News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2004:  notizie sui musei

  • De Niro tra arte e cinema

    Quando si parla di Robert De Niro, in genere viene in mente il cinema e si ricordano film indimenticabili come Il Padrino. Parte II, Taxi Driver, Novecento, Il Cacciatore, Toro scatenato, C'era una volta in America, Mission ecc. Non viene certo in mente Peggy Guggenheim. Eppure Robert De Niro Sr., padre dell'attore, fu uno degli artisti della sua galleria newyorchese, la famosa Art of this Century. La stessa dove esposero anche Pollock, Kline, De Kooning, Motherwell, Rothko e Baziotes. Dal 12 dicembre al 6 febbraio una mostra aperta al Museo Hendrik Christian Andersen di Roma ci permette di conoscere le sue opere.

  • Modena: proseguono i restauri di Palazzo Santa Margherita

    Il 21 novembre scorso sono state inaugurate le Sale Nuove della Galleria Civica di Modena, ospitata a Palazzo Santa Margherita, dove si trovano già la Biblioteca Delfini e l'Istituto Musicale Orazio Vecchi. Le mostre in corso sono dedicate al disegno di Mimmo Paladino, all'opera grafica e ai multipli di Richard Artschwager, alle fotografie di Olivier Richon. Una scelta che si ricollega alle tipologie delle collezioni museali, la Raccolta di Fotografia Contemporanea con il Fondo Franco Fontana, la Raccolta del Disegno Contemporaneo e la Raccolta Don Bettelli, nucleo originario della Raccolta di Grafica Contemporanea. I lavori di ristrutturazione sono stati sostenuti dalla Cassa di Risparmio di Modena, che è partner attivo di molte iniziative cittadine sull'arte. Nel 2005, quando il recupero dell'edificio sarà completato, verrà alloggiato qui anche il Museo della Figurina, frutto della generosità di Giuseppe Panini. Il Palazzo si trasformerà quindi in un grande Polo culturale al servizio della città.

  • Riapre la Galleria d'Arte Moderna di Nervi

    Dopo un importante intervento di restauro e riallestimento, il 13 novembre ha riaperto al pubblico la Galleria d'Arte Moderna di Nervi, ospitata a Villa Saluzzo. Al suo interno si può vedere un'interessante collezione d'arte dagli inizi dell'800 a oggi...

  • dettagli
  • Apre al pubblico la Biblioteca di Ca' Pesaro

    Dal 15 novembre 2004 la Biblioteca di Storia dell'Arte annessa alla Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Ca' Pesaro sarà aperta a tutti e consultabile in orari prestabiliti...

  • dettagli
  • Nasce a Milano la Fondazione Marconi

    L'11 novembre 1965 veniva inaugurata a Milano una nuova galleria, quella di Giorgio Marconi. La prima mostra fu dedicata ad Adami, Del Pezzo, Schifano e Tadini, artisti giovani e promettenti. Da allora sono passati circa quarant'anni, di qui sono passati alcuni tra i più importanti artisti italiani e stranieri e la galleria è diventata un punto di riferimento importante per la cultura artistica cittadina. Anche gli spazi sono cambiati. Ampliati e rinnovati, d'ora in poi ospiteranno anche una Fondazione d'Arte Moderna e Contemporanea, che si occuperà della valorizzazione di importanti fondi d'artista del '900, da Man Ray a Sonia Delaunay, da Lucio Fontana a Gianni Colombo, da Mario Schifano a Enrico Baj a Emilio Tadini. In futuro, forse, nascerà anche un museo, dedicato a Man Ray.

  • Da Manhattan al Queens e ritorno

    A due anni e mezzo dalla chiusura, e in anticipo sulle previsioni, il Museum of Modern Art di New York ritorna a casa. Lascia il Queens e torna a Manhattan...

  • dettagli
  • Il Liberty domina il Golfo di Napoli

    Sarà dedicato all'architettura napoletana, in particolare al Liberty, il museo in fase di realizzazione all'interno dell'edificio neogotico di Villa Ebe a Pizzofalcone, sulla sommità del Monte Echia. Il palazzo, noto come Castello di Lamont Joung, appartiene al Comune, che lo ha comprato nel 1997, e deve essere completamente restaurato perché quattro anni fa è stato gravemente danneggiato da un incendio. I lavori sono stati affidati a Renato Sparacio, autore della ristrutturazione del Suor Orsola Benincasa, e ad altri professionisti di fama, come Benedetto Gravagnuolo, Preside della Facoltà di Architettura, e Roberto Serino. Sulla terrazza, che domina il Golfo, verrà posta una scultura di Mimmo Paladino.

