiati David Hockney, Willem de Kooning, Robert Rauschenberg, Christo e Jean-Claude, Anthony Caro, Frank O' Gehry, Arnaldo Pomodoro, Gae Aulenti, Renzo Piano, Giuliano Vangi, Georg Baselitz, Bruce Nauman, Oscar Niemeyer, Robert Ryman, Yoshio Taniguchi ecc. Quest'anno è la volta di Yayoi Kusama per la pittura, Christian Boltansky per la scultura, Otto Frei per l'architettura. Ognuno di loro porterà a casa 15 milioni di Yen, circa 100.000 Euro. La premiazione si terrà a Tokyo l'8 ottobre prossimo.

  • Giornate Europee del Patrimonio

    Il 23 e 24 settembre prossimi ritornano le "Giornate Europee del Patrimonio", che il Consiglio d'Europa ha istituito per sensibilizzare i cittadini dei Paesi membri al rispetto e alla conoscenza reciproca. Il tema di quest'anno è "Un patrimonio venuto da lontano" e vuole porre l'accento sulla pluralità di espressioni che nascono dall'incontro tra civiltà e culture. L'Italia, data la sua caratteristica di "Museo a cielo aperto", partecipa all'iniziativa con numerose proposte e con l'apertura gratuita degli spazi culturali statali. Per maggiori informazioni si può consultare il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

  • Il MART va in trasferta in Cina

    Dopo la "Campagna di Russia", il MART, il Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, sbarca in Cina per portare anche qui l'arte italiana del '900. Le località prescelte per l'esposizione, che è curata da Gabriella Belli ed è intitolata "Figure e immagini del XX secolo italiano. Opere dalle collezioni permanenti del Mart", sono il National Art Museum of China di Pechino (10 settembre-8 ottobre) e il Guangdong Museum of Art di Canton (25 ottobre-10 dicembre). Il percorso espositivo ripercorre alcuni passaggi chiave della nostra storia dell'arte, dal Futurismo, al "Ritorno all'ordine", dall'Informale alla Pop Art, dall'Arte Povera alla Transavanguardia. Spazio verrà riservato anche alla famosa querelle del dopoguerra tra arte astratta e figurativa. Tra gli artisti in mostra ci sono dei veri e propri "pezzi da 90": Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Fortunato Depero, Carlo Carrà, Massimo Campigli, Mario Sironi, Renato Guttuso, Alberto Magnelli, Osvaldo Licini, Fausto Melotti, Bruno Munari, Luigi Veronesi, Giorgio Morandi, Lucio Fontana, Alberto Burri, Piero Manzoni, Emilio Vedova, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Tano Festa, Michelangelo Pistoletto, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi, Sandro Chia, Francesco Clemente e Nicola de Maria. Molte delle opere esposte appartengono ad alcune tra le più prestigiose collezioni private italiane, in deposito permanente al MART. Tra queste, la Collezione Giovanardi, la Collezione Alessandro Grassi e la Collezione Luigi Ferro.

  • Tornano a casa il "Grido" e la "Madonna" di Munch

    Il 31 agosto scorso, a 2 anni dal rocambolesco furto al Munch Museet di Oslo, sono state recuperate due delle opere più famose dell'artista norvegese Edvard Munch, una delle versioni del Grido e La Madonna. La polizia parla di una soffiata anonima, ma a indicare il rifugio dei due capolavori, che hanno un valore di circa 92 milioni di Euro, potrebbe essere stato anche David Toska, uno degli autori della rapina alla Banca Nokas di Stavanger, che, nel 2004, costò la vita a un poliziotto. Nei giorni scorsi, infatti, la stampa norvegese aveva scritto che il malvivente stava cercando di avviare delle trattative per ottenere uno sconto di pena. Dopo gli accertamenti necessari a stabilire l'autenticità delle opere e gli eventuali danni, i lavori di Munch saranno riportati al Munch Museet, che, nel frattempo, è stato dotato di avanzati sistemi di sicurezza.

  • Premio Cairo 2006: presto si saprà il vincitore

    Il 10 ottobre prossimo, alle 19, presso il Palazzo della Permanente di Milano, l'editore Urbano Cairo, presidente della Giorgio Mondadori, proclamerà il vincitore del 7° Premio Cairo, che è stato istituito per valorizzare la giovane arte italiana e, nelle scorse edizioni, ha segnalato l'opera di Luca Pignatelli, Bernardo Siciliano, Federico Guida, Matteo Bergamasco, Andrea Chiesi e Valentina D'Amaro. A stabilire il vincitore di quest'anno, che avrà l'onore della copertina e di un servizio sul numero di gennaio 2007 del mensile "Arte", sono stati chiamati Fabio Cavallucci (direttore della Galleria civica di Trento), Daniela Clerici (direttore di Arte), Massimiliano Gioni (direttore della Fondazione Trussardi di Milano), Gianfranco Maraniello (direttore della Galleria d'arte moderna di Bologna), Marco Pierini (direttore del Centro delle Papesse di Siena), Patrizia Sandretto Re Rebaudengo (presidente della Fondazione Sandretto di Torino) e Stefano Zecchi (presidente dell'Accademia di Brera). I membri della giuria dovranno prendere una decisione valutando il lavoro dei 20 finalisti, selezionati dalla redazione di "Arte", che sono: Alessandra Ariatti, Davide Bramante, Manuele Cerutti, Gehard Demetz, Tessa Manon Den Uyl, Till Freiwald, Marina Giannobi, Chris Gilmour, Francesco Lauretta, Anna Madia, Andrea Mastrovito, Daniela Perego, Giacomo Piussi, Luigi Presicce, Giuseppe Rado, Luisa Raffaelli, Roberta Savelli, Alessandra Spranzi, Fabio Viale e Massimiliano Zaffino. Artisti giovani, ma già affermati nel circuito dell'arte contemporanea. Il pubblico potrà farsi un'idea del loro talento visitando la mostra allestita alla Permanente fino al 22 ottobre.

  • Continua l'avventura dei Klimt della Collezione Bloch-Bauer

    Prima dell'estate vi abbiamo raccontato la romanzesca vicenda del Ritratto di Adele Bloch-Bauer I di Gustav Klimt, che dopo mille traversie e vicende legali è stato acquistato dal magnate dei cosmetici Ronald S. Lauder per la cifra record di 135 milioni di dollari. A breve, lo stesso destino potrebbe toccare alle altre 4 opere di Klimt che sono tornate in possesso di Maria Altmann, legittima erede della famiglia Bloch-Bauer. Parliamo di Ritratto di Adele Bloch-Bauer II (1912), Bosco di Betulle (1903), Albero di mele I (1911 o 1912), Case a Unterach sull'Attersee (1916). Anche questi quadri, infatti, che fino al 18 settembre sono esposti alla Neue Galerie di New York, sono stati affidati a Christie's perché provveda alla vendita, non si sa ancora se all'incanto o per trattativa privata. L'operazione riveste grande interesse, sia presso i musei che tra i collezionisti privati, perché sono davvero poche le opere di Klimt ancora disponibili e, soprattutto, di quella levatura e provenienza. È per questo, che, in attesa di conoscere la sorte dei dipinti, sono già partiti i pronostici sul loro valore. Difficilmente raggiungeranno il risultato del primo ritratto di Adele, ma sicuramente spunteranno un ottimo prezzo. Alla "gara" sembra voglia partecipare anche una cordata di storici e conservatori austriaci, che si sono fatti promotori di una petizione per acquistare le opere e riportarle a Vienna. Lo Stato, non potendo fare di più, ha dato il suo beneplacito e ha promesso benefici fiscali per i compratori.

  • È in uscita il Catalogo ragionato di Lucio Fontana

    Venerdì 8 settembre, alle ore 12, presso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, verrà presentato il Catalogo ragionato di sculture, dipinti e ambientazioni di Lucio Fontana, curato da Enrico Crispolti ed edito da Skira. Realizzato in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana di Milano, è strutturato in due volumi e documenta la storia e le principali caratteristiche tecniche e formali di circa 4.000 opere di questo grande artista argentino, che è stato uno dei principali protagonisti dell'avanguardia del XX secolo. Infaticabile ricercatore di "un'arte dell'era spaziale", in grado di rispondere alle sconvolgenti novità del suo tempo.

