Itinerario negli USA: Los Angeles e California meridionale

Informazioni di carattere tecnico

Sotto il profilo del turismo gli Stati Uniti d'America presentano due volti diversi.
La California è una combinazione di entrambi, e Los Angeles ne è l'esempio più emblematico.
Per l'espansione in larghezza e la relativa giovinezza assomiglia a molte città dell'Ovest. La somiglianza ritorna nell'assetto dei collegamenti, imperniato sulla gigantesca ragnatela di autostrade, che supplisce a una rete ferroviaria assente. E si ripropone ulteriormente quando si considera l'inconsistenza dei trasporti pubblici urbani, limitati a qualche linea di autobus, costringendo gli abitanti a continui spostamenti in auto.
Ma Los Angeles non è così giovane come sembra. Qua e là presenta nuclei più antichi, con una propria tradizione. Inoltre, la collocazione e la qualità di alberghi è tale da ricordare le grandi città del Nord-Est. I ristoranti non si confrontano con quelli dell'Ovest degli Stati Uniti, ma con quelli di città come New York e Chicago.
Come se non bastasse, a ricordare l'Est c'è anche il congestionamento cronico delle strade e l'inquinamento dell'aria. Problemi, questi, di tale portata da convincere l'amministrazione a costruire in tutta fretta un sistema di metropolitane "pesanti" e "leggere".

L'auto rimane, purtroppo, il mezzo di trasporto preferibile a Los Angeles.
Per gli spostamenti principali si può sfruttare la rete di autostrade, che per il fatto di non essere a pagamento si chiamano "freeways". Ad ogni uscita sono indicate anche le principali strade secondarie, che consentono di raggiungere tutti i principali obiettivi della visita. Per impedire agli automobilisti di imboccare un'uscita al posto di un'entrata vengono collocate sulla sede stradale bande apposite provviste di punte, che ostacolano o bucano le gomme dell'auto.
Da tenere presente è la svolta a destra continua, anche quando il semaforo è rosso.
Parcheggiare costituisce un gran problema per la presenza di abbondanti parcheggi, gratuiti e a pagamento. Naturalmente, non si può pensare di trovarne lungo le stradette che si snodano tra le mega-ville di Hollywood e Bel-Air.

Come si è detto, i mezzi di trasporto pubblico sono ancora in fase di sviluppo. È stata creata una linea di metropolitana vera e propria, alcune linee di metropolitana leggera di superficie e varie linee di autobus veloci in corsia preferenziale. Ma molto rimane ancora da fare.
Se il tempo non è molto, non conviene farci troppo affidamento.

Alloggiare negli Stati Uniti d'America può essere molto costoso se si va alla ricerca del lusso, e Los Angeles in questo senso non scherza (Hotel Peninsula, Hotel Bel-Air, Beverly Hotel, ecc.). Viceversa, può essere conveniente se si prendono in considerazione i pacchetti o le varie soluzioni offerte da catene alberghiere di classe turistica.
Ancora più economico è il pernottamento nei "motel". Nell'area metropolitana di Los Angeles se ne possono trovare parecchi nelle vicinanze delle uscite autostradali. Un'insegna all'esterno informa il viaggiatore della disponibilità o meno di camere ("vacancy", "no vacancy"). Le camere sono sempre spaziose, in ordine e dotate di ogni comfort: bagno, doccia, televisione. Nelle vicinanze si possono trovare anche punti di ristoro per la cena e la colazione del mattino.
Dal punto di vista del pernottamento, l'itinerario può essere percorso pernottando sempre a Los Angeles.