News: notizie di arte moderna e contemporanea

News del 2003:  notizie sul mercato dell'arte

  • Aste d'autunno in Italia

    Partono le aste italiane di arte moderna e contemporanea. Inizia Finarte, che il 20 novembre propone a Milano una scultura di Fontana del 1932 (Campione olimpionico). Seguono, sempre a Milano, Christie's (24 novembre) e Sotheby's (25 novembre) con opere di Savinio, Marini, Campigli, de Chirico e De Pisis. Importanti, per la valutazione dell'artista, due opere di Balla, in asta da Sotheby's. Si tratta di Alberi e siepe a Villa Borghese del 1905 e Compenetrazione iridescente n. 4 del 1915, stimate rispettivamente 300-400 mila Euro e 500-700 mila Euro. Il 28 e il 29 è di scena Farsetti a Prato. La casa d'aste toscana propone, tra le altre, opere di de Chirico, Morandi e Fontana (Concetto spaziale, 1964). Da tenere d'occhio l'Interno metafisico di de Chirico, che vanta una provenienza di tutto rispetto. Faceva infatti parte della Collezione Jesi.

  • Klimt strabilia Sotheby's

    Landhaus am Attersee (1914), il paesaggio di Gustav Klimt in asta da Sotheby's, a New York, il 5 novembre scorso, ha raggiunto la ragguardevole cifra di 29.128.000 dollari. Era stimato tra i 18 e i 25 milioni di dollari.

  • Modigliani e Léger protagonisti di Christie's a New York

    Si è conclusa con grande successo l'asta newyorchese di Christie's del 5 novembre, dedicata all'arte moderna e all'Impressionismo. I 43 lotti in vendita hanno fruttato oltre 177 milioni di dollari. Molti gli acquirenti americani, circa i 2/3 dei compratori. Uno dei pezzi di maggior interesse, il Nudo sdraiato (sul fianco sinistro) di Amedeo Modigliani, realizzato nel 1917 e stimato tra i 20 e i 25 milioni di dollari, è stato venduto per 26.887.500 dollari. Ancora più clamoroso il record di Fernand Léger. La femme en rouge et vert dell'artista francese, valutata tra i 10 e i 15 milioni di dollari, ha raggiunto 22.407.500 dollari. Ottimo anche il risultato di Henry Moore, che, con la scultura Three Piece Reclining Figure: Draped, ha stabilito un nuovo primato: 6.167.500 dollari. Di poco sotto la stima L’allée des Alyscamps di Van Gogh. Stimato tra 12 e 18 milioni di dollari ha portato a casa 11.767.500 dollari.

  • A New York è tempo di aste

    Il novembre della Grande Mela vede all'opera le principali case d'asta internazionali. Si parte con Cristie's, in programma per il 4 e il 5 novembre. In vendita un nudo di Amedeo Modigliani del 1917 (20-25 milioni di dollari), La femme en rouge et vert di Fernand Léger (10-15 milioni di dollari) e Three Piece Reclining Figure: Draped, una grande scultura di Henry Moore (4-5 milioni di dollari). Ben 3 le tele di Vincent van Gogh, tra cui L’allée des Alyscamps (12-18 milioni di dollari). Seguirà l'asta di Sotheby's, fissata per il 5 e il 6 novembre.

  • Record londinese per Pino Pascali

    Pino Pascali, uno dei più interessanti e geniali protagonisti dell'Arte Povera, morto giovanissimo, ha strabiliato tutti all'asta londinese di Christie's del 21 ottobre scorso segnando un prezzo record: i 2,2 milioni di Euro del Cannone Semovente del 1965 (base d'asta 720.000 Euro).

  • Opera di Klimt in vendita a New York

    Tra i pezzi forti dell'asta newyorchese di Sotheby's del 5 novembre prossimo c'è, un dipinto di Gustav Klimt, Landhaus am Attersee, eseguito dall'artista nel 1914. L'opera, che faceva parte della collezione di Jenny Steiner, fu trafugata dai nazisti ma, in tempi recenti, è stata restituita agli eredi della Steiner. Il paesaggio di Klimt è valutato tra i 18 e i 25 milioni di dollari.