  • Il National Museum of Women in the Arts cerca "amici" in Italia

    Il National Museum of Women in the Arts ha sede a Washington ed è il decimo museo americano in termini di importanza. Aperto nel 1987, ha all'attivo una collezione di circa 3.000 opere di artiste donne, dal Rinascimento a oggi. Tra loro, per citare quelle che rientrano nel nostro campo di intervento, Berthe Morisot, Sonia Delaunay, Gabriele Münter, Georgia O' Keeffe, Frida Kahlo, Judy Chiacago, Barbara Hepworth ecc. Lo scopo del museo è promuovere l'arte femminile in tutte le sue manifestazioni educando il pubblico ad apprezzare lavori tavolta poco conosciuti. Il 22 settembre scorso è stata presentata a Milano, presso la Società del Giardino, l'Associazione Amici del National Museum of Women in the Arts. Un'organizzazione non profit, nata per diffondere nel nostro Paese l'immmagine del museo e individuare artiste italiane, contemporanee o del passato, da valorizzare e far conoscere in Italia e all'estero. Per maggiori informazioni sulle finalità del museo, si può visitare il sito del National Museum of Women in the Arts.

  • Settimana di riflessione in vista della realizzazione della videoteca del MACRO

    Tra il 21 e il 25 settembre il MACRO di Roma presenta al pubblico un’ampia rassegna di video e performance con il coinvolgimento di importanti artisti italiani e stranieri. La manifestazione rappresenta il primo passo del progetto "MACROVideoteca", volto a costituire e strutturare questo ambito della collezione museale. Ne faranno parte video di artisti che si possono considerare "classici", come Abramovic-Ulaj, Vito Acconci, Bruce Nauman, Nam June Paik, Richard Serra, Studio Azzurro, Bill Viola, etc. Lavori di artisti come Laurie Anderson, Sadie Benning, Jem Cohen, Jean-Luc Godard, Meredith Monk, che si sono interessati alle interferenze del video con altri media. Video della produzione italiana, sia storica che contemporanea. Il programma comprende una giornata di studi sugli aspetti culturali, tecnici, progettuali e organizzativi inerenti alla costituzione e al funzionamento della videoteca del MACRO e la rassegna "On Air", una panoramica sulla recente produzione video in Italia, curata da Andrea Bruciati e Antonella Crippa.

  • Documentari d'arte alla GAM di Torino

    Il 7 settembre scorso, la GAM (Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea) di Torino ha aperto al pubblico una nuova sezione della Videoteca, attiva dal 1999 e forte di 1200 video e film d'artista, tra cui Bruce Nauman, Vito Acconci, Pipilotti Rist, Gillian Wearing, Peter Fischli e David Weiss. Si tratta dell'Archivio del Documentario sull'Arte Contemporanea. Un fondo di oltre 700 titoli che permette di conoscere aspetti della creazione artistica che documenti di altro genere non sono in grado di trasmettere. In questi filmati, infatti, si può vedere un autore al lavoro, ascoltarlo mentre spiega le proprie opere, respirare il clima in cui vive. L'operazione è stata possibile grazie ai fondi messi a disposizione della Fondazione CRT. Ed è di grande importanza anche perché colma una lacuna delle istituzioni museali italiane, finora poco interessate a questo fondamentale strumento di studio e ricerca.