  • Il Pushkin si rinnova e trova un nuovo spazio per i suoi capolavori

    Il Museo Pushkin di Mosca, che sta riordinando e allargando la sede museale in vista del centenario del 2012, ha deciso di accorpare la sua straordinaria raccolta di opere d'arte impressioniste e post-impressioniste in un nuovo spazio. La "Galleria dell'arte europea e americana del XIX e XX secolo", inaugurata il 3 agosto scorso, ospita molti capolavori di Monet (Colazione sull'erba, 1866; Boulevard des Capucines, 1873), Renoir (Ritratto di Jeanne Samary, 1877), Degas (Ballerine blu, 1898 ca), Cézanne (Il fumatore di pipa, 1890-92; La montagna Saint-Victoire, 1906 ca), van Gogh (Vigna rossa ad Arles, 1888; La ronda dei carcerati, 1890), Gauguin (Aha oe feii?, 1892; Te arii vahine, 1896), Matisse (Atelier rose, 1911; I pesci rossi, 1912) e Picasso (I due saltimbanchi, 1901; Acrobata e giovane equilibrista, 1905; Ritratto di Ambroise Vollard, 1909-10), di cui il museo russo possiede un ingente corpus di opere. Si trovano qui anche i dipinti di altri artisti fauves e cubisti e alcune sculture di Rodin e Maillol. Molte opere provengono dalle collezioni di Sergei Šchukin e Ivan Morozov, che furono nazionalizzate nel 1918 e, dopo la chiusura del Museo d'Arte Moderna Occidentale, avvenuta nel 1948, divise tra il Pushkin e l'Ermitage di San Pietroburgo. Irina Antonova, direttrice del Pushkin, vorrebbe ricomporre le due raccolte nel suo museo, ma il direttore dell'Ermitage, Michail Piotrovsky, non ci sta. Il motivo è molto semplice. Questi artisti e le loro opere rappresentano per il pubbblico un richiamo irresistibile e, di conseguenza, notevoli introiti...

  • Venezia premia l'impegno di Rogers con un Leone

    Sarà assegnato a Richard Rogers, il Leone d'Oro alla Carriera della prossima Biennale veneziana di Architettura. È stato accolto infatti il suggerimento di Richard Burdett, direttore della manifestazione, che ha deciso di premiare l'architetto anglo-italiano, autore di celebri edifici, come il Centre Pompidou di Parigi (1977), realizzato in collaborazione con Renzo Piano, il Lloyds Building (1984) e il Millenium Dome (1999) di Londra, il Palais des Droits de l'Homme di Strasburgo (1995), il Barajas New Area Terminal di Madrid (2005). Da sempre, infatti, il suo studio, Richard Rogers Partnership, è impegnato in progetti che cercano di rivitalizzare le città e migliorare la qualità della vita urbana. La cerimonia di premiazione si terrà il 10 settembre ai Giardini di Castello, a Venezia.

  • Carla Enrica Spantigati si divide tra Torino e Milano

    Carla Enrica Spantigati, dal 1995 alla direzione dei beni artistici torinesi e già impegnata in Piemonte nel recupero della Reggia di Venaria e nel trasferimento della Galleria Sabauda al Palazzo Reale di Torino, è la nuova Sovrintendente di Brera, un incarico ad interim, che la terrà occupata fino alla fine 2007, quando si sapranno gli esiti del concorso per dirigenti varato in questi giorni dal Ministero. Tra le questioni che dovrà affrontare ci sono il rinnovamento e l'ampliamento della Pinacoteca di Brera e lo spostamento dell'Accademia di Belle Arti alla Bovisa. Fatti di cui si parla da tempo e che sono tornati di grande attualità.

  • Roma: è di nuovo "Notte Bianca"

    Il 9 settembre torna, per il quarto anno consecutivo, la "Notte Bianca", l'evento romano che ha fatto "scuola" e ha contagiato tutta l'Italia. Tantissimi gli eventi in programma nei principali luoghi della città, musei, piazze, ville, giardini, istituti culturali, teatri, biblioteche, chiese e luoghi di culto, gallerie d'arte, negozi ecc, in centro e in periferia. In più, come di consueto, il Comune restituirà ai residenti un nuovo spazio, il Parco di Centocelle. Ad anticipare questa notte di festa, è un'altra manifestazione, "Aspettando... La Notte Bianca", una vigilia densa di appuntamenti, che si tiene l'8 settembre dalle 12 alle 24. Tra le iniziative di maggior richiamo, un grande concerto a Piazza di Siena, la trasformazione del grande Gazometro di Roma in una suggestiva installazione luminosa, il "Luxometro", e l'inaugurazione della mostra di Hugo Pratt al Complesso del Vittoriano. Per avere maggiori informazioni, si può guardare il sito dedicato alla Notte Bianca.

  • Milano avrà finalmente il suo Museo del Design

    Presto vedrà la luce il tanto sospirato Museo Nazionale del Design Italiano. Progettato dall'architetto Michele De Lucchi, sarà ospitato all'interno della Triennale di Milano...

  • dettagli
  • Sono inziati i lavori del Nam June Paik Museum

    L'artista coreano Nam June Paik, indimenticabile protagonista della videarte, è morto a Miami il 29 gennaio scorso. La sua nazione ha deciso di ricordarlo realizzando un museo a Yong-in, a sud di Seoul. L'edificio dovrebbe essere inaugurato in ottobre con una tempistica che in Italia sembra addirittura inimmaginabile. Com'è stato possibile tutto questo? In realtà, l'idea non è nata in seguito alla scomparsa dell'artista, ma molto prima. Di questa costruzione se ne parlava già nel 2001, tanto è vero che la Kyonggi Cultural Foundation aveva cominciato a comprare delle opere direttamente dall'artista. Anche il concorso era già stato bandito. A vincerlo è stato l'architetto tedesco Kirsten Schemel, che ora darà vita al suo museo. L'edificio, ideato da lui e dal suo staff, avrà una superficie di 5.100 metri quadrati e ospiterà 67 opere di Paik e un archivio video con 2.285 progetti. Il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 31 milioni di dollari.

  • Artisti per l'Unicef

    Giovedì 3 agosto, alle ore 21, si terrà a Marina di Pietrasanta (Lu), Viale Morin 16, un'asta benefica a favore dell'Unicef e del suo progetto "Scuole in Angola". In vendita, dipinti, sculture, ceramiche e disegni di importanti artisti moderni e contemporanei. Tra loro, Marino Marini, Venturino Venturi, Pietro Annigoni, Mario Marcucci, Giovanni Colacicchi, Piero Dorazio, Michelangelo Pistoletto, Jean-Michel Folon, Pietro Cascella, Giuliano Vangi, Matthew Spender, Roberto Barni, Gianni Cacciarini, Piero Vignozzi, Nino Tirinnanzi, Silvano Campeggi, Silvio Loffredo, Sergio Scatizzi e i più giovani Francesco Carone e Massimo Barzagli. Le opere saranno visibili dal 26 luglio al 2 agosto nella Sala Mitoraj del Municipio di Pietrasanta, aperta dalle 8 alle 14. Per informazioni, si può contattare il Comitato regionale per la Toscana dell'UNICEF, Via dei Serragli 188 r, Firenze, Tel. 055-2207144.

  • L'arte contemporanea parte alla conquista di Roma

    Roma non ha ancora una fiera del contemporaneo e Roberto Casiraghi, direttore di Artissima, ha deciso di venirle in soccorso col progetto "Roma - The road to contemporary art", ideato in collaborazione con DARC, MACRO, MAXXI, Polo museale romano e Sovrintendenza archeologica comunale. La manifestazione si terrà dal 26 al 29 aprile prossimo in tre sedi prestigiose. A Palazzo Venezia e al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia saranno esposte le opere più tradizionali, alle Terme di Diocleziano i lavori più spettacolari e le sculture. L'idea è quella di attirare l'attenzione dei collezionisti locali e dei danarosi turisti internazionali che adorano la città capitolina.

