Itinerario in Svizzera: Basilea, Berna, Lucerna e città vicine

Quinto giorno
Quinto giorno:
Dornach, Solothurn, Berna (Bern)
Il Goetheanum a Dornach

Il Goetheanum a Dornach

Nel corso della quinta giornata si lascia Basilea per raggiungere Berna (Bern). Lungo il percorso si fa tappa prima nella cittadina di Dornach, si prosegue per Solothurn, e da qui si giunge a Berna.

Dornach dista pochi chilometri da Basilea. In auto si imbocca l'autostrada verso la Svizzera, e a Muttenz si devia in direzione di Delémont. Dopo Reinach si prosegue fino a Dornach (15' da Basilea città). In ferrovia, si prende il treno per Delémont da Bahnhof SBB (la stazione svizzera). Si scende in corrispondenza di Dornach (10-15').
Obiettivo della visita è la Anthroposophische Gesellschaft (Società Antroposofica) fondata da Rudolf Steiner. L'insediamento che la ospita è costituito da un insieme di originali costruzioni, raccolte attorno alla imponente mole del Goetheanum, perfettamente riconoscibile su un'altura sopra l'abitato di Dornach.

Per proseguire in direzione di Solothurn in auto, conviene riprendere l'autostrada per Berna a Muttenz. Dopo ca 60km (1h) si incontra l'uscita per Solothurn. In treno occorre ritornare a Bahnhof SBB, e da lì prendere il treno per Berna, che ferma sempre a Solothurn.
Solothurn è una bellissima cittadina attraversata dal fiume Aar. La parte più antica si trova sulla sponda sinistra del fiume (Nord). È caratterizzata da un grosso nucleo di edifici rinascimentali e barocchi, molto suggestivi.
Obiettivo è il Kunstmuseum Solothurn. Il museo, molto noto per la collezione di arte dell'800 e moderna, si trova nel settore Nord-Est della città antica. In auto è raggiungibile percorrendo la circonvallazione interna. Sosta in uno dei parcheggi in corrispondenza di Werkhofstr. In treno, dalla stazione, che si trova sull'altro lato del fiume, si prende Rötistr. Varcato il fiume, la strada prosegue e diventa Werkhofstr., che porta nelle vicinanze del museo (15' a piedi).

Da Solothurn Berna dista 35-40km, percorribili in 45'-1h sia in auto che in treno. Alla visita di Berna è dedicata la sesta e ultima giornata

Piante delle città interessate

Gli obiettivi del quinto giorno

Insediamento antroposofico a Dornach

La Anthroposophische Gesellschaft si formò nel 1924 attorno alla figura carismatica di Rudolf Steiner. Ha sede a Dornach, nell'edificio del Goetheanum. L'edificio è attorniato da un vasto complesso di costruzioni, realizzate alla fine degli anni '20.
Steiner aveva elaborato una particolare concezione filosofica e pedagogica, denominata Antroposofia. I principi basilari erano la........ Ad essi si ispirava praticamente ogni aspetto della vita umana: la parola, l'espressione corporea, l'educazione, l'organizzazione sociale, l'architettura, l'espressione artistica, ecc. L'insediamento di Dornach rappresenta l'esempio più straordinario dal punto di vista architettonico e urbanistico.
Il villaggio (se così si può definire...) sorge su un'altura appena sopra Dornach. È facilmente individuabile a causa della mole imponente del Goetheanum, che domina all'apice. I principi che lo caratterizzano sono la grande estensione del verde, fondamentale per risvegliare un senso di armonia nell'uomo, e il ricorrente uso di forme curvilinee e organiche.
Da Dornach si può risalire l'altura da due strade, rispettivamente sulla destra e sulla sinistra. Dopo aver toccato varie costruzioni, tutt'oggi abitate, entrambi i percorsi conducono alla cima, dove sorge il Goetheanum. Il massiccio edificio è il luogo di raccolta e il centro informazioni sulla comunità e sull'opera di Steiner. Si visita la grande sala principale e vari ambienti a funzione informativa.

Kunstmuseum Solothurn / Solothurn

Edificio del Kunstmuseum Solothurn, a Solothurn

Edificio del Kunstmuseum Solothurn, a Solothurn

Indirizzo: Werkhofstr. 30, 4500 Solothurn
Telefono: 065-222307
Orario di apertura: mar-sab 10-12 14-17, gio 10-12 14-21, dom 10-17

Il Kunstmuseum Solothurn è uno dei più interessanti musei svizzeri al di fuori delle città maggiori.
Ha sede in un edificio tardo-ottocentesco in stile neoclassico. L'edificio sorge all'interno di un piccolo parco, situato nel settore Nord-Est del centro. L'interno è organizzato su due piani.
La collezione del Kunstmuseum Solothurn comprende alcune opere importanti di pittura antica (Holbein il giovane). La sua fama è legata però al vasto insieme di opere d'arte svizzera dall'800 ad oggi, integrate da un piccolo nucleo di opere d'arte europea. Nelle ampie sale al primo piano s'incontrano i principali nomi dell'800 svizzero: Buchser, Fröhlich, Trachsel, Berger, Segantini, ma soprattutto Ferdinand Hodler. Con l'inizio del '900 tocca a Cuno Amiet, Giovanni e Augusto Giacometti. Degne di molti musei importanti le opere (non numerose, per la verità) di Degas, van Gogh, Klimt, Matisse, Braque, Gris, Léger. Una sala è quasi interamente occupata dal fondo di opere di Max Gubler.
Il piano terra è destinato a mostre temporanee e alla collezione di arte contemporanea, costituita prevalentemente da autori svizzeri: Oppenheim, Spoerri, Tinguely, Roth, Thomkins, Lungibühl, Lüthi, Disler, Müller, Raetz, ecc.
Piuttosto essenziale la scelta delle pubblicazioni, in vendita alla cassa del museo.
Nel Kunstmuseum hanno luogo anche le mostre e le principali iniziative del Kunstverein Solothurn.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate

Links a siti Web correlati, esterni ad Artdreamguide