  • Giornate europee del Patrimonio

    L'Italia partecipa alle "Giornate Europee del Patrimonio", indette dal Consiglio d'Europa per promuovere nei cittadini europei un generale interesse per l'arte e il patrimonio culturale. La manifestazione, che avrà luogo il 25 e il 26 settembre prossimi, prevede l'entrata gratuita in musei, gallerie, monumenti e aree archeologiche dello Stato. Per maggiori informazioni si può consultare il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

  • Museum Image 2004

    Si terrà il 23 e 24 settembre prossimi, al Centro Affari di Arezzo, la quinta edizione di Museum Image, il salone dell'oggettistica e dei prodotti ispirati all'arte. Una manifestazione creata per operatori, enti e aziende, che si occupano di merchandising, marketing museale e servizi affini. Oltre alla possibilità di instaurare proficui contatti di lavoro, Museum Image offre l'opportunità di seguire convegni e workshop di approfondimento sul nuovo Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (23 settembre, ore 10) e altri temi di attualità ("Musei e comunicazione: l'attività di relazione con i media", 24 settembre, ore 10; "Musei e comunicazione: dal logo al catalogo", 24 settembre, ore 15). Come nella scorsa edizione, verrà conferito il "Premio al Museo rivelazione dell'anno". Per maggiori informazioni, si può consultare il sito www.museumimage.it.

  • Munch ancora nel mirino dei ladri

    A 10 anni dal furto del Grido di Edvard Munch della Nasjonalgalleriet di Oslo, poi ritrovato, ora è la volta di un'altra versione del celebre capolavoro, quella del Munch Museet, rubata il 22 agosto scorso in pieno giorno e a museo aperto sotto gli occhi dei turisti. Il dipinto di Munch, realizzato in tempera e pastello nel 1893, dovrebbe valere intorno ai 50 milioni di Euro. Del bottino fa parte anche un'altra tela dell'artista norvegese, La Madonna, valutata intorno ai 18 milioni di Euro. Nell'attesa di sapere qualcosa di più sugli autori del furto, si moltiplicano le polemiche sulle scarse misure di sicurezza adottate dal museo di Oslo.

  • I grandi musei francesi aprono filiali in provincia

    Per dare corso al progetto di decentramento culturale voluto dall'ex Ministro della Cultura francese, Jean-Jacques Aillagon, e confermato da Renaud Donnedieu de Vabres, oggi in carica, il Centre Pompidou di Parigi ha aperto una filiale a Metz nell'est della Francia. Il Louvre sta ancora decidendo dove andare e le candidature si sprecano. Anche se decentrata, una sede del Louvre ha sempre la sua importanza. Significa prestigio, posti di lavoro, turismo. Ecco perché sono in lizza ben sei città del nord: Amiens, Arras, Boulogne, Calais, Lens, Valenciennes. Per poter aprire il Louvre II è richiesto uno spazio espositivo di almeno 4.500 mq e un budget annuale di 74 milioni di Euro. Il Ministro della Cultura deciderà a settembre. Ma Amiens e Valenciennes partono favorite perché godono i favori del centro-destra.

  • A Paestum rende di più il passato

    Il passato rende più del presente. Questa sembra essere l'opinione del Sovrintendente per i Beni Archeologici di Salerno Giuliana Tocco, che ha deciso di sfrattare il Mmmac, il Museo dei Materiali Minimi di Arte Contemporanea, per dare spazio a una selezione di armi e manufatti dell'antichit`. Il museo, creato dal pittore Pietro Lista e supportato dal critico Gillo Dorfles, è attualmente ospitato nella Torre 28 della cinta muraria di Paestum e, con le sue iniziative, ha contribuito ad attirare in questo posto splendido, ma minacciato da degrado, turisti e artisti. Qui hanno esposto Tadini, Lodola, Paladino, Del Pezzo. Qui hanno lasciato le loro opere artisti come Kounellis, Beuys, Merz, Long, Warhol, Rosenquist, Cucchi, Paladino, Crepax. Per l'anno prossimo era prevista una grande mostra di Arnaldo Pomodoro. Ora tutto questo è in pericolo...

  • Thomas Krens non si arrende

    Nonostante le critiche, la crisi economica, i progetti andati in fumo, Thomas Krens, da 16 anni alla guida della "Galassia Guggenheim", non si arrende e sforna nuovi progetti di ampliamento. Con un occhio al portafoglio, al pubblico, alla qualità delle mostre, ha deciso di puntare su Paesi ancora poco conosciuti, ma in evoluzione, come la Cina, l'America Latina, l'Oriente. Sono questi i posti dove vorrebbe dare vita a nuovi musei. Oltre ovviamente a New York, dove brucia ancora l'insuccesso della sede di Soho e la mancata realizzazione del Museo di Gehry sulle sponde dell'East River.

