Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1981

cronologia > 1981 > avvenimenti

Avvenimenti

  • Al Palazzo delle Esposizioni di Roma si inaugura "Linee della ricerca artistica in Italia 1960-1980" curata da Nello Ponente, grande mostra sulle principali tendenza della ricerca artistica contemporanea con opere di oltre 200 artisti

  • A Milano nasce il gruppo di architettura e design "Memphis", con Ettore Sottsass e Michele De Lucchi

  • Alla facoltà di Architettura del Politecnico di Milano si inaugura "Il mobile infinito", mostra che coinvolge architetti, designer, artisti e registi, tra cui: studio Alchimia, Alessandro Mendini, Ettore Sottsass, Bruno Munari, Gio Ponti, Andrea Branzi, Michele De Lucchi, Mimmo Paladino

  • Al Palazzo delle Albere di Trento apre la Sezione d'Arte Contemporanea del Museo Provinciale d'Arte di Trento. Nel 1987 confluirà nel MART, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto

  • A Bologna nasce la galleria Neon, circolo culturale gestito da appassionati di arte contemporanea e artisti, diretto da Francesca Alinovi

  • Alla Galleria Civica di Modena si inaugura "Enciclopedia. Il magico primario in Europa" curata da Flavio Caroli, che ripropone i temi della mostra "Magico primario" di Ferrara del 1980, allargandola al contesto europeo. Artisti presenti: Robert Adrian X, Carel Balth, Luciano Bartolini, Luciano Castelli, Stephen Cox, Tony Cragg, Marianne Eigenheer, Omar Galliani, Gérard Garouste, Luigi Giandonato, Marcello Jori, Christopher Lebrun, Gianfranco Notargiacomo, John van't Slot

  • Il Comune di Prato approva la donazione da parte dell'industriale pratese Enrico Pecci dell'area dove dovrebbe dovuto sorgere il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci. Enrico Pecci affida la realizzazione del complesso all'architetto Italo Gamberini

  • Al Palazzo Mazzancolli di Terni si inaugura "Bestiario" curata da Silvana Sinisi, con opere di Gianni Baretta, Marcello Camorani, Bruno Ceccobelli, Fabrizio Corneli, Omar Galliani, Marcello Jori, Alberto Moretti, Luigi Ontani, Renato Ranaldi, Marco Antonio Tanganelli

  • A Città di Castello (Perugia) apre al pubblico la Fondazione Palazzo Albizzini, Collezione Burri

  • In Francia emerge "Figuration libre", gruppo di artisti figurativi che si ispirano al mondo dei media, della pubblicità, del cinema e dei fumetti: Jean Charles Blais, Remi Blanchard, François Boisrond, Robert Combas e Herve Di Rosa

  • Al Centre Pompidou di Parigi si inaugura "Identite Italienne: L'art en Italie de 1959 a aujourd'hui", mostra sull'arte italiana dal 1959

  • All'ARC, Musée d'art moderne de la Ville de Paris si inaugura "Ateliers 81/82", mostra evento in cui gli artisti realizzano le loro opere direttamente davanti al pubblico. Tra le presenze spiccano François Boisrond, Robert Combas e Herve Di Rosa, artisti del gruppo emergente "Figuration libre"

  • All'ARC, Musée d'art moderne de la ville de Paris si inaugura "L'art en Allemagne aujourd'hui", mostra che documenta la scena neoespressionista tedesca, con particolare riguardo al lavoro di Georg Baselitz, Anselm Kiefer, Markus Lüpertz e A.R. Penck

  • A Madrid si inaugura la prima edizione di "ARCO", fiera internazionale d'arte contemporanea

  • Il celebre capolavoro Guernica di Pablo Picasso ritorna finalmente in Spagna, dopo essere rimasto in custodia dal 1939 al Museum of Modern Art di New York a causa del dissenso dell'artista nei confronti della dittatura di Francisco Franco

  • Alla Royal Academy di Londra apre "A New Spirit in Painting", curata da Christos Joachimides, Norman Rosenthal e Nikolas Sérota. La grande mostra documenta l'esistenza di un filo ininterrotto all'interno della pittura, che legittima gli sforzi di coloro che in piena temperie concettuale non hanno mai smesso di dipingere, e proietta in una dimensione storica gli sforzi del neoespressionismo emergente, con particolare accento sulla "Transavanguardia italiana", sui "Neuen Wilden" tedeschi e sulla nuova pittura americana

  • All'Insitute of Contemporary Art (ICA) di Londra si inaugura "Objects & Sculpture", mostra dedicata alla ultima generazione di scultori, con opere di Richard Deacon, Antony Gormley, Anish Kapoor, Jean-Luc Vilmouth, Bill Woodrow

  • A Bruxelles si inaugura "Peinture en Allemagne", mostra sull'arte tedesca recente focalizzata sulla generazione di Georg Baselitz, Anselm Kiefer, Jörg Immendorff, A.R. Penck, Karl Horst Hödicke

  • A Groninga e Friburgo si inaugura "Mülheimer Freiheit", mostra collettiva del gruppo "Mülheimer Freiheit", costituito da Hans Peter Adamski, Peter Bömmels, Walter Dahn, Jiri Georg Dokoupil, Gerard Kever, Gerhard Naschberger

  • Al Kunstmuseum di Lucerna si inaugura "Im Westen nichts Neues (All'Ovest niente di nuovo)" curata da Eberhard Roters, mostra dedicata al gruppo emergente dei "Neuen Wilden" (Nuovi selvaggi). La mostra si sposta al Centre d'art contemporain di Ginevra e alla Neue Galerie - Sammlung Ludwig di Aachen

  • Il Kunstmuseum di Berna riceve in lascito testamentario la collezione del mercante Georges F. Keller, comprendente opere di Pierre-Auguste Renoir, Paul Cézanne, Henri Matisse, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, Maurice Utrillo, Chaim Soutine, Salvador Dalí

  • In occasione delle "Wiener Festwochen" a Vienna, un gruppo di artisti si riunisce per realizzare assieme una serie di progetti sul tema "sistemi di comunicazione". Tra i partecipanti vi sono Adrian X, Gottfied Bechtold, Richard Kriesche, Valie Export, Erwin Puls, Peter Weibel e le artiste del gruppo "Intakt"

  • A Maria Gugging, Klosterneuburg (Vienna), apre la Haus der Künstler (Casa degli artisti), edificio con camere e atelier che ospita persone con problemi psichici che praticano la pittura. Tra gli ospiti più noti vi sarà August Walla

  • A Colonia si inaugura "Mülheimer Freiheit", curata da Wolfgang Max Faust. La mostra documenta il gruppo neoespressionista "Mülheimer Freiheit", sorto a Colonia nel 1980: Hans Peter Adamski, Peter Bömmels, Werner Büttner, Walther Dahn, Georg Jiri Dokoupil, Albert Oehlen, Marcus Oehlen

  • Nelle Rheinhallen della fiera di Colonia si inaugura "Westkunst", mostra colossale curata da Laszlo Glozer, che presenta una rilettura dell'arte contemporanea occidentale dal 1939 al 1972

  • A Berlino chiude "Galerie am Moritzplatz", storica galleria autogestita nel quartiere di Kreuzberg

  • Alla Akademie der Künste di Berlino si inaugura "Bildwechsel: Neue Malerei aus Deutschland (Cambio di immagini: nuova pittura in Germania)", mostra curata da Ernst Busche che si propone di documentare l'ondata emergente della nuova pittura tedesca, con particolare riguardo per gli artisti di Berlino, Colonia e Amburgo

  • Alla Fabrik Lothringerstrasse di Monaco si inaugura "Rundschau Deutschland", importante panoramica sull'arte tedesca a cavallo del nuovo decennio

  • A Monaco riapre la Neue Pinakothek, grande museo di arte dell'800, nel nuovo edificio progettato da Alexander von Branca

  • A Hannover apre la galleria autogestita "Weisses Pferd" (Cavallo bianco), fondata da Klaus Karl Mehrkens, Andreas Weishaupt e Thomas Schindler

  • A Lipsia si forma il gruppo artistico sperimentale "37,2", che riunisce giovani artisti in massima parte allievi di Hartwig Ebersbach

  • In Slovenia nasce "IRWIN", gruppo artistico d'avanguardia nel campo della pittura e della performance

  • Nell'arte americana si comincia a parlare di "Appropriation Art" in rapporto al lavoro di Barbara Kruger, Jenny Holzer e Sherrie Levine

  • Al P.S.1 di New York si inaugura "New York/New Wave", curata da Diego Cortez, mostra di arte alternativa con opere di Andy Warhol, Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, Ronnie Cutrone, Kenny Scharf e graffitisti come Crash, Lee e Futura 2000

  • L'esigenza di mettere al centro del lavoro il fare artistico e il rapporto con l'opera d'arte spinge alcuni artisti americani ed europei a copiare le opere di altri artisti: Jeff Koons, Sherrie Levine, Mike Bidlo, Elaine Sturtevant, ecc

  • Alla Brooke Alexander Gallery di New York si inaugura "Represent / Representation / Representative", che riunisce parte della scena artistica alternativa di New York, tra cui esponenti di CoLab

  • A Fashion Moda di New York si inaugura "The South Bronx Show", mostra-evento dedicata ai graffiti con la partecipazione di A-One, Koor, Crash, Daze, Futura 2000

  • Al Mudd Club di New York si inaugurano in successione "Beyond Words" e "Drawing Show", con la partecipazione di Keith Haring e di vari graffiti writers

  • Mel Neulander e Joyce Twobin fondano "Graffiti Production Inc.", laboratorio di produzione e vendita di t-shirt, oggetti, poster e gandjets decorati da graffitisti

  • Nel Lower East Side di New York apre la Fun Gallery sotto la direzione di Patti Astor e Bill Stelling, che agli inizi presenta vari esponenti del Graffitismo

  • A SoHo apre la Tony Shafrazi Gallery, che nel corso degli anni presenterà in maniera sistematica il lavoro di Keith Haring, Donald Baechler, James Brown, Ronnie Cutrone, Richard Hambleton e Kenny Scharf

  • Il Museum of Modern Art di New York rimanda in Spagna Guernica di Pablo Picasso, che aveva in custodia dal 1939

  • A Boston apre al pubblico la nuova ala del Museum of Fine Arts, progettata da I.M. Pei

  • A Città del Messico apre il Museo Tamayo de Arte Contemporáneo, ospitato in un edificio dell'architetto Teodoro González de León sul Paseo de la Reforma. Il museo è derivato dalla donazione da parte di Rufino Tamayo della propria collezione allo stato messicano

  • A San Paolo si inaugura la 16. edizione della "Bienal de Sao Paulo" nel Pavilhao Ciccillo Matarazzo, all'interno del Parque do Ibirapuera di San Paolo. Presidente è Luiz Diederichsen Villares