Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1881

cronologia > 1881 > avvenimenti

Avvenimenti

  • A Milano apre al pubblico il Museo Poldi Pezzoli, meravigliosa casa-museo che accoglie le collezioni d'arte di Gian Giacomo Poldi Pezzoli. Le opere sono collocate in ambienti d'epoca, ispirati ai diversi stili del passato (barocco, medioevo, primo rinascimento, rococò). Gran parte di essi saranno perduti durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale

  • A Bologna chiude il Museo Civico

  • Nel Palais de l'Industrie di Parigi si inaugura il "Salon". Edouard Manet e Pierre-Auguste Renoir ottengono un certo successo

  • Lo stato francese rinuncia alla gestione del "Salon". La scelta della giuria del "Salon" di Parigi viene affidata alla "Société des Artistes Français", associazione costituita dagli artisti che hanno già esposto al "Salon"

  • A Parigi nasce il "Salon des Artistes Francais" per iniziativa di Jules Ferry, in alternativa al monopolio degli accademici sul "Salon" ufficiale

  • In aprile, in un appartamento su boulevard des Capucines a Parigi, si inaugura la "Exposition d'artistes indépendants", nota come "Sesta mostra impressionista". Presenti 13 artisti, tra cui: Edgar Degas, Camille Pissarro, Berthe Morisot, Armand Guillaumin, Federico Zandomeneghi e Paul Gauguin. Alcuni critici lamentano le assenze di Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley e Gustave Caillebotte

  • Il gallerista Paul Durand-Ruel di Parigi applica per la prima volta nella storia una forma di rapporto con gli artisti basato su una sorta di stipendio mensile in cambio di gran parte della produzione. Gli artisti in questione sono Camille Pissarro, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir e Alfred Sisley

  • A Parigi apre la galleria di Georges Petit in rue Godot de Mauroy

  • Il Museo Nacional de Pintura y Escultura di Madrid (Museo del Prado) riceve in dono da Emile d'Erlanger le 14 Pinturas negras (Pitture nere) di Francisco Goya che decoravano la "Quinta del sordo"

  • A BruxellesA Bruxelles nasce "L'Art Moderne", rivista settimanale d'arte e cultura da Octave Maus, Emile Verhaeren ed Edmond Picart. Dal 1884 diventerà lo strumento di diffusione delle iniziative del gruppo "Les XX" (Les Vingt)

  • Adolf Friedrich von Schack pubblica Meine Gemäldesammlung (La mia collezione di quadri), guida alla collezione della Schack-Galerie di Monaco

  • Ad Adelaide (Australia) apre al pubblico la Art Gallery of South Australia