  • Ancora novità da Brera

    Risistemate a fine maggio le sale X e XI, dedicate rispettivamente alle collezioni Jesi e Vitali, la Pinacoteca di Brera ha ripreso in mano, con alcune varianti, il progetto della "Grande Brera", che sul finire degli anni '80 aveva infiammato il cuore degli appassionati d'arte. Grazie all'impegno della Fondazione San Paolo di Torino e di Banca Intesa, che hanno assicurato il loro appoggio finanziario, la Pinacoteca potrà raddoppiare gli spazi a sua disposizione passando da 4.500 mq a oltre 8.000. Questo le permetterà di esporre il 20% in più di opere e dotarsi di strutture finora inesistenti, ma essenziali per un museo, come le sale per le esposizioni temporanee, i laboratori, i depositi, la caffetteria, gli uffici. A "farne le spese" sarà l'Accademia, costretta a sloggiare quasi completamente dalla sede storica, dove dovrebbero restare la quadreria dell'800, la gipsoteca, i dipartimenti di pittura, scultura, restauro e la direzione, per trasferirsi a Palazzo Citterio e alla Bovisa. Ci guadagnerà in spazio e funzionalità, ma perderà molto del suo fascino. Il progetto di risistemazione del Palazzo di Brera sarà affidato all'architetto Alberico Barbiano di Belgiojoso; la sede dell'Accademia alla Bovisa da Luigi Chiara. La Pinacoteca sarà gestita quasi sicuramente da una Fondazione aperta ai privati.

  • La Spezia: apre il CAMeC

    Nella splendida cornice del Golfo dei Poeti è nato un nuovo museo, dedicato all'arte moderna e contemporanea, il CAMeC, Centro per l'Arte Moderna e Contemporanea...

  • dettagli
  • Sironi e Milano

    Andrea Sironi ha deciso di donare alle Civiche Raccolte d'Arte di Milano, 5.000 disegni del nonno: Mario Sironi. Si tratta di appunti, schizzi, idee per scenografie e vignette satiriche. Il lascito andrebbe ad arricchire la collezione della città, che già da ora vanta il maggior numero di opere dell'artista. Le trattative sono in corso anche perché si deve capire dove potrebbe essere collocato il fondo, che va esposto integralmente.

  • Si pagherà il biglietto per visitare i Musei civici milanesi

    A partire dal prossimo 3 agosto, i musei civici milanesi saranno gratuiti soltanto il venerdì dopo le 14 e un'ora prima della chiusura. Negli altri giorni diventeranno a pagamento. I biglietti di ingresso varieranno a seconda delle istituzioni. I più cari saranno il Castello Sforzesco e il Museo di Storia Naturale, che costeranno 3 Euro. Ci saranno ovviamente eccezioni e prezzi speciali. Resteranno esenti da "ticket" la Casa museo Boschi-Di Stefano, il Museo di Milano, il Museo della Reggia a Palazzo Reale. L'ingresso continuerà a essere gratuito per studenti fino a 18 anni, insegnanti, guide turistiche, disabili, giornalisti e studiosi, persone iscritte ad associazioni che si occupano di tutela dei beni culturali. Un prezzo di favore sarà riservato ai dipendenti del Comune, agli studenti universitari e delle Accademie di Belle Arti.

  • In rialzo le visite nei musei statali

    I primi dati che giungono dai musei statali sembrano scongiurare la crisi di presenze dell'anno passato. A Firenze si è registrato un incremento del 17,19% dei visitatori e un 19,65% degli incassi. A Napoli, grazie anche al sistema Artecard, si è constatato un aumento del 27% circa rispetto allo stesso periodo del 2003. Secondo Antonio Paolucci, sovrintendente del polo museale fiorentino, questa tendenza positiva dovrebbe proseguire per tutto il 2004. Analizzando la situazione del capoluogo toscano si è notato che i visitatori amano andare ai musei quando possono abbinare la loro visita con quella di una mostra. Non importa se devono pagare di più. Questo conferma che ci vuole sempre qualcosa di nuovo per far scattare l'interesse del pubblico.

