Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1992

cronologia > 1992 > avvenimenti

Avvenimenti

  • La "XL. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" slitta al 1993, in modo da farla coincidere con il centenario della Biennale

  • Al Museo d'Arte Contemporanea, Castello di Rivoli si inaugura "Posthuman", storica mostra curata da Jeffrey Deitch, che raggruppa artisti internazionali accomunati dall'indagine sul rapporto dell'uomo con il proprio corpo e i suoi desideri, e sulle ansie che ne derivano

  • Il Comune di Milano acquista il nucleo principale della famosa collezione di Riccardo e Magda Jucker, che viene allestita nel Civico Museo d'Arte Contemporanea, al Palazzo Reale di Milano. Tra le opere spiccano capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Gino Severini, Carlo Carrà e Giorgio Morandi, e buone opere di Henri Matisse, Pablo Picasso e Paul Klee

  • A Rovereto (TN) viene inaugurato l'Archivio del Novecento

  • Ida Panicelli succede ad Amnon Barzel alla direzione del Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato

  • Il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato pubblica Percorsi in spazio libero, pubblicazione che descrive in tre capitoli (lo spazio, le opposizioni, i percorsi) l'attività di laboratorio svolta con la consulenza di Bruno Munari tra le classi elementari di Prato

  • A Madrid apre il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía nell'antico Ospedale generale di Madrid, ristrutturato dagli architetti José Luis Iniguez de Onsoño e Antonio Velasquez de Castro. Al suo interno trovano posto capolavori di Juan Gris, Joan Miró, Salvador Dalí e soprattutto Pablo Picasso, tra cui la celebre Guernica

  • A Madrid apre il Museo Thyssen-Bornemisza nel Palacio de Villahermosa, che ospita la collezione del barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza. Comprende capolavori di pittura europea dal XIV al XVIII secolo, opere di arte europea e americana dell'800 e opere dei principali artisti del primo '900, tra cui: Duccio di Buoninsegna, Vittore Carpaccio, Beato Angelico, Tintoretto, Hans Memling, Francisco Goya, Paul Cézanne, Paul Degas, Paul Gauguin, Vincent van Gogh, Wassily Kandinsky, Pablo Picasso, Edward Hopper, Mark Rothko

  • A Bilbao viene siglato l'accordo tra l'amministrazione basca e la Solomon R. Guggenheim Foundation per la realizzazione a Bilbao di un nuovo grande polo museale della fondazione. Il progetto viene affidato a Frank O. Gehry

  • A Valencia si inaugura la sesta edizione della "Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo", aperta a giovani artisti tra 18 e 30 anni

  • I Trustees della Tate Gallery di Londra annunciano l'obiettivo di suddividere l'istituzione in 2 poli distinti: quello attuale, destinato all'arte britannica e denominato "Tate Britain", e un nuovo polo, destinato all'arte moderna e contemporanea internazionale, denominato "Tate Modern"

  • La Saatchi Gallery di Londra inaugura una lunga serie di mostre intitolate "Young British Artists", in cui presenta poco alla volta tutti i protagonisti della nascente ondata concettuale britannica

  • Alla Saatchi Gallery di Londra si inaugura "Out of Africa. The Jean Pigozzi Contemporary African Art Collection", mostra curata da André Magnin, dedicata all'arte contemporanea africana nella collezione di Jean Pigozzi

  • Al Groninger Museum di Groninga si inaugura "Africa Now"

  • Il Louisiana Museum of Modern Art di Humlebaeck (Danimarca) apre al pubblico una nuova ala (East Wing), che permette di esporre disegni e stampe e completa una sorta di percorso circolare del museo stesso

  • Al FAE Musée d'Art Contemporain di Losanna si inaugura "Posthuman", storica mostra curata da Jeffrey Deitch, che raggruppa artisti internazionali accomunati dall'indagine sul rapporto dell'uomo con il proprio corpo e i suoi desideri, e sulle ansie che ne derivano. Tra gli artisti presenti: Stephan Balkenhol, Matthew Barney, Wim Delvoye, Mark Dion, Robert Gober, Felix Gonzales Torres, Mona Hatoum, Damien Hirst, Martin Honert, Mike Kelley, Paul Mc Carthy, Charles Ray, Andres Serrano, Kiki Smith

  • A Davos, nei Grigioni, apre il Kirchner Museum, che raccoglie opere e materiale documentario del grande artista tedesco, protagonista di "Die Brücke"

  • A Kassel si inaugura "Documenta IX" curata da Jan Hoet. La mostra è caratterizzata da una sostanziale apertura stilistica. Partecipano 106 artisti con circa 530 opere, in larga parte installazioni, performance e video, esposte in vari spazi della città. Opere spettacolari sono il famoso Man walking to the sky di Jonathan Borofsky, il gigantesco di Jeff Koons, l'installazione Help me - beat me di Bruce Nauman, l'installazione di Joseph Kosuth nella Neue Galerie. I visitatori sono oltre 600.000

  • A Kassel suscita polemiche l'allestimento di Joseph Kosuth in occasione di Documenta 9 all'interno della Neue Galerie. L'artista copre tutti i quadri dell'800 custoditi nelle sale piccole con teli bianchi e neri, recanti scritte riprese da filosofi, linguisti, letterati e storici dell'arte

  • A Bonn apre il Kunstmuseum Bonn in uno splendido edificio bianco, progettato dall'architetto berlinese Axel Schultes

  • A Bonn apre la Kunst- und Ausstellungshalle der Bundesrepublik Deutschland, centro espositivo ospitato in un originale edificio a 3 cuspidi progettato dall'architetto viennese Gustav Peichl

  • Al Museum Ludwig di Colonia si inaugura una grande mostra dedicata all'arte della ex-DDR (Germania Est)

  • Il Musée d'Art Contemporain de Montreal si trasferisce nel nuovo edificio sulla Place des Arts, progettato dello studio di architetti JLP (Jodoin, Lamarre et Pratte)

  • A New York riapre al pubblico il Solomon R. Guggenheim Museum, dopo i lavori di restauro dell'edificio di Wright e la costruzione dell'espansione di Gwathmey Siegel & C

  • A New York apre al pubblico il Guggenheim Museum SoHo, sede staccata della Solomon R. Guggenheim Foundation adibita a mostre temporanee

  • Al Temporary Contemporary di Los Angeles si inaugura "Helter Skelter", mostra curata da Paul Schimmel, che raggruppa artisti americani della West Coast, accomunati dalla sperimentazione sulla tematica del corpo e delle ansie che ne derivano

  • Al Museum of Contemporary Art di Los Angeles si inaugura "Hand-Painted Pop: American Art in Transition, 1955-62", mostra curata da Paul Schimmel e Donna De Salvo, dedicata ai primi anni della Pop Art americana

  • A Città del Messico apre il Museo José Luis Cuevas, dedicato al lavoro del pittore José Luis Cuevas

  • A Dakar (Senegal) si inaugura la prima edizione di "Dak'Art - Biennale di Dakar", principale e più continuativa manifestazione internazionale dedicata all'arte contemporanea africana