  • È scomparso Attardi, uno dei protagonisti del dopoguerra italiano

    Il 21 luglio scorso, è morto a Roma Ugo Attardi, uno dei fondatori del gruppo romano "Forma 1". Aveva 83 anni. Nato a Sori (Ge) da genitori siciliani, trascorse l'infanzia a Palermo, ma nel 1945 si trasferì a Roma, ospite di un suo conterraneo, l'artista Pietro Consagra, scomparso proprio lo scorso anno. Fu con lui, con l'Accardi, Dorazio, Guerrini, Maugeri, Perilli, Sanfilippo e Turcato che, nel 1947, diede vita al primo gruppo astrattista italiano. Ci restò per poco. A cavallo degli anni '50, spinto dal suo interesse per la storia e per le tematiche politiche e sociali, decise di dedicarsi a un espressionismo di matrice esistenzialista, sicuramente più consono al suo carattere e alla sua sensibilità artistica. Oltre che pittore, Attardi fu anche scultore, incisore e scrittore. Nel 1970 pubblicò, infatti, un romanzo ambientato nella sua terra d'origine, L'erede selvaggio, con cui vinse il Premio Viareggio. Le sue sculture si trovano esposte in molte città in giro per il mondo, a Roma, Buenos Aires, New York, La Valletta.

  • Inaugurata la prima installazione del Parco d'Arte Vivente di Torino

    Il 6 luglio, con l'inaugurazione dell'installazione di Dominique Gonzalez-Foerster, comincia a prendere forma il Parco d'Arte Vivente di Torino (PAV), situato in Via Giordano Bruno. L'opera, intitolata Trèfle, è un'archi-scultura di grandi dimensioni a forma di quadrifoglio. È percorribile dal pubblico in lungo e in largo ed è stata realizzata dall'architetto del paesaggio Gianluca Cosmacini. Altre opere "en plein air" saranno realizzate da Nils Udo, Enrica Borghi, Richi Ferrero, Marco Porta, Ennio Bertrand e Piero Gilardi, che è un po' l'anima di questo progetto, volto a dar vita a un "sito d'arte nella natura", vicino a tutti coloro che si interessano a temi come l'ambiente e l'ecologia.

  • Il sabato sera tutti al museo

    Per avvicinare il grande pubblico alla cultura e all'arte, dal 24 giugno al 23 settembre, Bergamo e provincia ripropongono la manifestazione "Musei di notte/La notte dei musei", che prevede l'apertura straordinaria e gratuita di questi spazi al sabato sera. Tema di quest'anno è "Lo straniero", inteso nel suo significato di "extra-ordinario". Un invito a conoscere e apprezzare gusti, atmosfere, tradizioni e storie degli altri Paesi. Il programma, davvero ricco, comprende appuntamenti, incontri e spettacoli di ogni tipo. Per informazioni, si può telefonare al numero 035-286056.

  • Lida Abdul vince il Premio Pascali

    Il Premio Pino Pascali per l'arte contemporanea, giunto ormai alla X edizione, è stato vinto dall'artista afghana Lida Abdul, che ha rappresentato il suo Paese all'ultima edizione della Biennale di Venezia. Le sue opere, che sono prevalentemente video, fotografie, installazioni e performance, raccontano la vita di un popolo martoriato e distrutto, che cerca disperatamente di proiettarsi verso un futuro migliore. La cerimonia di premiazione si terrà il 7 luglio prossimo al Cinema Arena Vignola di Polignano a Mare.

  • Nuove opere per Casa Bolongaro

    La Casa di Grazia e Gianni Bolongaro, situata nei pressi di Ameglia (Sp), e precisamente in Via della Marrana, a Montemarcello, vanta uno dei più interessanti parchi ambientali italiani. Al suo interno hanno lasciato la loro impronta numerosi artisti internazionali, tra cui Hossein Golba (1997), Kengiro Azuma (1998), Luigi Mainolfi (1999), Philip Rantzer (2000), Mario Airò e Vedovamazzei (2001), Maria Magdalena Campos-Pons (2003), Joseph Kosuth e Jannis Kounellis (2004), Jan Fabre, Ottonella Mocellin & Nicola Pellegrini (2005). Quest'anno è la volta di Ettore Spalletti e Gabriella Benedini. Il Parco è visitabile sabato e domenica dalle 18 alle 22. Per informazioni si può telefonare al numero 0187-600158. Chi non avesse la possibilità di andarci, può farsi un'idea delle opere esposte visitando il sito www.lamarrana.it.

  • MUDAM, così si chiama il nuovo museo del Lussemburgo

    Lussemburgo, che nel 2007, sarà "Capitale Europea della Cultura", ha già iniziato a calarsi nella parte inaugurando, il 2 luglio 2006, un nuovo museo d'arte contemporanea, il MUDAM, Musée d'Art Moderne Grand-Duc Jean...

  • dettagli
  • Decisi i vincitori del Premio Grinzane-Hermitage

    La prima edizione del Premio Grinzane-Ermitage, dedicato all'editoria d'arte e all'arte in tutte le sue espressioni, è stata vinta dallo storico dell'arte Salvatore Settis, che il Ministro Rutelli ha voluto come presidente del Consiglio superiore dei beni culturali, e dal critico d'arte Sergej Androsov, esperto di scultura italiana rinascimentale e barocca. Alla cerimonia, che ha avuto luogo il 30 giugno scorso al Teatro Quarenghi di San Pietroburgo, ha fatto seguito un convegno sul futuro dei musei. La collaborazione con l'Ermitage consolida la presenza internazionale del Grinzane, che ha all'attivo partnership con Mosca, Parigi, Montevideo, La Habana, New York, Buenos Aires, Stoccolma, Bruxelles, Berlino, Praga, Fiume, Il Cairo, Tokyo, Lisbona, Salamanca e Parigi.

  • Nasce in Calabria un centro per l'arte contemporanea

    Il 24 giugno scorso è stato inaugurato ad Acri, in Calabria, il Museo Civico d'Arte Contemporanea Silvio Vigliaturo. Ospitato a Palazzo Sanseverino Falcone, un maestoso edificio del '700, dotato di grandi spazi, conserverà al suo interno le opere di Silvio Vigliaturo, uno dei principali esponenti italiani della vetro-fusione. L'idea di dare vita a questo spazio è partita proprio da lui, che ha voluto donare alla sua città d'origine dipinti, sculture e disegni. Altri importanti contributi sono arrivati dal figlio Valerio e da Adriano Berengo della Berengo Fine Arts di Murano. Il centro, che ha progetti molto ambiziosi ed è diretto da Valerio Vigliaturo, non si limiterà ad esporre le opere del maestro calabrese. In programma ci sono, infatti, mostre, incontri e workshop sull'arte contemporanea. La prima esposizione, prevista per il maggio 2007, sarà curata da Luca Beatrice e sarà dedicata alla scultura contemporanea internazionale. Un sistema avanzato di audio-guide consentirà ai non vedenti la fruizione delle opere.

  • È ancora "Notte bianca"

    Il 24 giugno Milano diventa teatro di una delle manifestazioni più attese dell'anno: la "Notte bianca", che trasforma questa metropoli operosa in una città votata all'arte, alla cultura e al divertimento. Oltre 400 le proposte, dalle visite a palazzi e musei ai concerti, dalle letture di poesia al cinema, dai balli in piazza alle degustazioni gastronomiche. Per avere maggiori informazioni sul programma, si può visitare il sito Internet milanolive, dove sono indicate tutte le iniziative previste per questa magica serata.

  • La romanzesca vicenda del Ritratto di Adele Bloch-Bauer I di Gustav Klimt

    Il ritratto di Adele Bloch Bauer, che Gustav Klimt ha realizzato nel 1907 e che è stato recentemente oggetto di una vertenza legale tra lo Stato austriaco e Maria Altmann, nipote dell'effigiata, è stato venduto per 135 milioni di dollari. È diventato così il dipinto più caro al mondo. Un tempo era il vanto della Österreichische Galerie Belvedere, d'ora in avanti sarà esposto a New York nella Neue Galerie di Manhattan, un museo di arte tedesca e austriaca di proprietà di Ronald Lauder, uno dei maggiori collezionisti internazionali...

  • dettagli
  • Christie's non farà più aste a Roma

    La casa d'aste londinese Christie's, presente in Italia dal 1958, ha deciso di ridurre le battute d'asta nel nostro Paese. Palazzo Lancellotti, la filiale romana, smetterà di essere un luogo di vendita all'incanto e la sede milanese, ospitata da settembre in un nuovo edificio, subirà un ridimensionamento delle attività. Saranno aboliti, infatti, i settori di vendita riguardanti l'arte dell'800, gli arredi, gli argenti, i libri, gli autografi e i manoscritti. I collezionisti italiani, interessati a questi oggetti, dovranno andare altrove o accontentarsi di operare via Internet o telefono.