  • Arte italiana in tour

    Sotheby's e Christie's hanno organizzato due mostre itineranti per far conoscere le opere di arte moderna italiana che andranno in asta a Londra il 20 e il 21 ottobre prossimi.
    La prima, realizzata da Christie's, si terrà a Milano, il 23 settembre, nello spazio B&B di via Durini. In mostra alcune sculture di Marino Marini e Giacomo Manzù, due nature morte di Giorgio Morandi e lavori di Alberto Burri, Piero Manzoni, Pino Pascali, Lucio Fontana, Alighiero Boetti, Mario Merz, Afro e Domenico Gnoli. Dopo il capoluogo lombardo, la mostra toccherà Firenze (25-28 settembre, Hotel Excelsior), Torino (1-2 ottobre, Unicredit), New York (8-10 ottobre).
    Sotheby's terrà la sua prima presentazione il 25-27 settembre nella sede milanese di Palazzo Broggi. Tra le opere in vendita, lavori di: Marino Marini, Giacomo Manzù, Fausto Melotti, Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Alberto Burri, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Mario Merz, Mario Schifano, Giuseppe Capogrossi, Enrico Baj, Mimmo Rotella, Giuseppe Uncini, Carol Rama, Enrico Castellani, Emilio Vedova, Gianni Colombo, Grazia Toderi, Maurizio Cattelan, Francesco Vezzoli. La mostra proseguirà poi per Bologna (29 settembre, Novecento Hotel) e New York (7-9 ottobre).

  • Christie's batte Sotheby's sul fronte del contemporaneo

    Più soddisfacente rispetto a Sotheby's, ma comunque inferiore alle aspettative, l'asta di Christie's, che il 14 maggio, a New York, ha messo in vendita l'arte contemporanea. Grande protagonista Marc Rothko, che con No. 9 (White and Black on Wine) del 1958 ha raggiunto la cifra record di 16.359.500 dollari superando di molto la stima iniziale (8-12 milioni di dollari). Il dipinto, che apparteneva a François Pinault, è stato acquistato dal gallerista di Manhattan Robert Mnuchin, che ha comprato anche un'altra opera dello stesso artista (Brown and Blacks in Reds, 1957) per 6.727.500 dollari (stima 6-8 milioni di dollari). Buoni risultati anche per Yves Klein. RE 2 (1958), valutato 3-4 milioni di dollari, è stato aggiudicato 5.271.500 dollari.

  • Senza scosse l'asta newyorkese di Sotheby's

    Non è stata un successo l'asta di Sotheby's del 13 maggio scorso a New York. I propagandati "pezzi da novanta" hanno superato di poco la stima minima. Number 17 (1949) di Pollock, valutato tra 5 e 7 milioni di dollari, ha raggiunto la cifra di 5.272.000 dollari; Four Foot Flower (1964) di Warhol, stimato 2-3 milioni di dollari, è stato acquistato per 2.136.000 dollari; Davos S (1981), di Gerhard Ritcher, che partiva dalla stessa stima del lavoro di Warhol, ha raggiunto la cifra di 2.024.000 dollari. Minutiae (1954) di Rauschenberg, valutata tra 6 e 8 milioni di dollari, è rimasta "al palo". È andata decisamente meglio con Grays in Yellow (1960) di Mark Rothko, stimato 450.000-550.000 dollari e aggiudicato per 960.000. Acquisto sopra la stima anche per Roy Lichtenstein. Reflections on Jessica Helms (1990), valutato tra 800.000 e 1.200.000 dollari, è stato acquistato per 1.352.000.

  • Un paesaggio di Schiele va in asta a Londra

    Andrà in asta il 23 giugno prossimo da Sotheby's, a Londra, un bellissimo paesaggio di Egon Schiele, realizzato dall'artista nel 1916, durante il suo soggiorno a Krumau. Il dipinto apparteneva originariamente a Willy e Daisy Hellmann, ma nel 1938 fu confiscato dai nazisti, che, nel 1942, lo misero in vendita a Vienna. Comprato da Wolfang Gurlitt, fu rivenduto nel 1952 alla Neue Galerie di Linz, dove è rimasto fino a quest'anno, quando è stato restituito agli eredi degli Hellmann.

  • Da Sotheby's New York è di scena l'arte contemporanea

    Jackson Pollock, Robert Rauschenberg, Andy Warhol e Gerhard Richter sono i principali protagonisti dell'asta newyorchese di Sotheby's, che si terrà il prossimo 13 maggio. Tra le opere in vendita Number 17 (1949) di Pollock, stimata tra 5 e 7 milioni di dollari, Minutiae (1954) di Rauschenberg, valutata tra 6 e 8 milioni di dollari, Four Foot Flower (1964) di Warhol, stimata 2-3 milioni di dollari, al pari di Davos S (1981), di Gerhard Ritcher. In asta anche opere di Franz Kline, Willem de Kooning, Marc Rothko (White over orange, 1959), Roy Lichtenstein e David Smith. I proventi della vendita andranno a favore della AG Foundation e serviranno a finanziare i suoi progetti in campo culturale, sociale e della ricerca medica.

