Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1914

cronologia > 1914 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Venezia si inaugura la "11. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" ai Giardini di Castello. Presidente: Filippo Grimani. Segretario generale: Antonio Fradeletto. Giuria selezionatrice: Beppe Ciardi, Carlo Cressini, Lucien Simon, Angelo Zanelli. I paesi presenti sono: Italia, Armenia, Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Jugoslavia, Messico, Norvegia, Olanda, Polonia, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, U.S.A., Ungheria. Mostra storiche: "Mostra polacca", "Mostra della silografia contemporanea in Italia", "I Divisionisti italiani". Tra le mostre personali spiccano quelle di Giuseppe de Nittis, Galileo Chini, Antonio Mancini, Medardo Rosso, Federico Zandomeneghi, James Ensor, Emile Antoine Bourdelle

  • Al Lido di Venezia si inaugura la "Mostra di artisti rifiutati dalla Biennale"

  • Alla Galleria Futurista di Roma si inaugura la "Esposizione libera Futurista Internazionale". Sono presenti gli esponenti principali e le nuove generazioni. Partecipano anche artisti russi, come Archipenko, Ekster, Kulbin, Rozanova, Stevens e altri

  • Al Palazzo delle Esposizioni di Roma si inaugura la "Seconda Esposizione Internazionale d'Arte della Secessione", con la presenza di molti grandi artisti internazionali. Esposte opere di Giacomo Balla, Paul Cézanne, Gustav Klimt, Arturo Martini, Giorgio Morandi, Gaetano Previati, Auguste Rodin, Gino Rossi, Egon Schiele, Lorenzo Viani

  • Primo grande concerto futurista per "intonarumori" al Teatro Dal Verme di Milano, con brani di Luigi Russolo, accompagnati dai fischi del pubblico

  • Alla Famiglia Artistica di Milano si inaugura la "Prima esposizione d'arte del gruppo Nuove Tendenze", con opere di Bisi Fabbri, Chiattone, Leonardo Dudreville, Carlo Erba, Alma Fidora, Achille Funi, Marcello Nizzoli, Possamai, Antonio Sant'Elia

  • Antonio Sant'Elia pubblica L'architettura futurista, manifesto

  • Il 20 settembre, Filippo Tommaso Marinetti, Umberto Boccioni, Carlo Carrà, Ugo Piatti e Luigi Russolo pubblicano Sintesi futurista della guerra, manifesto in favore dell'interventismo

  • Comincia a entrare in crisi la prima fase del Futurismo, che Enrico Crispolti definisce "analitica". Lo si nota soprattutto nelle ultime opere di Umberto Boccioni e nel progressivo spostamento di Gino Severini verso il Cubismo

  • La rivista "La Voce" si trasforma. Il nuovo direttore è Giuseppe De Robertis

  • Daniel-Henri Kahnweiler comincia a scrivere La via al cubismo. Uscirà nella versione definitiva nel 1958

  • A causa della nazionalità tedesca, Daniel-Henri Kahnweiler è costretto a lasciare la Francia per lo scoppio della guerra mondiale. La galleria viene chiusa e la sua collezione confiscata dallo stato francese. Verrà venduta all'asta a partire dal 1920

  • All'Hotel Drouot di Parigi viene battuta all'asta la collezione d'arte dell'associazione "La Peau de l'Ours" (La pelle d'orso). Molte opere vengono vendute a cifre molto superiori ai prezzi di acquisto. Pezzo forte della vendita è La famille de saltimbanques (Famiglia di saltimbanchi) di Pablo Picasso, acquistata nel 1909 per 1000 franchi e battuta al prezzo record di 11500 franchi

  • A Londra nasce il "Rebel Art Center" per iniziativa di Wyndham Lewis, Edward Wadsworth, Alvin Langdon Coburn e altri

  • A Londra la rivista "Blast" pubblica il manifesto del Vorticismo: Ezra Pound, Wyndham Lewis, Lawrence Atkinson, Jessica Dismorr, Henri Gaudier-Brzeska, Cuthbert Hamilton, William Roberts, Helen Saunders, Edward Wadsworth

  • Christopher Nevinson e Filippo Tommaso Marinetti pubblicano Vital English Art, in cui associano futurismo e movimento vorticista

  • Nel saggio Art di Clive Bell appare per la prima volta la denominazione "Bloomsbury Group", riferita al lavoro di artisti britannici figurativi che dipingono sotto l'influsso del Postimpressionismo, come Vanessa Bell e Duncan Grant

  • Con lo scoppio della guerra si scioglie di fatto "Der Blaue Reiter"

  • Ad Amburgo la Hamburger Kunsthalle si espande in un nuovo edificio annesso

  • A Oslo nasce il gruppo dei "Quattordici", tra cui membri sono: Jean Heiberg, Axel Revold, Henrik Sorensen, Rudolph Thygesen

  • A Mosca si inaugura la quarta mostra "Bubnovjy valet" (Il Fante di Quadri), con opere di Kasimir Malevich, Liubov Popova, Alexandra Ekster, Aristarkh Lentulov, Georges Braque e Pablo Picasso

  • A Mosca si inaugura "Futuristi. Raggisti. Primitivo. N.4", organizzata da Michail Larionov, con Natalia Goncharova, Alexandra Ekster e altri

  • A Baltimora viene fondato il Baltimore Museum of Art

  • A Instanbul si costituisce la "Generazione 1914", gruppo di artisti turchi che avvertono l'influenza del colorismo impressionista. Membro più importanti sono Ibrahim Calli e Nazmi Ziya Guran