Ricerca per Musei

Spot-light: musei d'arte moderna e contemporanea globali
Otto musei di arte moderna e contemporanea "globali"

Metropolitan Museum of Art / New York - USA

Il Metropolitan è un museo sterminato, che custodisce testimonianze di tutte le epoche storiche dall'antichità ad oggi. Se il visitatore riesce a resistere all'attrazione esercitata da altre sezioni, può trovarvi una strabiliante collezione di pittura e scultura dell'800 e un'ottima selezione di opere del '900.

Sala del Metropolitan Museum of Art di New York, con opere di Pollock e GottliebLa collezione di pittura e scultura francese dell'800, venutasi ad accumulatare al Metropolitan Museum of Art, è seconda solo a quella del Musée d'Orsay di Parigi. Documenta l'arte francese lungo l'intero periodo dal romanticismo all'impressionismo e post-impressionismo, con un'enorme quantità di opere di autori arcinoti. Tra essi spiccano: Courbet, Manet, Renoir, Degas, Cézanne e van Gogh. Estremamente importante anche la sezione dedicata all'arte americana, con opere di Sargent, Homer, Hardsley, Hopper, O'Keeffe, ecc.
Iniziata con il famoso ritratto di Gertrude Stein di Picasso, la sezione di arte moderna è andata sviluppandosi con progressione geometrica, grazie a donazioni e lasciti, ma anche acquisti. La recentissima donazione della collezione Gelman ha definitivamente proiettato il Metropolitan nel "Gotha" dei maggiori musei mondiali d'arte moderna. Adesso vi sono rappresentate tutte le principali correnti dell'arte occidentale del secolo, con particolare riguardo per il cubismo, la pittura "fauve", l'opera di Paul Klee e, nel suo complesso, tutta la scultura del '900. Molto spazio è dedicato all'arte del dopoguerra, dove predomina nettamente l'arte americana. Alcune riserve permangono relativamente allo spazio a disposizione e all'allestimento delle opere. Problema amplificato dall'arrivo delle opere dei Gelman...

Art Institute of Chicago / Chicago - USA

Grande museo enciclopedico, è famoso nel mondo soprattutto per gli innumerevoli capolavori dell'impressionismo. Ma una poderosa sezione di arte moderna e alcuni brandelli di arte recente consentono una conoscenza completa dell'arte dall'800 a oggi.

Sala dell'Art Institute of Chicago, con opere del primo '900Grandi testimonianze del mondo antico e del medioevo, importanti dipinti antichi, innumerevoli oggetti di arte indiana, cinese e giapponese, fanno dell'Art Institute of Chicago il secondo museo nord-americano per grandezza ed importanza. Ma il grande pubblico vi accorre soprattutto per l'impressionismo e il postimpressionismo. Varcata la soglia, si viene irresistibilmente attratti dalla serie infinita di splendidi Monet, Renoir, Pissarro e Sisley, culminante nelle tele di Monet con i "covoni di fieno", e soprattutto nella Dimanche à la Grand Jatte, spettacolare capolavoro di Georges Seurat.
La collezione di arte moderna è tra le più importanti del Nord-America, alle spalle solo dei grandi musei di New York e del Philadelphia Museum of Art. Poche opere di ogni autore, ma di eccellente qualità, permettono una conoscenza vasta e approfondita di quasi tutte le correnti del secolo fino agli anni '70. Opere di autori americani ed europei documentano il dopoguerra in maniera più completa di altri musei "made-in-USA". Molto importante anche la collezione di arte americana, dove domina una delle opere più note di Edward Hopper. Per approfondire la conoscenza dell'arte contemporanea, la visita può essere estesa al non lontano Museum of Contemporary Art (MCA).

Museum Ludwig / Colonia (Köln) - D

Adagiato a fianco dell'immenso duomo di Colonia, è intitolato in onore di Peter Ludwig, il massimo collezionista d'arte di fine millennio, e colui che maggiormente ha contribuito alla statura eccezionale di questo museo. Una straordinaria collezione, in uno straordinario edificio, al centro di una delle città tedesche più belle!

