Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1966

cronologia > 1966 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Venezia si inaugura la "XXXIII. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" ai Giardini di Castello. Presidente: Mario Marcazzan. Segretario generale: Gian Alberto Dell'Acqua. Giuria selezionatrice: Sergio Bettini, Palma Bucarelli, Robert Delevoy, Kurt Martin, François Mathey, Miroslav Micko, Norman Reid. I paesi presenti sono: Italia, Argentina, Austria, Belgio, Bolivia, Brasile, Canada, Cuba, Danimarca, Ecuador, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, India, Inghilterra, Iran, Israele, Jugoslavia, Norvegia, Olanda, Perù, Polonia, Rep. Ceca, Romania, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, U.R.S.S., U.S.A., Ungheria, Uruguay, Venezuela

  • Alla Galleria Gian Enzo Sperone di Torino si inaugura "Arte abitabile", mostra con installazioni di Piero Gilardi, Gianni Piacentino e Michelangelo Pistoletto

  • A Torino apre la galleria Christian Stein con una personale di Aldo Mondino

  • Allo Sala della Ideal Standard di Milano il "Gruppo MID - Movimento Imagine Dimensione" allestisce il primo Ambiente stroboscopico programmato e sonorizzato

  • Nasce il gruppo di architetti e designer "Archizoom", con Dario Bartolini, Lucia Bartolini, Andrea Branzi, Gilberto Corretti, Paolo Deganello e Massimo Morozzi

  • A Firenze nasce il gruppo di architettura radicale "Superstudio", con Adolfo Natalini, Cristiano Toraldo di Francia, Roberto Magris, Piero Frassinelli, Alessandro Magris

  • Maurizio Calvesi pubblica Le due avanguardie. Dal futurismo alla Pop Art

  • In Francia si costituisce il gruppo "BMPT", dalle iniziali dei quattro membri: Daniel Buren, Olivier Mosset, Michel Parmentier, Niele Toroni. Ad acomunarli è lo stesso tipo di pittura basato sulla ripetizione di elementi grafici elementari (strisce verticali, bande orizzontali, trattini a intervalli regolari)

  • Michel Monet, figlio di Claude Monet, dona al Musée Marmottan di Parigi 80 tele, alcuni disegni e album di schizzi del padre, nonché la collezione personale di quest'ultimo (Renoir, Pissarro, Morisot, Sisley, ecc.)

  • Stephen Bann, Reg Gadney, Frank Popper e Philip Steadman pubblicano Kinetic Art, contenente quattro saggi critici sull'arte cinetica

  • Al Battersea Park di Londra si inaugura "Sculpture in the Open Air", grande mostra di sculture all'aperto, con opere di Henry Moore, Barbara Hepworth, Anthony Caro, Reg Butler e altri scultori britannici e la presenza di un'opera di David Smith

  • A Cambridge nasce la rivista d'arte "Form", diretta da Philip Steadman, Mike Weaver e Stephan Bann

  • Edward Steichen si pronuncia in favore del Castello di Clervaux (Lussemburgo) come sede permanente della collezione di fotografie che costituiscono la celebre mostra "The Family of Man"

  • Allo Stedelijk Museum di Amsterdam si apre la mostra "New Shapes of Color", incentrata sull'uso del colore in pittura in senso analitico-razionale. Tra gli artisti presenti: Josef Albers, Max Bill, Richard-Paul Lohse, Donald Judd, Ellsworth Kelly, Morris Louis, Barnett Newmann, Kenneth Noland, Frank Stella, Rupprecht Geiger, Georg-Karl Pfahler ecc

  • A Berlino, l'esigenza di un impegno critico più deciso spinge un gruppo di artisti a staccarsi da "Großgörschen 35" e costituire "Sezession Großgörschen". Il nuovo gruppo costituisce l'essenza del cosiddetto "Kritischer Realismus" (Realismo critico): Ulrich Baehr, Werner Berges, Hans-Jürgen Diehl, Wolfgang Petrick, Peter Sorge e Lambert Maria Wintersberger

  • A Berlino nasce la Rainer Verlag, casa editrice specializzata in libri d'artista, fondata da Rainer Pretzell

  • A Colonia nasce il "Verein Progressiver Kunsthändlern", prima associazione di gallerie d'arte private in Germania

  • A Duisburg viene istituito il "Wilhelm-Lehmbruck-Preis", riconoscimento internazionale nel campo della scultura

  • A Varsavia apre la Galeria Foksal, galleria alternativa autogestita, fondata da Zbigniew Gostomski, Tadeusz Kantor, Edward Krasinski, Roman Owidzki, Henryk Stazewski, e dai critici Wieslaw Borowski, Anka Ptaszkowska e Mariusz Tchorek

  • A Praga si svolge il primo concerto Fluxus dell'Europa dell'Est, organizzato da Milan Knízák, con la presenza sua e di Ben Vautier, Jeff Berner, Serge Oldenbourg, Dick Higgins e Alison Knowles

