Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1909

cronologia > 1909 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Venezia si inaugura la "8. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" ai Giardini di Castello. Presidente: Filippo Grimani. Segretario generale: Antonio Fradeletto. Giuria selezionatrice: Filippo Carcano, Albert Baertsoen, Cesare Laurenti, Leonardo Bistolfi, Domenico Trentacoste. I paesi presenti sono: Italia, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Norvegia, Olanda, Polonia, Russia, Scozia, Svezia, Svizzera, U.S.A., Ungheria. Mostra storica "Artisti emiliani lombardi toscani e romani". Tra le mostre personali spiccano quelle di Giovanni Fattori, Alberto Pasini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Telemaco Signorini, Guglielmo Ciardi, Cesare Tallone, Paul Albert Besnard. A partire da questa edizione si aggiungono i padiglioni nazionali di Baviera, Gran Bretagna e Ungheria

  • A Roma si inaugura la "LXXIX Esposizione Internazionale d'Arte", dove spicca un vasto nucleo di opere di Giacomo Balla

  • Il 20 febbraio Filippo Tommaso Marinetti pubblica su "Le Figaro" il Manifesto del Futurismo, che segna la nascita ufficiale del "Futurismo" italiano. La rivista "Poesia" pubblica il Manifesto politico del Futurismo e dedica un'ampia intervista a Marinetti

  • Ardengo Soffici pubblica su "La Voce" vari articoli sull'Impressionismo che diventano il punto di riferimento per i giovani artisti italiani, in particolare i futuristi

  • La vicenda dei "Fauve" si conclude con l'indirizzarsi dei principali interpreti verso strade diverse tra loro

  • A Parigi, Pablo Picasso e Georges Braque iniziano una fase di stretta collaborazione attorno al problema della rappresentazione del volume in pittura, che porterà alla genesi del Cubismo Analitico

  • Al "Salon d'Automne" di Parigi vengono presentate opere di Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Wassily Kandinsky, Fernand Léger e Gino Severini

  • Sergej Schukin commissiona a Henri Matisse le due grandi tele La danse e La musique, oggi all'Ermitage di San Pietroburgo

  • Robert Delaunay associa al Cubismo la ricerca sugli effetti di luce e dà origine all'Orfismo

  • Andrè Level acquista nello studio di Pablo Picasso, per conto dell'associazione "La Peau de l'Ours" (La pelle d'orso), il grande capolavoro La famille de saltimbanques (Famiglia di saltimbanchi)

  • Constant Permeke e Gust De Smet si stabiliscono a Sint-Martens-Latem e si uniscono al cosiddetto "Secondo gruppo di Latem", fulcro del futuro Espressionismo Fiammingo

  • A Sankt-Moritz apre il Segantini Museum in un edificio in pietra sormontato da cupola

  • A Vienna si inaugura la "Internationale Kunstschau" diretta da Gustav Klimt, grande mostra con la partecipazione di artisti austriaci ed europei. Per la prima volta Egon Schiele espone in pubblico

  • La mostra "Sonderbund" tocca Düsseldorf, Colonia, Munster e Barmen

  • A Monaco nasce la "Neue Künstlervereinigung München" (Nuova associazione di artisti di Monaco) per iniziativa di Wassily Kandinsky, Alexej Jawlensky, Gabriele Münter, Adolf Erbslöh, Alexander Kanoldt, Alfred Kubin e Marianne von Werefkin

  • Hugo von Tschudi lascia la guida della Nationalgalerie di Berlino, per assumere la direzione della Neue Pinakothek di Monaco. Gli subentra Ludwig Justi

  • Il direttore della Kunsthalle Mannheim Fritz Wichert avvia la "Akademie für Jedermann", programma di educazione all'arte e coinvolgimento della gente, basato sulla convinzione che una collezione d'arte non debba essere appannaggio di una elite, ma di tutta la popolazione cittadina. Il programma prevede mostre didattiche, visite guidate, corsi e cicli di conferenze

  • La Schack-Galerie di Monaco si trasferisce nel nuovo palazzo sulla Prinzregentenstrasse, costruito da Max Littmann

  • In Svezia nasce il gruppo "De Unga" (I giovani), capitanato da Birger Simonsson, allievo di Henri Matisse a Parigi

  • A Oslo viene rifondata l'Accademia di Belle Arti di Oslo. Primo direttore è Christian Krohg, che rimarrà in carica fino alla morte (1925)

  • A Helsinki nasce "Septem", gruppo artistico che divulga a livello locale l'Impressionismo e il "Neo-impressionismo". I fondatori sono sette (da cui la denominazione): Alfred William Finch, Knut Magnus Enckell, Yrjö Ollila, Mikko Oinonen, Juho Rissanen, Ellen Thesleff, Verner Thomé

  • Vari artisti d'avanguardia cechi aderiscono a "Manes" (Associazione degli artisti figurativi). Tra essi: Vincene Benes, Josef Capek, Emil Filla, Bohumil Kubista, Václav Spála, Jan Zrzavy

  • A Mosca si inaugura la mostra dell'Associazione degli Artisti di Mosca, cui partecipano anche Kasimir Malevich, Wassily Kandinsky e Michail Larionov

  • A Odessa apre la "Internacional'naja vystavka kartin, skul'ptury, gravjury i grafiki" (Mostra internazionale di pittura, scultura, incisione e grafica), organizzata da Vladimir Izdebskij e Alexandre Mercereau, con opere di artisti russi e occidentali. Tra essi: Henri Matisse, Georges Braque, E.O. Friesz, Maurice de Vlaminck

  • In America viene promulgata la "Legge tariffaria Payne-Aldrich", che permette il libero ingresso negli Stati Uniti di opere d'arte che abbiano più di 100 anni

  • A Newark viene fondato il Newark Museum

  • La New York School of Art diventa New York School of Fine and Applied Art. Nel 1936 diventerà Parsons School of Design

  • La Dallas Art Association dona alla città la collezione costituita e ottiene una sede permanente nella Free Public Art Gallery of Dallas, all'interno del Fair Park, dove prosegue il suo programma espositivo e l'acquisizione di opere d'arte

  • A Instanbul nasce la "Società dei Pittori Ottomani", costituita da artisti che si propongono un rinnovamento del cultura figurativa turca