Itinerario in Svizzera: Basilea, Berna, Lucerna e città vicine

Secondo giorno
Secondo giorno:
Basilea (Basel)
Veduta del Museum für Gegenwartskunst di Basilea (Basel)

Veduta del Museum für Gegenwartskunst di Basilea (Basel)

Basilea e suoi dintorni sono l'argomento del secondo, terzo e quarto giorno dell'itinerario.
Basilea (Basel), è una città situata in posizione strategica, al confine con Francia e Germania. La parte principale si trova in territorio helvetico, mentre i due lembi a Nord-Ovest e Nord-Est si trovano rispettivamente in Francia e Germania.
Arrivando dalla Francia o dalla Svizzera la precedono poderosi insediamenti industriali, perlopiù industrie chimiche. Inizialmente si viene assaliti da una strana situazione di disagio. Viene da domandarsi cosa c'entri quel paesaggio con l'immagine tipica della Svizzera. I grandi svincoli tracciano percorsi piuttosto tortuosi in mezzo a costruzioni recenti, non particolarmente attraenti. Fino a quando non si entra nella città vera e propria. E allora il paesaggio cambia.

La città è raccolta attorno alla grande curva del Reno, che proviene da Est e proprio in quel punto piega verso Nord. La sponda sinistra forma una sorta di muraglia, sulla quale sorge la città vecchia. Qui domina, pittoresco, il bellissimo Duomo gotico.
Cinque lunghi ponti attraversano il fiume, collegando la parte più vecchia della città a quella più recente, sulla sponda destra. Uno dei punti più belli è la passeggiata sul lungofiume di destra. Da lì si gode uno scenografico colpo d'occhio sulla sponda sinistra, una delle più belle vedute di tutta la Svizzera. Oltre a questo fascino così "esteriore", e oltre alle solite banche, Basilea offre però tante altre cose.

Sul terreno dell'arte moderna e contemporanea, sono poche le città europee in grado di tenere il passo di questa cittadella di 250.000 abitanti. Nell'ordine abbiamo: alcuni dei più importanti musei al mondo, uno dei più prestigiosi centri espositivi, grandi gallerie private, grandi opere d'arte sparse in tutti gli angoli della città. Per non parlare della ciliegina sulla torta: Art Basel, la più importante fiera d'arte contemporanea del mondo, che si tiene ogni anni attorno alla metà di Giugno.
La visita comincia dai due musei principali: il Kunstmuseum Basel, grande museo di arte antica e arte moderna, e il Museum für Gegenwartskunst, fenomenale museo d'arte contemporanea. Prosegue, quindi, con uno sguardo alle principali gallerie private.
Il giorno successivo, è la volta del Museum Jean Tinguely e dei 2 centri espositivi: la Kunsthalle Basel e la Ausstellungsraum Klingental. Un po' di tempo viene riservato anche per andare alla scoperta delle più interessanti Opere d'arte in spazi pubblici. Attenzione, però! Trattandosi di un programma che trae beneficio da condizioni metereologiche favorevoli, se già il primo giorno si trovasse tempo buono, varrebbe la pena invertire l'ordine delle visite e approfittarne.
Quanto al terzo giorno a Basilea (Quarto giorno dell'itinerario), si visitano alcuni straordinari musei nei dintorni: la Fondation Beyeler, nella cittadina di Riehen, e il Vitra Design Museum, a Weil am Rhein. Chiude una giornata dedicata all'arte moderna, ma anche all'architettura e al design, l'Architekturmuseum Basel.
A Basilea esistono 2 stazioni ferroviarie principali. La principale, Bahnhof SBB (la stazione svizzera), si trova a Sud rispetto al centro. La seconda, Badischer Bahnhof (la stazione tedesca), si trova a Nord-Est, a brevissima distanza dal confine con la Germania.
Giungendo in treno a Basilea da Francia e Italia, si scende alla prima. A piedi si raggiunge il Kunstmuseum in ca 10', percorrendo la strada che porta verso il Duomo e Marktplatz, la piazza centrale. Da Marktplatz il museo dista altri 10'. Per il Museum für Gegenwartskunst, uscendo dal Kunstmuseum si prende a destra, in direzione del vicino Wettsteinbrücke. Al primo angolo si imbocca una via a destra, che scende verso il fiume, St. Alban-Rheinweg. Giunti al fiume, il museo è sulla destra.
Informazioni, cartine della città, opuscoli sulle mostre e i musei, materiale turistico in genere, si possono trovare presso il Verkehrsverein, Schiffläande 5, nei pressi di Mittlerebrücke.

