Storia dell'arte: arte moderna

Simbolismo.
Principali sviluppi del Simbolismo

Gustave Moreau, "Orpheus", 1865, partic.Il Simbolismo ha avuto sul corso dell'arte un'influenza ben maggiore di quanto certe composizioni allegoriche o intrise di mistero possano lasciar pensare. La visione dell'arte infatti ha spalancata la strada verso nuovi orizzonti della ricerca artistica.
Debitore del Simbolismo è, innanzitutto, l'Espressionismo. Nello spostamento dell'interesse verso il mondo interiore, infatti, ha colto la possibilità di "esprimere", rendere visibili emozioni, ansie, turbamenti, denunce.
Nell'Espressionismo questa tensione si combina con il primitivismo, che in ultima analisi risponde all'esigenza di essenzialità e purezza. Dal punto di vista stilistico, l'espressionismo deve molto a Gauguin e alla sua interpretazione del Simbolismo: il Sintetismo. Da Gauguin e Munch la "Brücke" ha derivato il proprio stile sintetico, caratterizzato da linee essenziali e stilizzate, zone piatte di colore puro, tinte squillanti e contrastanti.

Pur tendendo a superare la realtà oggettiva, il Simbolismo non è giunto a eliminare la figura. Tuttavia, ha giocato un ruolo decisivo nello sviluppo dell'Astrattismo, in particolare la sua componente lirica, impersonata dalla figura di Wassily Kandinsky. Dando voce all'emozione e allo stato d'animo, il Simbolismo introduce l'elemento mistico spirituale. Apre, così, la strada a concetti come "suono interiore", "vero spirituale", basilari per inaugurare una pittura a macchie e linee senza riferimento a una realtà oggettiva.
L'enfasi sul simbolo apre le porte ad una concezione dell'arte per cui è possibile ridurre la realtà alla sua essenza. Ed è questo la strada seguita da Piet Mondrian, che lo porta a sviluppare il neoplasticismo.
Dal rilievo attribuito ai simboli scaturisce anche la concezione secondo cui, attraverso la stilizzazione dei simboli è possibile giungere alla pura visibilità". Teorico di questa visione è Kasimir Malevich, che proprio su di essa basa il concetto di suprematismo.

Il Simbolismo ha assegnato una dignità nuova al sogno. Il sogno è il momento in cui affiora la dimensione più profonda dell'individuo.
Questa concezione del sogno e l'introduzione dell'introspezione psichica sono state portate a conseguenze estreme da parte del Surrealismo.