Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1977

cronologia > 1977 > avvenimenti

Avvenimenti

  • Alla Galleria Civica d'Arte Moderna di Torino si inaugura "Arte in Italia 1960-1977", curata da Renato Barilli, Antonio Del Guercio e Filiberto Menna, vasta panoramica sulle ultime tendenze artistiche: astrattismo, Arte Povera, performance, ecc

  • Luigi Magnani istituisce la Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo per onorare la memoria dei genitori e favorire lo sviluppo di attività culturali in campo artistico, letterario e musicale

  • A Parigi apre al pubblico il Centre Georges Pompidou nel nuovo edificio progettato da Renzo Piano e Richard Rogers. Al suo interno è allestito il Musée National d'Arte Moderne di Parigi, diretto da Pontus Hulten

  • Al Centre Pompidou di Parigi apre "Paris-New York", mostra inaugurale curata da Pontus Hulten e dedicata al confronto tra arte francese e americana

  • Nel Grand Palais di Parigi si inaugura la prima edizione della FIAC (Foire internationale d'art contemporain)

  • Alla Royal Academy di Londra si inaugura "British painting 1952-1977"

  • A Much Hadham, nell'Hertfordshire, nasce la Henry Moore Foundation

  • In Austria nasce la "Associazione internazionale d'azione delle artiste delle arti figurative", comunemente nota come "Intakt". Note in Italia sono Renate Bertlmann e Linda Christanell

  • A Kassel si inaugura "Documenta 6", curata da Manfred Schneckenburger. La mostra è incentrata sul tema "Arte e Media". Partecipano 622 artisti con circa 2700 opere, in larga parte fotografie e video, distribuite in vari spazi e luoghi della città. Opere spettacolari sono Terminal di Richard Serra e Vertikale Erdkilometer di Walter De Maria. Tra le particolarità, spicca la presenza di alcuni degli artisti più rappresentativi della DDR: Fritz Cremer, Bernhard Heisig, Jo Jastram, Wolfgang Mattheuer, Willi Sitte, Werner Tübke. I visitatori sono quasi 350.000

  • Il collezionista Peter Ludwig acquista varie opere di artisti della DDR esposti alla "Documenta 6": Bernhard Heisig, Jo Jastram, Wolfgang Mattheuer, Willi Sitte, Werner Tübke. La decisione suscita grande scalpore in Germania

  • A Münster si inaugura "Skulptur Projekte Münster", grande mostra di sculture e opere d'arte ambientali, diretta da Kasper Koenig. In seguito, verrà ripetuta ogni dieci anni negli stessi luoghi, con le stesse caratteristiche, dallo stesso curatore

  • A Berlino, nel quartiere di Kreuzberg, nasce "Galerie am Moritzplatz", galleria autogestita dove muovono i primi passi i protaginisti della pittura selvaggia berlinese: Rainer Fetting, Helmut Middendorf, Salomé, Bernd Zimmer, Anne Jud, Berthold Schepers, Rolf von Bergmann, Luciano Castelli, Thomas Hornemann, ecc

  • A Berlino viene rilanciato il "Künstlerförderungsprogramm (programma di sostegno agli artisti)", organismo preposto al coordinamento dei finanziamenti all'arte, agli artisti, ai musei, ai centri espositivi

  • La Daimler-Benz inizia a costituire una propria collezione d'arte contemporanea per i propri uffici di Stoccarda. Nel 1999 verrà allestita a Berlino. In poco più di un ventennio supererà le 1800 opere

  • A Karl-Marx-Stadt (Germania Est), oggi Chemnitz, nasce "clara mosch", gruppo artistico e galleria autogestita, costituito da Carlfriedrich Claus, Michael Morgner, Thomas Ranft, Dagmar Ranft-Schinke e Gregor Torsten-Schade

  • Al P.S.1 di New York si inaugura "Pattern Painting" curata da John Perreault, mostra che presenta pittori perlopiù astratti (Valerie Jaudon, Joyce Kozloff, Robert Kushner, Mimi Shapiro), tra cui esponenti della "Pattern and Decoration"

  • A New York apre il New Museum of Contemporary Art, museo privato di arte contemporanea internazionale, sotto la direzione di Marcia Tucker

  • Presso Artists Space di New York si inaugura "Pictures", mostra curata da Douglas Crimp che comprende opere di Troy Brauntuch, Jack Goldstein, Sherrie Levine, Robert Longo e Philip Smith e che sancisce l'emergere della nuova pittura Post-Moderna

  • Nello studio di Frank Stella a New York viene festeggiato il 20. anniversario della Leo Castelli Gallery. In una celebre fotografia di Marianne Barcellona appare il gallerista attorniato dai suoi artisti: Frank Stella, Robert Rauschenberg, Claes Oldenburg, Andy Warhol, Roy Lichtenstein, James Rosenquist, Richard Serra, Donald Judd, Robert Morris, Dan Flavin, Keith Sonnier, Salvatore Scarpitta, Robert Barry, Lawrence Weiner, Joseph Kosuth e altri

  • Dopo l'alleanza con Parasol Press, la Crown Point Press, casa editrice di grafica d'arte, riprende la propria attività indipendente concentrandosi su artisti di ambito concettuale, tra cui Vito Acconci, Chris Burden, Tom Marioni, John Cage e Pat Steir

  • Dia Art Foundation di New York commissiona a Walter de Maria il progetto The Lightning Field

  • A New York apre la Marion Goodman Gallery, dove esporranno anche Giovanni Anselmo, Marcel Broothaers, James Lee Byars, Tony Cragg, Anselm Kiefer, Sigmar Polke, Gerhard Richter

  • Nel Gallery Building al 420 West Broadway di New York apre la Mary Boone Gallery, futuro trampolino di lancio di David Salle, Julian Schnabel, Erich Fischl e Ross Bleckner

  • A New York chiude la Betty Parsons Gallery, storica galleria degli Espressionisti Astratti

  • Allo Hirshhorn Museum and Sculpture Garden di Washington DC si inaugura "Probing the Earth. Contemporary Land Projects" curata da John Beardsley, grande excursus sulle realizzazioni di Earth Art e Land Art nel mondo

  • All'Art Institute of Chicago si inaugura "Europe in the Seventies: Aspects of Recent Art", la prima grande mostra negli Stati Uniti sull'arte europea del decennio

  • A San Paolo si inaugura la 14. edizione della "Bienal de Sao Paulo" nel Pavilhao Ciccillo Matarazzo, all'interno del Parque do Ibirapuera di San Paolo. Presidente è Oscar Landmann