News: notizie di arte moderna e contemporanea

Il Comune di Napoli vara un Centro per le Arti Contemporanee

PAN - Palazzo delle Arti Napoli
Centro per le Arti Contemporanee
Palazzo Roccella
Via dei Mille 60, Napoli
Tel. 081-7954136
Orari: 9:30-19:30, fest 9:30-14, martedì chiuso

(ARCHIVIO 2005) Il 26 marzo scorso è stato inaugurato a Napoli il primo spazio comunale dedicato alle arti contemporanee. Il suo nome è PAN, Palazzo delle Arti Napoli.

Il nuovo museo è ospitato all'interno di Palazzo Roccella, un elegante edificio settecentesco in posizione centrale, vicino al mare.
Il centro, che dispone di una superficie di oltre 6.000 mq, distribuiti su tre piani, accoglie al suo interno un archivio, una biblioteca, una sala cinematografica, una sala congressi, un bookshop, una caffetteria.
Ampi spazi del primo e del secondo piano sono dedicati alle esposizioni temporanee. Per ora, infatti, non esiste ancora una collezione permanente.

Il museo si occuperà di pittura, scultura, architettura, fotografia, design, cinema, video-arte e fumetto, ma potrà estendere il suo campo di intervento a letteratura, teatro, filosofia ecc. Insomma, a tutto ciò che fa cultura.
Molto importante sarà anche l'attività di ricerca e produzione. PAN dovrà infatti, diventare un museo innovativo e propositivo in grado di competere con gli altri centri artistici internazionali e consolidare l'immagine di Napoli come punto di riferimento per tutto il Bacino del Mediterraneo.

Il nuovo spazio si è inaugurato con la mostra "The Giving Person. Il dono dell'artista", curata dall'ungherese Lóránd Hegyi, direttore del museo.
L'idea che anima la rassegna è quella di far risaltare il ruolo dell'artista come dispensatore di emozioni e sollecitazioni intellettuali.
A stimolare cuore e mente dei visitatori sono stati chiamati alcuni dei principali protagonisti del panorama artistico internazionale degli ultini trent'anni: Michelangelo Pistoletto, Mimmo Jodice, Gilbert&George, Jan Fabre, Kiki Smith, William Kentridge, Sean Scully, Hermann Nitsch, Maurizio Nannucci, Roman Opalka, Ilya Kabakov, Dennis Oppenheim, Richard Nonas, Marina Abramovic, Mimmo Paladino, Gerard Garouste.
Accanto a loro figurano anche artisti più giovani, ma di grande interesse. Parliamo di Txomin Badiola, Kim Sooja, Jirí Cernický, Yan Pei-Ming, Gianni Dessi, Šejla Kameric, Victoria Civera, Maja Bajevic, Matthew McCaslin, Mihael Milunovic, Motti Mizrachi, Laszlo Revesz, Eva Marisaldi, Eric Binder.
Molte opere sono state create appositamente per gli spazi di Palazzo Roccella. Tra queste, quelle di Luigi Ontani, Pedro Cabrita Reis, Barthélémy Toguo, Bianco-Valente, Jean-Michel Alberola, Lois Weinberger, Gloria Friedmann, Denisa Lehocká.
La rassegna resterà aperta fino al 10 agosto 2005.