Glossario: termini dell'arte moderna e contemporanea

M

Michelangiolo, Caffè Michelangiolo

Storico caffè letterario di Firenze, noto per essere stato uno dei principali ritrovi della cultura d'avanguardia fiorentina.
Viene aperto in via Larga (oggi via Cavour 21) nel 1845 e chiude nel 1862.
Sin dai primi anni vi fanno tappa letterati, artisti e uomini di cultura. A partire dal 1950 cominciano a frequentarlo alcuni giovani artisti italiani, tra cui Giovanni Fattori, Adriano Cecioni e Silvestro Lega (1852).
Dal 1855, il Caffè Michelangiolo diventa il punto di ritrovo abituale dei cosiddetti "Macchiaioli", pittori naturalisti, noti per la loro tecnica a macchie di colori puri. Principali esponenti sono il critico Diego Martelli e gli artisti Adriano Cecioni, Giuseppe Abbati, Cristiano Banti, Odoardo Borrani, Vincenzo Cabianca, Nino Costa, Vito D'Ancona, Serafino De Tivoli, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Raffaello Sernesi, Telemaco Signorini.