  • Museo del Design: Genova in pole position

    Sono anni che Milano parla della realizzazione di un Museo del Design, da sistemare alla Triennale. Genova parla poco, ma agisce con maggior tempestività...

  • dettagli
  • Bergamo ripropone la "Notte dei Musei"

    Dopo il successo dello scorso anno, Bergamo ripropone "Musei di notte/La notte dei musei" e gli spazi espositivi della città fanno a gara nel presentare inziative di grande interesse. La GAMeC, Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, aderisce alla manifestazione a partire dal 19 giugno con incontri, conferenze, visite guidate e nuove mostre, dedicate ad Alberto Garutti, Mario Sironi e Luca Bertini.

  • Il Louvre di Parigi apre una sezione di arti decorative

    Il 22 giugno aprirà al Louvre una grande mostra, dedicata all'arte orafa dal Medioevo ai nostri giorni, passando per il Rinascimento e l'Art deco. Troverà posto in una sezione ad hoc, "Le Musée des arts decoratifs", progettata dall'architetto svizzero Roberto Ostinelli. Le sale, raffinatissime, accoglieranno 1200 gioielli di ogni tipo, suddivisi cronologicamente. Per il '900, accanto ai nomi di Cartier, Chanel e Gautier, figurano quelli dei principali esponenti della "Scuola Orafa Padovana": Mario Pinton, Francesco Pavan, Giampaolo Babetto. Veri e propri "artisti del gioiello", che sono diventati un punto di riferimento per l'oreficeria mondiale.

  • Ferrara. Polo per l'arte moderna e contemporanea

    Ferrara sta ripensando al proprio patrimonio museale con un'attenzione particolare per il moderno e il contemporaneo. L'idea è quella di dare vita a un nuovo polo museale, che includa al suo interno una serie di palazzi storici. Edifici di gran pregio, come Palazzo dei Diamanti, Palazzo Prosperi-Sacrati, Palazzo Massari e la Palazzina dei Cavalieri di Malta. In futuro, si pensa di far rientrare nel circuito anche il Palazzo Cesare d'Este. Il progetto di fattibilità è stato affidato all'architetto Massimo Carmassi, che ha pensato di concentrare le mostre temporanee al Palazzo dei Diamanti, ospitare il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo de Pisis" a Palazzo Prosperi-Sacrati, sistemare il Museo dell'Ottocento e il Museo Giovanni Boldini a Palazzo Massari e nella Palazzina dei Cavalieri di Malta.

  • Rovereto: sconti nei musei per chi fa shopping nei negozi

    A Rovereto, domenica 30 maggio, parte la manifestazione "Negozi aperti" e anche i tre musei cittadini, il Mart, il Museo Civico di Rovereto e il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, partecipano all'iniziativa. Lo fanno assicurando a chi visita il Millennium Center o i negozi del centro l'ingresso museale a prezzo ridotto. Per ottenere lo sconto basta presentare nelle biglietterie dei musei la "Rovereto In-card" o i coupon che verranno distribuiti in tutti gli esercizi commerciali che aderiscono alla promozione.

  • Villa Manin si trasforma in Centro d'Arte Contemporanea

    Il 30 maggio prossimo aprirà al pubblico il Centro d'Arte Contemporanea di Villa Manin, a Passariano, in provincia di Udine. La direzione artistica del progetto è stata affidata a Francesco Bonami, direttore artistico della Biennale veneziana del 2003...

  • dettagli
  • Torna la "Settimana della Cultura"

    Per avvicinare il grande pubblico al mondo dell'arte e della cultura, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di riproporre anche quest'anno la "Settimana della Cultura". La manifestazione, che è molto seguita ed è giunta ormai alla VI edizione, avrà luogo in tutte le regioni d'Italia dal 24 al 30 maggio. Moltissimi gli eventi in programma, ai quali si aggiunge l'apertura gratuita di tutti i luoghi d'arte statali. Per avere maggiori informazioni sulle manifestazioni in corso, si può visitare il sito Internet del Ministero per i Beni e le attività Culturali, che dispone di un database di ricerca per regione, provincia, titolo, data, luogo ecc.