La massa seghettata dell'edificio del Museum Ludwig di Colonia (Köln)Attualmente tre istituzioni distinte convivono all'interno del medesimo edificio, documentando le arti figurative in tutto il loro corso dal '300 a oggi. Al Wallraf-Richartz-Museum compete la collezione di pittura antica, che riguarda prevalentemente l'ambito tedesco, una buona collezione di pittura tedesca dell'800, ed un discreto nucleo di pittura e scultura impressionista. L'Agfa-Foto-Historama è dedicato alla fotografia, di cui documenta apparecchiature e l'attività di tutti i maggiori autori. Ma il Museum Ludwig è la "vedette" assoluta di tutto il complesso. Ad esso compete l'arte dall'inizio del '900 ad oggi. In ambito moderno-classico, l'espressionismo, Picasso e il cubismo, il surrealismo, l'arte russa e italiana sono gli argomenti meglio rappresentati. Ma è l'arte del dopoguerra che fa balzare il Ludwig ai vertici mondiali: informale, espressionismo astratto, Pop Art, Nouveau Réalisme, minimalismo, Nuova Figurazione e tutte le principali tendenze degli ultimi anni, ne fanno uno dei giganti dell'arte contemporanea. Dubuffet, Fautrier, Tàpies, Fontana, Manzoni, Klein, Arman e molti altri, fotografano in maniera egregia la situazione europea. Ma assolutamente micidiale è la rappresentanza americana. Difficile ammirare Johns, Rauschenberg, Oldenburg, Lichtenstein & Co. a simili livelli, persino a casa loro... Grandi tele di Baselitz, Penck, Polke, Richter fanno da collegamento con la produzione artistica degli ultimi anni. Veramente suggestivo l'edificio di Bussman e Haberer, inaugurato nel 1986.

Hamburger Kunsthalle / Amburgo (Hamburg) - D

Due costruzioni di epoche differenti custodiscono una grande collezione di pittura e scultura, che dal XIVº secolo si spinge fino ai giorni nostri. Senza nulla togliere alle sezioni dell'800 e del primo '900, il vero fiore all'occhiello è costituito dall'arte contemporanea.

Il cubo bianco della nuovissima Galerie der Gegenwart di Amburgo (Hamburg)La Hamburger Kunsthalle possiede una ottima collezione d'arte antica, notevole per le opere tedesche del '300 e '400 e per la pittura olandese del '600. Ma l'edificio antico ospita soprattutto una stupenda collezione di pittura tedesca dell'800, dove spiccano splendide opere di Caspar David Friedrich, affiancate da capolavori dell'impressionismo. Notevole anche la collezione di arte moderna, focalizzata soprattutto sull'espressionismo tedesco, ma con opere di quasi tutti i più importanti autori di inizio secolo. L'antistante Galerie der Gegenwart, collocata nel nuovissimo edificio di Oswald Mathias Ungers, ospita una fantastica raccolta di arte del dopoguerra. Informale, espressionismo astratto, Pop Art, Nouveau Réalisme, Fluxus, minimalismo, arte concettuale, arte povera e tutte le tendenze dell'ultimo ventennio offrono una panoramica dell'arte del dopoguerra, completa come poche al mondo, dove le ultime tendenze dell'arte contemporanea godono di una quantità di spazio inusuale. Nel bianco cubo dell'edificio vengono allestite anche installazioni video e multimediali.

Staatsgalerie Stuttgart / Stoccarda (Stuttgart) - D

L'inaugurazione nel 1984 della nuova ala, progettata dal famoso architetto inglese James Sterling, ha attirato l'attenzione internazionale su questo museo. Col tempo, però, la sua fama si è consolidata soprattutto per la straordinario collezione d'arte moderna e arte contemporanea.

Scorcio del nuovo edificio di James Sterling per la Staatsgalerie Stuttgart, StoccardaLa Staatsgalerie di Stoccarda (Stuttgart) è un importante museo d'arte antica, arte moderna e arte contemporanea. L'edificio ottocentesco ospita una vasta collezione di pittura antica, dove spiccano soprattutto la scuola tedesca, olandese e italiana. Un buon nucleo di pittura impressionista e post-impressionista affianca la vasta panoramica sull'arte tedesca dell'800. Ma è passando nell'ala nuova, che ci si trova faccia a faccia con il meglio del museo. Opere importanti degli autori principali offrono un quadro quasi completo dell'arte del primo '900, dove i perni sono costituiti dall'espressionismo tedesco, Picasso e il cubismo, il Bauhaus, l'arte astratta e il surrealismo. Straordinaria anche la panoramica sull'arte del dopoguerra, che ha il merito di rappresentare equamente sia il versante europeo che quello nord-americano. Solo la mancanza di spazio impedisce l'esposizione dell'arte contemporanea nel modo in cui il museo sarebbe capace. Nella stessa sede fanno capo anche altre istituzioni, tra cui lo Oskar-Schlemmer-Archiv.

Moderna Museet / Stoccolma (Stockholm) - S

Un museo relativamente recente, nelle mani di un direttore capace, può trasformarsi in una grande realtà. È così che il notissimo Pontus Ulten all'inizio degli anni '70 è riuscito a riunire a Stoccolma uno dei nuclei più importanti di arte moderna europea e di arte americana del dopoguerra fuori dagli USA.