  • A Budapest si svolge "Az Ebéd In Memoriam Batu Kán (Il pasto In Memoriam Batu Khan)", organizzato da Tamás St. Auby (Tamás Szentjóby), Miklós Erdély e Gábor Altorjay e considerato il primo "happening" in Ungheria. L'evento è descritto in maniera dettagliata nel rapporto della polizia segreta ungherese

  • In Slovenia nasce "OHO", gruppo operante a Kranj e Ljubljana nel campo dell'arte concettuale, della Process Art, della performance e della videoarte

  • Al Jewish Museum di New York si inaugura "Primary Structures", curata da Kynaston McShine, storica mostra che presenta per la prima volta la Minimal Art attraverso le opere di 42 artisti a mericani e britannici, tra cui: Dan Flavin, Donald Judd, Carl Andre, Anthony Caro, Richard Artschwager, Sol LeWitt, Robert Morris, Robert Smithson, ecc

  • Allan Kaprow pubblica Assemblages, Environments and Happenings, in cui definisce gli elementi che caratterizzano gli "happenings", differenziandoli dagli "environments" e dagli "assemblaggi"

  • Susan Sontag pubblica Against Interpretation in cui afferma che l'approccio critico all'estetica rischia di soffocare la sostanza spirituale dell'arte

  • Al Solomon R. Guggenheim Museum di New York si inaugura "Systemic Painting", mostra curata da Lawrence Alloway, che presenta 28 artisti. La "Systemic Painting" è un'arte che si contrappone all'Espressionismo Astratto gestuale, e si caratterizza per superfici monocromatiche, griglie, tele sagomate, che sottintendono un'attenta progettazione del lavoro

  • Al Solomon R. Guggenheim Museum di New York si inaugura "The Photographic Image"

  • Alla Fischbach Gallery di New York si inaugura "Eccentric Abstraction", mostra curata da Lucy Lippard e incentrata su artisti che sottolineano l'aspetto processuale del lavoro: Eva Hesse, Bruce Nauman, Keith Sonnier. Nella presentazione Lippard parla per la prima volta di "Process Art" (Arte processuale)

  • La rivista "Newsweek" dedica tutto il numero del 25 aprile a History of Pop Art

  • "Artnews" pubblica l'articolo Question to Stella and Judd di Lucy Lippard, che riporta un'intervista di Bruce Glaser a Frank Stella e Donald Judd. Famosa la frase di Frank Stella: "It really is an object ... what you see is what you see"

  • La rivista "Art and Artists" pubblica l'articolo Mannerism in the Abstract di Peter Hutchinson, in cui l'artista definisce il Minimalismo emergente una nuova forma di Manierismo, nel suo modo di essere astratto, decorativo e lontano dalla natura

  • La rivista "Art and Artists" pubblica Minus Plato di Brian O'Doherty, in cui si affronta il tema del concettualismo nell'arte

  • Il Whitney Museum of American Art di New York riapre nella sede definitiva su Madison Avenue, progettata da Marcel Breuer

  • Alla Yale University Art Gallery di New Haven, Connecticut, si inaugura "Art of Latin America since independence", storica mostra curata da Stanton Loomis Catlin, comprendente quasi 400 opere, che documenta l'arte dell'America Latina dal 1800 circa al 1965. La mostra prosegue allo University of Texas Art Museum di Austin, partner organizzativo e in altri musei americani

  • Con un atto del Congresso degli Stati Uniti, viene istituito a Washington lo Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Smithsonian Institution, con lo scopo di esporvi la collezione d'arte di Joseph Hirshhorn

  • Allo Hyde Park Art Center di Chicago si inaugura una serie di tre mostre collettive intitolate "Hairy Who", che presentano il lavoro di 6 studenti dell'Art Institute: Jim Falconer, Art Green, Gladys Nilsson, Jim Nutt, Suellen Roccae Karl Wirsum. Il gruppo "Hairy Who" si caratterizza per il linguaggio demenziale, perverso e psichedelico

  • Il Board of directors della Kimbell Art Foundation di Fort Worth, Texas, commissiona a Louis Kahn il progetto dell'edificio del Kimbell Art Museum. Il museo verrà inaugurato nel 1972

  • A Los Angeles nasce "Gemini G.E.L." (Graphic Editions Limited), stamperia d'arte da cui usciranno celebri grafiche di grandi artisti, come Josef Albers, Robert Rauschenberg, Jasper Johns, Frank Stella, Roy Lichtenstein, Claes Oldenburg, James Rosenquist, Robert Motherwell, Ellsworth Kelly, David Hockney, Sam Francis, Richard Diebenkorn e Richard Serra

  • A Dakar si inaugura "Tendances et Confrontations", mostra d'arte contemporanea africana organizzata nell'ambito del "Festival Mondial Arts Nègres"