Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1979

cronologia > 1979 > avvenimenti

Avvenimenti

  • Ad Acireale si inaugura "Opere fatte ad arte", curata da Achille Bonito Oliva, mostra che definisce il concetto di "Transavanguardia" attraverso le opere di Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Nicola De Maria, Mimmo Paladino, sulla base di un ritorno alla pittura, dell'uso della citazione e del nomadismo culturale (spaziare tra diversi mondi culturali)

  • Al Castello Colonna di Genazzano si inaugura Le Stanze curata da Achille Bonito Oliva. Gli artisti invitati hanno ognuno a disposizione una stanza in cui realizzare un proprio progetto. Sono presenti i protagonisti della "Transavanguardia"

  • La Regione Piemonte affida all'architetto Andrea Bruno l'incarico di restaurare il Castello di Rivoli, in vista della sua destinazione a Museo d'Arte Contemporanea

  • La Solomon R. Guggenheim Foundation prende in carico la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia sulla base delle volontà espresse da Peggy Guggenheim

  • A Vacciago (NO) viene istituita la Fondazione Calderara, voluta da Antonio Calderara con lo scopo di conservare le opere della sua raccolta: opere dell'artista e degli artisti contemporanei suoi amici

  • Al Palazzo Pubblico di Pistoia apre il Centro di Documentazione Marino Marini alla presenza dell'artista

  • Rossana Bossaglia pubblica Novecento italiano, studio approfondito sul grande movimento artistico italiano promosso da Margherita Sarfatti e iniziato con la mostra alla Galleria Pesaro di Milano nel 1923

  • A Linz si svolge la prima edizione del "Festival Ars Electronica", manifestazione dedicata alle arti elettroniche e alla multimedialità, con mostre, eventi, simposi e dibattiti. Negli anni '90 si allargherà anche alla digitalità

  • A Vienna apre il Museum moderner Kunst, seconda sede del Museum des 20. Jahrhundert, sistemata nel Palais Liechtenstein

  • A Stoccarda si inaugura "Europa 79", collettiva pionieristica dai galleristi Max Hetzler e Hans-Jürgen Müller, che interpreta il momento di transizione nell'arte europea dal concettuale al "ritorno della pittura", ponendo a confronto 110 artisti europei di varie tendenze. Tra essi Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Mimmo Germanà, Nino Longobardi, Luciano Castelli, Tony Cragg, Reinhard Mucha, Günther Förg, Isa Genzken, Bertrand Lavier, Joao Sarmento ecc

  • Alla Galerie Paul Maenz di Colonia si inaugura "Arte cifra", mostra che presenta per la prima volta al pubblico tedesco il lavoro di Sandro Chia, Francesco Clemente, Nicola De Maria, Nino Longobardi e Mimmo Paladino

  • Ad Aachen (Aquisgrana) si inaugura "Kunst heute der DDR (Arte oggi in DDR)", mostra di arte contemporanea della DDR (Germania Est) nella collezione di Peter Ludwig, itinerante in varie città della BRD

  • A Düsseldorf nasce il gruppo "Normal", costituito da Peter Angermann, Milan Kunc e Jan Knapp, che si propone di reagire alla nuova accademia concettuale processuale derivata da Beuys, attraverso un genere particolare di pittura figurativa

  • A Berlino viene avviato il vasto programma dell'IBA (Internationale Bauausstellung), che attraverso progetti architettonici di qualità intende valorizzare zone degradate della città nei quartieri di Schöneberg, Kreuzberg e al Tiergarten

  • A Berlino nasce il gruppo autogestito "1/61": Frank Dornseif, Ter Hell, Elke Lixfeld, Rainer Mang, Reinhard Pods, Gerd Rohling

  • Il Bauhaus-Archiv riapre a Berlino, nel bellissimo edificio nei pressi del Tiergarten, costruito su progetto di Walter Gropius

  • A Hannover si inaugura lo Sprengel Museum, destinato a diventare famoso per la collezione di Espresionismo tedesco, Cubismo, Astrattismo e Informale, e per le installazioni ambientali di El Lissitzky e Kurt Schwitters

  • Ad Amburgo nasce la rivista d'arte "art Das Kunstmagazin"

  • A Ludwigshafen apre il Wilhelm-Hack-Museum, che ospita la collezione municipale d'arte antica e moderna e le opere d'arte medioevale e moderna donate alla città dal collezionista di Colonia Wilhelm Hack

  • Dopo vibranti proteste, riapre al pubblico la Schack-Galerie di Monaco

  • Nella sede di New York, la Deutsche Bank avvia la Deutsche Bank Collection per favorire l'incontro con l'opera anche al di fuori degli spazi deputati

  • A Montreal, da parte di un'associazione di privati, viene fondato il Centre Canadien d'Architecture (CCA) con l'obiettivo di dare vita a un luogo di documentazione, di formazione e di confronto sulle tematiche dell'architettura

  • Dal fenomeno dei "graffiti writers" (autori di graffiti metropolitani) newyorkesi comincia a emergere il "Graffitismo" come corrente artistica vera e propria, basata su artisti che producono graffiti destinati alla vendita, e su gallerie e spazi autogestiti che ne diffondono il lavoro. Principali esponenti sono i "Fabulous Five" (Fred Brathwaite + Lee, Mono, Doc, Slave, Slug), John Ahearn, Crash, Rammelzee, Futura 2000, Lee Quinones, ai quali si aggiungeranno Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, A-One, Koor, Lady Pink, Daze, ecc

  • A New York suscita grande clamore la prima personale di Julian Schnabel alla Mary Boone Gallery, che vende tutte le opere prima dell'inaugurazione

  • Nel South Bronx di New York apre la galleria autogestita Fashion Moda, per iniziativa di Stefan Eins, Joe Lewis e William Scott. La galleria si propone di fungere da spazio plurietnico e polilinguistico. In breve diventa il centro di irraggiamento del Graffitismo newyorkese

  • Nell'East Village nasce il "Group Material", sorta di gruppo-galleria d'arte che si propone di promuovere arte radicale su basi politico-sociali

  • A New York i "Fabulous Five" (Fred Brathwaite + Lee, Mono, Doc, Slave, Slug) interrompono gli attacchi con graffiti ai treni della metropolitana e iniziano a collaborare a progetti urbani e di decorazione di negozi

  • Al Museum of Contemporary Art (MCA) di Chicago si inaugura Wall Painting

  • Lo Indianapolis Museum of Art riceve in dono la collezione W. J. Holliday, il più importante gruppo di opere Neo-Impressioniste degli Stati Uniti

  • Donald Judd fonda la Chinati Foundation a Marfa (Texas), negli edifici di Fort D.A. Russell, una vecchia base dell'esercito smantellata. Scopo è presentare operedi grande formato realizzate da una ristretta cerchia di artisti

  • Il M.H. de Young Memorial Museum di San Francisco riceve in dono un centinaio di dipinti americani della collezione di John D. Rockefeller 3rd, in seguito integrati da altri doni e acquisizioni

  • A Los Angeles viene fondato il Museum of Contemporary Art (MOCA), prima istituzione nella Los Angeles Metropolita Area dedicata all'arte contemporanea. Aprirà in una nuova sede nel 1986

  • A San Paolo si inaugura la 15. edizione della "Bienal de Sao Paulo" nel Pavilhao Ciccillo Matarazzo, all'interno del Parque do Ibirapuera di San Paolo. Presidente è Luiz Fernando Rodrigues Alves

  • A Bagdad apre il Museum for Pioneer Artist, museo che riunisce opere della seconda metà dell'800 e prima metà del '900