  • Start Milano festeggia il solstizio d'estate

    Il 21 giugno prossimo, le 31 gallerie d'arte contemporanea di Milano che, nel 2005, hanno dato vita all'Associazione Start festeggiano il solstizio d'estate e il primo anno di lavoro insieme restando aperte sino alle 22. Un'altra manifestazione a ingresso libero si terrà nel chiostro del Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 63) dove, in collabarazione con Le Centre Culturel Français de Milan, si terrà il concerto del duo francese Ulysse.

  • Assegnato a Basilea il Bâloise Art Prize

    Keren Cytter, che fino al 16 luglio è in mostra alla GAMeC di Bergamo, ha vinto il Bâloise Art Prize 2006 per il video The Victim (2006), che racconta il legame esistente tra cinque personaggi mettendo insieme melodramma, thriller, saghe famigliari e soap opera. Il premio, che il gruppo assicurativo Bâloise dedica ai giovani e promettenti artisti internazionali, le è stato assegnato a Basilea in occasione di Art 37 Basel, la più prestigiosa fiera d'arte moderna e contemporanea al mondo. Cytter, nata a Tel Aviv nel 1977, lavora ad Amsterdam e Berlino. Ha esposto allo Stedelijk Museum di Amsterdam nel 2004, alla Kunsthalle di Zurigo e al Frankfurter Kunstverein nel 2005.

  • UnDo.Net offre un assaggio delle riviste cartacee

    UnDo.Net, uno dei più noti portali d'arte contemporanea italiani, ha dato vita a un nuovo progetto, curato da Silvia Maria Rossi e Monica D'Emidio. Si chiama Magazines ed è una sorta di "edicola digitale". Il suo scopo è quello di far conoscere le riviste italiane che si occupano di arte e cultura contemporanea e far circolare le informazioni promuovendo diversi punti di vista. Tra le testate che finora hanno aderito all'iniziativa figurano "Around photography", "Nero free magazine", "Millepiani", "Juliet", "Impakt", "Segno", "Stile Arte", "Drome Magazine", "Urban", "Extrart", "Rivista di Equipeco", "Art'O", "Espoarte", "Inside", "Mousse", "PlayZebra", "Crudelia", "Arteria", "Arte contemporanea", "Overview", "Titolo" e "Arte e Critica". In futuro ce ne saranno molte di più, tra cui "Janus", "Work" e "Art e dossier", che hanno già assicurato il loro intervento. Di ogni rivista vengono offerti scheda di presentazione, sommario e un articolo significativo corredato di immagini.

  • La GAMeC dà nuovo spazio alla sua collezione

    La collezione permanente della GAMeC, costituita da opere donate all'Accademia Carrara per la Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo ha trovato una nuova collocazione e sarà visitabile dal 15 giugno prossimo con un allestimento inedito e sicuramente più adeguato. Le raccolte, che mettono in risalto la tradizione mecenatistica della città, sono composte da dipinti, sculture, incisioni, fotografie, medaglie, opere video e pellicole cinematografiche. Testimoniano il lavoro di importanti artisti del '900 e anche di autori contemporanei come Cattelan, Pirri, Montesano, Vitone, Basilico, Garutti, Alviani. I nuclei principali sono tre: la Collezione Manzù, che comprende sculture, dipinti, disegni, incisioni di questo straordinario scultore italiano, la Raccolta Spajani, che raccoglie le opere di alcuni grandi artisti del '900 come Boccioni, Balla, De Pisis, Campigli, De Chirico, Savinio, Morandi, Casorati, Kandinsky, Hartung, Matta, Hans Richter, Sutherland, e la Raccolta Stucchi, che contiene lavori di Burri, Zoran Music, Feito, Fautrier, Tancredi Parmeggiani, Pasmore, Nicholson, Bonfanti, Soldati, Magnelli e Veronesi. All'incremento del patrimonio museale hanno contribuito anche Davide Cugini, Emilio Lombardini, Giovanni Pandini, Lanfranco Colombo, Cesare Johnson, Vittorio Lorioli e Armando Maffeis.

  • Janus è tornata

    "Janus", la rivista ideata dall'artista belga Jan Fabre, ha ripreso l'attività sotto la direzione di Nicola Setari. La nuova versione della testata, che uscirà ogni 6 mesi, sarà scritta in due lingue, quella degli autori dei testi e l'inglese. In ogni numero, diviso in tre parti, ci sarà spazio per un tema d'attualità, per la vita culturale di una città europea, per l'intervento di cinque curatori internazionali, che presenteranno artisti con cui hanno lavorato o di cui si stanno occupando. "Janus" ha un sottotitolo, "anywhere, anytime, here, now", ma non ha la data di pubblicazione perché vuole essere senza tempo, leggibile e rileggibile come un libro, come qualcosa che resta. Cercherà di offrire il suo punto di vista e di essere propositiva. Una delle idee di fondo, infatti, è anche quella di uscire dalle pagine e realizzare progetti.

  • Rutelli assicura la gratuità dei musei per i disabili

    Ponendosi in una linea di continuità con il precedente Esecutivo e con quanto disposto dalla Legge 5 febbraio 1992, n. 104, che impegnava la Repubblica a predisporre interventi per evitare l'emarginazione e l'esclusione sociale delle persone handicappate, il Ministro per i Beni e le Attività culturali Francesco Rutelli ha autorizzato la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale di un regolamento che consentirà ai portatori di handicap l'ingresso gratuito nei musei statali. Il beneficio sarà esteso anche al loro accompagnatore, che potrà essere un familiare, un operatore dei servizi socio-assistenziali oppure un appartenente alle associazioni del volontariato. Per musei statali si intendono monumenti, musei, gallerie, scavi di antichità, parchi e giardini monumentali dello Stato.

  • A Bergamo l'arte è "libera"

    La GAMeC, Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, ha deciso di prorogare fino al 16 luglio 2006 l'iniziativa &quo;Arte libera!", avviata il 18 maggio in occasione della Giornata Internazionale dei Musei promossa dall' ICOM, International Council of Museum. Si ha così l'opportunità di visitare gratuitamente le mostre per un altro mese. Per sapere il programma, si può consultare la pagina che Artdreamguide dedica alle Mostre a Bergamo.

  • Ioshihiko Wada indagato per plagio. Le sue opere sono simili a quelle di Alberto Sughi

    L'artista giapponese Ioshihiko Wada, che ha da poco ottenuto un importante premio ministeriale nel suo Paese e, nel 2002, ha vinto il Seiji Togo Memorial Sompo Japan Museum of Art Grand Prize, deve parte del suo successo al fatto di aver copiato diverse opere di Alberto Sughi, tra cui Piano Bar, Italia del 1996. Sul fatto, che sembra incontestabile, data l'evidente rassomiglianza dei lavori, sta indagando l'Agency for Cultural Affairs of Japan. Wada si difende sostenendo di aver voluto fare un omaggio a Sughi, ma, in attesa che si chiariscano le sue responsabilità, la Painting Division of Kokugakai, un'associazione d'artisti giapponese di cui fa parte, gli ha chiesto di lasciare l'organizzazione.

  • Il Made in Italy sbarca in Cina

    Dal 1 giugno al 15 luglio 2006 si terrà a Shangai, al Museum of Contemporary Art, la mostra "Italy Made in Art: Now - Arti contemporanee e disegno industriale", curata da Achille Bonito Oliva. L'esposizione, promossa dall'Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), porta in Cina 32 artisti e 24 designer italiani, attivi dagli anni '50 in poi. Tra loro, Carla Accardi, Alighiero Boetti, Francesco Clemente, Gianni Colombo, Enzo Cucchi, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Mario Merz, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Pino Pascali, Luca Patella, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Ettore Spalletti, Franco Albini, Achille Castiglioni, Joe Colombo, Michele De Lucchi, Giorgetto Giugiaro, Vico Magistretti, Angelo Mangiarotti, Alessandro Mendini, Bruno Munari, Gaetano Pesce, Ettore Sottsass, Marco Zanuso. Molti anche i giovani artisti, tra cui Elisabetta Benassi, Carlo Benvenuto, Loris Cecchini, Paolo Chiasera, Liliana Moro, Paola Pivi, Daniele Puppi, Luisa Rabbia, Lorenzo Scotto di Luzio.

  • Festeggia la Repubblica visitando i tesori dello Stato!

    Venerdì 2 giugno, per celebrare il 60 anniversario della Repubblica Italiana, il Ministero per i Beni e le Attività culturali ha disposto l'entrata gratuita in tutti i musei e luoghi d'arte statali.

