Ricerca per Musei

Spot-light: musei di arte moderna e arte contemporanea fondamentali
I tre "super-big"

Relativamente al periodo storico che va dall'800 ad oggi, i tre muse che seguono sono giustamente i più famosi al mondo. Sono strabordanti di capolavori e le loro collezioni sono le più vaste e complete.

Musée d'Orsay / Parigi (Paris) - F

Quando si pensa all'800 riferito all'arte, si pensa soprattutto all'impressionismo francese e alle correnti post-impressioniste. Pur con grosse lacune riguardanti grandi scuole nazionali (Italia, Germania, Spagna), il Musée d'Orsay di Parigi offre la panoramica più completa e spettacolare sull'arte internazionale dell'800.

Il vasto interno del Musée d'Orsay di Parigi (Paris)In maniera rigorosa, e senza nulla togliere allo spettacolo, si viene condotti attraverso i momenti salienti di tutta la cultura artistica ottocentesca. Il visitatore si purifica al piano terra, al cospetto del corso dell'arte del primo '800, contrassegnata dalla vivace disputa tra artisti dei "Salons" da una parte, e i seguaci di Courbet e Manet dall'altra. Può quindi elevarsi ai piani superiori, e santificarsi al cospetto dei grandi dell'impressionismo. Aggirandosi tra arcinoti capolavori di Manet, Monet, Renoir, Degas, Cézanne, Gauguin e van Gogh, il "pellegrino" viene accompagnato fino alle soglie del nuovo secolo, dove Luxe, calme e volupté, la variopinta tela del 1905 di Henri Matisse, lo invita a proseguire il suo viaggio al MNAM. Il particolare allestimento della ex-stazione d'Orsay, ideato dall'architetto italiano Gae Aulenti, può apparire discutibile a taluni, ma sicuramente non lascia indifferenti.

Museum of Modern Art (MoMA) / New York - USA

Gli americani sono stati tra i primi ad apprezzare l'arte moderna, e oggi il MoMA è il grande "santuario" dell'arte dell'900. Un'esperienza a 360º di tutta la produzione internazionale nel campo delle arti visive: pittura, scultura, grafica, fotografia, architettura e design, video e multimedialità.

La facciata del Museum of Modern Art (MoMA) di New YorkI grandi precursori dell'arte moderna (Cézanne, van Gogh, Gauguin e Seurat) introducono il visitatore nel viaggio più straordinario attraverso l'arte della prima metà del '900. Aggirarsi per le sale equivale a sfogliare un manuale di storia dell'arte, in cui sono presenti tutti i movimenti e le tendenze del secolo, e dove ogni autore è rappresentato al suo livello massimo, spesso con molti dei suoi più osannati capolavori. Matisse, Picasso, Léger, Brancusi, Chagall, Mondrian, Duchamp, de Chirico e Miró da vertigini... Forse è in parte viziata da una certa visione americano-centrica la sezione dedicata all'arte del secondo dopoguerra, con i riflettori puntati sull'espressionismo astratto e la Pop Art. La buona disponibilità di spazio ha consentito la destinazione di ambienti espositivi appositi a tutte le sezioni principali del museo: quindi, sezioni di disegni, grafica, libri illustrati, fotografia, architettura e design, che espongono a rotazione scelte significative di opere dai rispettivi fondi. Sul retro dell'edificio, incastrato tra i grattacieli, il piccolo giardino all'aperto ospita un concentrato di capolavori della scultura.

Musée national d'Art moderne (MNAM) / Parigi (Paris) - F

Parigi è stata il centro più vitale dell'arte moderna, e il MNAM testimonia in maniera spettacolare questa gloriosa tradizione. Nel gigantesco complesso del Centre Pompidou, progettato da Renzo Piano e Richard Rogers, sono concentrati tutti i settori della produzione internazionale nel campo delle arti visive.

La struttura esterna del Centre Pompidou, sede del Musée national d'Art moderne (MNAM) di Parigi (Paris)Fedele al grande progetto universale che ne ha ispirato la creazione, il Musée national d'Art moderne (MNAM) di Parigi riunisce tutte le principali tendenze internazionali del '900, presentando al pubblico la più completa panoramica sull'arte moderna, dopo quella del MoMA di New York. Particolarmente consistenti i nuclei di opere dei grandi artisti che hanno lavorato a Parigi: "fauves", cubisti, surrealisti, Brancusi (di cui è stato ricostruito l'atelier), Rouault, Kandinsky. La sezione del dopoguerra può vantare un complesso veramente eccezionale di opere di tutti i maggiori artisti e movimenti, sia europei che nord-americani. Di importanza basilare anche le mostre temporanee, divenute in molti casi vere e proprie "pietre miliari" della storia dell'arte. Un'area dedicata all'architettura e al design, una formidabile biblioteca, una delle librerie specializzate più fornite in Europa, e la vicinanza dell'IRCAM (centro per la ricerca in campo audio-musicale), conferiscono reale completezza al progetto di unificare le massime espressioni della creatività contemporanea. Recentemente è stata completata la ristrutturazione integrale dell'edificio, che ha consentito una più razionale organizzazione delle attività, ma soprattutto un'espansione dell'area destinata alla collezione permanente.