Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1904

cronologia > 1904 > avvenimenti

Avvenimenti

  • Alla Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti in Roma si inaugura "LXXIV Esposizione Internazionale di Belle Arti", presidente Enrico di San Martino e Valperga. Opere di Giacomo Balla, Leonardo Bistolfi, Wassily Kandinsky, Edvard Munche, Gino Severini e altri

  • Alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino si inaugura "Esposizione 1904", con opere di Felice Carena, Plinio Nomellini, Giuseppe Pellizza da Volpedo e altri

  • Al Teatro Carlo Felice di Genova si inaugura "LI Esposizione d'Arte" della Società Promotrice di Belle Arti, con opere di Giovanni Fattori, Plinio Nomellini, Giuseppe Pellizza da Volpedo e altri

  • A Roma nascono i "XXV della Campagna romana" gruppo di artisti che intendono rinnovare la tradizione pittorica basata sulla raffigurazione "dal vero" della campagna e dei centri romani. Al suo interno confluiscono molti esponenti di "In Arte Libertas" (vedi 1886)

  • Al Grand Palais di Parigi si inaugura il secondo "Salon d'Automne". Al suo interno viene allestita una grande personale di Paul Cézanne, che polarizza l'interesse delle nuove generazioni di artisti. Nella sala XVII espongono Henri Matisse, Albert Marquet, Charles Camoin, Henri Manguin

  • Presso la galleria di Durand-Ruel a Parigi Claude Monet espone 37 dipinti realizzati durante il soggiorno a Londra nel 1903. In mostra i cicli di tele con il Tamigi, il Parlamento e il ponte di Charing Cross. Il grande successo spinge il mercante Ambroise Vollard a inviare André Derain a dipingere a Londra nel 1906

  • Nell'ambito dei cosiddetti "ex-allievi di Gustave Moreau" il critico Roger Marx distingue due linee. Da una parte, il gruppo di Desvallieres, Charles Guérin, René Piot, Georges Rouault, che prosegue l'insegnamento del Maestro. Dall'altra, il gruppo di Henri Matisse, Albert Marquet, Charles Camoin, Henri Manguin, votato a una pittura vibrante e dai colori accesi, alla base del "Fauvisme"

  • Alla Galerie Berthe Weil di Parigi si inaugura una mostra collettiva di Henri Matisse, Albert Marquet, Charles Camoin, Henri Manguin, Mathan e Jean Puy

  • Il critico Roger Marx diventa caporedattore della "Gazette des Beaux-Arts". Louis Vauxcelles prende il suo posto nel seguire gli sviluppi del gruppo degli "ex-allievi di Gustave Moreau"

  • A Parigi nasce "La Peau de l'Ours" (La pelle d'orso), associazione di privati diretta da Andrè Level, che si propone di costituire una collezione d'arte contemporanea con i fondi messi a disposizione dagli associati, e, allo scadere di 10 anni, rivenderla con un certo guadagno. Nel corso di un decennio riunirà opere di Camille Pissarro, Vincent van Gogh, Paul Gauguin, Pierre Bonnard, Emile Bernard, Maurice Denis, Paul Ranson, Henri Matisse, Andrè Derain, Maurice de Vlaminck, Kees Van Dongen, Albert Marquet, Pablo Picasso, ecc

  • A Gand nasce il circolo artistico "Vie et lumière", ad opera dei pittori divisionisti Emile Claus, George Lemmen, James Ensor e Josph Adrien Heymans

  • A Düsseldorf si inaugura la "Internationale Kunstausstellung", grande mostra d'arte contemporanea internazionale

  • Per sopraggiunte difficoltà economiche, chiude a Monaco l'associazione artistica "Phalanx", diretta da Wassily Kandinsky

  • A Berlino viene inaugurato il Kaiser-Friedrich-Museum, museo d'arte dedicato al Rinascimento italiano, con dipinti, sculture e oggetti di arti applicate, concepito secondo il programma di Wilhelm Bode

  • In Slovenia nasce "Sava", gruppo artistico d'avanguardia, fondato da Ivan Grohar e R. Jakopic, che si presenta al pubblico con una mostra alla Galerie Miethke di Vienna

  • A Belgrado nasce "Lada", associazione artistica serba. Tra i membri vi saranno: Milan Milovanovic, Kosta Milicevic, Nadezda Petrovic, ecc

  • A Belgrado si inaugura la mostra d'arte slava meridionale, con la partecipazione di artisti naturalisti e impressionisti serbi, croati, sloveni, bosniaci e bulgari