  • Fabrizio Plessi inaugura il Museo Hassan di Rabat

    Il 29 maggio scorso è stato inaugurato a Rabat, in Marocco, il Museo Hassan, ospitato a Villa Andalucia (14, Avenue Mohamed Lyazidi), un edificio di gusto ispano-moresco. L'idea di dar vita a quest'istituzione fa parte di un progetto di rinnovamento culturale della città e del Marocco, che si concretizzerà nella presentazione di artisti di livello internazionale, nella promozione di artisti locali e nella collaborazione con le maggiori istituzioni operanti nel settore. La prima mostra allestita in questo museo, diretto da Paolo De Grandis e coordinato da Fathiya Tahiri, è dedicata a Fabrizio Plessi, che ha presentato un'installazione intitolata Fez Fez, già presentata a Berlino nel 1994. L'opera, che fa parte di un ciclo dedicato alle città visitate dall'artista, rievoca le atmosfere delle tintorie di lana a Fez. L'esposizione resterà aperta fino al 30 luglio 2006.

  • Un week-end per ricordare Carlo Scarpa

    Il 2 giugno 1906 nasceva a Venezia Carlo Scarpa, uno dei più noti architetti italiani, autore di indimenticabili allestimenti museali. Per ricordarlo, dal 2 al 4 giugno, verranno aperti al pubblico tutti i "Luoghi Scarpiani" d'Italia, anche quelli privati, normalmente inaccessibili...

  • dettagli
  • L'Olanda perde un grande artista

    L'artista olandese Karel Appel è morto a Zurigo all'inizio di maggio. Aveva 85 anni ed era considerato uno dei principali esponenti dell'espressionismo internazionale. Nel 1948, mentre era a Parigi, aveva fondato, con Constant, Corneille, Asger Jorn e Pierre Alechinsky, il Gruppo Cobra, che considerava l'arte come esperienza totale dell'individuo e auspicava il recupero dell'arte popolare e della spontaneità infantile. Autore di una pittura gestuale, basata su pennellate spesse e pastose, da cui affioravano figure rozze e grottesche, con gli anni aveva ammorbidito forme e colori per aprirsi alla ricerca sullo spazio. Questo lo aveva portato a dedicarsi alla scultura, che era andata affiancandosi ad altre discipline come la grafica e la ceramica, che praticava da tempo. Nel corso della sua carriera ha ottenuto diversi premi, tra cui il Premio Unesco (1954) e il Premio Internazionale per la Pittura alla Biennale di Saô Paulo (1959).

  • Renzo Piano Medaglia d'Oro 2006

    Il Premio Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana 2006, promosso dalla Triennale di Milano in collaborazione con la DARC (Direzione generale per l'architettura e l'arte contemporanea), è stato vinto da Renzo Piano per il progetto dell'Hight Museum of Art di Atlanta, realizzato tra il 2003 e il 2005. Tra le motivazioni che hanno spinto la giuria a designarlo vincitore si trova "la sua valutazione dello spazio dedicato alla comunicazione dell'arte come luogo di ritrovo intellettuale e di sorpresa emotiva, capace di conferire alla lettura delle opere una giusta collocazione in armonia e non in conflitto con l'architettura".

  • 5 x mille all'arte e alla cultura: come ci si deve comportare?

    La Finanziaria 2006 ha stabilito che il contribuente può destinare il 5 x mille dell'IRPEF al sostegno di alcuni enti espressamente indicati. Tra essi, figurano anche associazioni e fondazioni che si occupano di tutela del patrimonio culturale o di promozione dell'arte e della cultura. Come ci si deve comportare?...

  • dettagli
  • Disegna il poster per la campagna UE "Sì alle diversità. No alle discriminazioni"

    Combatti la discriminazione e promuovi i valori della diversità partecipando al concorso UE "Breaking Stereotypes". Il bando scade il 31 luglio 2006...

  • dettagli
  • Cambi al vertice

    Romano Prodi, il nuovo premier italiano, ha deciso la sua squadra di governo. Il nuovo Ministro dei Beni e delle Attività Culturali è Francesco Rutelli, leader della Margherita ed ex sindaco di Roma.

  • Premio Fondazione Arnaldo Pomodoro

    Il Premio Fondazione Arnaldo Pomodoro per giovani scultori, che ha visto la partecipazione di artisti di tutto il mondo, è andato all'irlandese Claire Morgan per Red or Dead. Il secondo e il terzo premio sono stati aggiudicati al coreano Hong Eu-Young (Realistic Illusionism) e al lituano Rimandas Milkintas (Stable and Flexible). Il Premio speciale Costa Crociere è stato vinto dall'italiana Laura Renna con l'opera Nel fior fiore. I lavori dei 25 finalisti saranno in mostra alla Fondazione Pomodoro fino al 28 luglio 2006.

  • Fondazione Cariplo: 15 anni al servizio del territorio

    La Fondazione Cariplo compie quindici anni e li festeggia con un convegno intitolato "La moderna filantropia", in cui verranno illustrati gli interventi attuati dal 1991 ad oggi a favore del territorio lombardo. Il bilancio, decisamente lusinghiero, parla di 19.000 progetti e di un'erogazione complessiva di circa 1,2 miliardi di Euro, spesi a favore di enti nonprofit in diversi settori. Ad Arte e cultura, uno dei fiori all'occhiello della Fondazione, è andato il 35,78% dei fondi. Altri campi di intervento riguardano Servizi alla persona (35,89%), Filantropia e Volontariato (13,90%), Ricerca Scientifica (8,63%), Ambiente(2,12%) ecc. Il convegno si terrà il 6 maggio, alle 10:30, al Centro Congressi della Fondazione, in Via Romagnosi 6, a Milano.

  • Ancora un artista per Reggio Emilia

    Il progetto di committenza pubblica "Invito a", ideato da Claudio Parmiggiani per valorizzare i luoghi storici della città di Reggio Emilia, va avanti. Dopo gli interventi di Sol LeWitt, Robert Morris e Luciano Fabro, che hanno lasciato il segno del loro lavoro nella Sala di Lettura della Biblioteca Panizzi, nel Chiostro Piccolo del Complesso di San Domenico e nella vecchia Caserma Zucchi, è la volta di Eliseo Mattiacci, che il prossimo 10 giugno, installerà la sua opera, Danza di Astri e di Stelle, nel parco dell'ex Fonderia Lombardini, sede della Fondazione Nazionale della Danza-Aterballetto. Si tratta di tre grandi lastre d'acciaio incise con segni misteriosi. Pagine di un libro di astronomia che mette in comunicazione con l'infinito. Dopo di lui l'"invito" di Parmiggiani sarà rivolto a Richard Serra.

  • Era lì da sempre, ma era un Van Gogh

    Una famiglia di piccoli imprenditori dell'hinterland milanese ha scoperto di avere in casa fin dagli anni '50 una tela di Vincent van Gogh. L'opera, che misura 62x108 cm, rapresenta un momento di vita di due contadini delle Fiandre e viene fatta risalire al 1885 circa, il periodo in cui l'artista dipinse I mangiatori di patate. I dubbi sembrano davvero pochi. La tela e i pigmenti sono d'epoca e l'autenticità della firma è stata confermata da due esperte di grafologia: Nicole Boille Calendreau e Elena Manetti. In attesa della certificazione del Van Gogh Museum di Amsterdam, l'opera è stata affidata a Christie's per essere battuta all'asta. Il suo valore dovrebbe aggirarsi tra i 30 e i 40 milioni di Euro.

  • Parte la terza edizione di "Una mano per AIL"

    Personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport hanno offerto l'impronta della propria mano a pittori, scultori e fotografi, che le hanno trasformate in opere d'arte. Questi lavori e quelli di 10 giovani artisti dell'Accademia di Belle Arti di Brera, saranno messi all'asta il 5 maggio prossimo, alle ore 19, presso la Fondazione Metropolitan di Milano. I fondi saranno utilizzati per incrementare il numero di abitazioni che l'AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie) mette gratuitamente a disposizione dei malati e dei loro familiari che arrivano da fuori città. L'asta sarà condotta da Christie's. Per informazioni si può contattare l'AIL (02-76015897).

