Cronologia avvenimenti dell'arte moderna e contemporanea

1867

cronologia > 1867 > avvenimenti

Avvenimenti

  • Con la partenza di Giuseppe De Nittis per Firenze e Parigi finisce di fatto la cosiddetta "scuola di Resina"

  • A Firenze nasce il "Il Gazzettino delle Arti e del Disegno", rivista fondata da Diego Martelli e Telemaco Signorini che dura un anno solo

  • A Parigi si inaugura la "Exposition universelle" (Esposizione Universale) nel Palais de l'industrie, evento spettacolare che intende ripetere il successo dell'edizione del 1855

  • A Parigi si inaugura il "Salon". Per l'occasione, la giuria respinge gran parte delle opere sottoposte dagli artisti facenti parte dell'ambito realista. In particolare, Camille Pissarro, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley, Frédéric Bazille e Paul Cézanne

  • In occasione dell'"Exposition universelle" di Parigi, Gustave Courbet ed Edouard Manet allestiscono i propri padiglioni personali sull'esempio del "Pavillon du Réalisme", realizzato da Courbet nel 1855

  • Gli artisti naturalisti respinti dalla giuria del "Salon" di Parigi avanzano la richiesta di un "Salon des refusés". A causa dell'esito negativo, tentano di organizzare una grande mostra collettiva a proprie spese, ma senza successo per gli alti costi. È il primo germe della futura "Prima mostra impressionista"

  • Nel testo critico Mes haines, Emile Zola afferma che l'opera d'arte è una testimonianza della natura, filtrata attraverso la personalità dell'artista

  • Sulla Museumsinsel di Berlino viene avviata la costruzione di un edificio su progetto di August Strack per ospitare la collezione di arte tedesca lasciata allo stato prussiano da Joachim Heinrich Wagener