Piante delle città interessate

Gli obiettivi del secondo giorno

Kunstmuseum Basel / Basilea (Basel)

Indirizzo: St. Alban-Graben 16, 4010 Basel
Telefono: 061-2710828
Orario di apertura: mar-dom 10-17

Il Kunstmuseum Basel è qualcosa di assolutamente stupefacente. Con buona pace dei zurighesi, può essere considerato il più importante museo d'arte svizzero, ma dal punto di vista dell'arte moderna è addirittura uno dei primi al mondo. Sono tanti coloro che rimangono a bocca aperta di fronte ai Picasso, ai Braque, ai Léger. Persino i newyorkesi, che in fatto di arte moderna la sanno lunga e non patiscono certo la fame...
La collezione non è esauriente. Copre infatti alcuni momenti particolari della storia dell'arte antica: arte tedesca e dell'Alto Reno del '400-500, pittura olandese del '600, pittura svizzera dell'800.
Ma per i nostri scopi interessano i nuclei di arte recente, e qui il museo diventa sistematico ed esauriente. Molte sale al primo piano risultano dedicate all'arte francese e tedesca dell'800. Qui figurano capolavori impressionisti e post-impressionisti (Monet, Pissarro, Cézanne, Gauguin, van Gogh). Giganteggia la famosa parata di tele di Arnold Böcklin. Comprimari di lusso sono Hodler, Feuerbach, Amiet, Segantini.
I patiti dell'arte moderna raggiungono il "nirvana" al secondo piano. Li attende un concentrato di tutte le principali avanguardie europee del primo '900 e dell'immediato dopoguerra, la vera forza del museo.
Qui si può studiare il cubismo come in nessun altro luogo al mondo. Stupefacenti le sale di Picasso, Braque e Léger, con il contorno di capolavori di Delaunay, Gris, Laurens e Lipchitz. Alberto Giacometti e Paul Klee, in quanto svizzeri, godono logicamente di attenzioni sperticate. Documentati in maniera eccellente anche l'espressionismo tedesco, l'astrattismo nelle sue principali varianti, il surrealismo. Splendidi anche Matisse, Chagall, Rouault, Rousseau.
Attualmente sono in corso lavori di sistemazione dell'intero edificio. L'obiettivo è quello di garantire un allestimento all'altezza della sua importanza alla collezione di arte del dopoguerra. L'ossatura di questa sezione è costituita dall'informale in Europa e dall'espressionismo astratto americano. Da non dimenticare però anche le opere fenomenali di Jasper Johns, Robert Rauschenberg e Andy Warhol.
Da vari anni è in funzione all'ingresso un ottimo museum-shop, interessante soprattutto per libri e cataloghi. Appena usciti, bisogna assolutamente dare un'occhiata alle sculture nel cortile centrale: Rodin, Calder, Chillida, Wotruba, Lungibühl.
Se nonostante tutto la visita avesse lasciato qualche pulce nell'orecchio, la visita della Fondation Beyeler, nel corso del Quarto giorno, consentirà di eliminarla del tutto.

Museum für Gegenwartskunst / Basilea (Basel)

Indirizzo: St. Alban-Rheinweg 60, 4052 Basel
Telefono: 061-2728183
Orario di apertura: mar-dom 11-17