  • Napoli e il contemporaneo

    Che Napoli si stesse impegnando attivamente nel contemporaneo era abbastanza evidente dati gli interventi all'interno della metropolitana, le installazioni in Piazza del Plebiscito e le interessanti mostre allestite al Museo Archeologico, a Castel Sant'Elmo e al Museo di Capodimonte, che, tra l'altro, ospita anche una collezione permanente di arte contemporanea. A rimarcare la situazione arriva una notizia della fine di marzo, che annuncia la nascita di un museo specifico, dedicato all'arte contemporanea, a Palazzo Donnaregina, nel centro storico. Il progetto, varato dalla Regione, che ha acquistato l'edificio per farne uno spazio espositivo, è stato affidato all'architetto portoghese Alvaro Siza, che opererà in collaborazione con lo studio napoletano DAZ. I lavori dovrebbero cominciare il marzo prossimo ed essere completati entro l'anno. Ma il progetto scientifico, al quale stanno lavorando Achille Bonito Oliva, Edoardo Cicelyn, Rudy Fuchs, Vicente Todolì sembra essere ancora in alto mare. Per quanto riguarda la collezione permanente, si parla del deposito di opere da parte di Ileana Sonnabend, dei lavori di artisti che hanno esposto a Piazza del Plebiscito o in altre mostre promosse dalla Regione, del coinvolgimento di galleristi e collezionisti napoletani.

  • Frank O' Gehry realizza un museo per la sua città

    Il geniale architetto Frank O' Gehry, che tutti ricordano per il Guggenheim Museum di Bilbao, è impegnato nel progetto di espansione dell'Art Gallery of Ontario a Toronto, sua città natale. Un intervento che si è reso necessario in seguito all'incremento della collezione. Il piano di Gehry, che intende ampliare del 40% gli spazi espositivi, prevede, tra altre cose, gallerie con vista sulla città e sul parco, un bookshop su due livelli e la realizzazione di una grande scalinata a spirale nell'atrio di ingresso. Quella che desta maggiori preoccupazioni è l'immensa facciata in vetro e titanio, destinata a coprire il vecchio edificio. Un intervento imponente, che sicuramente renderà la città una delle principali mete turistiche canadesi e internazionali. Il museo dovrebbe essere pronto per il 2007. Il costo previsto è di 194.8 milioni di dollari.

  • Nuovi spazi espositivi per il Museo Fattori

    Dal 22 aprile il Museo Civico Fattori di Livorno dispone di un nuovo spazio per le mostre temporanee, ricavato nei granai e nelle scuderie di Villa Mimbelli. Un elegante edificio ottocentesco, recentemente restaurato e circondato da un vasto parco. Il nuovo centro è stato aperto con la mostra "I tesori del mare. Trasparenze, miti e suggestioni". In esposizione, oltre 150 opere tra dipinti, incisioni, sculture, vetri, arazzi e ceramiche, che ricordano i diversi modi in cui è stato interpretato questo mondo misterioso dalla seconda metà dell'Ottocento fino agli anni '50. Tra gli artisti in mostra: Klinger, Balla, Sironi, Nomellini, Morelli, Carrà, Casorati, De Chirico, Guttuso, De :Pisis, Boccioni, Savinio, Morandi, Viani, Chini e Depero. Una sezione particolare è dedicata ai reperti di archeologia marina recuperati in Liguria, Sicilia, Grecia e Tunisia.

  • Grottamare ricorda Pericle Fazzini con un museo

    La città di Grottammare (Ascoli Piceno) ha deciso di dedicare il Museo Civico, inaugurato il 10 aprile scorso nel Torrione della Battaglia, allo scultore Pericle Fazzini (1913-1987), nativo del posto. Un artista che Ungaretti apprezzava molto e amava definire "scultore del vento". Il Museo, che intende proporsi come polo di formazione permanente sui temi della cultura, ospita la collezione che la Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno ha donato al Comune e ha aperto con la mostra permanente "Verso la Resurrezione". Un omaggio all'opera più nota di Pericle Fazzini, custodita nella Sala Nervi in Vaticano.

