Mostre di arte moderna e contemporanea

Sironi: la guerra, la Vittoria, il dramma.
Opere dalle collezioni Isolabella e Gian Ferrari

30 settembre - 20 novembre 2011

Villa Necchi Campiglio
Via Mozart 14, Milano
Info. 02-76340121
Orari: mer-dom 10-18

Claudia Gian Ferrari, cui si devono tante opere esposte a Villa Necchi Campiglio, era una grande estimatrice di Mario Sironi(1885-1961), che ha cercato di promuovere anche quando era considerato un artista scomodo, "di regime", ed è per questo che gli ha dedicato diverse mostre, sia nella sua galleria che in altri spazi espositivi, come il Palazzo Reale di Milano e la Fondazione delle Stelline.

Questa rassegna, che cade a 50 anni dalla morte dell'artista e a 150 dall'Unità d'Italia, è stata curata da Elena Pontiggia, che è riuscita a mettere insieme opere provenienti dalla collezione di questa grande gallerista, scomparsa lo scorso anno, e da quella dell'avvocato Lodovico Isolabella, che, con infaticabile pazienza e passione, ha dato vita a una raccolta davvero unica, completamente incentrata sulla Prima Guerra Mondiale.

Cuore della mostra è la "Vittoria alata" che Sironi ha dipinto nel 1935 in vista della realizzazione di un grande affresco per l'Aula Magna dell'Università La Sapienza di Roma, ma, attorno a questo lavoro e ad alcuni schizzi preparatori sullo stesso tema, ruotano dipinti, disegni, schizzi, vignette e copertine di riviste che Sironi e altri artisti internazionali, come Léger, Grosz, Dix, Previati, Balla, Carrà, Dottori, Marussig, Ponti e Panerai, hanno dedicato a un tema così drammatico come la guerra.

Per comprendere meglio questo periodo storico e artistico, la mostra è affiancata da una serie di incontri incentrati su Sironi e la Milano di inizio '900.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate