Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1980

cronologia > 1980 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Venezia si inaugura la "XXXIX. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" ai Giardini di Castello. Presidente: Giuseppe Galasso. Segretario generale: Sisto Dalla Palma. Direttore settore Arti Visive e Architettura: Luigi Carluccio. I paesi presenti sono: Italia, Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cecoslovacchia, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Islanda, Israele, Jugoslavia, Norvegia, Olanda, Perù, Polonia, Portogallo, Rep. Pop. Cinese, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, U.S.A., Ungheria, Venezuela. Mostre storiche: "L'Arte negli anni Settanta", "L'Arte negli anni Settanta / Aperto 80", "Musei di Praga - L'Arte moderna cecoslovacca", "Esperienza di Bordeaux". Mostre personali: "Balthus", "Mario De Luigi", "Pianeta Strindberg"

  • La "Biennale di Venezia" non registra il fenomeno emergente del cosiddetto "ritorno alla pittura", fatta eccezione per la sezione "Aperto '80" alle Corderie dell'Arsenale. Su invito di Achille Bonito Oliva, compaiono qui i protagonisti della "Transavanguardia"

  • Achille Bonito Oliva pubblica il testo teorico La Transavanguardia Italiana, in cui traccia i punti marcanti della nuova poetica: 1) sostituzione dell'atteggiamento programmatico delle avanguardie con un atteggiamento spontaneo e personale, 2) libera associazione di ricordi, esperienze e suggestioni sotto forma di immagini, 3) assunzione da parte dell'artista della condizione di "nomade", che migra attraverso stili, tendenze e linguaggi, 4) valorizzazione della tradizione, del senso di appartenenza al luogo (il cosiddetto "genius loci"), 5) ricorso insistente alla citazione, 6) ritorno alla pittura, come riappropriazione di una manualità che consente al meglio l'espressione dell'io

  • I critici Italo Mussa, Maurizio Calvesi e Italo Tomassoni parlano rispettivamente di "Pittura colta", "Anacronismo" e "Ipermanierismo" per indicare una pittura volta al rigore formale e al recupero di suggestioni letterarie e storiche. Principali esponenti sono: Alberto Abate, Roberto Barni, Ubaldo Bartolini, Carlo Bertocci, Lorenzo Bonechi, Omar Galliani, Carlo Maria Mariani, Franco Piruca, Stefano Di Stasio

  • Alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma si inaugura "Dieci pittori - Arte astratta in Italia 1909/1959"

  • Alla Mole Antonelliana di Torino si inaugura la mostra storica "Ricostruzione futurista dell'universo", dedicata alla presentazione del Futurismo italiano in tutta la sua complessità. Il critico Enrico Crispolti sviluppa il concetto di "Secondo Futurismo", riferito agli sviluppi del Futurismo dopo il 1923

  • Al Palazzo Reale di Milano si inaugura "L'altra metà dell'avanguardia", storica mostra curata da Lea Vergine che documenta il ruolo crescente delle donne artiste nel corso dell'arte del '900. Tra tutte spiccano le figure di Natalia Goncharova, Liubov Popova, arvara Stepanova, Sonia Delaunay, Sophie Tauber-Arp, Gabriele Münter, Marianne von Werefkin, Nina Kogan, Hannah Höch, Meret Oppenheim, Tamara de Lempicka, Leonor Fini, Leonora Carrington, Dorothea Tanning, Frida Kahlo, Carol Rama, ecc

  • Alla Triennale di Milano si inaugura "Nuova immagine", curata da Flavio Caroli, con opere di Adriano Altamira, Luciano Bartolini, D'Augusta, Antonio Michelangelo Faggiano, Luigi Mainolfi, Aldo Spoldi, Nino Longobardi, Ernesto Tatafiore e altri

  • Alla Galleria Comunale d'Arte Moderna di Bologna si inaugura "Dieci anni dopo: i nuovi nuovi" curata da Renato Barilli, Roberto Daolio e Francesca Alinovi. La mostra presenta un gruppo eterogeneo di artisti, il cui lavoro contiene citazioni dal mondo dell'arte, della musica, dei fumetti e della pubblicità. Esponenti di spicco sono: Enzo Esposito, Marcello Jori, Felice Levini, Luigi Mainolfi, Giuseppe Maraniello, Luigi Ontani, Giuseppe Salvatori, Salvo, Aldo Spoldi, Wal

  • Al Palazzo dei Diamanti di Ferrara si inaugura "Magico Primario" curata da Flavio Caroli, mostra incentrata sul lavoro di 5 artisti italiani che propongono in chiave magica le forme primarie che nascono dall'inconscio. Gli artisti sono: Luciano Bartolini, Omar Galliani, Luigi Giandonato, Aldo Spoldi, Gianfranco Notargiacomo

  • Lucio Amelio promuove il progetto "Terrae motus", mostra internazionale con opere ispirate al terremoto in Irpinia. Tra gli artisti che aderiscono vi sono: Miquel Barcelò, Joseph Beuys, Cristian Boltanski, Tony Cragg, Enzo Cucchi, Keith Haring, Anselm Kiefer, Jannis Kounellis, Richard Long, Mario Merz, Mimmo Paladino, A.R. Penck, Michelangelo Pistoletto, Robert Rauschenberg, Gerhard Richter, Julian Schnabel, Mario Schifano, Emilio Vedova, Andy Warhol

  • Al Centre Pompidou di Parigi si inaugura "Les Réalismes", grande mostra tematica che documenta le diverse manifestazioni del Realismo nel '900

  • Nina Kandinsky, vedova di Wassily Kandinsky, muore a Gstaad e lascia le opere di suo marito e i documenti in suo possesso al Musée National d'Art Moderne di Parigi

  • Al Musée d'Art de Saint-Etienne si inaugura "Aprés le classicisme", mostra che documenta la nascita in Francia di tendenze artistiche che superano i'arte concettuale e che, in vario modo, si riallacciano alla classicità

  • All'Art Council of Great Britain di Londra si inaugura "Artist and Camera", curata da Miranda Strickland-Constable, mostra sulla fotografia d'artista con opere di 24 artisti, tra cui: John Baldessari, Bernd + Hilla Bechers, Bill Beckley, Christian Boltanski, Victor Burgin, Jan Dibbets, Hamish Fulton, Gilbert & George, Jean Le Gac, Richard Long, Bruce Nauman e William Wegman

  • Alla Arnolfini Gallery di Bristol si inaugura "Objects & Sculpture", mostra dedicata alla ultima generazione di scultori, con opere di Richard Deacon, Antony Gormley, Anish Kapoor, Jean-Luc Vilmouth, Bill Woodrow

  • A Londra apre la Anthony D'Offay Gallery, che per oltre un ventennio sarà una delle più importanti gallerie private britanniche. Tra gli altri, lavorerà con: Joseph Beuys, Christian Boltanski, Andy Warhol, Gerhard Richter, Gilbert & George, Richard Long, Richard Hamilton, Francesco Clemente, Agnes Martin, Sigmar Polke, Anselm Kiefer

  • Al Museum van Hedendaagse di Gand si inaugura "Kunst in Europa na '68", mostra incentrata sull'arte concettuale, l'arte processuale, l'Arte Povera e caratterizzata dalla totale assenza della pittura

  • Alla Kunsthalle di Basilea si inaugura la mostra "7 junge Künstler aus Italien" (7 giovani artisti dall'Italia), con opere di Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Nicola de Maria, Luigi Ontani, Mimmo Paladino ed Ernesto Tatafiore. È il lancio internazionale della Transavanguardia italiana. La mostra si trasferisce al Museum Folkwang di Essen e allo Stedelijk di Amsterdam

  • A Basilea apre al pubblico il Museum für Gegenwartskunst, sezione dedicata all'arte contemporanea della Öffentliche Kunstsammlung Basel, istituzione che riunisce le collezioni d'arte della città di Basilea. L'evento è reso possibile dall'intervento di Maja Sacher-Stehlin in collaborazione con la "Christoph Merian-Stiftung" e la "Emanuel Hoffmann-Stiftung"

  • Il padiglione austriaco della "Biennale di Venezia" presenta Valie Export e Maria Lassnig, due artiste donne che interpretano in modo diverso il tema del corpo

  • La vita artistica berlinese è largamente dominata dalla presenza dei "Neuen Wilden" (Nuovi selvaggi) e dall'attività della Galerie am Moritzplatz. In particolare, spiccano: Karl Horst Hödicke, Bernd Koberling, Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Salomé, Bernd Zimmer

  • Alla Haus am Waldsee di Berlino si inaugura "Heftige Malerei" curata da Thomas Kempas, mostra che presenta le opere dei "Neuen Wilden" (Nuovi selvaggi) berlinesi: Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Salomé, Bernd Zimmer

  • A Berlino nasce "Büro-Berlin", organizzazione autogestita fondata da Raimund Kummer, Hermann Pitz e Fritz Rahmann, che si propone di promuovere progetti espositivi e ambientali per la riqualificazione di spazi cittadini degradati, cui partecipano personaggi come Jiri Kolar e Tony Cragg

  • Ad Aachen (Aquisgrana) si inaugura "Les Nouveaux Fauves Die Neuen Wilden" (Nuovi selvaggi), mostra dedicata alla nuova generazione di neoespressionisti berlinesi: Karl Horst Hödicke, Bernd Koberling, Luciano Castelli, Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Salomé, Bernd Zimmer

  • Al Museum Folkwang di Essen si inaugura la mostra "7 junge Künstler aus Italien" (7 giovani artisti dall'Italia), con opere di Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Nicola de Maria, Luigi Ontani, Mimmo Paladino ed Ernesto Tatafiore, grande rivelazione internazionale della Transavanguardia italiana

  • Alla Galerie Paul Maenz di Colonia si inaugura "Mülheimer Freiheit und interessante Bilder aus Deutschland", che costituisce la prima uscita ufficiale del gruppo autogestito "Mülheimer Freiheit": Hans Peter Adamski, Peter Bömmels, Walter Dahn, Jiri Georg Dokoupil, Gerard Kever, Gerhard Naschberger

  • Gli artisti del gruppo "Normal" (Peter Angermann, Milan Kunc e Jan Knapp) conquistano la notorietà con una azione pittorica per le strade di Düsseldorf, Parigi e New York

  • La città di Francoforte acquista il nucleo principale della famosa collezione di arte americana di Karl Ströher, che costituirà l'ossatura del futuro Museum für Moderne Kunst

  • In America e a livello internazionale comincia ad affermarsi la "nuova pittura americana", espressione del generale ritorno alla pittura in chiave neoespressionista e citazionista. Principali esponenti sono: Julian Schnabel, David Salle, Susan Rothenberg, Leon Golub, Eric Fischl, Robert Longo

  • Al Museum of Modern Art di New York si inaugurano "Cézanne: The Late Work" e "Pablo Picasso: A Retrospective", mostre di eccezionale importanza, frutto dell'accordo stipulato con la Francia nel 1975

  • A New York si inaugura "Real Estate Show", progetto operativo ed espositivo promosso da CoLab, consistente nell'occupazione di un edificio abbandonato del Lower East Side per realizzare venti sul tema dei diritti degli inquilini. La polizia lo chiude immediatamente

  • A New York apre la Oil & Steel Gallery, diretta da Richard Bellamy

  • A New York, Helene Winer e Janelle Reiring aprono Metro Pictures Gallery, ribalta storica di artisti come Robert Longo, Cindy Sherman, Jack Goldstein e Tony Oursler

  • A Fashion Moda di New York si inaugura "Graffiti Art Success...", con la partecipazione di John Ahearn, Crash, Futura 2000, Lee Quinones e altri

  • In un negozio abbandonato di Times Square si inaugura "Times Square Show", mostra organizzata da CoLab e Fashion Moda, costituita da installazioni, graffiti, video e poster. Tra i partecipanti vi sono: John Ahearn, Keith Haring, Jenny Holzer, Justen Ladda, Tom Otterness e Kenny Scharf

  • Al New Museum del Bronx si inaugura "Events: Fashion Moda, Taller Boricua and Artists invite Artist", mostra che riunisce artisti di varie gallerie alternative newyorkesi

  • Al Baltimore Museum of Art viene inaugurato lo Alan and Janet Wurtzburger Sculpture Garden

  • A Evanston (Chicago) apre il Terra Museum of American Art, museo della Terra Foundation for American Art

  • Ad Ammann apre la Jordan National Gallery of Fine Arts con una collezione iniziale di 77 opere di artisti giordani e del mondo islamico