  • Museo con vista sulla natura

    Koichi Yasuda, Ken Kannari e Masao Nishioka, dello studio d'architettura Nikken Sekkei, hanno vinto l'edizione 2003 del Premio DuPont Benedictus con il progetto del Pola Museum of Art. L'edificio, che conserva la collezione di dipinti impressionisti della Pola Art Foundation, è stato realizzato in uno scenario molto suggestivo, all'interno del Parco Nazionale Fuji-Hakone-Izu in Giappone. Per non turbare la quiete del paesaggio ed essere in perfetta simbiosi col contesto, il museo si espande sottoterra con tre piani e fuoriesce di soli 8 metri. Camminando sul ponte di accesso, immerso tra le piante, si vede solo l'ingresso, che è in vetro laminato e offre una splendida vista sul villaggio di Kozukayama e la natura circostante.

  • Maggio invita la gente ai musei

    In occasione del 1 maggio, festa dei lavoratori, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di favorire l'incontro degli italiani con l'arte sostituendo il tradizionale biglietto di ingresso con il pagamento simbolico di 1 Euro. Una cifra alla portata di tutti, grazie alla quale si potranno visitare più di 100 musei e siti archeologici statali. Non sono molte le possibilità per quanto riguarda l'arte moderna e contemporanea, ma comunque vale sempre la pena di approfittare dell'occasione per vedere alcuni interessanti luoghi d'arte. Tra questi, la Galleria Nazionale d'Arte Moderna, la Galleria Borghese, Palazzo Massimo, il Vittoriano, la Domus Aurea, Palazzo Barberini e Palazzo Altemps a Roma; il Giardino di Boboli, la Villa Medicea di Cerreto Guidi, il Museo Archeologico e Orsanmichele a Firenze; Palazzo Reale, il Museo Egizio e la Galleria Sabauda a Torino; il Museo Archeologico e la Galleria dell'Accademia a Venezia; Palazzo Reale, il Museo Archeologico, Castel S. Elmo e il Museo di Capodimonte a Napoli; la Certosa di San Lorenzo a Padula; la Reggia di Caserta ecc. Maggiori informazioni sui musei e i siti archeologici, che hanno aderito all'iniziativa, si possono avere chiamando il Call Center del Ministero al numero verde 800 99 11 99 (attivo tutti i giorni dalle 9 alle 19).

  • In cerca di sculture nel Chianti

    Il 21 maggio aprirà al pubblico un nuovo parco di sculture all'aperto, situato nella zona del Chianti senese in mezzo a boschi di querce e lecci...

  • dettagli
  • Apre al pubblico la Casa Museo Goffredo Parise di Ponte di Piave

    È stata inaugurata il 27 marzo scorso la Casa Museo Goffredo Parise di Ponte di Piave, in provincia di Treviso. Al suo interno, oltre agli oggetti e ai libri dello scrittore vicentino, si può ammirare anche la sua collezione d'arte...

  • dettagli
  • Altre sette opere di Serra al Museo di Bilbao

    Nel 2005, i visitatori del Guggenheim Museum di Bilbao potranno vedere, oltre a Snake (1994-1996), altre sette sculture monumentali di Richard Serra. Tra queste, ci sarà anche Naples, l'installazione che l'artista americano, ha realizzato lo scorso anno per la Piazza del Plebiscito a Napoli. I lavori di Serra saranno esposti nella lunga e sinuosa galleria denominata "El Pez".

  • Libeskind, da Ground Zero a Praga

    Vinto il concorso per la ricostruzione di Ground Zero a New York, Daniel Libeskind sta ora pensando alla realizzazione del Museo Dalí di Praga. Un incarico che gli è stato affidato dal gallerista locale Miro Smolak. Nel mondo esistono già altri due musei dedicati a Salvador Dalí (1904-1989), l'artista spagnolo di cui ricorre quest'anno il centenario. Il primo si trova in Spagna, a Figueiras; il secondo, in America, a Saint Petersburg. Il progetto del futuro museo, che sorgerà nel centro storico di Praga, sarà presentato l'11 maggio.

  • A Cinisello Balsamo il primo museo italiano di fotografia contemporanea

    Il 3 aprile 2004 aprirà al pubblico il Museo di Fotografia Contemporanea di Villa Ghirlanda, a Cinisello Balsamo. La sua collezione è costituita da 18 fondi, che ripercorrono la storia della fotografia dalle avanguardie storiche a oggi...

