Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1907

cronologia > 1907 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Venezia si inaugura la "7. Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia" ai Giardini di Castello. Presidente: Filippo Grimani. Segretario generale: Antonio Fradeletto. Giuria selezionatrice: Trajano Chitarin, Leonardo Bistolfi, Frank Brangwyn, Ludwing Dettmann, Domenico Trentacoste. I paesi presenti sono: Italia, Armenia, Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Norvegia, Olanda, Polonia, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, U.S.A., Ungheria. Il Belgio espone nel primo padiglione nazionale. Mostra Internazionale "L'Arte del Sogno" e "Gruppo di Artisti Viennesi". Mostre personali di Eugenio Gignous, Lorenzo Delleani e Cesare Laurenti

  • Alla Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti di Roma si inaugura "LXXVII Esposizione Internazionale di Belle Arti", presidente Enrico di San Martino e Valperga. Opere di Giacomo Balla, Felice Casorati, Plinio Nomellini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Gino Severini e altri

  • A Parigi si inaugura il "Salon d'Automne", dove Henri Matisse e i "fauves" diventano il gruppo più potente nella giuria, che per questo viene da taluni definito in senso polemico il "Salon dei Fauve"

  • Il "Salon d'Automne" ospita una grande retrospettiva commemorativa con 56 tele di Paul Cézanne, morto nel 1906. La mostra suscita l'interesse delle nuove generazioni di artisti. I "fauves" ne traggono lo stimolo a una sorta di ritorno "alle leggi della composizione e del volume" (Friesz). Pablo Picasso e Georges Braque ne traggono spunto per sviluppare il processo di scomposizione delle forme, alla base del Cubismo

  • Il termine "Fauvisme" si afferma in modo definitvo per indicare il gruppo di Matisse, Derain, de Vlaminck, Marquet, Friesz, Braque, Dufy ecc, proprio nel momento in cui il gruppo comincia a disperdersi e gli artisti imboccano strade autonome

  • Gli studiosi fanno risalire a questo anno l'inizio della cosiddetta >"Ecole de Paris", vasto ed eterogeneo insieme di artisti che hanno animato il dibattito culturale parigino di inizio secolo. Momenti cruciali sono l'insediamento di questi artisti a Parigi, la visita della grande retrospettiva di Paul Cézanne, la scoperta della scultura negra. Principali esponenti saranno Marc Chagall, Constantin Brancusi, Amedeo Modigliani, Chaim Soutine, Maurice Utrillo, Georges Rouault, Aristide Maillol, Jules Pascin, Moise Kisling

  • La Olympia di Edouard Manet viene finalmente trasferita dal Musée du Luxembourg al Musée du Louvre, dove si trova accanto ai capolavori dei grandi maestri dell'arte

  • A Parigi apre la galleria di Daniel-Henri Kahnweiler. Kahnweiler acquista le prime opere di Georges Braque

  • In Francia l'interesse per l'arte africana si diffonde al punto che Daniel-Henri Kahnweiler riferisce che molti artisti parigini collezionano sculture dell'Africa e dell'Oceania. Tra essi Henri Matisse, Guillaume Apollinaire e Pablo Picasso

  • A Londra nasce il "Fitzroy Street Group" per iniziativa di Walther Richard Sickert, che espone ogni pomeriggio di sabato nello studio di Sickert al n.19 di Fitzroy Street. Il gruppo riunisce pittori realisti britannici, dediti a scene di vita metropolitane

  • A Winterthur i coniugi Hedy e Arthur Hahnloser-Bühler cominciano a costituire la loro leggendaria collezione di opere post-impressioniste, "Nabis" e "Fauve", parte delle quali costituiranno il museo privato di Villa Flora Sammlung Hahnloser

  • A Lucerna apre la Galerie Fischer, che a partire dagli anni '20 diventerà una delle più importanti case d'asta d'Europa. Famosa l'asta "Moderne Gemälde aus Deutschen Museen" del 1939

  • Hermann Muthesius fonda a Monaco il "Deutscher Werkbund", organizzazione che riunisce artisti, architetti e designer

  • La AEG tedesca assume l'architetto Peter Behrens con il compito di progettare tutta una serie di nuovi edifici in cui si concretizzi la sintesi tra forma e funzione, teorizzata dal "Werkbund".

  • A Mannheim apre al pubblico la Kunsthalle Mannheim in occasione del giubileo della fondazione della città, celebrato con la "Jubiläumausstellung" (Mostra del giubileo)

  • A Francoforte viene istituita la Städtische Galerie (la galleria civica), annessa allo Städelsches Kunstinstitut con il compito di allargare l'attività dell'istituto alle manifestazioni artistiche contemporanee

  • Richard Hamann pubblica Der Impressionismus in Leben und Kunst (L'Impressionismo nella vita e nell'arte), saggio in cui mette in relazione l'Impressionismo con la società del tempo

  • A Praga si costituisce il gruppo "Osma (Gli Otto)", costituito da Bedrich Feigl, Max Horb, Willy Nowak, Emil Filla, Arnost Procházka, Bohumil Kubista, Otakar Kubín e Emil Pittermann. Gli artisti sono aperti alle esperienze d'avanguardia internazionali e si propongono l'organizzazione di una mostra. Nel 1909 confluiranno in parte in "Manes"

  • A Praga si inaugura la mostra di "Osma (Gli Otto)", con opere di Bedrich Feigl, Max Horb, Willy Nowak, Emil Filla, Arnost Procházka, Bohumil Kubista, Otakar Kubín e Emil Pittermann

  • Nell'appartamento di P. Vileisis a Vilnius, si inaugura la "Prima mostra di arte lituana", con opere di Mikalojus Konstantinas Ciurlionis, A. Zmuidzinavicius, P. Kalpokas, A. Varnas, J. Sileika, J. Vienozinskis, K. Sklerius, A. Mackevicius, A. Jarosevicius, P. Rimsa e J. Zikaras

  • A Vilnius nasce "Dailes draugija" (Unione delle arti) lituana, con lo scopo di sostenere l'arte lituana, acquistare opere d'arte e organizzare mostre collettive. Al suo interno convivono 2 linee: realista (Antanas Zmuidzinavicius, Petras Rimsa) e simbolista (Mikalojus Konstantinas Ciurlionis)