Glossario: termini dell'arte moderna e contemporanea

I

Ipertesto

È un tipo di "testo" che ha la caratteristica di presentare i contenuti non secondo una sequenza lineare e continua, dal principio alla fine (come ad esempio in un libro, in un articolo di giornale, o nel testo di una trasmissione televisiva), bensì suddividendoli in maniera logica in documenti distinti, ma collegati tra loro. In genere, un ipertesto inizia da un documento principale, dal quale si può accedere ad altri documenti che sviluppano, approfondiscono, integrano o precisano singoli aspetti del documento principale (documenti di approfondimento).
Gli elementi di collegamento tra documenti separati vengono definiti "collegamenti ipertestuali" o "link". Consistono in punti particolari di un documento che risultano "sensibili", consentono cioé di accedere a un documento collegato mediante il semplice click del mouse. Questi punti "sensibili" del documento di partenza possono essere singole parole, frammenti di frasi, elementi grafici, che hanno attinenza diretta con il contenuto del documento di arrivo.

L'"architettura" dell'ipertesto è il modo in cui il contenuto è suddiviso tra i vari documenti e il modo in cui questi sono collegati tra loro. Normalmente, l'architettura prevede che il contenuto sia distribuito in documenti riuniti in una stessa entità: ad esempio un CD o un sito web. In molti casi, però, l'architettura prevede che a integrare il contenuto contribuisca anche il contenuto di documenti facenti parte di un'altra entità: ad esempio, un altro sito web. In tal caso, la connessione tra documenti è stabilita da collegamenti o link "in uscita".