  • Cinema e musei con lo sconto a Genova

    Da tempo si discute se i musei debbano essere a ingresso gratuito o sia meglio fare pagare il biglietto. Il Comune di Genova ha optato per un nuovo tipo di promozione. Di cosa si tratta? Chi si presenta alla cassa di un museo civico con un biglietto del cinema, emesso da non più di un mese, ha diritto a uno sconto. L'offerta è valida anche in senso contrario e chi ha la card musei può ottenere lo sconto al cinema. Una sola avvertenza. Prima di decidere quale sala cinematografica frequentare, è meglio controllare che sia convenzionata.

  • La Collezione Pinault inaugura il nuovo corso di Palazzo Grassi

    Il 30 aprile prossimo riaprirà al pubblico Palazzo Grassi, lo spazio espositivo veneziano che il miliardario francese François Pinault, proprietario di marchi di lusso come Gucci e Yves Saint Laurent, ha acquistato nel 2005...

  • dettagli
  • Più contemporaneo a Capodimonte

    La generosità di alcuni collezionisti napoletani ha portato al Museo di Capodimonte nuovi capolavori d'arte contemporanea: In ascolto (stanza dello spettatore) di Giulio Paolini, Mare Nostrum e Hero und Leander di Anselm Kiefer, che fanno parte della serie "Odi Navali". L'installazione di Paolini sarà esposta al terzo piano, accanto alle opere di Mimmo Paladino e Mario Merz, i lavori di Kiefer al secondo piano, nell'atrio che precede il salone degli arazzi. Il pubblico potrà vederli dalla prossima estate. A convincere i collezionisti a lasciare le opere al museo in comodato d'uso sono stati i galleristi da cui avevano comprato le opere, Alfonso Artiaco e Lia Rumma.

  • Ultimati i lavori della piazza di Paladino a Vinci

    Mimmo Paladino, che nel 2003 ha vinto il concorso "Una piazza per Leonardo" superando altri artisti di fama internazionale come Ilya Kabakov, Anish Kapoor, Joseph Kosuth e Jannis Kounellis, ha conferito nuova vita alla Piazza Guidi di Vinci (Fi), finora priva di personalità. L'inaugurazione di questo importante spazio cittadino, dove si trova il nuovo ingresso del Museo Leonardiano, è avvenuta il 19 marzo scorso.

  • Laurea ad Honorem per Alessandro Mendini

    Il 5 aprile prossimo, giorno di apertura del Salone Internazionale del Mobile, il Politecnico di Milano conferirà la Laurea ad Honorem in Disegno Industriale al grande architetto e designer Alessandro Mendini, che è stato direttore di importanti riviste come "Casabella", "Modo" e "Domus" e collaboratore di aziende prestigiose come Alessi, Philips, Swarovski, Cartier, Hermés, Zanotta e Cappelli. Le sue opere si trovano in numerosi musei e collezioni private, tra cui il MoMA di New York e il Centre Pompidou di Parigi.

  • I De Chirico di Bilotti trovano spazio a Villa Borghese

    Il 10 maggio prossimo sarà aperto al pubblico il Museo Carlo Bilotti. Situato nell'Aranciera di Villa Borghese a Roma, accoglierà al suo interno i 23 dipinti di Giorgio de Chirico che il magnate italoamericano ha voluto donare al Comune di Roma. Le opere in collezione testimoniano il percorso artistico di De Chirico dal periodo metafisico agli anni '50.

  • XIV Giornata FAI di Primavera

    Il FAI, aiutato da uno stuolo di volontari, aprirà al pubblico 410 siti d'arte in 190 località italiane, dalle grandi città ai centri più piccoli e sperduti. Si potranno vedere giardini, palazzi, chiese, monumenti e tanti altri luoghi affascinanti...

  • dettagli
  • A Milano è già primavera

    Il successo di "Milano Live", che il 18 giugno 2005 ha tenuto sveglia la città fino alle 6 del mattino, ha spinto il Comune a replicare l'evento e a duplicarlo. Alla "Notte bianca" si è così aggiunta la "Festa di Primavera" che si terrà il 25 marzo e coinvolgerà i principali luoghi della città, dai più tradizionali ai più insoliti (piazze, luoghi di culto, locali notturni, musei, teatri, biblioteche, esercizi commerciali, case di moda ecc). Numerose le iniziative: attività cinematografiche, teatrali, musicali, sportive, di animazione, poesia, letteratura, shopping e degustazione. Per avere maggiori informazioni sul programma, si può visitare il sito Internet www.milanolive.org, dove sono indicate tutte le iniziative previste per questa manifestazione.

  • Ritorna "Movin' up", il concorso che incoraggia la mobilità dei giovani artisti italiani

    Il Circuito Giovani Artisti Italiani (GAI) e la Direzione Generale per l'Architettura e l'Arte Contemporanee (DARC) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali aiutano i giovani creativi italiani promuovendo l'VIII edizione di "Movin' up"...

  • dettagli
  • Il riallestimento museale milanese parte dal Museo dell'Ottocento

    L'11 marzo scorso ha riaperto al pubblico Villa Belgiojoso Bonaparte, la splendida residenza neoclassica progettata dall'architetto viennese Leopoldo Pollack, che, per anni, ha ospitato la Galleria d'Arte Moderna e i matrimoni civili...

  • dettagli
  • La primavera riporta la Settimana della Cultura

    L'arte e la cultura sono valori importanti e, per l'Italia, che è ricca di capolavori, possono rappresentare anche un'occasione di sviluppo e occupazione. Per far apprezzare a tutti le bellezze del nostro Paese, spesso sconosciute ai più, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di riproporre anche quest'anno la "Settimana della Cultura", giunta ormai alla VIII edizione. È dall'amore, infatti, che nasce la voglia di proteggere e valorizzare il patrimonio comune. La manifestazione avrà luogo in tutte le regioni d'Italia dal 2 al 9 aprile. Moltissime le iniziative in programma, cui si aggiunge l'apertura gratuita di tutti i luoghi d'arte statali. Per avere maggiori informazioni sulle manifestazioni in corso, si può visitare il sito Internet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che dispone di un database di ricerca per regione, provincia, titolo, data, luogo ecc.

  • Parte la Grande Brera: sarà vero?

    Le elezioni si avvicinano e tutti fanno a gara nel lanciare nuove proposte o riprendere in mano vecchi progetti. Tra questi, non poteva mancare la "Grande Brera", che già sul finire degli anni '80 aveva ridato speranza agli appassionati d'arte. L'ampliamento del museo, rilanciato con clamore nel 2004 e poi rimasto lettera morta, è ritornato infatti di attualità. In base agli ultimi disegni presentati, dopo l'allontanamento da Brera di buona parte dell'Accademia, la Pinacoteca dovrebbe raddoppiare gli spazi a sua disposizione passando da 4.800 mq a quasi 9.000. Avrebbe quindi la possibilità di esporre il 20% in più di opere e di dotarsi di strutture finora inesistenti, come le sale per le esposizioni temporanee, i laboratori, i depositi, la caffetteria, gli uffici. Il progetto, affidato all'architetto Alberico Barbiano di Belgiojoso, dovrebbe andare in porto entro il 2008. Il costo è stimato intorno ai 40 milioni di Euro. Il nulla osta della Direzione regionale ai beni culturali e delle sovrintendenze, che prevedono l'avvio dei lavori entro l'anno, fa ben sperare. Speriamo non sia la solita bufala elettorale.

  • Apre in Umbria il Museo Fazzini

    L'11 marzo prossimo sarà inaugurato, ad Assisi, il Museo dedicato allo scultore Pericle Fazzini. Ospitato nel Palazzo del Capitano del Perdono, che è stato dichiarato dall'Unesco "patrimonio dell'umanità, conserverà al suo interno 50 opere di questo artista marchigiano, scelte in modo da testimoniare i diversi momenti della sua carriera.

  • Il Carnevale di Rio impazza, ma non è uno scherzo. Il furto è reale

    Hanno approfittato della confusione del Carnevale per rubare alcuni importanti capolavori del '900. È successo il 24 febbraio scorso al Museo de la Chácara do Céu di Rio de Janeiro. I malviventi, dopo aver bloccato le guardie e costretto i visitatori a consegnare oggetti di valore e passaporti, sono saliti al secondo piano e si sono impossessati delle opere di Picasso (La danza, 1956 e Tori, un libro di incisioni), Monet (Marina, 1890), Matisse (Il Giardino del Lussemburgo, 1903), Dalí (I due balconi, 1929). Poi sono fuggiti a piedi, mescolandosi alla folla. Le opere, che sono assicurate, hanno un valore stimato intorno ai 50 milioni di Euro. Le loro foto si possono vedere sul sito dell'Interpol, insieme a quelle di altri capolavori mai ritrovati.

