Glossario: termini dell'arte moderna e contemporanea

S

Skagensmalerne (pittori di Skagen)

Colonia di pittori realisti danesi e norvegesi, sorta a Skagen alla fine dell'800.
La colonia ebbe inizio attorno al 1873, quando il pittore naturalista danese Karl Madsen giunse a Skagen, piccola località all'estremo Nord della Danimarca. Attratto dalla particolare luce del luogo, vi fece ritorno, convincendo altri colleghi e allievi a seguirlo. Tra essi Holger Drachmann, Laurits Tuxen e Michael Ancher.
Gli ospiti alloggiava in gran parte al Brondums Hotel, il cui gestore accettava in parte opere d'arte in cambio dell'ospitalità.
Nell'arco di un decennio la colonia di Skagen si ingrossò con l'arrivo di P.S. Kroyer, Christian Krohg, Viggo Johansen, Carl Locher e altri. Membro importante fu anche Anna Brondum Ancher, figlia del gestore dell'hotel, appassionatasi alla pittura e divenuta moglie di Michael Ancher nel 1880.
Comune agli "Skagensmalerne" era l'interesse per la natura e la pittura all'aria aperta. Un interesse alimentato attraverso il contatto di alcuni esponenti con l'Impressionismo francese. La loro pittura non si limitava però solo alla natura, ma riguardava anche la realtà quotidiana e i fatti della vita.

I soggetti tipici degli "Skagensmalerne" variavano a seconda dell'autore. Comprendevano paesaggi, marine, scene di pescatori, bagnanti sulla spiaggia, riunioni di artisti, scene di interni. Tra gli esempi più importanti si possono citare: Vil han klare pynten? (Riuscirà a farcela?) (1880) di Michael Ancher, Udkante af Skagen Osterby efter en tordenbyge (Di fronte all'Osterby di Skagen, dopo un temporale) (1885) di Viggo Johansen, Sommerdag ved Skagens Sønderstrand (Giorno d'estate sulla spiaggia di Skagen) (1884) e Hipp, hipp, hurra! Kunstnerfest pa Skagen (Hipp, hipp, hurra! Festa di artisti a Skagen) (1888) di P.S. Kroyer.