  • Primo giorno per l'arte moderna di Sotheby's

    Ha superato i 65 milioni di dollari l'asta newyorchese di Sotheby's del 6 maggio scorso. Top lot, come previsto, Dans Les Roses (1882) di Pierre-Auguste Renoir. Stimato tra i 20 e i 30 milioni di dollari, il dipinto è stato aggiudicato per 23.528.000 dollari. All'interno del valore di riferimento anche la Danseuse (1885-90) di Degas, che è stata acquistata al prezzo di 10.648.000 dollari. La stima, questa volta, era compresa tra i 9 e i 12 milioni di dollari.

  • Record di incassi per i cimeli di Breton

    È durata ben 10 giorni, dal 7 al 17 aprile, l'asta della collezione André Breton, che si è tenuta da Drouot, a Parigi. Strepitoso anche l'incasso. 46,02 milioni di Euro contro i 30 previsti. Nei mesi scorsi si era molto parlato dell'evento anche per la protesta degli intellettuali francesi, contrari alla dispersione degli oggetti e dei documenti raccolti dal padre del Surrealismo. Lo Stato francese, principale bersaglio dei "rivoltosi", che ne lamentavano l'inerzia, è intervenuto più volte acquistando per 11,56 milioni di Euro i pezzi più significativi. Tra i numerosi cimeli passati in asta, tutti provenienti dall'atelier di Rue Fontaine, la casa-studio di Breton, spiccano alcune opere d'arte. Tra queste, Femme di Jean Arp e Le Piège di Joan Miró, che sono state aggiudicate per 2,8 milioni di Euro ciascuna, Les amoureux après la pluie di Francis Picabia acquistata per 1,79 milioni di Euro.

  • Novità in asta

    Maggio si apre con due nuove battute d'asta. Il 6 è di scena Sotheby's, a New York, con opere d'arte impressioniste e moderne. Tra le proposte spicca Dans Les Roses (1882) di Pierre-Auguste Renoir, uno dei due ritratti che l'artista fece a Madame Léon Clapisson. Altre opere interessanti sono: Gabrielle et Coco jouant aux dominos (1905-06) dello stesso Renoir, Danseuse (1885-90) e Danseuses pres d'un portant (1888) di Edgar Degas. Le "Ballerine" di Degas arrivano dal Museum of Fine Arts di Boston, che le ha messe in vendita per procedere a nuove acquisizioni. Impressionismo e arte moderna anche da Christie's, che apre la sua seduta il 7 maggio, sempre a New York. Il fiore all'occhiello è stavolta Cézanne, con uno dei suoi ultimi autoritratti, datato 1895.

  • L'arte contemporanea fa faville

    Grande successo per l'asta londinese di Sotheby's del 6 febbraio, dedicata all'arte contemporanea. Wolken (Stimmung), Cloud (Atmosphere) di Gerhard Richter ha raggiunto la cifra di 1.461.600 sterline (circa 2,4 milioni di Euro). Molto bene è andato anche un olio su carta di Rothko, passato di mano per oltre un milione di sterline (circa 1,7 milioni di Euro). Successo anche per Lucio Fontana. Un suo Concetto Spaziale. La Fine di Dio del 1963 ha superato 789.000 sterline (circa 1,3 milioni di Euro) superando la base d'asta.

  • Sotheby's premia Bonnard

    Ha raggiunto la considerevole cifra di 6,3 milioni di Euro La porte fenêtre di Bonnard, messa in vendita da Sotheby's, a Londra, il 4 febbraio. Un risultato che premia l'alta qualità del dipinto, realizzato dall'artista nel 1932. L'asta ha riconfermato l'interesse del mercato per impressionisti e surrealisti, ma ha mostrato un certo cedimento sugli espressionisti tedeschi con 15 dipinti invenduti.

  • Picasso e Renoir animano l'asta londinese di Christie's

    Femme dans une fauteil di Pablo Picasso, del 1932, e Canotiers à Argenteuil di Pierre-Auguste Renoir, del 1873, sono i dipinti che hanno raggiunto la stima più alta nell'asta di Christie's il 3 febbraio scorso. Il primo è stato battuto per 6,7 milioni di Euro, il secondo per 4 milioni di Euro. Buoni risultati anche per altre opere di Picasso, assestate intorno ai 2,6 milioni di Euro, e per altri artisti: Magritte (3,2 milioni di Euro), Degas (1,4 milioni di Euro), Munch (1,6 milioni di Euro), Ernst (1,5 milioni di Euro), e Boudin (1,5 milioni di Euro).

  • Arte moderna da Sotheby's a Londra

    È dedicata all'arte impressionista e moderna la prossima asta londinese di Sotheby's, che si terrà il 4 febbraio prossimo. Punto di forza della vendita un dipinto di Bonnard del 1932, intitolato La porte fenêtre, ma anche Matinée au Cannet. Altre interessanti proposte, un dipinto erotico del 1954 di Salvator Dalí, un Sujet mécanique di Fernand Léger, opere espressioniste di Nolde e Kirchner, lavori di Klee e Magritte.