  • Milano punta sul contemporaneo e si mette in rete

    Accusata da più parti di aver perso slancio e creatività, Milano ha deciso di rilanciare la sua immagine di città innovativa con un progetto di rete che coinvolge la Provincia e le principali realtà territoriali che si occupano d'arte e cultura contemporanea...

  • dettagli
  • Due giorni di apertura gratuita per la Certosa di Padula e altri grandi istituzioni napoletane

    Il 25 e il 26 febbraio 2006 tutti i Grandi Attrattori Culturali che rientrano nel circuito Artecard, istituito dalla Regione Campania, saranno accessibili gratuitamente. Tra questi, si trova anche la Certosa di Padula (SA), uno splendido complesso monastico che ospita la mostra di arte contemporanea "Le Opere e i Giorni" e "Ortus Artis", una sezione dedicata ai giardini. Questo spazio ha previsto, negli stessi giorni, un servizio di accompagnamento gratuito in orari prestabiliti: la mattina alle ore 11.00 e alle 13.00, il pomeriggio alle ore 15.00 e alle 17.00. Per usufruire di questa opportunità è necessario prenotare chiamando, dalle 10 alle 13, la segreteria della mostra, Tel. 0975-77745.

  • Pinault pronto ad aprire le porte di Palazzo Grassi

    Il 30 aprile prossimo, riaprirà al pubblico Palazzo Grassi, lo spazio espositivo veneziano che il miliardario francese François Pinault, grande collezionista d'arte, ha acquistato lo scorso anno. Il restauro del palazzo, che, un tempo, era di proprietà della Fiat, porta la firma dell'architetto giapponese Tadao Ando, che è intervenuto soprattutto sull'ingresso e negli spazi dedicati ai servizi. Le sale espositive sono pronte ad accogliere la mostra inaugurale, "Where Are We Going", curata da Alison M. Gingeras. Un viaggio nella contemporaneità secondo Pinault.

  • Modigliani: catalogo ragionato e mostra

    Il 21 febbraio scorso sono stati presentati a Roma, al Centro Studi Italo-francese, il terzo volume del Catalogo ragionato di Amedeo Modigliani, dedicato ai disegni, e il libro Modigliani, la vita, le opere. Il primo è stato curato da Marc Restellini, il secondo è stato scritto da Christian Parisot, direttore degli Archives Légales Amedeo Modigliani. Tra qualche giorno, e precisamente il 24 febbraio, si aprirà, a Roma, al Complesso del Vittoriano, una retrospettiva sull'artista. Curata da Rudy Chiappini, direttore del Museo Cantonale d'Arte di Lugano, è stata realizzata senza la collaborazione dell'Archivio.

  • Anche la Wolfsoniana ha la sua guida

    Il 16 febbraio scorso, a due mesi dall'inaugurazione della Wolfsoniana, è stata presentata al pubblico la guida della Collezione Wolfson, ospitata a Genova in quello che è il primo museo italiano dedicato alle arti decorative e di propaganda...

  • dettagli
  • Si aprono le porte di Mitoraj

    La Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma, che in passato ha già dimostrato la sua apertura al contemporaneo, il 28 febbraio prossimo potrà vantare due nuove porte in bronzo. A realizzarle è stato l'artista Igor Mitoraj, che ha affrontato i temi dell'Annunciazione e della Redenzione.

  • Uno scatto che vale un tesoro

    È di Edward Steichen (1879-1973) la fotografia più costosa al mondo. Si tratta di un'immagine di 41x48 cm che il fotografo americano, di origini lussemburghesi, ha scattato nel 1904 a Long Island. Raffigura un chiaro di luna tra gli alberi ed è stata pagata 2 milioni e 928 mila dollari. Una cifra record.

  • Siete stressati? Provate con l'arte

    Secondo una ricerca realizzata dal Dipartimento di Psicologia dell'Università di Westminster, riportata su "La Repubblica" del 17 febbraio, visitare i musei e guardare opere d'arte fa dimunuire la concentrazione del cortisolo nel sangue, allontanando lo stress. Non sono dello stesso parere gli studiosi italiani, che parlano dell'arte come di un'esperienza emotiva, che può creare effetti perturbanti quali la Sindrome di Stendhal. Secondo loro, il rilassamento non è immediato. Arriva dopo, ed è il risultato dello sfogo delle emozioni, che possono essere diverse secondo ciò che si guarda e la sensibilità di chi osserva. Pare invece ormai assodato l'apporto benefico dell'Arteterapia, che aiuta i pazienti a esprimersi attraverso l'arte tirando fuori quello che altrimenti non saprebbero comunicare.

  • La funivia di Calatrava sorvola la Grande Mela

    L'architetto spagnolo Santiago Calatrava, già impegnato a New York nei progetti per il terminal dei trasporti del World Trade Center, ha ideato un nuovo sistema per collegare Manhattan, Brooklyn e Governors Island. Si tratta di una funicolare leggera, retta da un'asta inclinata sul fiume e da tre supporti. Le cabine sono trasparenti per consentire la visione del panorama. Curiosa la loro forma, quella della mela, che ricorda l'appellativo dato alla città. Il costo dell'operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 100 milioni di dollari.

  • Pomodoro apre al pubblico la sua biblioteca

    Il 15 marzo apre al pubblico la biblioteca della Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano. Situata in Via Solari 35 e specializzata in arte contemporanea, conserva più di 3500 volumi e numerosi periodici, sia italiani che stranieri. Grande rilievo viene dato, ovviamente, all'opera di Arnaldo Pomodoro e alla scultura. La consultazione della biblioteca, aperta il mercoledì e il venerdì dalle 14 alle 18, è a pagamento.

  • Arte senza barriere

    Essere diversamente abili può essere un handicap, ma molte difficoltà possono essere aggirate. Sapere come, può contribuire a migliorare la qualità della vita di tante persone favorendone la socializzazione. Negli ultimi anni la ricerca internazionale in campo museale, educativo e artistico, si è molto interessata a questi temi incrementando e facilitando le possibilità di fruizione e produzione d'arte dei non vedenti. La Provincia di Milano, che da tempo promuove servizi e spettacoli per persone che hanno questo tipo di disagio, ha organizzato, il 18 febbraio prossimo, alle ore 14, presso lo Spazio Oberdan, un convegno, "Il Quinto Senso: percezioni sensoriali tra arte e visioni", per fare il punto della situazione e presentare alcuni casi pratici. L'iniziativa è affiancata dalla manifestazione "Cinema senza barriere", che prevede la proiezione di alcuni cortometraggi che raccontano storie di disabilità e disagio psichico.

  • Il Ministero premia gli innamorati

    Il 14 febbraio si festeggia San Valentino e anche il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di fare un regalo agli innamorati: un ingresso gratuito a musei e spazi d'arte statali. Le coppie che si presenteranno alle biglietterie avranno diritto a un biglietto omaggio e pagheranno quindi la metà. L'iniziativa, che ha già dato adito a polemiche sul significato di "coppia", intende avvicinare i cittadini al patrimonio storico, artistico e architettonico del Paese.

  • La videoarte perde uno dei suoi protagonisti: Nam June Paik

    Il 29 gennaio si è spento a Miami l'artista coreano Nam June Paik. Aveva 74 anni. Amico di John Cage e tra i protagonisti di "Fluxus", a partire dagli anni '70 ha sperimentato tutti i tipi di media elettronici. Tra le sue opere più famose, si ricordano le complesse installazioni di video, per le quali viene considerato uno dei pionieri della videoarte.

  • Monumento agli italiani caduti a Nassirya

    Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lazio, la Provincia e il Comune di Roma, hanno promosso un concorso per la realizzazione di un monumento commemorativo degli italiani, che, nel novembre 2003, sono stati vittime di un attentato terroristico a Nassirya, in Iraq. L'opera, per cui è prevista la spesa di un milione di Euro, troverà posto di fronte alla Basilica di San Paolo Fuori le Mura, dove furono celebrati i funerali di Stato, e precisamente nel parco dedicato a Ildefonso Schuster. Gli artisti o i team progettuali interessati, possono consultare il bando sui siti www.beniculturali.it, www.regione.lazio.it, www.provincia.roma.it, www.comune.roma.it. I bozzetti per la prima selezione devono pervenire entro il 14 marzo 2006.