Il Museum für Gegenwartskunst di Basilea è un museo d'arte contemporanea nel senso stretto del termine. Rappresenta il prolungamento del Kunstmuseum, e si occupa della produzione artistica internazionale dalla fine degli anni '60 ad oggi.
La sede è costituita da 2 edifici, separati da un torrentello e collegati tra loro da una passerella vetrata. Il primo è un vecchio magazzino ristrutturato, il secondo un edificio completamente nuovo. L'effetto è così garantito!
Lo spazio all'interno serve in parte per esporre a rotazione la formidabile collezione permanente. Minimalismo americano, arte concettuale, Land Art, Nuova Figurazione, Transavanguardia, le singole personalità di Bruce Nauman e Joseph Beuys, sono gli ambiti di specializzazione del museo. Col tempo sono andati ad aggiungersi nuclei di opere di tutti gli artisti presentati nel corso di mostre temporanee.
In effetti una parte considerevole dello spazio risulta dedicato all'attività espositiva. Le mostre, personali e collettive, sono sempre di livello mondiale. Pochi musei al mondo possono definirsi altrettanto "internazionali" e "contemporanei".
Al bancone d'ingresso si dispiega una mostra di pubblicazioni del museo, con l'aggiunta di altre pubblicazioni connesse alle mostre in corso. Ma per una scelta più vasta e variegata si consiglia di fare una cappatina da Stampa. Ne vale veramente la pena!

Gallerie d'arte private a Basilea (Basel)

Mostra presso la Galerie Beyeler di Basilea (Basel)

Mostra presso la Galerie Beyeler di Basilea (Basel)

Se il comparto dei musei negli ultimi 10 anni è andato gonfiandosi, quello delle gallerie d'arte private a Basilea ha subito una contrazione. Non è chiaro se ciò sia dovuto ad una crisi congiunturale o a qualcosa di più strutturale.
Su questo tema si possono fare alcune considerazioni. Innanzitutto, il collezionismo d'arte locale non può avere le dimensioni di centri ben più grandi, come ad esempio Zurigo. In secondo luogo, la composizione stessa del collezionismo d'arte è particolare: una parte consistente degli acquisti avviene da parte di grandi società (gruppi imprenditoriali, banche, ecc.) o addirittura di veri e propri soggetti istituzionali (fondazioni, associazioni). E questi possono acquistare facilmente in ogni parte del mondo, a volte direttamente dagli artisti. Ma un colpo notevole lo dà senz'altro Art Basel, una presenza ingombrante, in grado di soddisfare ogni anno una quota non indifferente della domanda locale di opere d'arte. Tra le assenze più illustri sono da ricordare la Galerie Buchmann, trasferitasi a Colonia, e Elisabeth Kaufmann, ora a Zurigo.
Guidare il plotone dei galleristi di Basilea uno dei grandi colossi di livello mondiale: Ernst Beyeler. È una galleria che tratta soprattutto artisti consolidati. Nel suo spazio in centro città, su 3 piani, organizza mostre degne dei più grandi musei d'arte moderna.
Gallerie importanti nel campo dell'arte contemporanea sono, invece, Carzaniga & Ueker e Stampa.
Stampa merita un discorso a parte. La galleria, in effetti, svolge attività espositiva nel campo dell'arte contemporanea come altre gallerie. In più, però, ospita una straordinaria libreria specializzata, dislocata in un vasto ambiente sul retro. Disseminati a migliaia su scaffali e tavoloni, sono in vendita tutti i tipi di pubblicazioni nel campo delle arti visive: arte moderna, arte contemporanea, architettura, design e fotografia. Nel suo genere è senz'altro una delle più fornite al mondo.

Le gallerie principali sono:

  • Galerie Beyeler, Bäumleingasse 9, tel. 061-2069700
  • Bodenschatz Galerie, Gerbergässlein 2, tel. 061-2631720
  • von Bartha Galerie, Schertlingasse 16, tel. 061-2716384
  • Carzaniga & Ueker, Gemsberg 8+7a, tel. 061-2649696
  • Gisele Linder Galerie, Elisabethenstr. 54, tel. 061-2728377
  • Edition Franz Mäder Galerie, Claragraben 45, tel. 061-6918947
  • Riehentor Trudl Bruckner Galerie, Spalenberg 52, tel. 061-2618340
  • Stampa Galerie, Spalenberg 2, tel. 061-2617910
  • Daniel Blaise Thorens Galerie, Aeschenvorstadt 15, tel. 061-2717211
  • Triebold Galerie, Habich-Dietschy-Str. 9, Rheinfelden, tel. 061-8330505
  • Tony Wüthrich Galerie, Vogesenstr. 29, tel. 061-3219192

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate

Links a siti Web correlati, esterni ad Artdreamguide