Ricerca per Musei

Spot-light: musei di arte moderna e arte contemporanea fondamentali
Identikit dei musei di arte moderna e contemporanea "fondamentali"

Per "musei d'arte moderna e contemporanea fondamentali" intendiamo musei che rappresentano dei punti di riferimento unici sotto tutti gli aspetti.
Le loro collezioni permanenti sono straordinarie, e comprendono capolavori così noti, da poter essere considerati vere e proprie "pietre miliari" della storia dell'arte recente.
La loro vastità è tale, da giustificare la creazione di sezioni (o dipartimenti) distinti, con a capo direttori specifici, definiti "conservatori". Si possono avere dipartimenti di dipinti e sculture, di disegni e grafica, di fotografia, di architettura e design, di video e opere multimediali, ecc.

All'interno di questi musei, spazi appositi vengono destinati all'allestimento di mostre temporanee.
Nei musei più grandi ogni dipartimento elabora un proprio programma espositivo, che viene attuato in contemporanea o in alternanza con gli altri dipartimenti. La ricchezza ed il prestigio di queste istituzioni impone che il livello delle loro mostre risulti sempre piuttosto alto. E ciò a dispetto sia della necessità di spettacolarizzazione, che degli strascichi di polemiche che le mostre spesso suscitano.

In generale, le notevoli risorse economiche impiegate nella creazione di un museo esigono che esso serva veramente alla società È necessario, cioé, che il museo si avvicini al pubblico, richiami un numero crescente di visitatori e "utilizzatori".
Sotto questo profilo i musei qui indicati non hanno grossi problemi. Si vendono benissimo da sé, e, anzi, sono spesso ingolfati di visitatori. Ciò non toglie che ai servizi vengano dedicate grandi risorse. Appositi staff al loro interno progettano e organizzano vari programmi di iniziative: visite guidate, cicli di conferenze, attività pedagogica, cicli di proiezioni, postazioni multimediali, grandi biblioteche specializzate, ecc.

Grandi book-shops annessi ai musei, e in alcuni casi veri e propri negozi (ad es. nei grandi musei di New York e Parigi), offrono una vasta scelta di pubblicazioni (cartoline, libri, cataloghi, riviste, ecc.), materiale multimediale e oggettistica, riguardanti il museo, gli artisti, l'arte moderna, l'arte contemporanea, la museologia, la didattica dell'arte, ecc.
In alcune grandi città, come Londra, New York e Parigi, l'arco cronologico che va dal primo '800 alla produzione artistica più recente è suddiviso in due o più musei distinti. Perciò i musei indicati in questa sezione raramente coprono l'intero periodo.

L'unico difetto di questi musei consiste nel fatto che in essi l'importanza maggiore viene attribuita alle correnti e ai grandi autori della prima metà del '900. Questo va a detrimento soprattutto dell'arte recente. Ecco perchè abbiamo creato un'altra sezione, dedicata specificamente ai musei d'arte contemporanea.