Robert Rauschenberg, "Monogram", 1955, Moderna Museet, Stockholm (Stoccolma)L'ossatura di questo museo è costituita dalla vastissima collezione di arte svedese, che si estende dall'inizio del secolo ad oggi. Nel corso degli anni '60 e '70 una lungimirante campagna di acquisti si è indirizzata verso opere significative dei principali autori europei del primo '900, riunendo una panoramica completa sull'arte moderna internazionale. Da segnalare specialmente le opere di Munch, Matisse, dei protagonisti del cubismo (Picasso, Braque, Léger, Gris, Delaunay, Laurens e Archipenko), del dadaismo (Duchamp, Picabia, Ray, Schwitters) e del surrealismo (Arp, Dalí, Ernst, Magritte, Lam, Tanguy, ecc.). Ampio spazio è dedicato anche all'arte del dopoguerra, dove compaiono molti autori di area informale, del Nouveau Réalisme, dell'arte concettuale e della Nuova Figurazione tedesca. Eccellente la collezione di arte americana, dove spiccano soprattutto le opere di Johns, Rauschenberg, degli esponenti della Pop Art e del minimalismo. Nella sua evoluzione il museo ha imboccato un orientamento multimediale, dando vita tra l'altro ad una delle migliori collezioni al mondo di fotografia. Recemente è stato portato a compimento un nuovo allestimento della collezione, che conferisce giusto peso alle varie componenti.

Kunsthaus Zürich / Zurigo (Zürich) - CH

L'edificio del Kunsthaus di Zurigo non offre particolare attrattiva sotto il profilo architettonico. Ma è il contenitore di un insieme di opere che consentono un viaggio straordinario attraverso l'impressionismo e l'arte moderna classica.

L'esterno del Kunsthaus di Zurigo (Zürich), con un "Mobile" di Alexander CalderLe collezioni del Kunsthaus Zürich spaziano dal '300 ad oggi. La sezione di arte antica appare incentrata soprattutto sulla pittura tedesca, olandese e italiana. Senza nulla togliere ad essa, i settori di maggiore importanza sono, però, quelli dedicati all'impressionismo, arte moderna e arte contemporanea, veramente inappuntabili. Completa e scandita da capolavori è la raccolta di pittura francese, con opere di Monet, Pissarro, Renoir, Cézanne, van Gogh, Bonnard. Ampio spazio è dedicato naturalmente alla pittura svizzera dell'800, con opere straordinarie di Hodler, Vallotton, Amiet. Se il Kunstmuseum Basel di Basilea figura a ragione tra i massimi musei al mondo per l'arte del '900, il Kunsthaus Zürich lo segue dappresso. Munch, Matisse, Picasso, tutto il cubismo, l'espressionismo, dada, la pittura astratta nel suo complesso, Chagall, Klee, Giacometti, il surrealismo, delineano un quadro complessivo e straordinariamente esauriente dell'arte del primo '900. A completarlo è un vasto insieme di opere del primo dopoguerra in Europa e America, con un peso adeguato a quasi tutte le principali tendenze. Sterminato, inutile dirlo, il settore dell'arte contemporanea. Una importante raccolta di disegni e stampe sta a testimoniare la pertinacia con cui gli svizzeri si dedicano all'arte recente in tutte le sue espressioni.

Philadelphia Museum of Art / Philadelphia - USA

Un imponente edificio neo-classico ospita uno dei maggiori musei nord-americani. Due opere celeberrime bastano da sole a conferirgli un'aura pressoché unica: i Grandi bagnanti di Paul Cézanne, e il Grande vetro di Marcel Duchamp.

L'austera facciata neoclassica del Philadelphia Museum of Art, PhiladelphiaIl museo d'arte di Philadelphia è un tipico esempio di museo enciclopedico, dedicato all'arte di tutte le epoche e di tutti i continenti. La sua grande collezione di pittura antica lo pone alle spalle solo dei musei di New York e Washington. Ma i veri "clou" sono costituiti soprattutto dal vasto insieme dell'impressionismo e dall'arte moderna. Innumerevoli opere di Manet, Monet, Renoir, Pissarro, van Gogh e Toulouse-Lautrec, fanno corona alla più grande tela dipinta da Cézanne. Le straordinarie collezioni Gallatin e Arensberg hanno prodotto invece un'impressionante concentrazione di capolavori del '900, imperniata su un folto nucleo di opere di Picasso e di Duchamp, attorniati dai più famosi interpreti di quasi tutte le correnti principali: cubismo, Modigliani, Kandinsky, Klee, Mondrian, De Chirico, surrealismo. Un po' defilata solo l'arte tedesca di inizio secolo. Notevole anche la sezione di arte del dopoguerra, dove peraltro si avverte il netto predominio dell'arte americana. Opere importanti, di quasi tutti gli autori maggiori, documentano in maniera suggestiva l'espressionismo astratto e la Pop Art. Purtroppo, la carenza di spazio impedisce una presentazione adeguata dell'arte contemporanea.