  • dettagli
  • Il contemporaneo trova casa a Isernia

    Il 12 marzo scorso è stato inaugurato a Isernia il MACI, il primo museo d'arte contemporanea del Molise. Ospitato nel Palazzo della Provincia e diretto da Pietro Campellone, apre con una collettiva intitolata "L'Arte in testa. Storia di un'ossessione da Picasso ai giorni nostri"...

  • dettagli
  • Riapre il Moderna Museet di Stoccolma

    Dopo due anni di ristrutturazione, il 14 febbraio 2004 ha riaperto al pubblico il Moderna Museet di Stoccolma. Un'istituzione che ha trasformato radicalmente la vita artistica della città e che ha raccolto nel tempo una delle più importanti collezioni internazionali di arte moderna e contemporanea...

  • dettagli
  • Nasce la Fondazione Kovacs

    Il banchiere ungherese Gabor Kovacs ha investito circa 11 milioni di Euro per la creazione di una fondazione finalizzata a far conoscere l'arte contemporanea del suo Paese in Europa e l'arte europea in Ungheria. La sede della Fondazione, che aprirà al pubblico il 20 aprile, in prossimità dell'ingresso dell'Ungheria nell'Unione Europea, sarà a Budapest, sul viale Andrassy, nell'ex-residenza estiva dell'imperatore Francesco Giuseppe, che il Governo comunista aveva trasformato in Club dei Giovani Artisti. Per le sue attività, la Fondazione si avvarrà della collaborazione di cinque esperti di fama internazionale, tra cui l'italiano Giacinto di Pietrantonio, direttore della Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.

  • Klee approda al Museo di Stoccolma

    Il collezionista svedese Carl Gemzell ha donato sette quadri di Paul Klee, tra cui Rote Landschaft, Orientalisches Fest e Mann des Winters, al Museo di Arte moderna e contemporanea di Stoccolma. I dipinti dell'artista svizzero saranno esposti al pubblico a partire dal 14 febbraio, quando il museo riaprirà i battenti dopo due anni di accurata ristrutturazione. Altre opere di Klee si potranno vedere in Italia, e precisamente al Vittoriano di Roma, dal 12 marzo al 27 giugno, in una grande retrospettiva organizzata in collaborazione con la Paul Klee-Stiftung di Berna, che possiede la più vasta collezione di opere dell'artista.

  • Le opere di Burri incluse tra quelle di "interesse particolarmente importante"

    La Soprintendenza Regionale per i Beni e le Attività Culturali dell'Umbria e la Direzione Generale per l'Architettura e l'Arte contemporanee (DARC) hanno incluso le opere conservate all'interno della Fondazione Palazzo Albizzini - Collezione Burri di Città di Castello, in provincia di Perugia, tra i beni di eccezionale interesse storico-artistico, quindi soggetti a particolari vincoli di tutela. L'iniziativa rientra all'interno di quel processo generale di valorizzazione del contemporaneo, che ha avuto avvio il luglio scorso con la stipulazione del Patto per l'arte contemporanea tra il Ministro Urbani e i rappresentanti delle Regioni e degli Enti locali e che ha lo scopo di dare vita a un vero e proprio "sistema nazionale della contemporaneità".

  • Nuovo look per la Triennale di Milano

    Sono passati ormai 80 anni dalla prima edizione della Triennale. Per festeggiare il suo compleanno, la Fondazione ha pensato di dare il via a una serie di nuovi progetti...

  • dettagli
  • Manzù resterà quasi sicuramente ad Ardea

    Dopo le polemiche dei mesi scorsi, che avevano opposto il Comune di Ardea e quello di Bergamo in merito all'apertura di un museo dedicato a Giacomo Manzù, sembra che finalmente si sia arrivati a un accordo. Domani, 17 gennaio, tredicesimo anniversario della morte dello scultore, verrà reso noto il progetto, frutto dell'intesa tra Provincia di Roma, Comune di Ardea e Provincia di Bergamo.

  • Piano, Piano fino a Los Angeles

    Renzo Piano, uno dei più geniali e apprezzati architetti italiani, già attivo a New York e Dallas, è stato incaricato della progettazione della nuova ala del Los Angeles County Museum (LACMA). Lo ha voluto il miliardario Eli Broad, che ha donato 52 milioni di Euro per finanziare i lavori di ampliamento del museo americano e acquistare opere d'arte contemporanea.