  • La Galerie Belvedere rischia di perdere alcune opere di Klimt

    Maria Altmann, nipote di Adele Bloch Bauer, la donna ritratta da Gustav Klimt nel 1907 e nel 1912, ha vinto la battaglia legale intentata nei confronti della Österreichische Galerie Belvedere di Vienna. Dovrebbe quindi rientrare in possesso di questi e altri lavori del celebre artista austriaco, confiscati dai nazisti durante la guerra. Ferdinand Bloch Bauer, marito di Adele, al ritorno in Austria, aveva subito chiesto la restituzione delle opere trafugate. La Galerie Belvedere, che nel frattempo aveva acquistato i lavori di Klimt, riuscì ad arrivare a un compromesso e restituì tutti i dipinti eccetto i 5 ancora in collezione. Questo fatto, giudicato incompatibile con la Legge sulle restituzioni del 1998, ha portato la Altmann a 6 anni di battaglie legali e alla recente decisione del 16 gennaio scorso. Maria Altmann, che ha 90 anni, si è detta disposta a vendere le opere, ma il Ministro della cultura Elisabeth Gehrer dice di non aver i soldi per far fronte all'acquisto. Ci vorrebbero degli sponsor per impedire ai due ritratti (stimati intorno ai 200 milioni di Euro) e agli altri dipinti di Klimt di lasciare Vienna e la Galerie Belvedere, cui Adele Bloch Bauer, morta nel 1925, avrebbe voluto lasciare questi capolavori, come risulta da un testamento, vincolato però alla libera scelta del consorte, che non manifestò mai la sua volontà in questo senso.

  • Salvatore Ala ed Emilio Vedova festeggiano i molti anni di collaborazione

    Emilio Vedova, uno dei principali protagonisti dell'arte italiana del '900, noto anche per l'impegno politico, ha cominciato a lavorare con Salvatore Ala nel 1989, in occasione della sua prima mostra newyorchese. Da allora ha esposto alla Galleria Ala altre tre volte, nel 1999, nel 2001 e oggi. Sempre a Milano. In occasione della mostra in corso, che chiuderà il 25 febbraio 2006, è stato pubblicato un catalogo, che racconta le vicende artistiche di Vedova e il lungo sodalizio con Ala. Il volume, edito da Charta, contiene un testo critico di Carlo Bertelli, una selezione di testi dell'artista e una documentazione completa delle opere presentate nelle diverse mostre, lavori realizzati tra il 1950 e il 2005.

  • Catalogati i disegni di Afro fino al 1947

    Nel 1997 era uscito il Catalogo ragionato dei dipinti di Afro Basaldella (1912-1976). In concomitanza delle mostre di Udine e Pordenone, intitolate "Nel Segno di Afro", che ricordano il trentennale della sua scomparsa, esce il primo volume del catalogo dei disegni. L'opera, curata da Mario Graziani ed edita dalla Dataars di Roma e dalla Galleria la Scaletta di Reggio Emilia, documenta i disegni dell'artista dal 1932 al 1947. Il libro, che è stato realizzato in collaborazione con l'Archivio Afro, sarà presentato al pubblico il 28 gennaio, alle ore 15, nella Gallery Hall (Halls 21- 22) di ArteFiera a Bologna.

  • Ci hanno strappato Mimmo Rotella

    Mimmo Rotella, uno dei protagonisti dell'arte italiana del dopoguerra, si è spento a Milano l'8 gennaio scorso. Lottava da tempo contro un male incurabile...

  • dettagli
  • Fondazioni bancarie per la cultura: bilancio 2004

    Secondo i dati rilasciati dall'Acri, l'associazione che riunisce le casse di risparmio italiane, nel 2004 le Fondazioni bancarie hanno investito in finanziamenti alla cultura 408,1 milioni di Euro, il 32,2% del totale a loro disposizione (1.267,8 milioni di Euro). Un risultato in crescita rispetto al 2003, quando furono stanziati 337,9 milioni di Euro. Il settore più gettonato è stato, come sempre, quello della conservazione e valorizzazione dei beni culturali, che ha ricevuto il 41% (167 milioni di Euro). Al secondo posto, si trovano le iniziative di produzione artistica e letteraria, in cui rientrano anche le sovvenzioni agli enti lirici e ai teatri. Questo comparto ha ottenuto il 18,3%, ossia 74,8 milioni di Euro. Seguono, il sostegno alle attività museali e alle arti visive col 13,4% (54,5 milioni di Euro), alle biblioteche e agli archivi col 3,6%, all'editoria e ad altri mezzi di comunicazione con l'1,4%.

  • Una boccata d'ossigeno per il MAXXI

    Il 2005 si chiude con uno stanziamento di fondi a favore del MAXXI, il Museo nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma, in fase di realizzazione su progetto dell'architetto anglo-iracheno Zaha Hadid. La disposizione è contenuta nel decreto legge "Misure urgenti in materia di organizzazione e finanziamento della Pubblica Amministrazione". Il provvedimento, approvato dal Consiglio dei Ministri a fine dicembre, porterà in dote al museo romano 10 milioni di Euro garantendo il proseguimento dei lavori.

  • L'Eur tiene a battesimo un centro studi sull'architettura razionalista

    Eur Spa e Agenzia per la città hanno dato vita al primo Centro Studi sull'architettura razionalista in Italia. Sarà ospitato nel quartiere dell'Eur a Roma, il famoso E42, realizzato dai migliori architetti italiani dell'epoca sotto la supervisione di Marcello Piacentini. I fondi sono stati stanziati dalla Regione Lazio. Il nuovo istituto ha come scopo primario la valorizzazione del modello urbanistico italiano. In quest'ottica, promuoverà convegni, mostre, seminari, incontri con architetti e storici dell'arte di fama internazionale. Tra i suoi compiti è prevista anche l'analisi di nuovi progetti urbanistici e la riscoperta di molti centri dimenticati.

  • Adempimenti fiscali per le imprese che, nel 2005, hanno erogato fondi per l'arte e lo spettacolo

    Martedì 31 gennaio 2006 è l'ultimo giorno che le imprese hanno a disposizione per comunicare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Dipartimento per la Ricerca, l'innovazione e l'organizzazione, Direzione Generale per gli Affari Generali, il Bilancio, le Risorse umane e la Formazione, Servizio I, Affari Generali, Bilancio e Programmazione - Via del Collegio Romano, 27 - 00186 Roma) le erogazioni liberali effettuate nel 2005 per favorire la realizzazione di iniziative culturali ex art. 38 della Legge 342/2000 e successivi decreti ministeriali. Nella comunicazione vanno indicati l'ammontare delle erogazioni effettuate, le proprie generalità, comprensive dei dati fiscali, i soggetti che hanno beneficiato delle elargizioni. Una dichiarazione analoga deve essere effettuata anche dai beneficiari delle erogazioni, che, oltre a segnalare le proprie generalità e le somme ricevute, devono indicare anche le finalità o attività per le quali hanno ottenuto i fondi ovvero la loro corrispondenza alle attività istituzionali allegando copia dell'atto costitutivo o dello Statuto. Maggiori informazioni e i moduli si possono trovare sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

  • La UE impone il "droit de suit" agli Stati aderenti

    La Direttiva CE 84/2001, riproposta nella Comunitaria del 2004, ha stabilito l'applicazione del "droit de suit", un diritto d'autore molto particolare, in tutti gli Stati membri dal 1 gennaio 2006...

  • dettagli
  • A lezione col Fai

    Riprendono i "Lunedì dell'arte", organizzati dal Fai - Fondo per l'Ambiente Italiano: un'immersione a tutto campo nell'arte del '900. Le lezioni saranno tenute da 36 docenti d'eccezione: critici, direttori di musei, filosofi, architetti e musicologi. Tra loro: Carlo Sisi, Vicente Todolí, Gae Aulenti, Mario Botta, Quirino Principe, Carlo Bertelli, Antonello Negri, Angela Vettese, Maria Teresa Fiorio, Philippe Daverio. Gli incontri si terranno dal 3 ottobre 2005 a maggio 2007 nell'Aula Magna dell'Università Statale di Milano, in via Festa del Perdono 7. Per maggiori informazioni o iscriversi, si può telefonare al numero 02-46761586.